13 aprile 2014

UN PREMIO DARDOS ANCHE PER ME

Posted in affari miei, amicizia, cultura, web tagged , , , , , , , , a 10:15 am di marisamoles

premio-dardos1
Ringrazio l’amica blogger Laura (laurin42) per aver assegnato questo nuovo premio (ma che spopola già parecchio!) al mio blog.

Il Premio Dardos è un riconoscimento che viene consegnato ai blogger che hanno dimostrato impegno nel trasmettere valori culturali, etici, letterari o personali ; che dimostra la sua creatività, che esprime il proprio pensiero attraverso le sue letture e le sue parole.

Come ho già detto ad altri blogger che hanno ottenuto questo riconoscimento, è un premio che implica delle grosse responsabilità. Parole come cultura, etica, letteratura, creatività, al di là di quello che può esserne l’abuso nel linguaggio odierno, hanno grande valore e un peso notevole.

Onestamente non so quanto io possa essere definita creativa (in casa sono considerata l’esatto opposto, giusto per dire), ma in quanto a cultura, etica e letteratura spero di avere i requisiti per onorare il premio Dardos che mi è stato assegnato.
In realtà, di questi tempi, approssimandosi la fine dell’anno scolastico (avendo una quinta poi …), non riesco ad occuparmi come vorrei del blog, ma spero in futuro di essere in grado di aggiornarlo con maggiore regolarità e di essere più tempestiva nelle repliche ai commenti.

Detto questo, veniamo al regolamento del Premio Dardos:

1) accettare (ma ovviamente non è obbligatorio) e comunicare il regolamento visualizzando il logo del premio (fatto)
2) linkare il blog che ti ha premiato (fatto)
3) premiare altri 15 blog meritevoli avvisandoli del premio (premiare va bene ma avvisare … spero se ne accorgano da soli!)

Ecco, dunque, le mie nomination (anche se so che qualcuno non ama i premi – ma, come già detto, non è indispensabile continuare la catena – e so anche che qualcuno ha già ricevuto questo premio … vorrà dire che farà il bis o di più!):

Onesiphoros
Isabella Scotti
Mara Carlesi
La Biblioteca di Babele
Ombreflessuose
EsPress451
Le parole segrete dei libri
marialetiziablog
Sentimental blog
Scrutatrice di Universi
Luna
Nicherelena
Scuolafinita
Diemme
L’isola delle colline

Ringraziando ancora Laura, auguro a tutti di trascorrere una FELICE DOMENICA. 🙂

AGGIORNAMENTO DEL POST, 17 APRILE 2014

Un altro Premio Dardos per me! Me l’ha assegnato Margherita (unpodichimica), l’unica prof di chimica con cui ho un buon rapporto e che leggo sempre volentieri. 😉

Annunci

23 gennaio 2014

UN PREMIO SCINTILLANTE PER ME: SHINE ON AWARD

Posted in affari miei, web tagged , , , , , , , a 9:13 pm di marisamoles

shine-on awardRingrazio Michele (che fa il prof!) per questo premio scintillante che non credo di meritarmi, almeno in questo momento, visto che la mia vita è tutt’altro che scintillante e io non brillo affatto per entusiasmo. Ma un premio è pur sempre la dimostrazione della stima degli amici blogger, quindi lo accetto volentieri e mi accingo a seguire le regole che sono:

1- Inserire il logo dell’award sul fronte del post (fatto)
2- Riportare il nome del blog che ti ha nominato (fatto)
3 – Rispondere alle domande su noi stessi
4 – Nominare altri 15 blogger per lo Shine on award, notificandone i link per i rispettivi blog (uhm … mi sa che questa la salto)
5 – Far sapere ai blogger designati che hai pensato a loro per la nomination (idem)

Bene, veniamo alle risposte:

1) Perché hai iniziato questo blog? L’ho spiegato in occasione di un altro premio: all’inizio doveva essere semplicemente uno strumento utile per passare dei materiali scolastici ai miei studenti, poi però, dato che scrivere è sempre stata una delle mie più grandi passioni, ci ho preso gusto e questo blog è diventato un contenitore di notizie e riflessioni non sempre attinenti al mondo della scuola. Ciò mi ha spinta, tre anni fa, ad aprire il secondo blog, laprofonline, interamente dedicato alla scuola. In questo modo qui mi sento più libera di parlare di me, di esprimere le mie emozioni, insomma questo blog è diventato un po’ più personale anche se ho la tendenza a rimanere sempre un po’ abbottonata.

2) Qual è la cosa più importante della tua vita? La mia famiglia, senza ombra di dubbio. I miei figli, prima di tutto.

3) Il cibo di cui non puoi fare a meno. I dolci, di qualsiasi genere. Mi sono adattata pure a quelli dietetici, ahimè. Ma senza non ci posso stare.

4) Il tuo posto del cuore. Trieste, la mia città natale. Anche se dove vivo mi trovo benissimo, la propria città rimane sempre nel cuore, specialmente dopo tanti anni (più di 28, nel mio caso).

5) Come ti vedi nei prossimi 10 anni? Cerco di non vedermi ma senza dubbio sarò ancora in cattedra, con poca voce (le mie corde vocali sono messe a dura prova ogni giorno) e pochissima pazienza. Poveri i miei futuri studenti!

6) Tre delle cose senza le quali non esci mai di casa. Le chiavi di casa, il telefonino e la trousse contenente rossetti, trucchi (be’, la vanità non è un difetto!) e un piccolo block-notes. Dovrei avere sempre in borsetta gli occhiali ma alla presbiopia non mi arrenderò mai …

7) Una citazione che ti caratterizza. Una di Pasteur: “Non è la professione che onora l’uomo ma l’uomo che onora la professione”.

Ora chiedo scusa ma glisso sulle nomination. I miei blogamici sono tutti meritevoli e a tutti dedico questo premio invitando chi lo desidera a rispondere alle domande nello spazio commenti.

16 aprile 2013

UN LIEBSTER BLOG AWARD PER ME

Posted in Amici, web tagged , , , , , , , a 9:26 pm di marisamoles

LIEBSTER AWARD
Un altro graditissimo premio mi è stato “consegnato” un po’ di tempo fa dalla carissima Laura (Laurin42) che ringrazio, scusandomi per il ritardo con cui rispondo.

Si tratta di un premio ideato in Germania che viene assegnato ai blogger che hanno meno di 200 follower e ai quali i premianti riconoscono amabilità e valore, per cui assegnarlo ad altri “colleghi” è un gesto che dimostra quanto apprezziamo il loro lavoro e i loro blog.
Quello che mi piace di più di questo graditissimo riconoscimento è il nome: liebster, che significa “carissimo”. Ecco, il fatto che il mio blog possa essere considerato “carissimo” mi fa un enorme piacere.

Cosa significa “caro”? Il Sabatini Coletti riporta molte definizioni per questa parola, tanto comune quanto polisemica. “Caro”, ad esempio, è ciò che è costoso, un’accezione che in tempi di crisi è sicuramente da evitare. C’è un modo di dire, “pagarla cara“, che è davvero orrendo, se lo rapportiamo al senso più comune che attribuiamo all’aggettivo. Ciò che è “caro, generalmente è amato. In questo senso, la definizione che ne dà il dizionario è quella che preferisco: “Che preme, che sta a cuore perché importante“.

Ecco, il fatto di essere “importante” per Laura mi fa molto onore perché lei è una persona che stimo molto. Mi piace ciò che scrive e come lo scrive; amo la sua “filosofia di vita”, lei è capace di infondermi un po’ di fiducia, quella che spesso a me manca. Proprio per questo lei per me è altrettanto liebster.

Arriviamo, dunque, alle regole previste dal Liebster Blog Award:

• Ringraziare i blog che ti hanno assegnato il premio citandoli nel post (fatto)
• Rispondere alle undici domande poste dal blog stesso (Laura non le ha poste …)
• Scrivere undici cose su di te
• Premiare, a tua volta, undici blog con meno di 200 followers
• Formulare altre undici domande a cui gli altri blogger dovranno rispondere
• Informare i blogger del premio assegnato

Quanto al punto 3, visto che Laura non ha formulato domande, me ne inventerò 11 e saranno quelle a cui risponderanno, se lo vorranno, le blogger che intendo premiare.

1. Qual è il tuo miglior pregio? L’altruismo. Prima penso agli altri e poi a me stessa.
2. Qual è il tuo peggior difetto? La testardaggine, presumo. Certamente alcuni di voi che leggono l’hanno capito perfettamente.
3. Cosa ti fa più paura? Il fuoco, indubbiamente.
4. A cosa pensi prima di addormentarti? Cerco di pensare a cose belle ma alla fine mi vengono in mente solo i problemi così … non dormo.
5. Qual è stato il più bel regalo che hai ricevuto? Un vassoio in ceramica a forma di cuore con due tazzone per il caffellatte e una zuccheriera, donatomi dalla mia amica Rossana che, purtroppo, non c’è più.
6. Che cosa ti fa maggiormente soffrire nel rapporto con gli altri? Essere accusata di tramare alle spalle … io sono così limpida che non concepisco nemmeno una cosa del genere, eppure qualcuno ha pensato questo di me.
7. Qual è il tuo più bel ricordo d’infanzia/giovinezza? Un saggio di danza in cui ho ballato, sulle punte con il tutù romantico (quello lungo, per intenderci), un valzer viennese di Strauss.
8. Qual è un posto che non hai mai visitato e che vorresti vedere? Sicuramente Parigi che, anche se non ho mai visto, adoro così come adoro i francesi in generale.
9. Qual è la cosa più cattiva che hai detto a una persona cara? A mia mamma, appena operata di colecistectomia, che mi chiedeva di rimanere a farle compagnia in ospedale, dissi: “Devo studiare per l’esame. Prima viene lo studio, poi tutto il resto“.
10. Qual è la cosa più pazza che hai fatto? Ho saltato la scuola per due giorni (con il permesso dei miei e comunque ero maggiorenne!) per andare in un’altra città a tentar di convincere un moroso che mi aveva lasciata a rimanere con me. Davvero stupida, più che pazza, anche perché l’ho trovato fuori di scuola con un’altra.
11. Quante volte hai pensato di chiudere il blog? Moltissime. Intenzione mai durata più di mezza giornata, comunque.

Le domande mi sono venute in mente mentre scrivevo, senza un criterio, quasi un flusso di coscienza. Ma se non altro vi ho detto cose di me che probabilmente ignoravate.

E ora è arrivato il momento di premiare gli altri blogger. Premetto che 11 sono davvero tanti. Mi limiterò a nominarne 6 (forse hanno più di 200 follower ma va bene lo stesso!), tutte donne, che ritengo davvero liebster, anche se so che non tutti apprezzano questo tipo di iniziative e forse non avranno voglia di continuare la “catena”. La cosa importante, per me, è che sappiano quanto le apprezzo.

LaGattaGennara

Mistral

Valentina

Scrutatrice di Universi

Ifigenia

Ester

16 aprile 2011

MI MERITO UN GORGEOUS BLOGGER AWARD

Posted in affari miei, amicizia, web tagged , , , , , , a 2:56 pm di marisamoles


Lo confesso: fino a qualche settimana fa non sapevo nemmeno cosa fosse The Gorgeous Blogger Award e credo che molti di voi ancora non ne abbiano la più pallida idea. In due parole, è un premio che viene assegnato dai blogger ai loro “colleghi”, quelli che stimano maggiormente. L’unico obbligo è quello di rispondere a cinque domande e ognuno ha la possibilità di assegnare il premio a cinque blogger, secondo un criterio insindacabile, presumo. Ed è questo l’onere maggiore, a mio parere, per chi viene insignito del premio. Cinque, infatti, non è un gran numero, quindi la scelta potrebbe non essere facile, specie per chi segue assiduamente svariati altri blog.

Il titolo di questo post l’ho meditato a lungo. All’inizio ho pensato di apporre alla fine un bel punto di domanda, ma poi mi sono ricreduta. Eh sì, perché se qualcuno me l’ha assegnato evidentemente me lo merito e sarebbe indelicato chiedermi se questa stima sia o non sia ben riposta. La persona che mi ha premiata ne è convinta: la dolce Marta, infatti, ha motivato così la sua scelta: “Gorgeous è l’appellativo che si merita il suo blog”. Che dire? GRAZIE!

Oltre agli onori ci sono, però, anche gli oneri. Nella fattispecie quello di rispondere alle cinque domande di rito. Eccole:

Quando hai cominciato il blog?
Il 27 settembre 2008.

Su cosa scrivi?
In origine pensavo di dedicarmi in particolar modo alla scuola, vista la mia professione. Pian piano, rompendo gli indugi, ho iniziato a scrivere un po’ di tutto: dalle notizie di cronaca (in particolare quelle che riguardano i giovani e il mondo della scuola) ai post impegnati e seri, sulle mie materie, fino ad arrivare a tutto ciò che mi incuriosisce e che credo possa interessare i miei lettori, specie quelli abituali. Ma non disdegno di raccontare qualcosa di me, quelli che chiamo “affari miei”.

Che cosa rende il tuo blog speciale?
Be’, questo bisognerebbe chiederlo ai miei lettori. Sarei presuntuosa se solo ritenessi “speciale” il mio blog.

Cosa ti ha spinto ad iniziare?
Eh, la storia è lunga, mettetevi comodi! Scherzo, naturalmente. In poche parole, ho iniziato semplicemente per avere uno spazio in cui condividere con i miei allievi dei materiali di studio, per non fare tante fotocopie, anche considerando che a non tutti interessa approfondire i vari argomenti. Poi, però, ci ho preso gusto e, siccome la scrittura è la mia più grande passione, ho continuato e continuo a scrivere. Il blog è diventato un po’ il mio angulus, un luogo dove rilassarmi facendo quello che mi piace e mi dà soddisfazione, al di là degli obblighi familiari e professionali.

Cosa cambieresti nel tuo blog?
Sicuramente l’intestazione. Nel tempo ho capito quanto sia faticoso – e a volte pericoloso – portare il fardello dell’identità vera in uno spazio pubblico. Ma ormai, la bicicletta ce l’ho, non mi resta altro che pedalare! Almeno virtualmente posso farlo, visto che non ho mai imparato ad andare in bicicletta.

Ed ora è il momento dell’assegnazione dei cinque premi. Giuro: non è stato facile, soprattutto perché non vorrei che qualcuno escluso dovesse sentirsi offeso. Il primo criterio che ho adottato è quello della piattaforma: ho scelto esclusivamente blogger WordPress. In secondo luogo, la mia scelta si basa anche sulle affinità che sento tra me e i miei amici Blogger, condividendone i pensieri e le passioni. Ecco, dunque, i Magnifici Cinque … ops, volevo dire The Gorgeous Five (in rigoroso ordine alfabetico):

Caterina: il suo blog, Le buone maniere, è recente ma mi ha conquistata dal primo post perché con il suo bon ton dà un tocco di signorilità alla blogosfera. Gorgeous è il suo modo di essere, semplicemente unico.

Emiliano Dominici: lui è semplicemente eclettico; professore d’Inglese, scrittore, cantautore e attore, anche se per gioco. Il suo blog è nato in seguito alla pubblicazione del suo primo libro, La fine soltanto, ma poi è diventato un contenitore di riflessioni su svariati temi, dai libri, ai film, alle canzoni, alle cronache scolastiche. Gorgeous è il suo modo di trasmettere le sue passioni emozionando.

Frz40: l’ho introdotto nel magico mondo di WordPress e lui ha preso sul serio la sua attività di blogger, commentando notizie, schierandosi contro quelle troppo faziose, raccontando frammenti della sua vita, facendoci divertire e sorridere anche un po’. In una parola: Gorgeous è il suo VirtualWorld.

Ifigenia: il suo “salotto virtuale” è ben frequentato e vi si incontrano persone simpatiche, ospitate dalla favolosa padrona di casa qual è. Gli argomenti trattati non sono mai frivoli, anche quando i post apparentemente lo sono. Ma dalla discussione che ne nasce, nulla appare insignificante perché lei sa rendere Gorgeous ogni incontro fra amici, in modo mai banale.

Quarchedundepegi: è un medico e con il suo blog combatte quasi quotidianamente contro quelle che chiama “sofferenze gratuite”. Lui crede di aver combinato poco o nulla fino ad ora e invece la sua “battaglia” è semplicemente Gorgeous.

Scelti per voi

Selezione di post che hanno attirato la mia attenzione scelti per voi dalla blogsfera

wwayne

Just another WordPress.com site

Diario di Madre

Con note a margine di Figlia

Scrutatrice di Universi

Happiness is real only when shared.

Like @ Rolling Stone

Immagini, parole e pietre lanciate da Mauro Presini

Dottor Lupo Psicologo-Psicoterapeuta. Battipaglia (SA)

Psicologo Clinico, Terapeuta EMDR di livello II, Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale, Terapia Metacognitiva Interpersonale.

Scaffali da leggere

Consigli di letture, recensioni e frasi tratte dai libri.

Willyco

in alto, senza parere

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof di lettere.

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

oןısɐ,ןןɐ ɐɯ ɐןonɔs ɐ opɐʌ uou

pagina a traffico illimitato, con facoltà di polemica, di critica, di autocritica, di insulti, di ritrattazioni, di sciocchezze e sciocchezzai, di scuola e scuole, buone e cattive, di temi originali e copiati, di studenti curiosi e indifferenti, autodidatti e eterodidatti, di nonni geniali e zie ancora giovani (e vogliose), di bandiere al vento e mutande stese, di cani morti e gatti affamati (e assetati)

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

PindaricaMente

C'è una misura in ogni cosa, tutto sta nel capirlo (Pindaro)

Il mestiere di scrivere

CORSI DI SCRITTURA CREATIVA, ATTUALITA' EDITORIALE, DIDATTICA E STRUMENTI PER LA SCRITTURA

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

marialetiziablog

salviamolascuolaprimadisubito.com site

Studio di Psicoterapia Dr.ssa Chiara Patruno

Psicologa - Psicoterapeuta - Criminologa - Dottore di Ricerca Università Sapienza

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

onesiphoros

[...] ἀλλ᾽ ὥσπερ ἄνθρωπος, φαμέν, ἐλεύθερος ὁ αὑτοῦ ἕνεκα καὶ μὴ ἄλλου ὤν, οὕτω καὶ αὐτὴν ὡς μόνην οὖσαν ἐλευθέραν τῶν ἐπιστημῶν: μόνη γὰρ αὕτη αὑτῆς ἕνεκέν ἐστιν. Aristot. Met. 1.982b, 25

Il ragazzo del '46

Settanta: mancano solo 984 anni al 3000.

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

la mutazione nella connessione

Prove di pensiero di GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

unpodichimica

Non tutto ciò che luccica è oro, ma almeno contiene elettroni liberi G.D. Bernal

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

la fine soltanto

un blog e un libro di emiliano dominici (per ingrandire la pagina premi ctrl +)

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

LE LUNE DI SIBILLA

"Due strade trovai nel bosco, io scelsi la meno battuta, per questo sono diverso"(R.Frost)

Il mondo di Ifigenia

Svegliati ogni mattina con un sogno da realizzare!

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Into The Wild

Happiness is real only when shared

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

A dieta...

...ma con una forte passione per il cibo e le rotondità!

Le Ricette di Cle

Ricette collaudate per ogni occasione

Messaggi in Bottiglia

Il diario di Cle

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

espress451

"In ogni cosa c'è un'incrinatura. Lì entra la luce" - Leonard Cohen

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: