5 settembre 2014

LA BUONA NOTIZIA DEL VENERDÌ: REGALARE LE FERIE A CHI NE HA BISOGNO

Posted in amicizia, La buona notizia del venerdì, lavoro, Legge, politica, salute tagged , , , , , , , , , , , a 11:50 pm di marisamoles

rossella cioniniUn disegno di legge sul job act, che nei prossimi giorni passerà il vaglio della commissione Lavoro in Senato, porta la firma della senatrice della Lega Nord Emanuela Munerato.

Si tratta di una proposta presa in prestito dalla legislazione francese.
La “legge Mathis” prende il nome di un bambino ammalato di tumore la cui vicenda ha commosso la Francia. I colleghi del padre di Mathis, dopo l’ennesima ricaduta del bimbo, hanno rinunciato alle proprie ferie in favore dell’amico, consentendogli di rimanere accanto al figlioletto fino all’ultimo giorno di vita, senza perdere nemmeno un giorno di lavoro. Prendendo spunto da questa vicenda, la Francia ha varato la legge che consente ai lavoratori di regalare i propri giorni di ferie o di permesso ai colleghi che ne hanno bisogno.

Esiste un caso analogo anche in Italia, pur in assenza di una legge ad hoc.
La signora Rossella Cionini lavora per la Ctt, azienda del servizio pubblico toscano. Dopo aver subito alcuni interventi chirurgici e fatto le relative terapie, aveva esaurito i giorni a disposizione e avrebbe rischiato di perdere il lavoro per poter continuare a curarsi. I colleghi hanno, quindi, chiesto all’azienda di poter donare le loro ferie a Rossella. L’azienda ha permesso ai dipendenti, che ne avevano fatto richiesta, di rinunciare ad un giorno delle proprie ferie in favore della Cionini, che si è vista così recapitare un bonus di 250 giorni – non tutti utilizzati – con il quale ha potuto continuare le sue cure.

«Per me sono stati degli angeli custodi – ha raccontato Rossella Cionini parlando dei suoi colleghi -, sapevo che si stavano muovendo ma quando ho ricevuto la telefonata di un collega che mi informava del gesto ho cominciato a piangere».

«È uno strumento che abbiamo utilizzato – conferma Riccardo Gennari della Cisl -, si tratta delle festività soppresse che il lavoratore può anche farsi pagare».

Ora questo gesto di solidarietà potrebbe diventare legge. Speriamo che per una buona causa come questa si possano superare le barriere di partito, arrivando ad un sì unanime.

[fonti: ilsalvagente.it e familyidea.it; immagine da Il Mattino]

ALTRE BUONE NOTIZIE

In Danimarca c’è un negozio dove si compra senza pagare di laurin42

LE MIE ALTRE BUONE NOTIZIE

Annunci

11 commenti »

  1. Questa è proprio una bella notizia!
    Quarc

    Mi piace

  2. Elena said,

    Un’ottima idea…vedremo però in Italia cosa succederà

    Mi piace

  3. Alberto said,

    Proposta che parte da ottime intenzioni… ma in Francia il disegno di legge, del 2012, è solo recentemente passato al Senato. Difficoltà : una parte della sinistra è contro (« non devono essere i lavoratori a sostenere l’onere ma l’impresa »). E’ necessaria la discrezione su chi offre le sue ferie (per evitare la distinzione tra colleghi « generosi » e non..). Quale limite di età stabilire per il bambino gravemente malato ? Chi protesta di già perché anche gli anziani dovrebbero essere assistiti fino all’ultimo con questo ausilio. Bisogna comunque stabilire un limite ai giorni che ciascuno puo’ offrire. Infine alcune imprese private hanno di gà inserito questa possibilità nel contratto di lavoro senza aspettare la legge. Forse è qui la soluzione…

    Mi piace

  4. […] “Regalare le ferie a chi ne ha bisogno” di Marisa Moles […]

    Mi piace

  5. laurin42 said,

    E’ un’ ottima notizia che conferma che qualcosa si muove…nostro malgrado a volte!
    Sei super come sempre!
    Un abbraccio
    Love
    L

    Mi piace

  6. spanni said,

    Questa notizia mi piace molto anche se qualche problema potrebbe sollevarlo. Comunque qualunque passo verso la solidarietà è nella direzione giusta 🙂

    Mi piace

  7. ili6 said,

    Ciao Marisa,
    una buona notizia davvero e speriamo venga approvata.
    A scuola la applichiamo da tempo; non c’è il rischio della perdita del posto, ma sicuramente è un concreto aiuto sostituire i colleghi nei giorni e nelle ore libere per risolvere situazioni problematiche. Se poi il collega potrà ricambiare per recuperare quelle ore di eccedenza lavorativa, bene, altrimenti fa nulla.
    Buona nuova settimana,
    Marirò

    Liked by 1 persona

  8. TADS said,

    la solidarietà applicata in ambiti lavorativi è sicuramente una grande conquista sociale e un mattone aggiunto al castello della civiltà. L’intelligenza e l’umanità dei lavoratori e delle lavoratrici ha fatto ciò che avrebbero dovuto fare i sindacati, da anni.

    Mi piace

  9. marisamoles said,

    @ TUTTI

    Scusatemi per il ritardo con cui replico.

    @ quarchedundepegi

    Sì, lo è.
    Un abbraccio.

    @ Elena

    Speriamo che, per una volta che viene proposta una legge giusta, siano tutti d’accordo.

    @ Alberto

    Grazie, come sempre, per il tuo contributo. Concordo con le tue osservazioni. L’obiezione della sinistra (a prescindere dallo schieramento …) mi pare pretestuosa. In fondo non credo che le aziende non diano la possibilità di curarsi e di usufruire dei periodi di malattia. Perché dovrebbero assumersi quest’onere? D’altronde, credo di aver capito che Il contributo dei dipendenti non sia obbligatorio, quindi penso che la “donazione” debba essere spontanea, disinteressata e coperta dall’anonimato.

    @ laurin42

    Grazie, Laura!
    Buona giornata.

    @ Spanni

    Certo, è un primo passo. Poi vedremo se riusciranno a varare una legge che accontenti le diverse parti.

    @ ili6

    Grazie, Marirò, per il tuo contributo.
    E’ vero che a scuola già lo facciamo anche se onestamente non sempre in modo corretto. Mi spiego: se io sono disponibile e disposta a fare un favore a un collega, non mi tiro certo indietro. Ma nel mio liceo quando si chiede una giornata di ferie, la maggior parte delle volte siamo obbligati a trovarci dei sostituti che, però, vogliono anche recuperare le ore fatte in più. A questo punto, non sono nemmeno più ferie …

    Un abbraccio e buona giornata.

    @ TADS

    Concordo con le tue osservazioni. Mi sa che i sindacati facciano più danni che altro …

    Liked by 1 persona

  10. ili6 said,

    Esatto, Marisa, nella scuola non sono ferie regalate, è disponibilità a fare ore in più gratis e difficilmente recuperabili per favorire colleghi con problematiche. Al momento è ancora lasciata alla disponibilità e buon cuore di ognuno, ma presto diverrà obbligo , obbligati alla disponibilità e con pagamento forfettario del fis deciso nella contrattazione rsu.
    L’autonomia delle scuole è bella, ma troppa fa male.

    Mi piace

  11. Diemme said,

    Io spero solo che una legge del genere venga strumentalizzata… tipo il collega bullo che si fa regalare le ferie da un altro debole e mobbizzato… 😦

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Like@Rolling Stone

Mauro Presini

Dottor Lupo Psicologo, Battipaglia Salerno

Consulenza Sostegno Diagnosi

Scaffali da leggere

Consigli di letture, recensioni e frasi tratte dai libri.

Willyco

in alto, senza parere

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof (precaria) di lettere.

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

Nonseinegato

Scuola, matematica... e altro

Non vado a scuola ma all'asilo

Pagina a traffico illimitato, con facoltà di polemica, di insulti...

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

PindaricaMente

C'è una misura in ogni cosa, tutto sta nel capirlo (Pindaro)

Il mestiere di scrivere

LA SCUOLA DI SCRITTURA CREATIVA ONLINE - LABORATORI DIDATTICI E SEMINARI IN TUTTA ITALIA

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

marialetiziablog

salviamolascuolaprimadisubito.com site

Chiara Patruno - Psicologa

Psicologa Dinamica e Clinica presso l’ Universita’ La Sapienza di Roma, Facolta’ Medicina e Psicologia

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

onesiphoros

[...] ἀλλ᾽ ὥσπερ ἄνθρωπος, φαμέν, ἐλεύθερος ὁ αὑτοῦ ἕνεκα καὶ μὴ ἄλλου ὤν, οὕτω καὶ αὐτὴν ὡς μόνην οὖσαν ἐλευθέραν τῶν ἐπιστημῶν: μόνη γὰρ αὕτη αὑτῆς ἕνεκέν ἐστιν. Aristot. Met. 1.982b, 25

Il ragazzo del '46

Settanta: mancano solo 984 anni al 3000.

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

i media-mondo: la mutazione nella connessione

Prove di pensiero di GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

unpodichimica

Non tutto ciò che luccica è oro, ma almeno contiene elettroni liberi G.D. Bernal

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

occhioallapenna

Buongiorno e leggerezza!

penna bianca

appunti di viaggio & scritti di fortuna

Pollicino Era un Grande

Psicologia e dintorni a cura della Dr.ssa Marzia Cikada (Torino e Torre Pellice)

la fine soltanto

un blog e un libro di emiliano dominici (per ingrandire la pagina premi ctrl +)

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

LE LUNE DI SIBILLA

"Due strade trovai nel bosco, io scelsi la meno battuta, per questo sono diverso"(R.Frost)

Il Blog di Raffaele Cozzolino

Pensieri, riflessioni, tecnologia, informatica

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Into The Wild

Happiness is real only when shared

roceresale

faccio buchi nel ghiaccio

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

A dieta...

...ma con una forte passione per il cibo e le rotondità!

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

Ma che Bontà

Le ricette di Cle

Ecce Clelia

Storie e pensieri di una mente non proprio sana, messi in una bottiglia e lasciati andare verso ignoti ed ignari lettori, naufragati su questo sito.

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

espress451

"In ogni cosa c'è un'incrinatura. Lì entra la luce" - Leonard Cohen

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: