12 febbraio 2010

JURMAN IL TAUMATURGO SALVERÀ ENRICO NIGIOTTI?

Posted in Amici, Enrico Nigiotti, Maria De Filippi, spettacolo, talenti, televisione tagged , , , , , , , , a 4:08 pm di marisamoles

A sorpresa, Enrico Nigiotti, cantautore tra i concorrenti di Amici 9, ha chiesto di cambiare insegnante. Tiene a precisare che non ha nulla contro Loretta Martinez che l’ha seguito fino ad ora, ma è stufo dei continui battibecchi che si vengono a creare ad ogni puntata tra la sua insegnante e Grazia Di Michele. Enrico, per la precisione, dice di non aver bisogno di “mamma e papà” e di sentirsi come un figlio conteso da due divorziati che non sono d’accordo sull’educazione.

Da settimane Loretta iniste nel difendere il suo allievo, sostenendo che, se c’è qualche imprecisione nelle sue esecuzioni, l’importante è l’interpretazione ed Entrico è un buon interprete. Dal canto suo Grazia sostiene che non si tratti di “qualche imprecisione” ma di stonature vere e proprie e che tacere su questi difetti non aiuta di certo il cantante a migliorarsi. Enrico ammette le sue colpe ma si dichiara un cantautore impreciso che bada più all’interpretazione che all’esecuzione. Insomma, detta papale papale, si è rotto le palle.

Con un’abile strategia (ma siamo sicuri che sia davvero opera sua e che nessuno gliel’abbia consigliata?) prende una decisione importante: cambia insegnante. E chi mai poteva scegliere? Ma il Maestro con la emme maiuscola, naturalmente: Luca Jurman. Proprio lui, cacciato dalla porta (infatti, non è stato assunto quale coach per i concorrenti all’inizio del programma), rientra dalla finestra. Il sosia di Mastrolindo, con quel suo pizzettino così carino, riesce a nascondere la sua gran soddisfazione e, con faccia seria, dice ad Enrico: “Devo vedere la tempistica, ho un’idea ma non prometto niente”, come dire che se non riesce a fare dei miracoli (e solo quelli dovrebbe realmente fare per migliorare le prestazioni canore di Enrico), non si assume alcuna responsabilità.

Da parte sua, Maria mamma-chioccia approva la decisione di Enrico e lo affida alle cure del Maestro. Anzi, raccomanda al discolo allievo che si può pure scordare di starsene spaparanzato di fronte alla Tv ogni sera perché le due ore notturne di canto non gliele leva nessuno. Con Jurman non si scherza!
Non resta che aspettare il serale di domenica: non vedevo l’ora di assistere di nuovo ai battibecchi fra Grazia e Jurman. Sinceramente mi ero stufata di vedere quelli della Celentano con Villanova: le facce di Jurman sono decisamente più espressive. E poi, vuoi mettere, rivedere la sua concentrazione mentre ascolta ad occhi chiusi le esibizioni e le sue notarelle diligentemente scritte sul taccuino nero! Da quando era rientrato in commissione, anche se super partes, non aveva ancora avuto modo di esprimersi al meglio. Ora recupererà il tempo perduto.

Oh Jurman, facci vedere il tuo potere taumaturgico, per favore. In fondo a me Enrico piace, nonostante tutto. Mi sarebbe piaciuto anche così, stonato e impreciso. Spero solo che tu non me lo renda antipatico come hai fatto per Marco Carta e Valerio Scanu!

AGGIORNAMENTO DEL POSTdel 13 FEBBRAIO 2010: ENRICO RINUNCIA ALL’IMMUNITA’

Nella puntata pomeridiana di oggi è stata resa nota un’altra richiesta di Enrico: rinuncerebbe all’immunità qualora si trovasse nelle prime tre posizioni della classifica. Pare che, comunque, la maggiore preoccupazione del cantautore toscano sia quella di non arrivare al ballottaggio con l’amata Elena: in quel caso chiederebbe di uscire lui. Insomma, non fa altro che chiedere … e il canto? Sembra che con il metodo Jurman -cintura allacciata attorno al petto- stoni meno. Abbiamo sentito qualche nota della canzone “Via” di Baglioni e non era male.

Riuscirà il taumaturgo Jurman a salvare Enrico?

Annunci

LICEO DELLE SCIENZE APPLICATE ALL’ISIS: GLI SCIENTIFICI INSORGONO

Posted in Friuli Venzia-Giulia, Mariastella Gelmini, MIUR, politica, riforma della scuola, scuola tagged , , , , , , , , , a 3:30 pm di marisamoles

Come si sa, all’ultimo momento, prima dell’approvazione da parte del Consiglio dei Ministri della riforma della secondaria di II grado, Mariastella Gelmini ha deciso di sostituire l’annunciata opzione del liceo scientifico tecnologico con quella relativa alle “scienze applicate”. Ne ho già scritto qui , dove ho anche fatto delle osservazioni sul diverso quadro orario delle due opzioni.

Ora si pone un interrogativo: se fino ad oggi il liceo tecnologico compariva all’interno dell’offerta formativa dell’ITIS, ora la nuova opzione a chi spetterà? Se consideriamo che l’opzione è contemplata nel riordino dei licei (non in quello degli istituti tecnici), pare scontato che spetti al liceo scientifico inserirla nella propria offerta. Ma non sempre le cose vanno come dovrebbero andare.

In una nota informativa la CGIL Scuola osserva che “l’istituzione del Liceo delle scienze applicate trasformerebbe, in modo radicale, tutti gli attuali Licei scientifici tecnologici (sia quelli presso i tecnici che quelli presso i licei), riducendo ovunque la quantità oraria ed i laboratori, e creando non pochi problemi nell’organizzazione delle scuole, nella definizione dei piani dell’offerta formativa territoriale, e negli organici.” (LINK). Una conferma che il condizionale non è d’obbligo arriva da Udine: la Provincia, infatti, ha stabilito che l’opzione delle “scienze applicate” sia appannaggio dell’ITIS che, per l’occasione, verrebbe trasformato in ISIS (Istituto Statale di Istruzione Superiore). Come dire: tagliamo la testa al toro, facendo confluire la nuova opzione ai Tecnici, sottraendola ai Licei. C’è solo un problema: come farà a sopravvivere il Liceo Scientifico, senza più sperimentazioni, con la sola offerta del corso ordinario?
I dirigenti dei due licei scientifici, che contano assieme quasi 3000 iscritti, si oppongono alla decisione della Provincia (ma a questo punto credo possa essere definita una questione nazionale e non locale), sottolineando che «nell’ambito delle proprie capacità di accoglimento delle domande d’iscrizione, non può essere sottratta all’autonomia scolastica la facoltà di definire il numero di sezioni da attivare per ciascuna delle due opzioni, risultando altrimenti palesemente coercitoria la scelta obbligata di iscrivere tutti gli allievi al solo indirizzo “liceo scientifico” disattendendo le scelte educative delle famiglie».

Non resta che attendere i risvolti di questa intricata vicenda. Dai miei lettori, però, vorrei sapere se il problema è davvero nazionale e come intendono le diverse scuole reagire di fronte a un tale depauperamento dell’offerta formativa del liceo scientifico.

[fonte: Messaggero Veneto]

PER NOTIZIE DETTAGLIATE E AGGIORNATE SULLA RIFORMA DELLE SUPERIORI (SETTEMBRE 2010), CLICCA QUI

ANNA SCRIGNI

Storie di Viaggi e di Città

Scelti per voi

Selezione di post che hanno attirato la mia attenzione scelti per voi dalla blogsfera

wwayne

Just another WordPress.com site

Diario di Madre

Con note a margine di Figlia

Scrutatrice di Universi

Happiness is real only when shared.

Dottor Lupo Psicologo-Psicoterapeuta. Battipaglia (SA)

Psicologo Clinico, Terapeuta EMDR di livello II, Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale, Terapia Metacognitiva Interpersonale.

Scaffali da leggere

Consigli di letture, recensioni e frasi tratte dai libri.

Willyco

in alto, senza parere

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof di lettere.

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

oןısɐ,ןןɐ ɐɯ ɐןonɔs ɐ opɐʌ uou

pagina a traffico illimitato, con facoltà di polemica, di critica, di autocritica, di insulti, di ritrattazioni, di sciocchezze e sciocchezzai, di scuola e scuole, buone e cattive, di temi originali e copiati, di studenti curiosi e indifferenti, autodidatti e eterodidatti, di nonni geniali e zie ancora giovani (e vogliose), di bandiere al vento e mutande stese, di cani morti e gatti affamati (e assetati)

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

PindaricaMente

C'è una misura in ogni cosa, tutto sta nel capirlo (Pindaro)

Il mestiere di scrivere

CORSI DI SCRITTURA CREATIVA, ATTUALITA' EDITORIALE, DIDATTICA E STRUMENTI PER LA SCRITTURA

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

marialetiziablog

salviamolascuolaprimadisubito.com site

Studio di Psicoterapia Dr.ssa Chiara Patruno

Psicologa - Psicoterapeuta - Criminologa - Dottore di Ricerca Università Sapienza

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

onesiphoros

[...] ἀλλ᾽ ὥσπερ ἄνθρωπος, φαμέν, ἐλεύθερος ὁ αὑτοῦ ἕνεκα καὶ μὴ ἄλλου ὤν, οὕτω καὶ αὐτὴν ὡς μόνην οὖσαν ἐλευθέραν τῶν ἐπιστημῶν: μόνη γὰρ αὕτη αὑτῆς ἕνεκέν ἐστιν. Aristot. Met. 1.982b, 25

Il ragazzo del '46

Settanta: mancano solo 984 anni al 3000.

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

la mutazione nella connessione

Prove di pensiero di GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

unpodichimica

Non tutto ciò che luccica è oro, ma almeno contiene elettroni liberi G.D. Bernal

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

la fine soltanto

un blog e un libro di emiliano dominici (per ingrandire la pagina premi ctrl +)

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

LE LUNE DI SIBILLA

"Due strade trovai nel bosco, io scelsi la meno battuta, per questo sono diverso"(R.Frost)

Il mondo di Ifigenia

Svegliati ogni mattina con un sogno da realizzare!

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Into The Wild

Happiness is real only when shared

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

A dieta...

...ma con una forte passione per il cibo e le rotondità!

Le Ricette di Cle

Ricette collaudate per ogni occasione

Messaggi in Bottiglia

Il diario di Cle

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

espress451

"In ogni cosa c'è un'incrinatura. Lì entra la luce" - Leonard Cohen

La Torre di Babele

Il blog di Pino Scaccia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: