1 luglio 2013

UN PREMIO PER ME E 1000 POST PER VOI

Posted in affari miei, web tagged , , , , , a 6:55 pm di marisamoles

1000 post
Da tempo mi stavo avvicinando al millesimo post. Se avessi mantenuto il ritmo dei mesi e anni passati ci sarei arrivata molto prima. E da un po’ pensavo a quale potesse essere l’argomento da affrontare nel millesimo post, mi chiedevo se fosse meglio cercare qualcosa di speciale da dire o scrivere semplicemente “questo è il millesimo post”, magari con l’aggiunta di un “sono felice” più di circostanza che realmente sentito.

Credo che chi mi segue abbia notato la mia assenza, e non solo quella delle ultime frenetiche settimane di scuola in cui mi sono divisa tra gli impegni di lavoro e una semivacanza al mare, più che altro per non lasciare sola mia mamma che, da qualche anno, ha riscoperto la mia compagnia. E io ho riscoperto il piacere di fare la figlia.
Non si tratta di assenza occasionale. La mia è stata proprio una latitanza e i numeri parlano chiaro: 8 post scritti a maggio e 5 in giugno su questo blog; 8 post scritti a maggio e solo 2 nel mese ormai trascorso su laprofonline. I minimi storici nella mia “carriera” di blogger.
Potrei dire che si è trattato solo di una questione di tempo, che gli impegni scolastici, sempre più pressanti e numerosi, specie da quattro anni a questa parte, non mi hanno permesso di occuparmi dei blog. Mentirei. Soprattutto a me stessa.

Di una cosa sono sempre stata orgogliosa, della mia capacità di organizzazione, del riuscire a fare, possibilmente bene, molte cose contemporaneamente. Multitasking, si dice ora. Io ero una adolescente multitasking in tempi non sospetti. Sono stata una mamma multitasking, quando avevo i bambini piccoli e mi alzavo la mattina con la sensazione che il cuore si fermasse, sentivo un vuoto improvviso e nello stesso tempo sudavo freddo, al solo pensiero di ciò che mi aspettava per l’intera giornata. Eppure ce l’ho fatta. Sono riuscita pure a sconfiggere gli attacchi di panico, qualche anno fa. Multitasking non c’entra, allora per me era già un successo entrare in un supermercato ed uscire tranquillamente, con il battito del cuore a duecento ma resistendo. Sono una tosta, che credete! Almeno lo ero.

Ecco, a proposito di multitasking, ricordo un vecchio commento di un lettore di passaggio (alquanto antipatico) che mi offese a morte: insinuò che avessi qualcuno che scrivesse per me, visto che secondo lui era impossibile che io riuscissi ad occuparmi della famiglia, del lavoro e del blog (allora avevo solo questo), tenendolo aggiornato e trattando tanti argomenti diversi, in un colpo solo e facendo tutto bene. Allora quel commento mi ferì ma pensandoci bene era quasi un complimento, insinuazione a parte.

Ora che dovrei dire? Che sono felice di aver raggiunto il traguardo dei 1000 post? Forse lo sono ma non come vorrei. Perché vorrei riprendere l’entusiasmo di un tempo o anche solo il rigore che mi sono autoinflitta per anni. Adesso sembra quasi che le cose mi passino davanti e mi lascino indifferente. In queste ultime settimane – a parte il periodo in cui mi sono staccata dal web, volutamente, per cercare di capire meglio che cosa volessi fare realmente dei miei blog – ho “scritto” tanti post nella mia mente, magari mentre stiravo, prendevo il sole in spiaggia o durante le trasferte in corriera facendo la spola tra casa, scuola e mare. Ma appena mi mettevo davanti alla tastiera nulla mi pareva davvero interessante. E se non lo era per me figuriamoci per chi dovrebbe leggere.

Questo lungo preambolo per dire che avevo pensato di intitolare questo millesimo post “Mille non più mille“, chiudendo definitivamente la mia avventura blogghistica. Avrei tenuto aperto laprofonline ma solo per motivi di servizio (per poter comunicare con le mie classi e scaricare i materiali d’interesse per gli studenti).
Avevo pensato questo ma poi è arrivato, inaspettato e graditissimo, un premio: Most Influential Blogger.

most-influential-blogger
Me l’ha assegnato l’amica Diemme che nuovamente ringrazio. Io non so quale influenza possa avere io su chi mi legge o possa avere il mio blog ormai così negletto e, diciamo la verità, poco frequentato rispetto al passato (i numeri non sono opinioni). Ma so che per Diemme il mio contributo è importante e allora spero che lei apprezzi il fatto che le dedichi questo millesimo post e che decida – provvisoriamente – di rimanere al mio post di blogger. M’impegnerò, quindi, a fare del mio meglio, cercando di aggiornarlo il più frequentemente possibile. Ormai sono quasi in vacanza e non ho più la scusa del tempo che mi manca.

Per onorare l’impegno che questo premio comporta (eh già, gli onori sono sempre accompagnati, mai da soli), risponderò alle domande poste da Diemme:

1) Cosa ti rende più felice? Sicuramente sapere che le persone che amo stanno bene.

2) Ami più l’oceano o le montagne? L’oceano non lo conosco (mi sono spinta al massimo fino al mare del Nord) ma le montagne non le amo proprio.

3) Qual è stato un momento speciale nel 2012? Non ricordo nessun momento speciale, per essere sincera.

4) Qual è la tua citazione preferita? Non ne ho di preferite ma mi piace quella che ho scelto come motto per questo blog: “Le idee migliori sono proprietà di tutti” (Seneca)

5) Ti piaci? Sì, moltissimo in questo periodo. Se così non fosse, starei molto peggio.

6) A Capodanno, resti in piedi ad aspettare la mezzanotte? Io andrei anche a letto ma mi obbligano ad attendere mezzanotte anche se cerco di andare a dormire il più presto possibile.

7) Qualcosa che desideri sia fatto ASAP? Spero che il nuovo governo rinnovi il contratto per la scuola (scaduto da 4 anni, quasi, in più abbiamo gli scatti bloccati fino al 2017). Insomma, i soldi non fanno la felicità ma sono indispensabili per campare.

8) Quali erano le tue materie favorite quando eri a scuola? Latino e Greco sicuramente. All’ultimo anno del liceo però amavo moltissimo la geografia astronomica.

9) Quale strumento musicale hai tentato di suonare? Ho tentato di imparare a suonare il pianoforte ma non mi piaceva. Ero brava con la chitarra, però, e componevo anche delle canzoni, musica e testo.

10) Qualcosa che desidereresti aver imparato prima? Che tutto può accadere, anche ciò che non ci si aspetta.

11) Ti piace svolgere attività manuali, disegnare, dipingere? Sono decisamente negata per le attività manuali (almeno quelle indicate). Da piccola mi piaceva lavorare a maglia, con uncinetto e ferri, e ricamare.

E ora arriva la cosa più difficile: nominare altri 11 blogger che ritengo Influential. Su questa cosa ho sempre un po’ di riserve. Moltissimi non amano le catene che, se non sono imposte da questo tipo di premi, sono caldamente incoraggiate. Tuttavia, in questo non trovo nulla di male: in fondo è un modo per far conoscere agli altri le proprie frequentazioni nel web, anche se non è detto che ciò che piace a me debba piacere a tutti.

Dopo averci pensato su un po’ alla fine ho deciso che sì, le farò queste nomination, anche se i lettori abituali conosceranno di certo i blog che ho scelto. Naturalmente invito tutti ad accettare il premio senza sentirsi in obbligo di continuare con le nomination o di rispondere alle undici domande.

divisore blu

Signore e signori, vi presento i miei Most Influential Blogger:

1. Accendi la vita di Elena, sempre pronta ad affrontare la vita con un sorriso;

2. Alius et idem di Valentina di cui adoro la spontaneità e che mi ricorda spesso la ragazza che sono stata;

3. Espress451 di Ester, cara amica che trasmette una delicatezza unica attraverso i suoi post pieni di poesia;

4. Il blog della felicità di Trutzy che invita a cogliere il bello della quotidianità (lezione che devo ancora imparare …);

5. Minnelisapolis della Gatta Gennara che riesce a fare le fusa via web, dimostrandosi tenera anche quando affronta argomenti spinosi;

6. Laurin42 di Laura che riesce ad affascinare i lettori con post interessantissimi su argomenti mai banali;

7. Le Lune di Sibilla di Monica, insegnante intransigente ma con un cuore grande così;

8. Ma che bontà di Cle che ci vizia sempre con la sua sublime arte culinaria (che se dovessi provare tutte le ricette che pubblica addio dieta!)

9. Melodiestonate di Sara che non manca mai di renderci partecipi della sua quotidianità con una simpatia davvero contagiosa;

10. Ombreflessuose di Mistral i cui versi esprimono un’anima bella di una sincerità rara;

11. Ohmyblog di Paolo Stella, attore e scrittore (ma lui fino a poco fa non sapeva di esserlo), di cui non riesco a leggere più di tre righe senza commuovermi (talvolta fino alle lacrime!).

A questo punto secondo il regolamento dovrei avvisare le 11 persone nominate. Ma visto che ho impiegato quasi una settimana per scrivere questo post, mi affido alla sorte e spero che tutti se ne accorgano. La gran parte dei blogger nominati, infatti, sono miei follower sicché …

E per finire, a tutti lascio una canzone … con la speranza che le cose migliorino.

[immagine “1000 post” da questo sito; divisore da questo sito]

Annunci

ANNA SCRIGNI

Storie di Viaggi e di Città

Scelti per voi

Selezione di post che hanno attirato la mia attenzione scelti per voi dalla blogsfera

wwayne

Just another WordPress.com site

Diario di Madre

Con note a margine di Figlia

Scrutatrice di Universi

Happiness is real only when shared.

Dottor Lupo Psicologo-Psicoterapeuta. Battipaglia (SA)

Psicologo Clinico, Terapeuta EMDR di livello II, Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale, Terapia Metacognitiva Interpersonale.

Scaffali da leggere

Consigli di letture, recensioni e frasi tratte dai libri.

Willyco

in alto, senza parere

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof di lettere.

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

oןısɐ,ןןɐ ɐɯ ɐןonɔs ɐ opɐʌ uou

pagina a traffico illimitato, con facoltà di polemica, di critica, di autocritica, di insulti, di ritrattazioni, di sciocchezze e sciocchezzai, di scuola e scuole, buone e cattive, di temi originali e copiati, di studenti curiosi e indifferenti, autodidatti e eterodidatti, di nonni geniali e zie ancora giovani (e vogliose), di bandiere al vento e mutande stese, di cani morti e gatti affamati (e assetati)

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

PindaricaMente

C'è una misura in ogni cosa, tutto sta nel capirlo (Pindaro)

Il mestiere di scrivere

CORSI DI SCRITTURA CREATIVA, ATTUALITA' EDITORIALE, DIDATTICA E STRUMENTI PER LA SCRITTURA

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

marialetiziablog

salviamolascuolaprimadisubito.com site

Studio di Psicoterapia Dr.ssa Chiara Patruno

Psicologa - Psicoterapeuta - Criminologa - Dottore di Ricerca Università Sapienza

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

onesiphoros

[...] ἀλλ᾽ ὥσπερ ἄνθρωπος, φαμέν, ἐλεύθερος ὁ αὑτοῦ ἕνεκα καὶ μὴ ἄλλου ὤν, οὕτω καὶ αὐτὴν ὡς μόνην οὖσαν ἐλευθέραν τῶν ἐπιστημῶν: μόνη γὰρ αὕτη αὑτῆς ἕνεκέν ἐστιν. Aristot. Met. 1.982b, 25

Il ragazzo del '46

Settanta: mancano solo 984 anni al 3000.

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

la mutazione nella connessione

Prove di pensiero di GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

unpodichimica

Non tutto ciò che luccica è oro, ma almeno contiene elettroni liberi G.D. Bernal

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

la fine soltanto

un blog e un libro di emiliano dominici (per ingrandire la pagina premi ctrl +)

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

LE LUNE DI SIBILLA

"Due strade trovai nel bosco, io scelsi la meno battuta, per questo sono diverso"(R.Frost)

Il mondo di Ifigenia

Svegliati ogni mattina con un sogno da realizzare!

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Into The Wild

Happiness is real only when shared

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

A dieta...

...ma con una forte passione per il cibo e le rotondità!

Le Ricette di Cle

Ricette collaudate per ogni occasione

Messaggi in Bottiglia

Il diario di Cle

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

espress451

"In ogni cosa c'è un'incrinatura. Lì entra la luce" - Leonard Cohen

La Torre di Babele

Il blog di Pino Scaccia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: