MORGAN: DOPO IL NO DI VERONA IL SÌ DI LIGNANO SABBIADORO


Quest’anno di Morgan si è sentito parlare molto, a partire dalla mancata partecipazione al Festival di Sanremo a causa della confessione choc di fare uso di cocaina. A dire il vero, il cantante in un’intervista aveva addirittura incoraggiato l’uso dello stupefacente al posto degli antidepressivi. Anche se poi, nel salotto di Bruno Vespa, aveva chiarito la sua posizione e aveva, diciamo così, fatto pubblica ammenda, la cattiva fama l’ha perseguitato non poco. Senza contare i guai in famiglia: dopo le dichiarazioni dell’ex marito, Asia Argento, che è la madre di Anna Lou, la figlia di Morgan, gli voleva togliere la patria potestà.

È noto il rifiuto del sindaco di Verona, Flavio Tosi, di concedere il teatro romano per il concerto di Morgan previsto per il 4 settembre. Sulla questione è attualmente in atto una battaglia legale: l’avvocato di Morgan, infatti, invoca la Costituzione e il diritto di “eseguire le prestazioni dalle quali riceve sostentamento per sé e per la propria famiglia”. La replica del vicesindaco di Verona, Vito Giacino? “Guardiamo alla realtà di chi è veramente senza lavoro, come i cassaintegrati di Verona”. La solidarietà verso i proprio concittadini è sacrosanta, diciamo la verità. D’altra parte il diritto invocato dal legale del cantante è un po’ “tirato per i capelli”.
Fatto si è che a tutt’oggi ancora non si sa se il concerto a Verona si farà o meno.

C’è un’altra cittadina nel nordest italiano che, invece, ha aperto le porte, anzi la spiaggia, a Marco Castoldi: Lignano Sabbiadoro. Nessuna opposizione del sindaco e concerto gratis per i fan che hanno affollato un tratto di lungomare dove è allestito il palco permanente della “Beach Arena”. Accompagnato dalla Ensemble symphony orchestra, Morgan ha cantato sotto le stelle nella notte dedicata agli astri cadenti: il 10 agosto, San Lorenzo. Un grande successo di pubblico, alla faccia del sindaco di Verona.

Insomma, forse Morgan ha messo la testa a posto (i capelli non ancora): perché non dargli ancora una possibilità? Per ora si consola con i concerti ma per la TV deve ancora aspettare. La Rai l’ha mandato in esilio, bandendolo dal festival e da XFactor. Stai a vedere che magari a Mediast un posticino lo trova!

[Foto by Ricky Modena per Udine20.it]

AGGIORNAMENTO DEL POST, 13 AGOSTO 2010

Per leggere l’articolo, con la cronaca della serata, su Informazione.it CLICCA QUI.

SANREMO A RISCHIO PER BELEN? E INTANTO PER ALFONSO SIGNORINI È FASTIDIOSA

Nel suo editoriale del numero di TV Sorrisi e Canzoni in edicola oggi (n° 31, 31 luglio 2010), Alfonso Signorini dice di Belen Rodriguez: “Non ne posso più di Belen e dei suoi tiramolla”. Credo si riferisca alla love –story della show-girl argentina con il tristemente noto fotografo – paparazzo – agente, e chi più ne ha più ne metta, Fabrizio Corona.

Capisco che, per un direttore di giornale, il “tiramolla” possa risultare fastidioso, anche perché non si fa in tempo a diffondere una notizia che subito arrivano le smentite. Ma mi pare che, soprattutto per quanto riguarda il settimanale scandalistico “Chi”, diretto anch’esso da Signorini, queste love – story complicate siano la manna che piove dal cielo. E poi, inutile nasconderlo, Belen riscuote moooolti consensi fra il pubblico maschile che, magari di nascosto, una sbirciatina alle riviste di gossip la danno.

Insomma, per Signorini la Rodriguez è fastidiosa alla pari dell’afa e delle zanzare: “Afa, Belen e zanzare: che estate fastidiosa” è, infatti il titolo dell’ultimo editoriale (può essere letto anche a questo LINK ). Fin qui, nulla da eccepire, ognuno si tiene i fastidi suoi, anche se per togliersi dai piedi Belen non basta il condizionatore o il fornelletto ammazzazanzare. Quello che però stupisce è che sulla copertina di TV Sorrisi e Canzoni campeggi la foto di …. Belen. Sì, proprio lei, in compagnia dell’inseparabile compagno di spot Christian De Sica (che ha gentilmente commentato un mio post tempo fa e che tranquillizzo subito: non parlerò di lui, questa volta!).

La foto di copertina rimanda all’articolo “esclusivo” che tratta del prossimo spot del gestore telefonico di cui i due sono testimonial. Non leggo l’articolo, ma faccio una considerazione: questa copertina mi sembra quantomeno inopportuna, anche se mi rendo conto che mettere in stampa un giornale non è cosa che si possa fare in poco tempo, così come le eventuali modifiche non si possono realizzare su due piedi, tantomeno quelle che riguardano la copertina.
Perché, dunque, quella copertina appare inopportuna? Perché è recente la notizia della chiusura di due importanti discoteche milanesi per traffico di stupefacenti. Una delle testimoni ascoltate, riguardo all’illecito, è proprio Belen che ha ammesso di aver frequentato uno dei due locali e di aver fatto uso di cocaina, anche se pare non all’interno della discoteca. A tal proposito, l’argentina cita anche un’amica e soubrette lei stessa, Francesca Lodo, che pare si sia affrettata a querelarla. Belen, infatti, nel corso della testimonianza resa nel 2007, all’interno dell’inchiesta “Vallettopoli”, ha dichiarato: «Ho fatto uso di cocaina insieme a Francesca Lodo, a casa sua, solo due volte nei primi giorni di gennaio 2007. In entrambe le occasioni la droga me l’ha data Francesca. Non so dove Francesca la prenda, ma sono certa del fatto che ne fa assai uso. Lei mi invitava spesso ad andare nei bagni dell’Hollywood, le domeniche sere in cui stavamo insieme con tutti i componenti del gruppo Lele Mora, ma io non la seguivo perché temevo l’effetto della cocaina». (fonte: Il Corriere )
Che sia vera o meno l’accusa rivolta alla Lodo a noi interessa ben poco. Che la Rodriguez abbia dichiarato di temere gli effetti della cocaina, ci rincuora un po’. Quello che è d’uopo sottolineare, però, è che ci sia stata da parte della show-girl l’ammissione di averne fatto uso. A nulla può servire il tentativo di difesa da parte del fidanzato Corona che s’infuria per il danno d’immagine, che deriva dalla diffusione di questa notizia, alla bella Belen.

Il danno, in effetti, potrebbe esserci. Pare, infatti, che l’avvenente argentina sia tra i candidati alla conduzione del Festival di Sanremo 2011, ma la notizia ha suscitato subito delle polemiche. Voci di dissenso si sono alzate in coro, tra cui quella del sindaco della cittadina ligure, Maurizio Zoccarato, che si è affrettato a dichiarare: «Chi mette la faccia sul Festival di Sanremo deve essere una persona perbene» e ha annunciato che si opporrà nel caso in cui la Rai scegliesse Belen Rodriguez come conduttrice del 61° Festival della canzone italiana.

Che dire? La maledizione di Morgan colpisce ancora? O è solo che il Festival ha bisogno di pubblicità che duri nel tempo? L’anno scorso è iniziata ad ottobre, quest’anno addirittura ad agosto!
Va be’ che si tratta pur sempre di una località turistica balneare, ma il Festival è tutt’altra cosa.

[foto tratta da Wikipedia]

AGGIORNAMENTO, 29 LUGLIO 2010
BELEN COME MORGAN? ASSOLUTAMENTE NO

Dalle pagine del quotidiano Il Secolo XIX, il cantante Morgan, al secolo Marco Castaldi Castoldi, che lo scorso anno era stato estromesso dalla gara del Festival per le sue dichiarazioni sulla droga (leggi QUI), ribatte, infastidito, sul parallelo che molti hanno fatto tra la sua vicenda e quella di Belen.

La differenza è molto chiara. Per quanto riguarda Belen, bisognerebbe tenerla fuori dal Festival al di là della droga, perché non rappresenta nulla. Paragonarla al mio caso è pura follia: la mia estromissione è divenuta motivo di dibattito sociale alto. Belen, invece, della droga ha dovuto parlare sotto costrizione, afferma il cantante, riferendosi alla testimonianza che la Rodriguez ha fornito, in veste di persona informata sui fatti, agli inquirenti che, nel 2007, si occupavano dei vari scandali legati a “Vallettopoli“.

Al giornalista che gli fa notare che la sua è stata un’apologia della droga, Morgan risponde: Ma quale apologia! Quella di Belen è apologia perché lei si va a fare lo sballo in discoteca, che è una cosa che io ho assolutamente ripudiato.

Insomma, per Morgan niente più sballi né balli … ma intanto non sarà nemmeno più tra i giudici della prossima edizione di XFactor. Che anno sfortunato, considerati anche i diverbi con la ex moglie Asia Argento!

POLEMICHE A “BALLANDO CON LE STELLE”: LORENZO CRESPI VS RAZ DEGAN

ATTENZIONE: QUESTO ARTICOLO NON E’ RECENTE. POTETE LEGGERE IL POST SULLA PUNTATA DEL 27 FEBBRAIO 2010 CLICCANDO SU QUESTO LINK
L’ULTIMO ARTICOLO SUI COMMENTI DI MILLY CARLUCCI LO TROVATE CLICCANDO QUI
POTETE LEGGERE IL POST SULL’ULTIMA PUNTATA DEL 6 MARZO CLICCANDO QUI
L’ULTIMO ARTICOLO E’ A “Ballando con le stelle niente Crespi più sorrisi

Lo ammetto: sono un’affezionata spettatrice di “Ballando con le stelle” fin dalla sua prima edizione. I motivi di questa mia assiduità sono essenzialmente due: mi piace il ballo e adoro Milly Carlucci che ritengo una delle poche vere “signore” della TV che, con la sua eleganza e professionalità, rappresenta la garanzia di un buon prodotto televisivo. Questo il mio pensiero, almeno fino a ieri. Nell’ultima puntata, infatti, in un crescendo di tensione, dovuto anche alle sempre maggiori difficoltà cui i concorrenti vengono messi di fronte nella gara, abbiamo assistito, purtroppo, ad uno spettacolo border line, cioè ai confini del trash.

“Ballando”, come altri spettacoli del suo genere, è una gara ad eliminazione progressiva, quindi è normale che tra i concorrenti si creino degli antagonismi. Ma, come sanno gli amanti dello sport, la rivalità, specie quando si misura nel progresso fatto da ognuno, partendo da zero, non deve per forza generare odio e conflitti insanabili, mettendo a rischio il buon umore dei partecipanti e del pubblico. Fino allo scorso anno le rivalità ci sono state, favorite e incrementate anche con la complicità della giuria –cosa che non sempre appare corretta, ma lo spettacolo è pur sempre spettacolo! – ma mai ci sono stati scontri accesi tra partecipanti e il clima, tutto sommato, sembrava comunque disteso.

Cos’è successo ieri sera, in particolare? Lorenzo Crespi, attore, ha avuto un exploit dopo aver visionato una clip di presentazione in cui, a suo dire, le cose dette durante un’intervista, sono state girate e rigirate fino a stravolgere il suo pensiero. Il motivo del contendere sarebbe la sua superiorità nel ballo rispetto all’antagonista Raz Degan, non apprezzata ed adeguatamente valutata dalla giuria, a partire dal presidente Carolyn Smith che pare preferirgli, spudoratamente, l’ex modello israeliano. In effetti, dovrebbe imparare a tenere a bada gli ormoni impazziti da pre-menopausa.
Secondo Crespi, il montaggio dell’intervista, da cui erano state estrapolate solo alcune parti senza una connessione logica con le domande cui aveva risposto, lo facevano apparire come superbo e pieno di sé. Già convinto di vincere l’attuale edizione del programma, insomma. Questa falsa immagine avrebbe potuto, secondo l’attore, mettere in cattiva luce la sua persona e, al di là dell’effettivo impegno e bravura, escluderlo dalla competizione. La permanenza dei “ballerini” è, infatti, determinata dalla valutazione della giuria e dal televoto: i telespettatori potrebbero essere influenzati negativamente da ciò che hanno visto nella clip. Ad un certo punto, Crespi ha pure affermato: “Se la giuria vuole che me ne vado, me ne vado subito”.
Accanto a questo sfogo diretto contro gli autori del programma e i giudici, ce n’è stato un altro contro Raz che avrebbe insinuato che, bravo com’è, Crespi di ballo non dev’essere proprio digiuno. Ma l’attore siciliano è pronto a replicare. “Io a dodici anni facevo la break sugli angoli dei marciapiedi. È tutta l’esperienza di ballo che ho.”.

In tutto questo baillame, la povera Milly non sapeva che pesci pigliare. Come nel suo costume, ha cercato di calmare gli animi, ha tranquillizzato Crespi assicurandogli, tra l’altro, che l’intera intervista sarebbe stata pubblicata sul sito (a tutt’oggi non ve n’è traccia) e che nessuno è prevenuto nei suoi confronti, essendo sotto gli occhi di tutti la sua bravura che certamente sarebbe stata premiata dal televoto. Così è stato. Tuttavia, la polemica inutile e decisamente sgradevole, è durata troppo, allungando i tempi del programma e facendo saltare l’esibizione delle “stelline” visto che i bambini a quell’ora (erano ormai le 23 passate) dovevano andare a dormire. Poi il resto della serata, con le rimanenti gare valide per l’eliminazione, è proseguita con un’atmosfera pesante che si poteva tagliare con un coltello.

Ora, giusto per ricordare a chi non ne ha memoria, chi è Lorenzo Crespi, citerò due fatti in particolare, riguardo alla sua carriera. Il primo risale al 2002: dopo varie esperienze sul grande schermo, l’attore ha raggiunto la notorietà girando la prima serie di “Carabinieri” con Manuela Arcuri, con cui ha anche avuto un flirt. La sua partecipazione alle serie successive non c’è stata, pare per motivi di salute (problemi seri alla schiena, se ricordo bene), e nonostante il suo allontanamento dal set fosse più che giustificato, il suo ruolo è stato eliminato. Eppure il ruolo di altri attori, in seguito, ha condizionato la trama della serie, ridimensionandola pur di non fare a meno della loro partecipazione. Allora Crespi polemizzò a lungo con la produzione e si sfogò sulla stampa in diverse riviste.
Il secondo fatto risale al 2007: dopo che nel 2005 aveva girato la prima serie della fiction “Gente di mare”, la sua partecipazione al seguito, girato nel 2007, fu limitata alle prime puntate dopodiché il suo ruolo fu affidato a Fabio Fulco. Il motivo ufficiale furono dei disaccordi con la produzione ma, dalle interviste lette, ricordo che l’attore confessò di non sentirsi al sicuro (la trama della fiction aveva a che fare con la mafia) e questo suo timore, confermato anche dalle minacce ricevute (se la memoria non m’inganna), non fu compreso dalla produzione che preferì sostituirlo.

A questo punto appare chiaro il ruolo preferito da Lorenzo Crespi: quello della vittima. Peccato, perché all’inizio, dopo aver letto che l’attore aveva accettato di partecipare al programma di Milly Carlucci anche per uscire dalla profonda crisi che l’aveva colpito proprio nel 2007, credevo che prendesse la gara con un altro spirito. E invece ha messo in risalto quel lato del carattere, la permalosità, che evidentemente l’esperienza non è riuscita a limare sufficientemente. Se poi consideriamo che se la prende con la giuria che gli ha “assegnato” come rivale Raz Degan, uomo affascinante dallo sguardo di ghiaccio ma apparentemente innocuo, non si capisce proprio perché Crespi si senta ancora una volta vittima di una persecuzione. Forse non ha ancora capito che con quel suo modo di fare più che suscitare commiserazione, suscita proprio antipatia. La sua bravura è innegabile e si meriterebbe anche la vittoria; vedremo se cambierà atteggiamento. In fondo è un attore, faccia vedere una buona interpretazione! E chissenefrega se finge una simpatia che non ha.

La ciliegina sulla torta, però, è stata un’altra ieri sera a “Ballando”: la partecipazione di Clotilde Courau come “ballerina per una notte”. La graziosa madame è, come tutti sanno (o no?), la moglie del principe Emanuele Filiberto di Savoia, ex concorrente di “Ballando” nonché vincitore della passata edizione. In virtù della sua esperienza di concorrente, Emanuele Filiberto si è pure esibito in un valzer con la moglie, dopo che la stessa, eccellente ballerina e probabilmente non proprio digiuna della disciplina (com’è possibile che non abbai mai ballato, lei, una principessa!), si era già esibita in un tango con il maestro di turno. All’ennesima apparizione del principe su Rai 1, ho pensato che l’onnipresenza non sia una pura casualità: Emanuele Filiberto, infatti, parteciperà al Festival di Sanremo in coppia con Pupo, accompagnati entrambi dal tenore Luca Canonici. Già da mesi non si fa altro che discutere su questa sua partecipazione, non essendo un cantante, e le recenti polemiche che riguardano anche il testo della canzone, “La verità”, hanno acceso ancor di più gli animi degli estimatori e non della kermesse canora, tanto che Pupo, la scorsa settimana, aveva manifestato la sua intenzione di ritirarsi dalla gara. Ma poi le acque si sono calmate e quindi vedremo l’insolito ma ben affiatato duo –non dimentichiamo che entrambi conducono, sempre su Rai 1, la trasmissione “I Raccomandati”- sul palcoscenico dell’Ariston.
Ebbene, a me la partecipazione dei principi ieri sera a “Ballando” è parsa strategica: dopo le polemiche sul testo della canzone di Povia, sulla mancata partecipazione di Carla Bruni, sulla coppia Pupo-Emanuele Filiberto, sulle rivelazioni fatte da Morgan sull’uso di stupefacenti, penalizzate con l’esclusione dalla gara, l’esibizione del principe al gran ballo di Milly sembra un’altra mossa dell’enorme battage pubblicitario che si sta facendo al Festival della Canzone Italiana. Non mi stupirei se l’ormai prossima edizione 2010 fosse la più seguita nella storia sanremese!

Una cosa, però, non digerisco: il fatto che Milly si presti a tale gioco. E poi che la Tv trash sia entrata anche nel mitico Teatro delle Vittorie, tempio del varietà televisivo italiano da cinquant’anni. Credevo che “Ballando” si distinguesse da altri programmi in cui si va un po’ troppo sopra le righe, come “Amici” o “X Factor”. Mi sbagliavo, purtroppo. Anche i programmi di qualità, evidentemente, devono rispondere alla dura legge dell’audience. E dire che anche senza polemiche fra concorrenti e principi danzanti, il programma di Ballandi ha sempre superato quelli delle reti rivali. Lo share non bastava: bisognava trovare “qualcosa di cui sparlare”.

AGGIORNAMENTO DEL POST, 9 FEBBRAIO 2010

Finalmente sul sito di “Ballando” hanno pubblicato l’intervista a Lorenzo Crespi (anche se non sono sicura che sia nella versione integrale, visto che dura poco più di 3 minuti!). In ogni caso, mi sono sorbita per ben sei volte la pubblicità dei Baci Perugina, ma il video dell’intervista non parte.
Comunque, questo è il LINK . Se qualcuno è più fortunato di me, o solo meno imbranato, mi può lasciare un commento per spiegarmi come si fa per vedere la famosa intervista? GRAZIE!!!! 🙂

NUOVO AGGIORNAMENTO DEL 12 FEBBRAIO 2010: CRESPI LASCIA “BALLANDO?”

Secondo TVBolg Lorenzo Crespi per tutta la settimana non si è presentato alle prove. Lo comunica la maestra Natalia Titova, intervenuta a La Vita in diretta. La ballerina pare in apprensione per il suo partner che non avrebbe superato la tensione causata dall’intervista della scorsa puntata e dalle polemiche che ne sono seguite.

Non resta, quindi, che attendere domani: Crespi scenderà o non scenderà in pista? La suspense non fa altro che alimentare l’audience e, se non stimassi Milly una vera professionista, sarei tentata a credere che anche questa decisione dell’attore sia stata pilotata.

AGGIORNAMENTO, 5 MARZO 2010

PER LEGGERE L’ULTIMO ARTICOLO SULLA “SOAP-OPERA LORENZO CRESPI”, CLICCA QUA. Si tratta di un’intervista a Milly Carlucci in cui la conduttrice ipotizza un rientro in gara di Lorenzo Crespi per il ripescaggio.

MORGAN FUORI DA SANREMO. STASERA OSPITE A “PORTA A PORTA”

Dopo l’intervista choc rilasciata a Max (in edicola domani, 4 febbraio), nonostante la smentita arrivata tempestiva dal cantante, il direttore di Raiuno, Mauro Mazza, d’intesa con il Direttore Generale, Mauro Masi, dopo aver consultato il direttore artistico del Festival Gianmarco Mazzi, ha deciso l’esclusione del cantante Morgan dalla 60° edizione del Festival della Canzone Italiana di Sanremo. Morgan replica: “Sono traumatizzato”. Ok, mi dispiace per lui, ma i veri traumatizzati siamo noi lettori.

Andiamo con ordine: pare che a Max Morgan abbia confessato un suo uso quotidiano di cocaina, ottimo antidepressivo, sempre secondo il suo parere. Non solo, ma aggiunge: “Gli psichiatri mi hanno sempre prescritto medicine potenti, che mi facevano star male. Avercene invece di antidepressivi come la cocaina. Fa bene. E Freud la prescriveva”, sperando, forse, che citando un’aucoritas come Freud potesse farla franca.
La prima reazione è stata di sdegno. Morgan, quindi, si affretta a chiarire: “L’intervista mi è stata sostanzialmente carpita, io penso esattamente il contrario: la droga fa male, la considero pericolosa e inutile, mi riferivo all’uso che ne facevo in passato come terapia verso la depressione”. Un bel dietrofront, non c’è che dire. Peccato però che il direttore di Max, Andrea Rossi, si affretti a replicare: “L’intervista non è stata per nulla carpita e tanto meno è stata tesa una trappola. Il servizio, in lavorazione da tempo, è stato pienamente concordato”.

A questo punto, sebbene con il beneficio del dubbio circa la veridicità delle dichiarazioni dei due contendenti, la partecipazione di Morgan a Sanremo è saltata. In primis, secca è stata la reazione di Alessandra Mussolini, presidente della Commissione per l’infanzia, che oltre all’esclusione del cantante presunto cocainomane, ha chiesto il test anti-doping per tutti i partecipanti.
Ma la battuta più originale è stata quella di Carlo Giovanardi, sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio con delega al contrasto delle tossicodipendenze, che ha affermato: “Più che esibirsi a Sanremo, sarebbe utile che questo Morgan potesse ricoverarsi in una comunità di recupero per tossicodipendenti”.

Insomma, dopo le polemiche sulla canzone di Povia, ispirata al caso Englaro, dopo la discussione sulla partecipazione al Festival del principe Emanuele Filiberto di Savoia, tanto che Pupo, con il quale il principe si dovrebbe esibire, non ha escluso un ritiro dalla gara, quest’ennesima polemica genera un legittimo sospetto: che sia tutta una tattica per far pubblicità a Sanremo, già dato per spacciato due anni fa e miracolosamente rinato lo scorso anno, grazie al noto taumaturgo Bonolis?
E già, perché Sanremo è Sanremo!

[fonte Il Corriere]

AGGIORNAMENTO del post: 4 FEBBRAIO 2010

Insomma, Morgan prima nega, poi ritratta, ora ammette … di una cosa è sicuro: anche se lo dovessero riammettere al Festival, “chissenefrega di Sanremo”!
Stasera andrà in onda una puntata di Porta a Porta, condotto da Bruno Vespa, in cui Morgan sarà ospite.
Anticipazioni su Il Giornale.

MORGAN FA LO SNOB: VALERIO (SCANU) CHI È?

Su TV Sorrisi e Canzoni di questa settimana è pubblicato un servizio sul Festival di Sanremo. In occasione della tradizionale foto di gruppo, i cantanti si sono riuniti a Roma. Sull’evento si può leggere qualche curiosità: ad esempio che lo hair stylist di Noemi è Rolando Elisei (potevamo avere dubbi?) o che i nuovi occhiali di Arisa se li è disegnati da sola. Fin qui, nulla di particolarmente edificante. Ma la mia curiosità è stata attirata da una foto di Morgan in compagnia di qualcuno che non ho riconosciuto subito (ammetto, non avevo indossato gli occhiali!); la didascalia fa così: E Morgan chiese: “Valerio” chi?

Il trafiletto accanto alla foto racconta l’incontro tra il famoso (?) protagonista di XFactor e Valerio Scanu, vincitore di “Amici 8”, alla sua prima esperienza sanremese:

Morgan, arrivato con due ore di ritardo [potevamo dubitare anche di questo? ndr], a Valerio Scanu: “Tu sei un cantante?”. “Sì”, risponde tenero [siamo sicuri? ndr] Valerio. “Sei un Big?”. “Sì”. “Da dove vieni? Non ti ho mai visto”. “Da Amici”. E il gaffeur [o magari solo snob, ndr] Morgan: “Ah, ecco perché! Non ho mai visto Amici in vita mia!”.

Simpatico siparietto, sempre che sia vero perché ciò che leggo sulle riviste lo prendo con beneficio d’inventario. In questo caso, almeno due cose sono incredibili: l’atteggiamento “tenero” di Valerio (nemmeno una smorfia di disappunto?) e il fatto che Morgan non abbia mai visto “Amici” in vita sua. Forse non l’avrà visto, ma di certo sa che programma è (XFactor stesso ne è una specie di clone, relativamente al canto) e di Valerio, anche ammesso che non l’abbia mai incontrato, ne avrà di certo sentito parlare.

Insomma, a me ‘sto snobbismo non piace affatto, specie se ostentato da uno come Morgan che, se non fosse stato “rilanciato” dalla trasmissione di Rai 2, complice la Supersimo, sarebbe già caduto irrimediabilmente nel dimenticatoio. Ah, dimenticavo, la sua fama è stata per un po’ di tempo alimentata dalla sua unione con Asia Argento; se non ci avesse fatto una figlia, probabilmente di Morgan ce ne saremmo dimenticati anche prima.

Alla fine, se Valerio gli avesse detto in faccia “buffone” [ogni riferimento a persone e fatti realmente accaduti è puramente casuale!], gli avrei pure gridato: BRAVO!!!