POLEMICHE A “BALLANDO CON LE STELLE”: LORENZO CRESPI VS RAZ DEGAN

ATTENZIONE: QUESTO ARTICOLO NON E’ RECENTE. POTETE LEGGERE IL POST SULLA PUNTATA DEL 27 FEBBRAIO 2010 CLICCANDO SU QUESTO LINK
L’ULTIMO ARTICOLO SUI COMMENTI DI MILLY CARLUCCI LO TROVATE CLICCANDO QUI
POTETE LEGGERE IL POST SULL’ULTIMA PUNTATA DEL 6 MARZO CLICCANDO QUI
L’ULTIMO ARTICOLO E’ A “Ballando con le stelle niente Crespi più sorrisi

Lo ammetto: sono un’affezionata spettatrice di “Ballando con le stelle” fin dalla sua prima edizione. I motivi di questa mia assiduità sono essenzialmente due: mi piace il ballo e adoro Milly Carlucci che ritengo una delle poche vere “signore” della TV che, con la sua eleganza e professionalità, rappresenta la garanzia di un buon prodotto televisivo. Questo il mio pensiero, almeno fino a ieri. Nell’ultima puntata, infatti, in un crescendo di tensione, dovuto anche alle sempre maggiori difficoltà cui i concorrenti vengono messi di fronte nella gara, abbiamo assistito, purtroppo, ad uno spettacolo border line, cioè ai confini del trash.

“Ballando”, come altri spettacoli del suo genere, è una gara ad eliminazione progressiva, quindi è normale che tra i concorrenti si creino degli antagonismi. Ma, come sanno gli amanti dello sport, la rivalità, specie quando si misura nel progresso fatto da ognuno, partendo da zero, non deve per forza generare odio e conflitti insanabili, mettendo a rischio il buon umore dei partecipanti e del pubblico. Fino allo scorso anno le rivalità ci sono state, favorite e incrementate anche con la complicità della giuria –cosa che non sempre appare corretta, ma lo spettacolo è pur sempre spettacolo! – ma mai ci sono stati scontri accesi tra partecipanti e il clima, tutto sommato, sembrava comunque disteso.

Cos’è successo ieri sera, in particolare? Lorenzo Crespi, attore, ha avuto un exploit dopo aver visionato una clip di presentazione in cui, a suo dire, le cose dette durante un’intervista, sono state girate e rigirate fino a stravolgere il suo pensiero. Il motivo del contendere sarebbe la sua superiorità nel ballo rispetto all’antagonista Raz Degan, non apprezzata ed adeguatamente valutata dalla giuria, a partire dal presidente Carolyn Smith che pare preferirgli, spudoratamente, l’ex modello israeliano. In effetti, dovrebbe imparare a tenere a bada gli ormoni impazziti da pre-menopausa.
Secondo Crespi, il montaggio dell’intervista, da cui erano state estrapolate solo alcune parti senza una connessione logica con le domande cui aveva risposto, lo facevano apparire come superbo e pieno di sé. Già convinto di vincere l’attuale edizione del programma, insomma. Questa falsa immagine avrebbe potuto, secondo l’attore, mettere in cattiva luce la sua persona e, al di là dell’effettivo impegno e bravura, escluderlo dalla competizione. La permanenza dei “ballerini” è, infatti, determinata dalla valutazione della giuria e dal televoto: i telespettatori potrebbero essere influenzati negativamente da ciò che hanno visto nella clip. Ad un certo punto, Crespi ha pure affermato: “Se la giuria vuole che me ne vado, me ne vado subito”.
Accanto a questo sfogo diretto contro gli autori del programma e i giudici, ce n’è stato un altro contro Raz che avrebbe insinuato che, bravo com’è, Crespi di ballo non dev’essere proprio digiuno. Ma l’attore siciliano è pronto a replicare. “Io a dodici anni facevo la break sugli angoli dei marciapiedi. È tutta l’esperienza di ballo che ho.”.

In tutto questo baillame, la povera Milly non sapeva che pesci pigliare. Come nel suo costume, ha cercato di calmare gli animi, ha tranquillizzato Crespi assicurandogli, tra l’altro, che l’intera intervista sarebbe stata pubblicata sul sito (a tutt’oggi non ve n’è traccia) e che nessuno è prevenuto nei suoi confronti, essendo sotto gli occhi di tutti la sua bravura che certamente sarebbe stata premiata dal televoto. Così è stato. Tuttavia, la polemica inutile e decisamente sgradevole, è durata troppo, allungando i tempi del programma e facendo saltare l’esibizione delle “stelline” visto che i bambini a quell’ora (erano ormai le 23 passate) dovevano andare a dormire. Poi il resto della serata, con le rimanenti gare valide per l’eliminazione, è proseguita con un’atmosfera pesante che si poteva tagliare con un coltello.

Ora, giusto per ricordare a chi non ne ha memoria, chi è Lorenzo Crespi, citerò due fatti in particolare, riguardo alla sua carriera. Il primo risale al 2002: dopo varie esperienze sul grande schermo, l’attore ha raggiunto la notorietà girando la prima serie di “Carabinieri” con Manuela Arcuri, con cui ha anche avuto un flirt. La sua partecipazione alle serie successive non c’è stata, pare per motivi di salute (problemi seri alla schiena, se ricordo bene), e nonostante il suo allontanamento dal set fosse più che giustificato, il suo ruolo è stato eliminato. Eppure il ruolo di altri attori, in seguito, ha condizionato la trama della serie, ridimensionandola pur di non fare a meno della loro partecipazione. Allora Crespi polemizzò a lungo con la produzione e si sfogò sulla stampa in diverse riviste.
Il secondo fatto risale al 2007: dopo che nel 2005 aveva girato la prima serie della fiction “Gente di mare”, la sua partecipazione al seguito, girato nel 2007, fu limitata alle prime puntate dopodiché il suo ruolo fu affidato a Fabio Fulco. Il motivo ufficiale furono dei disaccordi con la produzione ma, dalle interviste lette, ricordo che l’attore confessò di non sentirsi al sicuro (la trama della fiction aveva a che fare con la mafia) e questo suo timore, confermato anche dalle minacce ricevute (se la memoria non m’inganna), non fu compreso dalla produzione che preferì sostituirlo.

A questo punto appare chiaro il ruolo preferito da Lorenzo Crespi: quello della vittima. Peccato, perché all’inizio, dopo aver letto che l’attore aveva accettato di partecipare al programma di Milly Carlucci anche per uscire dalla profonda crisi che l’aveva colpito proprio nel 2007, credevo che prendesse la gara con un altro spirito. E invece ha messo in risalto quel lato del carattere, la permalosità, che evidentemente l’esperienza non è riuscita a limare sufficientemente. Se poi consideriamo che se la prende con la giuria che gli ha “assegnato” come rivale Raz Degan, uomo affascinante dallo sguardo di ghiaccio ma apparentemente innocuo, non si capisce proprio perché Crespi si senta ancora una volta vittima di una persecuzione. Forse non ha ancora capito che con quel suo modo di fare più che suscitare commiserazione, suscita proprio antipatia. La sua bravura è innegabile e si meriterebbe anche la vittoria; vedremo se cambierà atteggiamento. In fondo è un attore, faccia vedere una buona interpretazione! E chissenefrega se finge una simpatia che non ha.

La ciliegina sulla torta, però, è stata un’altra ieri sera a “Ballando”: la partecipazione di Clotilde Courau come “ballerina per una notte”. La graziosa madame è, come tutti sanno (o no?), la moglie del principe Emanuele Filiberto di Savoia, ex concorrente di “Ballando” nonché vincitore della passata edizione. In virtù della sua esperienza di concorrente, Emanuele Filiberto si è pure esibito in un valzer con la moglie, dopo che la stessa, eccellente ballerina e probabilmente non proprio digiuna della disciplina (com’è possibile che non abbai mai ballato, lei, una principessa!), si era già esibita in un tango con il maestro di turno. All’ennesima apparizione del principe su Rai 1, ho pensato che l’onnipresenza non sia una pura casualità: Emanuele Filiberto, infatti, parteciperà al Festival di Sanremo in coppia con Pupo, accompagnati entrambi dal tenore Luca Canonici. Già da mesi non si fa altro che discutere su questa sua partecipazione, non essendo un cantante, e le recenti polemiche che riguardano anche il testo della canzone, “La verità”, hanno acceso ancor di più gli animi degli estimatori e non della kermesse canora, tanto che Pupo, la scorsa settimana, aveva manifestato la sua intenzione di ritirarsi dalla gara. Ma poi le acque si sono calmate e quindi vedremo l’insolito ma ben affiatato duo –non dimentichiamo che entrambi conducono, sempre su Rai 1, la trasmissione “I Raccomandati”- sul palcoscenico dell’Ariston.
Ebbene, a me la partecipazione dei principi ieri sera a “Ballando” è parsa strategica: dopo le polemiche sul testo della canzone di Povia, sulla mancata partecipazione di Carla Bruni, sulla coppia Pupo-Emanuele Filiberto, sulle rivelazioni fatte da Morgan sull’uso di stupefacenti, penalizzate con l’esclusione dalla gara, l’esibizione del principe al gran ballo di Milly sembra un’altra mossa dell’enorme battage pubblicitario che si sta facendo al Festival della Canzone Italiana. Non mi stupirei se l’ormai prossima edizione 2010 fosse la più seguita nella storia sanremese!

Una cosa, però, non digerisco: il fatto che Milly si presti a tale gioco. E poi che la Tv trash sia entrata anche nel mitico Teatro delle Vittorie, tempio del varietà televisivo italiano da cinquant’anni. Credevo che “Ballando” si distinguesse da altri programmi in cui si va un po’ troppo sopra le righe, come “Amici” o “X Factor”. Mi sbagliavo, purtroppo. Anche i programmi di qualità, evidentemente, devono rispondere alla dura legge dell’audience. E dire che anche senza polemiche fra concorrenti e principi danzanti, il programma di Ballandi ha sempre superato quelli delle reti rivali. Lo share non bastava: bisognava trovare “qualcosa di cui sparlare”.

AGGIORNAMENTO DEL POST, 9 FEBBRAIO 2010

Finalmente sul sito di “Ballando” hanno pubblicato l’intervista a Lorenzo Crespi (anche se non sono sicura che sia nella versione integrale, visto che dura poco più di 3 minuti!). In ogni caso, mi sono sorbita per ben sei volte la pubblicità dei Baci Perugina, ma il video dell’intervista non parte.
Comunque, questo è il LINK . Se qualcuno è più fortunato di me, o solo meno imbranato, mi può lasciare un commento per spiegarmi come si fa per vedere la famosa intervista? GRAZIE!!!! 🙂

NUOVO AGGIORNAMENTO DEL 12 FEBBRAIO 2010: CRESPI LASCIA “BALLANDO?”

Secondo TVBolg Lorenzo Crespi per tutta la settimana non si è presentato alle prove. Lo comunica la maestra Natalia Titova, intervenuta a La Vita in diretta. La ballerina pare in apprensione per il suo partner che non avrebbe superato la tensione causata dall’intervista della scorsa puntata e dalle polemiche che ne sono seguite.

Non resta, quindi, che attendere domani: Crespi scenderà o non scenderà in pista? La suspense non fa altro che alimentare l’audience e, se non stimassi Milly una vera professionista, sarei tentata a credere che anche questa decisione dell’attore sia stata pilotata.

AGGIORNAMENTO, 5 MARZO 2010

PER LEGGERE L’ULTIMO ARTICOLO SULLA “SOAP-OPERA LORENZO CRESPI”, CLICCA QUA. Si tratta di un’intervista a Milly Carlucci in cui la conduttrice ipotizza un rientro in gara di Lorenzo Crespi per il ripescaggio.

MISTERIOSA CARLÀ

Leggo quest’articolo sul Corriere e rimango interdetta. In questi giorni non si fa che parlare di G8, dei grandi della terra che si sono incontrati a L’Aquila. Meeting nella terra di terremotati fortemente voluto dal premier Berlusconi con la complicità di Bertolaso che, almeno vedendo la sua faccia nei video che fanno il giro dei TG, tanto felice non sembra. Senz’altro stressato, più che felice.

Finché si parla della crisi economica, dei problemi dell’Africa e del Medio Oriente nulla da eccepire. Ma, purtroppo, l’attenzione si è spesso spostata sulle ladies che hanno accompagnato i mariti e che, probabilmente, di politica non ne capiscono nulla, ed hanno quindi approfittato per fare un tour turistico a Roma e dintorni. Non poteva mancare nemmeno una visitina in Vaticano altrimenti Benedetto XVI si sarebbe offeso. Non sia mai che gli si preferisca un neo-separato come Berlusconi.

Naturalmente si sono sprecati i servizi televisivi e gli articoli sull’abbigliamento delle dame, sui menù (a proposito, la carbonara senza pancetta è improponibile, comunque la ricetta originale prevede l’uso del guanciale … ma questo un cuoco tedesco forse non lo sa), sugli alloggi ricavati nell’ex scuola della Guardia di Finanza e per i quali si è spesa una bella cifra. Per fortuna dicono che il mobilio acquistato sarà sistemato nei prefabbricati che verranno consegnati ai terremotati a settembre. Staremo a vedere.

Fin qui tutto abbastanza normale. Ma che si sprechino fiumi di parole sulla signora Sarkozy, che i giornalisti si perdano ad interrogarsi perché non stia col marito o perché non se ne vada in giro con le altre ladies, mi sembra davvero troppo. Manco a dirlo, s’insinua che Carlà (perché mai quell’accento se il suo nome è italiano?) non abbia piacere di incontrare Berlusconi. Forse perché ai tempi dell’infelice battuta del premier a proposito della carnagione del Presidente Obama si è espressa in questi termini:

Mi sembra strano vedere Berlusconi che prende alla leggera l’elezione di Obama e scherza sul fatto che il presidente eletto è abbronzato, spesso sono felice di essere diventata francese.” (dal TG2 delle 20 e 30 del 9 novembre 2008). Allora Cossiga, che peli sulla lingua non ne ha, aveva replicato: “Anche noi italiani siamo ben lieti che la Bruni non sia più italiana, anzi felici

Ma sulla nazionalità della Bruni c’è un mistero: invitata alla trasmissione di FazioChe tempo che fa” del 25 gennaio scorso, lei ha affermato di avere la doppia cittadinanza italiana e francese, avendo sposato un cittadino francese. Allora mi chiedo: perché mai poco più di due mesi prima si era dichiarata felice di non essere più italiana?

A parte questo, ma a noi che c’importa dei misteri di Carlà? Anzi, che c’importa di Carlà?