3 maggio 2012

MORIRE DI DISOCCUPAZIONE

Posted in lavoro, politica, società tagged , , , , , , , , a 7:15 pm di marisamoles

Dalla Costituzione della Repubblica Italiana:

Art. 1

L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.

La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

Art. 2

La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.

Art. 3

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

Art. 4

La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto.

Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un’attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società.

Sono solo i primi articoli della nostra Costituzione. Non a caso riguardano il LAVORO, il DIRITTO DEI CITTADINI AD AVERNE UNO nonché il DOVERE dello STATO DI GARANTIRLO.

Che cosa fanno ora i nostri governanti? Cosa hanno intenzione di fare di fronte all’ennesimo suicidio di un disoccupato? L’ultimo di una serie destinata a durare nel tempo se le cose non cambiano.

La disperazione di chi non riesce a pagare le tasse e minaccia una strage obbligherà i nostri ministri a farsi un esame di coscienza?

NE DUBITO.

La Fornero può al massimo cadere dai tacchi delle sue scarpette da duemila euro. Ma si salverà dal baratro in cui, con i suoi degni compagni, sta spingendo sempre più il popolo italiano.

Scusatemi ma sono molto arrabbiata, anzi, sono proprio esasperata.

Annunci

13 commenti »

  1. Raffaele said,

    Ti capisco e condivido la tua rabbia ed esasperazione. Io faccio parte dei critici della prima ora, dal giorno della lacrimuccia, per intenderci. Purtroppo le mie peggiori previsioni e paure si stanno avverando. Questi “professori” avallati in pieno da PD, PdL e UDC, stanno massacrando il Paese senza prendere una sola iniziativa nei confronti di quelle vergogne uniche del nostro Paese. I manager ed i politici più pagati al mondo, 3 milioni di persone che “vivono” di politica, la corruzione, la burocrazia e quant’altro. Purtroppo temo che non ne usciremo bene.
    Ciao, un abbraccio.

    Mi piace

  2. marisamoles said,

    @ Raffaele

    A me quelle lacrime hanno fatto solo una gran rabbia.
    Grazie. Un abbraccio.

    Mi piace

  3. frz40 said,

    Siamo tutti insoddisfatti e tendiamo a dare a questo Governo colpe e demeriti che in realtà non ha, senza valutare le condizioni in cui si trova ad operare e senza precisare che cosa vorremmo che facesse di più o di diverso.

    Io, ad esempio, temo che quel che il governo Monti fino ad ora ha fatto, o ha potuto fare, per di più spesso menando eccessivo vanto, sia ben lontano da quel che ci sarebbe servito per stimolare una vera crescita dell’economia.

    Ma questo è un leitmotiv che ci perseguita da sempre. Forse proprio da quell’art. 1 della nostra Costituzione, che avrebbe dovuto essere scritto come:“L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sullo sviluppo economico”, quale condizione prima e indispensabile per garantire i posti di lavoro.

    Mi piace

  4. marisamoles said,

    @ frz

    Insomma, questo governo io non lo assolverei. Si fa presto a dire che è difficile lavorare in certe condizioni … per noi è difficile vivere nelle condizioni in cui questo governo ci ha messo. 😦

    Lo sviluppo economico ci sarebbe stato se avessero incominciato a tagliare i loro sprechi, i loro superstipendi e, anziché tartassare noi poveri lavoratori (che quindi non possiamo sollevare l’economia, non avendo soldi), avessero tassato, con la patrimoniale, chi ha degli stipendi da vergogna. Non mi hai mandato tu la mail “comparativa”?

    Mi piace

  5. Ifigenia said,

    Anch’io mi sono espressa in merito QUI.

    Io sono assolutamente sconvolta di quello che il popolo italiano è costretto (?) a subire.

    Mi piace

  6. Sinteticamente: Il suicida è un esasperato!
    Il Funzionario dello Stato che non paga le forniture in tempi giusti è un delinquente?
    E se il suicida è arrivato al gesto estremo perché lo Stato non gli ha pagato in tempi utili? In questo caso il Funzionario è un omicida?

    Mi piace

  7. marisamoles said,

    @ quarchedudepegi

    Quanto all’ultima domanda, penso che in ogni caso debba avere un bel macigno sulla coscienza.

    Mi piace

  8. C’è una coscienza?

    Mi piace

  9. marisamoles said,

    La domanda è lecita, la risposta non è certa. 😦

    Mi piace

  10. Se la risposta non è certa dobbiamo continuare a sperare?

    Mi piace

  11. marisamoles said,

    Spes ultima dea

    Mi piace

  12. Diemme said,

    Naturalmente io sono contro i governi che abbiamo avuto finora, compreso questo ma non solo, che rubano ai poveri per dare ai ricchi, ma facevo un’altra riflessione. Anni fa lessi un bellissimo articolo sugli yuppie, e l’articolo sosteneva che erano tutto fumo e niente arrosto, e che si sarebbero suicidati al primo crollo di Borsa: che avesse ragione?

    Ci sono persone che hanno saputo sopravvivere a situazioni ben peggiori di una cartella esattoriale (prigionieri e invalidi di guerra, persone che hanno perso la famiglia, etc. etc. etc….): non saranno anche un po’ dei bluff questi grandi imprenditori?

    Mi piace

  13. marisamoles said,

    @ Diemme

    Sinceramente non so se siano dei bluff. Credo che l’esasperazione possa portare a gesti estremi anche se, come ben dici, ci sono persone che hanno dovuto sopportare disagi ben peggiori. Ma avevano la volontà e la forza di farcela. Forse oggigiorno, abituati ad avere tutto e subito, ci si arrende di fronte alle prime difficoltà che sembrano insormontabili.

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Like @ Rolling Stone

parole, pensieri e pietre di Mauro Presini

Dottor Lupo Psicologo, Battipaglia Salerno

Consulenza Sostegno Diagnosi

Scaffali da leggere

Consigli di letture, recensioni e frasi tratte dai libri.

Willyco

in alto, senza parere

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof (precaria) di lettere.

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

Nonseinegato

Scuola, matematica... e altro

Non vado a scuola ma all'asilo

Pagina a traffico illimitato, con facoltà di polemica, di insulti...

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

PindaricaMente

C'è una misura in ogni cosa, tutto sta nel capirlo (Pindaro)

Il mestiere di scrivere

LA SCUOLA DI SCRITTURA CREATIVA ONLINE - LABORATORI DIDATTICI E SEMINARI IN TUTTA ITALIA

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

marialetiziablog

salviamolascuolaprimadisubito.com site

Chiara Patruno - Psicologa

Psicologa Dinamica e Clinica presso l’ Universita’ La Sapienza di Roma, Facolta’ Medicina e Psicologia

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

onesiphoros

[...] ἀλλ᾽ ὥσπερ ἄνθρωπος, φαμέν, ἐλεύθερος ὁ αὑτοῦ ἕνεκα καὶ μὴ ἄλλου ὤν, οὕτω καὶ αὐτὴν ὡς μόνην οὖσαν ἐλευθέραν τῶν ἐπιστημῶν: μόνη γὰρ αὕτη αὑτῆς ἕνεκέν ἐστιν. Aristot. Met. 1.982b, 25

Il ragazzo del '46

Settanta: mancano solo 984 anni al 3000.

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

i media-mondo: la mutazione nella connessione

Prove di pensiero di GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

unpodichimica

Non tutto ciò che luccica è oro, ma almeno contiene elettroni liberi G.D. Bernal

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

occhioallapenna

Buongiorno e leggerezza!

penna bianca

appunti di viaggio & scritti di fortuna

Pollicino Era un Grande

Psicologia e dintorni a cura della Dr.ssa Marzia Cikada (Torino e Torre Pellice)

la fine soltanto

un blog e un libro di emiliano dominici (per ingrandire la pagina premi ctrl +)

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

LE LUNE DI SIBILLA

"Due strade trovai nel bosco, io scelsi la meno battuta, per questo sono diverso"(R.Frost)

Il Blog di Raffaele Cozzolino

Pensieri, riflessioni, tecnologia, informatica

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Into The Wild

Happiness is real only when shared

roceresale

faccio buchi nel ghiaccio

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

A dieta...

...ma con una forte passione per il cibo e le rotondità!

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

Ma che Bontà

Le ricette di Cle

Ecce Clelia

Storie e pensieri di una mente non proprio sana, messi in una bottiglia e lasciati andare verso ignoti ed ignari lettori, naufragati su questo sito.

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

espress451

"In ogni cosa c'è un'incrinatura. Lì entra la luce" - Leonard Cohen

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: