NON SONO FEMMINISTA MA…

utero-affitto-maternità-surrogata
Riallacciandomi al post sulle unioni civili e la stepchild adoption che, ahimè, non ha avuto molto seguito, riporto l’autorevole opinione – almeno rispetto alla mia – della giornalista Ritanna Armeni:

Le femministe sono favorevoli alle unioni civili, pensano che i gay debbano avere gli stessi diritti degli eterossessuali, non difendono la famiglia “naturale” come unico luogo degli affetti e della procreazione. La loro battaglia è contro lo sfruttamento del corpo femminile che è implicito e inevitabile quando un omosessuale maschio vuole diventare padre, ma che, è bene dirselo, è diffuso e praticato soprattutto dalle coppie eterosessuali che non possono avere figli e che non vogliono rinunciare ad una genitorialità biologica. Quel bambino che l’omosessuale vuole e vuole fare adottare al suo partner e che l’eterosessuale pretende a tutti i costi con i suoi cromosomi ha comunque una madre. Una donna che per quella gravidanza è stata pagata. Lo sfruttamento più o meno brutale del suo corpo, comunque la si voglia mettere, è all’origine della genitorialità omo o etero che ad essa ricorre. Ed è questo il punto eticamente inaccettabile. […]

Meno d’accordo mi trovo con la Armeni quando osserva:

Dovremmo cominciare a pensare che la maternità e la paternità biologiche, così come la cosidetta “famiglia naturale”, possono essere affiancate da forme diverse, forse più generose e audaci nel rapporto con i piccoli della specie. Dovremmo insomma far maturare in noi una nuova genitorialità che non si rivolga solo a coloro che possiedono i nostri cromosomi, ma a chiunque abbia bisogno di essere curato, allevato e educato. Una legge che allarghi le adozioni che le renda più facili, che consenta anche agli omosessuali e ai singoli di ricorrervi, che possa essere richiesta anche dalle coppie non sposate […]

Almeno per ciò che concerne le adozioni gay. Tuttavia trovo scandaloso che una legge possa incoraggiare la maternità surrogata.

Per leggere l’intero articolo CLICCA QUI.

[immagine da questo sito]

Annunci

6 thoughts on “NON SONO FEMMINISTA MA…

  1. Personalmente alcuni anni fa ho frequentato ambienti gay all’estero, normalissimi locali, dove le madri portavano i figli avuti dalle compagne e i padri portavano figli presi in adozione. I gay non possono solo adottare figli neonati ma anche bambini di una certa età, come le altre coppie etero ma non si è mai fatto alcun riferimento a questo fatto perchè ovviamente c’era un motivo per voler affossare la legge. Esistono anche padri che dopo sposati, e con figli, si sono scoperti gay, e non possono unirsi ai loro nuovi compagni. Ma di questo non si parla mai. Anche perchè chi è etero spesso non conosce affatto il mondo dei gay, dove ci sono persone normalissime che vogliono solo amare. Mi spiace che ci sia così tanta ignoranza qui in italia, perchè al’estero le cose sono molto più normali e l’uguaglianza esiste già. Ma anche in italia le donne gay possono fare quello che vogliono. Infatti io ho avuto una ragazza anni fa e lei voleva un figlio e questo sarebbe stato possibile, e succede tuttora che le donne che stanno insieme abbiano figli. Ma gli uomini gay no. Non mi sembra giusto. Esistono già in italia famiglie di questo tipo ma l’unica differenza è che non vengono riconosciute, eppure esistono due mamme. E loro hanno libertà di fare quello che vogliono perchè possono procreare. Allora togliamo anche alle persone sterili la possibilità di concepire in provetta ( cosa che costa tantissimi soldi, e lo dico per esperienza anche questa). si comprano i figli in provetta ma non si possono comprare gli uteri? ho amici gay e ci sono molti che vorrebbero adottare bambini e non neonati e che non andrebbero mai ad affitare una madre. Però loro non hanno voce in capitolo, nessuno li ascolta. Non mi sembra giusto. Si parla solo di uteri in affitto per strumentalizzare le persone. Allora dico, prima conoscete i gay, stateci insieme e poi potete capire cosa vogliono e cosa non vogliono. Troppo facile puntare il dito e dire che tutti i gay vogliono una madre surrogato per fare un figlio. Le donne gay i figli li fanno già e quindi prima sapere veramente le cose come stanno.

    Mi piace

  2. Sarò eccessivamente tradizionalista, ma mentre sono favorevole a che le unioni gay siano tutelate, sono contrario a che questa tutela si chiami matrimonio e ancor più che possa dar origine a gravidanze in affitto.

    Mi piace

  3. Avere un figlio è un DESIDERIO non un DIRITTO!Vedere anziani omosessuali con in braccio neonati, di cui potrebbero essere nonni, mi fa impressione; e da donna(anche se non madre) sto male a pensare che quei bambini, appena nati, sono stati allontanati da una donna che li ha tenuti in grembo per 9 mesi.Sono favorevole per tutti all’adozione di bambini se abbandonati,dando però la precedenza a coppie eterosessuali , perché penso che sia preferibile che un bambino abbia un padre e una madre, piuttosto che un solo genitore, o due padri o due madri. A meno che l’adottando sia già abbastanza cresciuto da poter dire la sua opinione o ci sia già una relazione affettiva tra adottato e adottante (nipote,figlio di amici…).

    Mi piace

  4. @ amleta

    Io mi sono limitata ad esprimere un’opinione e come tutte le opinioni è personale. Anche la tua lo è, rispettabile anch’essa. Tuttavia, nel commento tu esprimi anche giudizi e questo non mi piace. Quello che dici (coppie gay che all’estero possono adottare figli, la discriminazione tra uomini, che non possono procreare se non affidandosi ad un utero in affitto, e le donne che possono,invece, fare ciò che vogliono, al di là della legge vigente) è noto a tutti, quindi non vedo dove stia questa “ignoranza” di cui parli. Ma tra il sapere e conoscere e l’esprimere un parere c’è una differenza: io esprimo il mio anche senza conoscere da vicino la realtà delle coppie gay (perché non mi è capitato e non perché non ne abbia voglia!) e non cambierei la mia idea nemmeno se frequentassi decine di coppie omosessuali.

    @ frz

    Non credo si tratti di tradizionalismo, piuttosto di buon senso. Da quando esiste il genere umano, i figli nascono da un uomo e da una donna. Nessuna legge umana potrà mai cambiare questa legge di natura.

    @ Monique

    Non credo che non l’abbiano pensato. Ce lo chiede l’Europa, ricordi?

    @ lilipi

    Non avrei saputo esprimere meglio la mia opinione. Mi hai tolto le parole di bocca. 😉 Grazie. I tuoi contributi sono sempre condivisibili.

    Mi piace

  5. Pingback: E PERCHE’ NON DOVREI FARE GLI AUGURI A VENDOLA? SE LI MERITA DOPPI | Marisa Moles's Weblog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...