SANREMO 2010. VALERIO SCANU-PIERDAVIDE CARONE: UN BINOMIO NON PROPRIO AZZECCATO

AGGIORNAMENTO, 21 FEBBRAIO ORE 1:05

Alla fine Valerio ha vinto! E chi se l’aspettava, dopo un inzio del festival così travagliato?
La cronaca delle fasi finali della serata l’ho scritta QUI.

PREMESSA: scrivo questo post per le irriducibiliziedivalerio cui tempo fa avevo promesso di guardare l’esibizione di Valerio a Sanremo. In particolare per Marinella. 🙂

La canzone è bella, intendiamoci. Ma forse è più vicina allo stile di Carone che ne è l’autore. Valerio è stato bravo, anche a vincere l’emozione che, indubbiamente, un palcoscenico come quello del Teatro Ariston di Sanremo suscita in tutti, debuttanti e non. A maggior ragione quando si è giovani come Valerio.
Insomma, secondo me il pezzo non valorizza le doti canore dello Scanu. Meritava qualcosa di meglio e non sono solo io a pensarlo.
Leggete QUA.

AGGIORNAMENTO DEL POST, 18 FEBBRAIO 2010

Trascrivo alcuni commenti ripotati dalla stampa all’indomani della prima esibizione di Valerio a Sanremo:

17 febbraio 2010

Libero: Valerio Scanu ha pagato lo scotto dell’emozione

Il Messaggero: il giovane principe di Amici che a Sanremo gira smarrito davanti ad una platea il cui consenso va conquistato

La Stampa: partono, come in un agguato, i 5 giorni di Zarrillo, ma Scanu conquista poi autonomia nel brano fresco, rutilante nei versi, coraggiosamente minimalista nell’interpretazione: l’emozione frena le ambizioni (e per il carisma tocca spettare)

La Repubblica: Valerio Scanu è uno che sembra uscito da quelle melodie indistinte che si facevano per i Sanremo minori degli anni 70.

Paolo Biamonte, Ansa: se non si sapesse che Valerio Scanu è un ex di Amici, dalla sua canzone si potrebbe pensare che è coetaneo di Cutugno.

[fonte: mondoreality]

Ma le critiche sono incominciate già prima del festival (dicembre 2009):

Paolo Giordano (Il Giornale): Valerio Scanu, un altro talento forse immaturo, ma voce che è ancora alla ricerca dell’esperienza giusta per colorarsi

Marinella Venegoni (La Stampa): Per non trascurare Amici di Canale 5 è stato scelto Valerio Scanu: come big lo vediamo un po’ poco (anzi per niente) ma questo è il festival dei nostri tempi, gara tv ad uso tv per chi guarda la tv e basta

Roberta Brunelli (L’Unità): quest’anno dalla fabbrichetta di Maria De Filippi arriva Valerio Scanu, faccetta da bimbo viziato e voce finto-soul

[fonte: mondoreality]

Non significa che sono d’accordo, ovviamente. Un po’ mi ritrovo in quello che dice Marinella Venegoni, in generale e non nello specifico su Valerio, e Paolo Biamonte, riguardo alla canzone un po’ da “vecchietto”.

Una cosiderazione me la permetto: Pierdavide io me lo vedo un po’ come il “vecchio” Branduardi, ma la canzone che ha scritto per Valerio (se l’ha scritta apposta, non so) è un po’ strana: è come se l’apprendista-cantautore (dire cantautore mi sembra azzardato, in fondo sta ancora studiando!) avesse creato un pezzo arrivando ad un compromesso: un po’ suo stile e un po’ canzone melodica cara al Valerio di “Sentimento”. Magari sto dicendo una bestialità, ma questa è la mia impressione.

A tutte le zie faccio un appello: non perdete la speranza e TELEVOTATE! 🙂

AGGIORNAMENTO, ORE 21.38

Dopo aver ascoltato il duetto con Alessandra Amoroso, devo ammettere che la canzone è meravigliosa e Valerio è stato molto bravo. Sono sicura che sarà ripescato!

LEGGI ANCHE IL NUOVO POST: Amici 9. Pierdavide a Maria: “Quando mi nominano divento stupido”