MAI PIÙ UBRIACHI AL VOLANTE: L’AUTO LI LASCIA A PIEDI

Leggo su Affaritaliani.it questa interessante notizia che riporto:

Dalla tecnologia, usata dalla Difesa statunitense per scovare le bombe dei terroristi, arriva il primo dispositivo per sconfiggere la piaga degli incidenti stradali causati da guida in stato d’ebbrezza.

Nel prossimo futuro automobilistico ci saranno dunque dispositivi sensoriali di serie che bloccheranno le quattroruote se il conducente sarà ubriaco. Meccanismi che rileveranno il tasso alcolico del conducente in una ventina di secondi e che funzioneranno su ogni auto per almeno un periodo di almeno 10 anni.

Negli ultimi due decenni, come racconta il Washington Post, sulle strade americane sono morte oltre 268.000 persone a causa dell’alcol e il 10% degli automobilisti statunitensi ha dichiarato di aver guidato da ubriaco almeno una volta nell’ultimo anno.

In passato, per porre rimedio a questo trend negativo, sono già intervenute direttamente alcune case automobilistiche internazionali e diversi enti federali americani che si occupano di sicurezza stradale che, ora, hanno deciso di finanziare lo sviluppo di questi dispositivi sensoriali. Robert Strassburger, vice presidente per la sicurezza di Alliance of Automobile Manufacturers, ha fatto sapere che un primo modello potrebbe essere pronto già fra due anni.

Da astemia, potrei dire che l’iniziativa non mi interessa. Tuttavia, il più delle volte le vittime degli ubriachi al volante sono dei pedoni … sobri. Non ci dovrebbe essere bisogno, secondo il mio parere, di marchingegni strani e sensori vari per impedire che una persona con il tasso alcolemico troppo alto si metta al volante. È solo questione di buon senso. Purtroppo, però, i giovani – ma anche molte persone adulte e “mature” – sfidano il pericolo e … le multe.

Ben venga, quindi, questa invenzione, anche se c’è da attendere un paio d’anni e il costo del marchingegno non è specificato. Tuttavia, preservare la propria e l’altrui vita non ha prezzo.

[l’immagine è tratta da questo sito]