BUON COMPLEANNO, ITALIA!

Gl’Italiani hanno voluto far un’Italia nuova, e loro rimanere gl’Italiani vecchi di prima, colle dappocaggini e le miserie morali che furono ab antico la loro rovina; […] pensano a riformare l’Italia, e nessuno s’accorge che per riuscirci bisogna, prima, che si riformino loro.
(M. d’Azeglio, I miei ricordi)

Massimo D’Azeglio scrisse le sue memorie, pubblicate postume, negli ultimi anni della sua vita. Morì a Torino nel 1866: l’Italia aveva cinque anni. Ora, a 145 anni di distanza, vorrei invitare i nostri politici, tutti, a leggere queste righe: sembrano scritte per loro.

BUON COMPLEANNO, ITALIA!