26 settembre 2014

LA BUONA NOTIZIA DEL VENERDÌ: FLASH MOB PER INCORAGGIARE L’ALLATTAMENTO AL SENO

Posted in amore, bambini, donne, La buona notizia del venerdì, società, web tagged , , , , , , , , , a 7:28 pm di marisamoles

allattamento falsh mob
L’allattamento al seno è importante per molteplici motivi: è l’alimento perfetto per il neonato, fatto apposta per lui, protegge da virus e batteri, aumenta le difese immunitarie del poppante, facilita lo sviluppo di un buon rapporto madre-bambino. Senza contare che è comodo anche per la mamma che ha sempre il nutrimento a portata di mano.

Un tempo una donna che allattava in pubblico destava scandalo. Eppure si tratta di un gesto naturale, nel vero senso della parola: avete mai visto una mucca o una pecora che si appartano mentre allattano i cuccioli? È un fatto culturale, prima di tutto. Ma al giorno d’oggi come può essere ancora un tabù?

Ricordo una notizia di qualche tempo fa che riguardava una mamma che era stata allontanata dal ristorante in cui pranzava perché la poppata in pubblico era stata considerata sconveniente. (ne ho parlato QUI) Mi chiedo ancora come possa dar fastidio vedere uno spettacolo così tenero. Se non è la madre a provare imbarazzo – il che può succedere, non siamo tutte uguali – perché mai dovrebbero provarlo gli astanti?

Eppure c’è ancora chi, vedendo un bambino che succhia il latte dal seno materno, non gradisce lo spettacolo. Sguardi imbarazzati, quando non contrariati, incrociano gli occhi della mamma che vorrebbe solo nutrire il suo piccolo quando ne ha voglia, senza rimanere segregata in casa nell’ora della poppata.

Per incoraggiare l’allattamento al seno anche in pubblico, un gruppo di mamme bellunesi ha organizzato un flash mob. L’iniziativa ha avuto successo e sarà promossa in tutta Italia, dal Veneto alla Puglia e oltre. Al grido di AllatTiamo, l’appuntamento è nelle piazze italiane sabato 4 ottobre alle ore 10 e 30.

Il successo dell’iniziativa è stato favorito dai social network. Evviva Facebook, che detesto, almeno per una buona causa come questa.

[fonte: Il Gazzettino, da cui è tratta anche l’immagine]

ALTRE BUONE NOTIZIE:

I Cat Cafè anche a Torino e a Roma di laurin42

LE MIE ALTRE BUONE NOTIZIE

19 commenti »

  1. tachimio said,

    Cara Marisa allora siamo in due a non amare Facebook. Anche se per onestà debbo dire che ho una pagina facebook non mi piace proprio l’idea di mettere in piazza qualunque cosa e che tutti ne possano essere a conoscenza. Per l’allattamento al seno penso sia la cosa per noi donne più bella al mondo. Un abbraccio. Isabella

    Liked by 1 persona

  2. Elena said,

    Evviva facebook, evviva l’iniziativa!

    Liked by 1 persona

  3. […] ” Flash mob per incoraggiare l’allattamento al seno” di Marisa Moles […]

    Mi piace

  4. laurin42 said,

    Che bello ” AllatTiamo “! Tra tanti banali slogan questo è efficacissimo!
    Cosa c’è di più tenero che scoprire lo sguardo di un bambino mentre succhia il nettare dell’amore…
    Love
    L

    Liked by 1 persona

  5. Ifigenia said,

    L’allattamento al seno è importantissimo, il latte vaccino non è un alimento adatto al neonato, e oltretutto succhiare il latte dal seno predispone pure a una migliore dentatura rispetto al dover adattare la bocca alla tettarella del biberon, con grande gioia degli ortodentisti!

    Liked by 1 persona

  6. Cara Marisa, hai sempre spunti belli e interessanti
    Ti auguro un buon fine settimana
    Ti abbraccio
    Eloisa ( il mio nome vero)

    Liked by 1 persona

  7. Il tuo articolo è bello e simpatico.
    Il concetto è talmente lapalissiano per cui ogni commento diventa superfluo… bisognerebbe ridere di certa gente.
    In più… ridere fa bene.
    Quarc

    Liked by 1 persona

  8. Alberto said,

    Allattare al seno è certo « naturale » ; ci sono pero’ delle madri che non possono farlo. I lettori più anziani ricorderanno che una generazion fa esistevano le « balie » (oggi lo chiameremmo « seno in affitto ») oppure che un bambino veniva nutrito con il latte di asina. Il latte artificiale fa parte degli aiuti alimentari ai paesi più poveri (Corno d’Africa). Ma anche nei paesi del benessere esistono delle madri che non possono permettersi il lusso di allattare al seno, per esempio per ritmi di lavoro difficili. Non vorrei che queste iniziative di sapore un po’ (molto) « ecologico » finiscano per colpevolizzare le madri che non allattano al seno.

    Liked by 1 persona

  9. Monique said,

    Condivido l’importanza dell’allattamento al seno, tuttavia esprimo un parere dissonante dagli stimati commentatori che mi hanno preceduta. Sinceramente non mi piace l’idea di “mettere in piazza” le considerazioni su una faccenda che continua a sembrarmi intima e personale, non amo l’idea dell’allattamento in pubblico, non lo farei mai personalmente ed è una scena che non mi piace vedere. Certo che ho visto le mucche e le pecore, credevo che noi fossimo diversi… Comunque, questo è solo un personale parere di una persona introversa cui non piacciono le esibizioni.

    Mi piace

  10. marisamoles said,

    @ Tachimio

    Grazie, Isabella. Un abbraccio a te.

    @ Elena

    Per una volta dico anch’io W Fb … ma solo per ‘stavolta.🙂

    @ laurin42

    Grazie, Laura. Un bacione.

    @ Ifigenia

    D’accordo con te su tutto, a parte il discorso dentatura. I miei figli, nonostante li abbia allattati fino al 7° mese compiuto (per quei tempi un record, ora l’allattamento va avanti oltre l’anno anche se è difficile conciliarlo con il lavoro e alla fine penso sia solo un momento di coccole tra madre e figlio), sono ricordi alle cure ortodontiche per molti anni.😦

    @ In The Mood For Love

    Cara Eloisa, il tuo nome è bellissimo. Mi ricorda tanto la storia d’amore tra Abelardo ed Eloisa, ho tanto amato il loro epistolario quando studiavo filosofia medievale all’università.
    Buona settimana. Un abbraccio.

    @ quarchedundepegi

    Ridere fa bene, indubbiamente, ma è necessario comunque rispettare le scelte di ognuno.
    Buona settimana.

    @ Alberto

    Onestamente non credo che il secondo fine sia quello di colpevolizzare le mamme che non possono allattare. Sono certa, comunque, che lavoro e allattamento al seno siano conciliabili. Certo, se si decide di ritornare al lavoro dopo i tre mesi di astensione obbligatoria, è difficile continuare l’allattamento al seno, pur potendo usufruire dei permessi speciali. Ma io credo che per un bimbo che ha bisogno della sua mamma nei primi mesi di vita, un sacrificio lo si possa fare, anzi, lo si debba fare. Poi dipende da che tipo di lavoro. Le lavoratrici autonome, ad esempio, non sono tutelate nemmeno in gravidanza. Da questo punto di vista, l’Italia non è un paese per mamme.

    @ Monique

    Le opinioni devono essere sempre e comunque rispettate. Perciò capisco il tuo punto di vista quando dici che non ti faresti vedere in pubblico mentre allatti. Comprendo meno, devo essere onesta, il fastidio che provi nel vedere una mamma che allatta in piazza. E’ un po’ come guardare la tv: se non ti piace il programma, cambi canale; se non gradisci lo spettacolo di mamma e bebé, guardi da un’altra parte. Oltretutto credo sia comunque sconveniente puntare gli occhi addosso a una mamma che allatta il figlioletto.

    Mi piace

  11. Monique said,

    @Marisa: la piazza è pubblica e proprio per questo credo ci si debba mettere nella condizione di non arrecare offesa o disturbo a nessuno e mantenere un oggettivo decoro. In base a quanto dici, allora potrei ribattere che se è sconveniente guardare la mamma che allatta mi chiedo perchè lei faccia questo mestiere sulla pubblica piazza. Allacciandomi al commento di Alberto, inoltre, pensavo che forse è vero che non c’è un secondo fine, ma trovo comunque sconveniente questo bombardamento e spettacolarizzazione dell’allattamento al seno, ci sono mille motivi leciti per cui una persona possa scegliere di non farlo, non ultimo proprio il fatto che è una scelta libera e personale. E permettimi di dire che mi lasciano molto perplesse le persone che allattano già fino a un anno, oltre mi sembra follia. Il latte materno, salutare nei primi mesi, perde diverse sue proprietà con il passare dei mesi…le mucche e le pecore questo lo sanno😉

    Mi piace

  12. marisamoles said,

    @ Monique

    Se è per questo, anche la spiaggia è pubblica eppure ci sono tante donne che prendono il sole in topless. Quella è una scelta personale che non è dettata da nobili fini, come l’allattamento al seno. Ci sono poi molte cose che possono dare fastidio nei luoghi pubblici: chi telefonando urla a due passi da noi, costringendoci a farci gli affari suoi, anche se non lo vorremmo affatto; chi chiede soldi e/o sigarette e si capisce benissimo che non è indigente; falsi storpi che cercano di commuoverti per estorcerti una moneta (qui c’è un vero e proprio racket); improbabili suonatori di strada che non sanno né suonare né cantare e ti massacrano le orecchie; chi cerca di venderti libri per bambini (qui di solito sono africani) e con il braccio ti sbarra la strada … insomma, ci sono tante e tali situazioni sgradevoli che devo affrontare ogni volta che esco per fare una passeggiata in centro, che ti assicuro mi passa la voglia e ogni volta mi chiedo chi me l’ha fatta fare, potevo rimanere a casa. Quindi, vedere una mamma che allatta sarebbe, almeno per me, uno spettacolo gradevole, anche se non starei ovviamente con gli occhi puntati addosso, e per nulla sconveniente.
    Sul fatto di allattare al seno i bambini da un anno in poi, sono perfettamente d’accordo con te anche se i pediatri dicono che il latte materno è il solo alimento che si adatta spontaneamente alle esigenze del piccolo. Più che altro, dopo l’anno l’alimentazione deve essere completa e il latte, sebbene sia un alimento che non deve essere eliminato, non è certamente il principale. Alla fine, tra mamma e figlio si crea un rapporto quasi morboso che personalmente non apprezzo.

    Mi piace

  13. crabarrubia said,

    Hai ragione. In una pubblica piazza io gradirei silenzio. Mi da fastidio chi parla a voce alta al cellulare, mi danno fastidio i bambini maleducati, in spiaggia mi danno fastidio i topless e allo stesso modo le madri che allattano mi mettono in imbarazzo. Sicuramente è naturale, ma perché ostentarlo? Io sono estremamente riservata, certe cose mi paiono intime e molto private. Un momento tra la mamma e il bimbo.

    Mi piace

  14. Francy Fumagalli said,

    Congratulations, avete scelto proprio la stagione giusta per farlo. Bronchite in arrivo!

    Liked by 1 persona

  15. marisamoles said,

    @ crabarrubia

    Anch’io credo che sia un fatto intimo e privato, però non si può imporre a una mamma di rimanere segregata in casa ad attendere l’ora della poppata. Quindi ritengo che non debba scandalizzare il fatto di vedere una mamma che allatta al ristorante, al tavolino di un caffè oppure su una panchina del parco. Il flash mob è un’altra cosa, come tutte le manifestazioni può essere approvata o meno.

    @ Francy

    Il flash mob era indetto per il 4 ottobre e la temperatura allora era quasi estiva in ogni parte d’Italia. Nessun pericolo di bronchite, quindi. Se poi si vuol polemizzare, meglio essere espliciti piuttosto che fare dell’ironia che non aggiunge nulla alla discussione in atto.

    Mi piace

  16. crabarrubia said,

    Però magari è carino non ostentare il seno in pubblico anche se si allatta. Mi spiace ma a me da fastidio il topless, questo io non lo vedo molto diverso, se vedo madri che durante una conversazione si tirano fuori le tette e allattano. Basta dire scusa un momento, e coprirsi con un lenzuolo o allontanarsi, poi finita la poppata ritornare.

    Mi piace

  17. marisamoles said,

    @ crabarrubia

    Quello dipende dalla sensibilità di ognuno. Un po’ come abbassare la voce quando si telefona in pubblico. C’è chi ce l’ha e chi no.

    Mi piace

  18. marisamoles said,

    Segnalo la lettura di questo articolo del Corriere: Al Claridge di Londra allattare «fa scandalo»: neonata nascosta sotto la tovaglia.

    Mi piace

  19. […] affrontato il tema dell’allattamento al seno sul mio blog principale (in particolare QUI e QUI). Nell’ultimo post cui rimando sono stati postati molti commenti, tutti favorevoli […]

    Mi piace


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Like@Rolling Stone

Mauro Presini

Dottor Lupo Psicologo, Battipaglia Salerno

Consulenza Sostegno Diagnosi

Scaffali da leggere

Consigli di letture, recensioni e frasi tratte dai libri.

Willyco

in alto, senza parere

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof (precaria) di lettere.

Diemme - Ogni cosa è illuminata

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

The Bright Side

Solo buone notizie e buone pratiche, da cui ripartire!

Nonseinegato

Scuola, matematica... e altro

Non vado a scuola ma all'asilo

Pagina a traffico illimitato, con facoltà di polemica, di insulti...

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

PindaricaMente

C'è una misura in ogni cosa, tutto sta nel capirlo (Pindaro)

Il mestiere di scrivere

LA SCUOLA DI SCRITTURA CREATIVA ONLINE - LABORATORI DIDATTICI E SEMINARI IN TUTTA ITALIA

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

marialetiziablog

salviamolascuolaprimadisubito.com site

Chiara Patruno - Psicologa

Psicologa Dinamica e Clinica presso l’ Universita’ La Sapienza di Roma, Facolta’ Medicina e Psicologia

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

onesiphoros

[...] ἀλλ᾽ ὥσπερ ἄνθρωπος, φαμέν, ἐλεύθερος ὁ αὑτοῦ ἕνεκα καὶ μὴ ἄλλου ὤν, οὕτω καὶ αὐτὴν ὡς μόνην οὖσαν ἐλευθέραν τῶν ἐπιστημῶν: μόνη γὰρ αὕτη αὑτῆς ἕνεκέν ἐστιν. Aristot. Met. 1.982b, 25

Il ragazzo del '46

Settanta: mancano solo 984 anni al 3000.

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

cucinaincontroluce

Le idee migliori sono proprietà di tutti (Seneca)

I media-mondo

La mutazione che vedo attorno a me. Prove di pensiero di GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

unpodichimica

Non tutto ciò che luccica è oro, ma almeno contiene elettroni liberi G.D. Bernal

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

occhioallapenna

Buongiorno e leggerezza!

penna bianca

appunti di viaggio & scritti di fortuna

Pollicino Era un Grande

Psicologia e dintorni a cura della Dr.ssa Marzia Cikada (Torino e Torre Pellice)

la fine soltanto

un blog e un libro di emiliano dominici (per ingrandire la pagina premi ctrl +)

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

LE LUNE DI SIBILLA

"Due strade trovai nel bosco, io scelsi la meno battuta, per questo sono diverso"(R.Frost)

Il Blog di Raffaele Cozzolino

Pensieri, riflessioni, tecnologia, informatica

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Into The Wild

Happiness is real only when shared

roceresale

faccio buchi nel ghiaccio

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

A dieta...

...ma con una forte passione per il cibo e le rotondità!

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

Ma che Bontà

Le ricette di Cle

Ecce Clelia

Storie e pensieri di una mente non proprio sana, messi in una bottiglia e lasciati andare verso ignoti ed ignari lettori, naufragati su questo sito.

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

espress451

"In ogni cosa c'è un'incrinatura. Lì entra la luce" - Leonard Cohen

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: