9 giugno 2010

STREPITOSO SUCCESSO DI MATTEO MACCHIONI – NEMORINO AL VERDI DI SALERNO

Posted in Amici, Maria De Filippi, Matteo Macchioni, spettacolo, talenti, televisione tagged , , , , , , a 6:11 pm di marisamoles


Quasi un miracolo: la lirica può incantare anche i giovanissimi fan di “Amici”. Matteo Macchioni, 26 anni, il primo tenore che abbia mai partecipato alla trasmissione di Maria De Filippi ha fatto il suo debutto ieri sera al Teatro Verdi di Salerno, diretto dal maestro Daniel Oren. Il giovane tenore di Sassuolo, nella veste di Nemorino dell’Elisir d’Amore di Donizetti, ha riempito il teatro, com’era prevedibile.

Entusiasti i fan, venuti anche da oltreconfine (come testimonia il servizio del Tg1 che riporto sotto nel video) e, c’è da immaginarselo, superfelice anche il direttore Oren che su Matteo aveva fatto una scommessa, sicuro di vincerla. E non aveva tutti i torti!

Nel suo blog, Matteo ha così commentato la sua “prima”:

MERCOLEDI’ 9 GIUGNO (DA SALERNO)
Una bellissima “Prima” qui a Salerno. Mi sono divertito tantissimo e gli applausi sono stati tanti….Molti ragazzi sono venuti a sentirmi e molti verranno nelle prossime due recite… . E’ stata una gioia immensa vedere tanti giovani come me a teatro, oltre a ricevere i complimenti del maestro Oren alla fine della recita. Indubbiamente siamo all’inizio di una nuova avventura. Nei prossimi mesi ci sarà grande lavoro per realizzare il mio primo lavoro discografico, dove si manifesteranno le molteplici anime artistiche che mi appartengono. Sono veramente felice e il più bel ringraziamento va a chi mi sostiene, al mio papà, alla mia mamma, a tutti coloro che sono accorsi per sentirmi anche da molto lontano e agli amici che ogni giorno animano il web tifando per me!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Grazie Grazie Grazie!!!
Matteo

[fonte: Tgcom]

BRAVO MATTEO!

[nella foto: l’abbraccio tra il maestro Daniel Oren e Matteo, dalla pagina ufficiale di facebook di Matteo Macchioni]

Annunci

33 commenti »

  1. Luisa said,

    senza parole non credo che questo vuol dire “LIRICA” tanti ragazzi studiano da anni ma purtoppo senza nessuno alle spalle quindi senza poter realizzare i propri sogni!
    Una voce piccola, piani fati con falsetto non credo che tutto ciò potrebbe essere definito “OPERA” penso che i veri cantanti di teatro possono essere definiti come lui!

    Mi piace

  2. Edelweiss said,

    @Luisa Matteo Macchioni ieri sera non è stato impeccabile ma si è fatto rispettare…Io falsetti non ne vedo affatto…non ha grande volume,ma a mio ricordo i tenori di grazia sono noti per non avere un volume pari a alle altre categorie di voci liriche…Comunque per tua informazione ormai sono 21 anni che matteo studia musica,con bel un diploma di 2 livello in pianoforte e diversi corsi di specializzazione,per non parlare di quasi 10 anni di studio di canto lirico con un maestro non da poco,Claude Thiolas.Dire che Matteo non ha studiato in vita sua,è davvero una cavolata.Perlopiù Oren e il critico Pasquale Andria è stato felice definendolo “dal timbro caldo e convincente,mancante di robustezza,ma crescerà”.Matteo è chiaramente penalizzato per da dove arriva (il talent show) per quanto riguarda le “critiche”…Matteo sta riuscendo a realizzare il suo sogno,senza niente togliere agli altri cantanti.Mi dispiace che il tutto debba passare per la TV,ma per Matteo c’è un chiaro pregiudizio visto il “talent show” che lo ha portato a conquistare una piccola fetta di pubblico.D’altronde,Oren non gli avrebbe mai affidato il ruolo da protagonista se credesse Matteo una schiappa.Arrivederci.

    Mi piace

  3. marisamoles said,

    Sono d’accordo con Edelweiss: Matteo è sì uscito da una programma come quello della De Filippi che è criticato da molti, ma ha studiato tanto e non è stato solo graziato da un colpo di fortuna.

    Conosco la serietà di Oren e concordo sul fatto che non l’avrebbe scelto se fosse stato una schiappa. Tuttavia, è innegabile che c’è anche in ballo un interesse economico: senza Matteo, il Verdi avrebbe fatto il sold out?

    E poi, chi dice che lui è “raccomandato” mentre altri, che hanno tanto studiato, non riescono a realizzare i loro sogni? Mi pare che i casting fossero aperti a tutti e che molti tenori abbiano sfidato Matteo, senza successo. Non sarà forse che proprio chi ha tanto studiato snobbi i talent show?

    Nella vita, purtroppo, certe volte bisogna scendere a compromessi … altrimenti si perde il treno anche quando passa davanti al naso.

    Mi piace

  4. luisa said,

    se avete studiato un pò di canto sapreste dirmi che i falsetto non è voce e come si mette la posizione del suono totalmente diverso dai piani timbrati! ritornando a salerno mi sembra una pubblicità ben venga!mi sapreste dire perchè uno come Chelso Abelo asciando stare la superiorità i volume m non creo che usa falsetti per fare una furtiva lagrima!come tutti possiamo esprimere giudizi! poi hanno fatto vedere sono le interviste dove parlavano bene di matteo al tg1 poi quelle sentite dal vivo di persone che dicevano che venivano da lontano quando poi non è cosi!!

    Mi piace

  5. antonio said,

    vergogna la LIRICA è finita

    Mi piace

  6. antonio said,

    ci sono stati anche tenori che hanno perso contro matteo quando poi hanno gia debuttato con ruoli !sembra strano questa cosa?

    Mi piace

  7. carmine said,

    infatti io pure nn credo che matteo sia lirico!ma sicuramente nn è cosi che si rappresenta la lirica!a presto

    Mi piace

  8. marisamoles said,

    @ Luisa

    Io non sono un tecnico ma la lirica mi piace e all’opera ci sono andata a partire dai dieci anni. Non ho sentito Matteo cantare al Verdi, se non il qualche video scaricato su You Tube, quindi non sono in grado di giudicare. Tuttavia mi sento di confermare la mia idea: qui si vuole denigrare Matteo, che ha comunque studiato tanto, senza contare che un ragazzo giovane al suo debutto non può essere già un professionista. Diamogli tempo, per favore!
    Poi, vedi che anche tu capisci che la pubblicità che ne è derivata non è da buttare. Conosci altri modi per stimolare la curiosità dei giovani che della lirica, dell’opera e del teatro non hanno mai sentito parlare? Per il momento è il primo approccio, poi magari si appassionano e continuano a seguire questo genere teatrale. Chissà!

    @ Antonio

    Se tu sai che alcuni tenori che sono stati battuti da Matteo al casting hanno già debuttato con dei ruoli, allora significa che non si debba per forza farsi notare ad “Amici” per fare carriera. Sempre che la facciano, beninteso. Magari anche Matteo è solo una meteora. Ma non mi pare giusto denigrarlo solo perché è uscito da un talent show.

    @ Carmine

    Se la lirica non si rappresenta così, prenditela con Oren che l’ha scritturato!

    Mi piace

  9. Edelweiss said,

    @luisa quelli che tu chiami “falsetti” sono i piano che donizetti stesso aveva previsto di fare in mezza voce.i pianissimi sono molto utilizzati nelle romanze “languide” come la furtiva lagrima.Matteo utilizza la mezzavoce,ovvero un canto sul fiato,molto leggero e con volume assai ridotto,ma timbrato,a differenza del falsetto.Per esempio sul “Che più cercando i vò” sul vò si parte in mezzavoce e si va in forte eseguendo un crescendo assai difficile che albelo appena accena,mentre matteo,in quel passaggio va sul “vò” con un pianissimo in mezzavoce e poi cresce fino al forte dando proprio la sensazione dell’amore e della realizzazione di nemorino dell’amore che adina prova per lui.La stessa cosa sulla parola “sospir) (la 2).OK il volume che matteo dovrebbe migliorare,ma su queste sfumature è stato ottimo..Critici ben più importanti di noi hanno apprezzato l’esecuzione di matteo di queste MEZZEVOCI non falsetti.Non che voglia dire che è meglio di Albelo,per carità,Albelo è un bravissimo tenore che io apprezzo tantissimo.Comunque studio canto e mio padre è un baritono,per tua informazione…Riconosco però in matteo un difetto:cura troppo la pronuncia delle vocali,cercando di storpiare meno possibile,e proprio per questo tende a stimbrare.Ma gli vogliamo dare tempo?Celso Albelo ha 35 anni e molta più esperienza di Matteo,oltre che aver espresso il suo apprezzamento per matteo definendolo bravo e “non deve essere penalizzato perchè proviene da un talent show”…Matteo deve crescere in robustezza e copertura del suono,ma diamine,diamogli tempo!!è giovane,ha tanta esprerienza da fare in teatro…Per quanto riguarda gli altri tenori “talentuosi”( i quali alcuni manco riuscivano a tenere il suono,stimbravano in modo orribile nelle note basse,continuamente crescenti)che hanno debuttato,dimostra solo,come ha detto marisamoles,non ci vuole amici per fare carriera,sempre che l’abbiano una carriera.Oren non è un cretino,se non avesse notato e apprezzato i pregi di Matteo non l’avrebbe scritturato per un opera così importante,avrebbe pure potuto dargli un ruolo secondario in qualche altra opera, gli incassi ci sarebbero stati lo stesso visto che i fan farebbero di tutto per andarlo a vedere.Se fosse entrato qualcun altro ad amici,avreste preso come esempio matteo di giovani talentuosi lasciati fuori.Finiamola.VERGOGNA va detta alla tv di stato che crede cha la clerici vestita da carmen possa avvicinare il pubblico al teatro.Matteo Macchioni,seppur difetti in alcune cose,deve fare esperienza e potrà cantare in teatro,ha cantato in un opera,a teatro,ha studiato tanto in vita sua e ha dedicato la sua intera vita alla musica.Nessuno si deve vergognare,nè la lirica è finita.Matteo Macchioni è stato definito dal timbro caldo e convincente,bisognoso di crescere,ma bravo,ottimo nei fraseggi seppur debba migliorare nel volume,con la testa sulle spalle,consapevole dei suoi difetti e desideroso di migliorare.Non l’ho detto io,l’hanno affermato critici d’opera.Tanti saluti.

    Mi piace

  10. Sandra said,

    Edelweiss, TI AMO!!!!
    Penso che nessuno sia in grado di controbattere a quanto scritto da Edel…..
    Poi, io ascolto e riascolto la Furtiva Lagrima, ma di falsetti non ne sento. E non ho certo studiato musica… se non sapete nemmeno cos’è un falsetto, non vi riempite la bocca con paroloni per criticare Macchioni!!
    Dopo la porcata vista su raiuno con Antonella Clerici, nessuno che si sia sollevato per difendere la nobile ed antica arte del bel canto, invece, dopo il debutto di Matteo, tutti a scandalizzarsi… fatevi un esamino di coscienza, che è meglio.

    Mi piace

  11. marisamoles said,

    @ Edelweiss

    «VERGOGNA va detta alla tv di stato che crede cha la clerici vestita da carmen possa avvicinare il pubblico al teatro.» QUOTO IN TOTO. BRAVA!

    Io ho pubblicato questo post pensando di ricevere dei commenti di elogio nei confronti di Matteo che se li merita tutti. Mi rendo conto, invece, che i pregiudizi lo perseguitano. Ha lottato durante “Amici” contro chi da lui pretendeva di più e lo demoliva anche quando rendeva appena un po’ meno del dovuto. Ora deve lottare contro chi lo giudica solo per aver partecipato ad “Amici”? Per quanto dovrà lottare ancora? Ricordo ai detrattori che anche Bocelli è stato a lungo ignorato, pur dotato di grandi capacità: il suo “problema”, però, era quello di essere cieco e non di essersi fatto notare attraverso un Talent show. Il suo successo, che è seguito negli anni, lo deve a Zucchero che nell’estate 1993 l’ha invitato a partecipare al Miserere Tour sostituendo Luciano Pavarotti nella versione live della canzone Miserere. Pavarotti stesso l’ha elogiato per l’ottima esibizione e da lì è iniziata la sua carriera. Dal 2 marzo 2010 il suo nome è stato inserito nella Hollywood Walk of Fame per la sua attività nel campo della musica internazionale.

    Ora, non dico che Matteo sia a livello di Bocelli, ma con l’impegno, cui non si sottrae, e la caparbietà che lo contraddistingue può mirare decisamente in alto.

    @ Sandra

    QUOTO IN TOTO ANCHE TE! 🙂

    Mi piace

  12. Edelweiss said,

    @Sandra grazie grazie XDXD

    @Marisamoles sono d’accordo.Purtroppo il percorso televisivo di Matteo gli è andato in un certo senso a sfavore.E questo mi dispiace.Sono la prima a riconoscere i difetti di Matteo,ma chi parla pare proprio non conosca una cosa chiamata Fraseggio.Mah.Spero solo che i direttori artistici confidino in Matteo e continuino a scritturarlo,così da potere fare esperienza e irrobbustirsi sotto tutti i profili.Per quanto riguarda i grandi talenti lasciati fuori,io a teatro ci vado spesso e gli orrori che ho sentito (sto parlando anche di una rappresentazione al politeama di Palermo,un teatro abbastanza importante) da parte dai giovani lirici che non escono dai talent show,sono qualcosa di insostenibile.Quindi sti grandi talenti lasciati fuori non li vedo.Matteo è l’unico che è stato scritturato attraverso il talent,ciò sta a significare che tutti gli altri giovani lirici che ci sono in giro sono stati scritturati tramite provini.

    Mi piace

  13. Anna C. said,

    Posso solo aggiungere che è avvilente vedere come un ragazzo di talento come Matteo abbia dovuto lottare prima all’interno del talent, perché essendo l’unico lirico non sempre è stato capito e valorizzato, e una volta fuori dal talent debba lottare ancora contro quelli che dovrebbero essere suoi colleghi e capirlo meglio. A questo punto a me viene il dubbio che questi colleghi lo critichino unicamente perché ha avuto la “furbizia” di prendere una scorciatoia che forse loro non hanno pensato o non hanno avuto il coraggio di prendere. E’ vero che Amici ha offerto a Matteo una grossa opportunità, ma è altrettanto vero che nel campo lirico senza lo studio e senza la tecnica non si va lontano. Tutto quello che Matteo sta facendo e farà fuori dal talent, è frutto unicamente delle sue capacità.
    I

    Mi piace

  14. Cla R. said,

    salve a tutti! 🙂 io sono fan di Matteo e non ho studiato lirica… lo metto subito in chiaro.
    detto questo, ho le orecchie e ascolto quello che trovo su internet non potendo per ora andare a teatro e vi dico che:
    ho ascoltato Albelo e l’ho trovato stupendo! ho scoperto l’Opera e la trovo molto affascinante e riesco anche ad ammettere di riconoscere alcuni limiti in Matteo che però come letto in giro da esperti (veri, che ci crediate o no) sono superabili con il tempo e lo studio…. tutto questo ho avuto modo di farlo grazie a Matteo e alla sua partecipazione ad un programma televisivo che cmq continuerò a vedere io stessa con snobbismo… fino a quando qualcuno non mi convince che merita…
    per quanto riguarda la pubblicità alla Lirica… missione riuscita con me! e con molti altri… l’ho scritto altre volte: quel “posto di lavoro” che per tre serate avrebbe “rubato” a chi ha studiato (come se lui non lo avesse fatto…) porterà tanta gente a teatro… settore in crisi se non sbaglio… quindi chi fa questo mestiere farebbe bene ad iniziare ad accontentarsi… a meno che, come detto non preferisca la Clerici -.-…
    per quanto riguarda i “falsetti” io le chiamerei “mezzevoci” come letto in una recensione su “La Stampa“, e aggiungerei che a me piacciono e le trovo più una questione di stile che una mancanza! 🙂

    Mi piace

  15. Cla R. said,

    ah già! e quella ragazza viene davvero da fuori confine!! ^_^

    Mi piace

  16. Genny said,

    Non scrivo altro perchè già ampiamente spiegato tutto da Edelweiss,una che se ne intende!

    @Luisa però una precisazione te la devo fare:perchè andare contro a tutto su Matteo? Chi te l’ha detto che le interviste sono farlocche? Non è vero che a teatro ci sono andate persone anche da molto lontano? Sei sicura? La ragazza intervistata è slovena proprio come dichiarato ed è arrivata a Salerno in aereo,te lo posso assicurare visto che la conosco e sono contenta x lei che ha potuto vedere Matteo in teatro.

    Ora i commenti,anche negativi mi possono stare anche bene ma se fatti con criterio e giudizio e non tanto per andare contro qualcuno.

    Saluti,Genny

    Mi piace

  17. sabrina said,

    Carmine :”infatti io pure nn credo che matteo sia lirico!ma sicuramente nn è cosi che si rappresenta la lirica!a presto”
    …e si invece lo scempio che la rai ha trasmesso qualche sera fa in tv,quello si che rappresenta BENISSIMO LA LIRICA! Ma va per favore!La Clerici faceva pietà,forse pensava di star ancora conducendo quella pagliacciata del Festival di San Remo. Io di musica e tecnica ne capisco ben poco e difatti non mi permetto di esprimere giudizi ma non mi sembra che Macchioni abbia fallito..come hanno già detto deve migliorare e fare esperienza..diamo tempo al tempo e staremo a vedere.

    Mi piace

  18. marisamoles said,

    Grazie a tutti: mi fa piacere sentire con quanta passione difendiate Matteo! Iniziavo a credere di aver attirato l’attenzione solo di chi non lo ama.

    Grazie in particolare a Cla R per aver citato l’articolo de “La Stampa”: l’ho linkato perché merita davvero.

    Un caro saluto. 🙂

    Marisa

    Mi piace

  19. marisamoles said,

    Leggendo degli articoli su Matteo Macchioni, mi sono imbattuta in una bella frase pronunciata, nell’aprile scorso, al Teatro Carani di Modena in occasione della festa organizzata in onore del giovane tenore, lustro della città (ma anche della regione e direi pure dell’intera Italia!), dal maestro Sergio La Stella e dalla sua “foniatra” Maria Elena Berioli: «Se oggi pensate di aver capito chi è Matteo Macchioni, siete solo a metà».

    Chi non l’ha capito, deve ancora cominciare. Chissà se prima o poi qualcuno si ricrederà?!?

    Mi piace

  20. Sandra said,

    @ Luisa : ma poi scusa, tu che ne sai dei sacrifici che hanno fatto Matteo e la sua famiglia per farlo studiare musica?!
    Cosa vuol dire “senza nessuno alle spalle”?! Matteo alle spalle ha la sua enorme determinazione e serietà, ed il supporto di due genitori “normalissimi” che – come tanti – hanno fatto sacrifici aiutare il figlio a studiare.
    Matteo Macchioni ha un diploma di 2° livello in pianoforte conseguito col massimo dei voti, studia canto da anni e per mantenersi agli studi ha sempre lavorato…certamente non è l’unico, ma non vedo perchè non gli si debba riconoscere l’impegno la passione ed il sacrificio che – se studi canto – anche tu sai che necessitano per percorrere questa strada.
    Ora prometto che non scrivo più… ma ogni volta ch rileggo certi commenti mi ribolle il sangue!!
    Grazie dello spazio, Marisa!

    Mi piace

  21. marisamoles said,

    @ Sandra

    Puoi scrivere quanto vuoi, non c’è problema! Anch’io rimango male quando leggo certi commenti … sfogati pure quanto vuoi. Io sono pienamente d’accordo con te e credo che la testimonianza di chi se ne intende -io no, purtroppo, e sono portata ad ammirare Matteo soprattutto per la determinazione- avvalora le mie stesse opinioni da profana.

    Grazie! 🙂

    Mi piace

  22. salerno said,

    ed è l’ultima recita…….FINALMENTE….è una vergogna per SALERNO e il TEATRO VERDI!!!

    Mi piace

  23. rosalba l said,

    che vergogna pr salerno e il TEATRO VERDI

    Mi piace

  24. marisamoles said,

    @ Rosalba L

    Cito da Il Mattino.it :

    L’abbraccio con cui Oren-il gigante stritola il suo Matteo Nemorino è una certezza, più che un buon augurio. Un insegnamento per tutti però è stato il richiamo allo studio e all’abnegazione nei confronti della musica o degli strumenti con cui esercitarsi e la tenacia e la calma con cui affrontare le vicende della vita «un po’ come saper orientare le vele a favore di vento senza oscillazioni, senza strafare, senza fretta». A raggiungere il trio d’assi arriva Alberto “Belcore” Gazara Gazale, mentre Ambrogio “Dulcamara” Maestri e Aleksandra “Adina” Kurzak sono al trucco e Francesca Paola Natale, Giannetta, fa capolino da un palco. «Qualche anno fa – confessa Gazara Gazale, molto soddisfatto del successo tributato all’opera rivisitata da Michele Mirabella – a Sassuolo, cittadina natia di Matteo e della Caselli, ho ricevuto un premio alla carriera. Sul palco salì, osannato e giustamente, un ragazzino che i circoli della lirica avevano voluto a cantare. Dopo la sua esibizione andai dal padre Giuliano e dissi che ero rimasto molto colpito dalla sua voce. Era il suo battesimo e guarda caso ci siamo ritrovati sul palco di questo meraviglioso Teatro Verdi per il suo primo volo». Intanto il Massimo cittadino registra un altro esaurito e una notevole presenza di giovanissimi.

    Biglietti scontati per gli universitari e per i più giovani, sold out per tutte e tre le recite … non so se Albelo, che comunque rispetto come professionista, ha avuto lo stesso successo.

    Licenziate Oren, allora, e date dell’imbecille a Gazara Gazale, se avete coraggio!

    La vera VERGOGNA sono i vostri commenti intrisi di pregiudizi e incuranti del fatto che se la lirica e il teatro in generale sono sempre più negletti, un’operazione del genere, anche se mirata allo scopo, ha almeno accostato a questo genere un po’ di gente che altrimenti non saprebbe nemmeno cos’è il teatro.

    LARGO AI GIOVANI … IN TUTTI I SENSI!

    Mi piace

  25. Edelweiss said,

    @marisamoles grande!!Prima oren era un genio,Gazale uno dei migliori baritoni del campo,Bergonzi un grandissimo tenore,La Stella un grandissimo direttore d’orchestra e il super apprezzato e stimato maestro di sala all’opera di roma…Ora,avendo apprezzato Macchioni,di colpo,diventano ignoranti come delle capre incoerenti e incapaci…Wow,che coerenza…

    Mi piace

  26. marisamoles said,

    @ Edelweiss

    Grazie per il sostegno!

    Mi scuso per il refuso: è la fonte che ha scritto “Gazara” al posto di “Gazale”. Ora correggo.

    Mi piace

  27. Genny said,

    Se queste fossero le vergogne! Grazie Edelweiss e Marisamoles per le belle parole,accompagnate soprattutto nel caso di Edelweiss da giudizi tecnici.
    Chi reputa ciò una vergogna perchè non argomenta il suo pensiero?

    Mi piace

  28. marisamoles said,

    @ Genny

    Grazie a te per essere ripassata di qua. 🙂

    Mi piace

  29. […] Ma domenica sera, dalle ore 21, la piazza si accenderà di mille luci per accogliere il team di “Amici” che si esibirà in 100 minuti di spettacolo, riproponendo i balli preparati durante i cinque mesi di scuola: assoli, duetti, passi a due e performance di gruppo. I cantanti, alcuni dei quali come i tre finalisti Emma Marrone, Loredana Errore e Pierdavide Carone, sono già delle piccole stelle, avendo scalato le classifiche di vendita con i loro Ep, riproporranno i loro pezzi. Ma c’è da aspettarsi che con altrettanto entusiasmo sarà accolto il ritorno nella squadra di “Amici”, questa volta senza distinzione di colore, di Matteo Macchioni, reduce dal successo ottenuto sul palcoscenico del teatro Verdi di Salerno dove si è esibito ne L’Elisir d’Amore di Donizetti, interpretando il protagonista Nemorino (LINK). […]

    Mi piace

  30. […] Articolo originale: STREPITOSO SUCCESSO DI MATTEO MACCHIONI – NEMORINO AL VERDI DI SALERNO Spettacolo, Telefilm […]

    Mi piace

  31. daniela said,

    Ho tifato Matteo sin dall’inizio del talent show. Ho sempre trovato le sue interpretazioni non solo liriche cantate molto eleganti.
    Non sono una grande conoscitrice di lirica per poter fare commenti tecnici come edelweiss e marisamoles, ma la voce di Matteo mi piace molto ed ho sempre tifato per lui.
    Sono sicura che la sua voglia di fare lo farà migliorare sicuramente. Gli auguro tutto il successo che merita. Forza Matteo.

    Mi piace

  32. marisamoles said,

    @ Daniela

    Mi associo: forza Matteooooooooooo!!!!!!!!
    Grazie per essere passata di qui. 🙂

    Mi piace

  33. […] stavo chiedendo che fine avesse fatto. Parlo di Matteo Macchioni, rivelazione lirica della passata edizione di “Amici“, il talent di Maria De Filippi. […]

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Like @ Rolling Stone

parole, pensieri e pietre di Mauro Presini

Dottor Lupo Psicologo, Battipaglia Salerno

Consulenza Sostegno Diagnosi

Scaffali da leggere

Consigli di letture, recensioni e frasi tratte dai libri.

Willyco

in alto, senza parere

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof (precaria) di lettere.

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

Nonseinegato

Scuola, matematica... e altro

Non vado a scuola ma all'asilo

Pagina a traffico illimitato, con facoltà di polemica, di insulti...

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

PindaricaMente

C'è una misura in ogni cosa, tutto sta nel capirlo (Pindaro)

Il mestiere di scrivere

LA SCUOLA DI SCRITTURA CREATIVA ONLINE - LABORATORI DIDATTICI E SEMINARI IN TUTTA ITALIA

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

marialetiziablog

salviamolascuolaprimadisubito.com site

Chiara Patruno - Psicologa

Psicologa Dinamica e Clinica presso l’ Universita’ La Sapienza di Roma, Facolta’ Medicina e Psicologia

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

onesiphoros

[...] ἀλλ᾽ ὥσπερ ἄνθρωπος, φαμέν, ἐλεύθερος ὁ αὑτοῦ ἕνεκα καὶ μὴ ἄλλου ὤν, οὕτω καὶ αὐτὴν ὡς μόνην οὖσαν ἐλευθέραν τῶν ἐπιστημῶν: μόνη γὰρ αὕτη αὑτῆς ἕνεκέν ἐστιν. Aristot. Met. 1.982b, 25

Il ragazzo del '46

Settanta: mancano solo 984 anni al 3000.

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

i media-mondo: la mutazione nella connessione

Prove di pensiero di GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

unpodichimica

Non tutto ciò che luccica è oro, ma almeno contiene elettroni liberi G.D. Bernal

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

occhioallapenna

Buongiorno e leggerezza!

penna bianca

appunti di viaggio & scritti di fortuna

Pollicino Era un Grande

Psicologia e dintorni a cura della Dr.ssa Marzia Cikada (Torino e Torre Pellice)

la fine soltanto

un blog e un libro di emiliano dominici (per ingrandire la pagina premi ctrl +)

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

LE LUNE DI SIBILLA

"Due strade trovai nel bosco, io scelsi la meno battuta, per questo sono diverso"(R.Frost)

Il Blog di Raffaele Cozzolino

Pensieri, riflessioni, tecnologia, informatica

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Into The Wild

Happiness is real only when shared

roceresale

faccio buchi nel ghiaccio

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

A dieta...

...ma con una forte passione per il cibo e le rotondità!

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

Ma che Bontà

Le ricette di Cle

Ecce Clelia

Storie e pensieri di una mente non proprio sana, messi in una bottiglia e lasciati andare verso ignoti ed ignari lettori, naufragati su questo sito.

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

espress451

"In ogni cosa c'è un'incrinatura. Lì entra la luce" - Leonard Cohen

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: