GIOVANI E ALCOOL: SBORNIA IN DISCOTECA, MA NON AL VOLANTE

Un’iniziativa meritevole di lode parte dalla discoteca Mr Charlie di Lignano Riviera (Udine): all’uscita delle discoteche verrà messa a disposizione dei giovani una postazione mobile dove potranno controllare il proprio livello alcolemico con etilotest professionali senza il coinvolgimento delle Forze dell’ordine. Se il livello dell’alcol sarà superiore a quello consentito dalla legge, i ragazzi potranno riposarsi nell’apposita zona di “ decantazione”, presente all’interno delle discoteche, e verrà offerto loro un caffè, dell’acqua o qualcosa da mangiare.

Il progetto “In sicurezza senza alcool”, coordinato da Renato Giampaoli, si propone lo scopo di impedire che i ragazzi si mettano alla guida in condizioni che potrebbero arrecare danno a loro stessi e agli altri. L’iniziativa, che partendo da Lignano sarà diffusa nelle altre discoteche della regione, giunge in perfetto tempismo: oggi, infatti, è stata resa nota l’intenzione di rivedere il Codice della Strada e di vietare l’assunzione di alcool, prima di mettersi al volante, ai giovani con meno di 21 anni.

L’assessore regionale Riccardo Riccardi ha espresso la sua soddisfazione per un’iniziativa che, oltre ad essere patrocinata dalla Regione Friuli – Venezia Giulia e dalla Provincia di Udine e sostenuta da diverse aziende locali, ha ottenuto il patrocinio anche del Ministero delle Politiche Giovanili retto da Giorgia Meloni.

«Siamo noi a dover far capire ai giovani – conclude Rccardi- che non siamo invincibili, che si deve avere paura poiché questo ci fa riflettere e riflettere ci fa capire cosa stiamo facendo».
Be’, speriamo lo capiscano.

[Fonte: Messaggero Veneto]