22 agosto 2014

LA BUONA NOTIZIA DEL VENERDÌ: IL CAMPEGGIO IN CITTA’ PER CONOSCERSI MEGLIO

Posted in attualità, La buona notizia del venerdì, società, talenti, vacanze tagged , , , , , , , , , , , a 5:52 pm di marisamoles

campeggio in città
Passare le vacanze in città non è più da “sfigati” come una volta. Ormai, come ho scritto QUI, le città non si svuotano nemmeno a Ferragosto. Però rimanere dentro le quattro mura domestiche, sempre le stesse, per 12 mesi all’anno è davvero triste. Perché allora non provare una vacanza diversa, pur rimanendo in città e senza spendere molto?

La notizia proviene da Amsterdam dove, in tre parchi cittadini, l’Oosterpark, il Rembrandtpark e il Noorderpark, è stato allestito un campeggio per vacanzieri con tanta voglia di fare nuove conoscenze, cosa non sempre facile in una grande città dove i contatti umani sono sempre sfuggenti.

L’iniziativa è già collaudata e si è ripetuta nel periodo di Ferragosto. «De Buurtcamping – In camping con i vicini» è nata dall’idea di Roderik Schaepman, olandese residente nella capitale ma nato e cresciuto in Drente, la regione più verde e tranquilla dell’Olanda.

«Volevo che anche in una grande città ci fosse quell’atmosfera cordiale e accogliente, come nel paesino di 400 abitanti in cui sono nato – racconta Schaepman -. E poi in un camping è molto facile entrare in contatto. Il nostro motto è Power to the crowd, se metti insieme tante persone con tutti i loro talenti vengono fuori delle cose bellissime: nuovi rapporti di lavoro, relazioni romantiche, iniziative sociali. Poi fra i nostri ospiti abbiamo accolto anche alcuni senza tetto, che al camping si sono sentiti accettati come tutti gli altri. Se ci si mette insieme si possono raggiungere obiettivi insperati e migliorare veramente il mondo. L’idea del nostro camping può funzionare in ogni parco del pianeta».

La quota per partecipare era davvero esigua: 20 euro a persona per tutti i tre giorni, più 20 euro per la tenda. Nei tre parchi si sono ritrovate più di 700 persone, di cui un terzo rappresentato da quelli che hanno un sussidio per vivere o comunque un reddito annuo lordo al massimo di 21.000 euro, coloro che quindi non possono permettersi di andare in vacanza. Un altro terzo costituito dai volontari, che organizzano le più svariate attività durante il soggiorno e fanno sì che il campeggio funzioni e il restante terzo è rappresentato da persone comuni che vivono nel quartiere.

Un’esperienza che non è servita soltanto a familiarizzare tra vicini ma anche a divertirsi. Molte sono state, infatti, le attività proposte: lezioni di yoga, trattamenti di shiatsu e fisioterapia, lettura dei tarocchi, corsi per fare il pane o i cup-cakes, per la corsa di fondo o per imparare a dipingere. I genitori hanno potuto persino prenotare una ninna-nanna che veniva cantata davanti alla tenda per far addormentare i bambini.

A me sembra davvero una bella idea e non solo per chi non si può permettere una vacanza fuori porta. Anzi, potrebbe essere un’occasione per imparare cose nuove, per dare una mano a chi ha bisogno e per mettere al servizio della collettività il proprio talento.

E voi che ne dite? Sarebbe possibile organizzare una cosa del genere nelle nostre grandi (ma anche in quelle più piccole) città?

QUI potete vedere il VIDEO girato lo scorso anno.

[fonte: Corriere.it; immagine da questo sito]

ALTRE BUONE NOTIZIE

Il bus del tè, per coltivare relazioni di laurin42

“Music for peace”, la carovana umanitaria parte per Gaza (Buonenotizie di Corriere – @Corriereit)

LE MIE ALTRE BUONE NOTIZIE

Annunci

10 commenti »

  1. […] ” il campeggio in città per conoscersi meglio” di Marisa Moles […]

    Mi piace

  2. Se Roma avesse un parco pulito e meno vandalismo, forse sì!

    Liked by 1 persona

  3. Raffaele said,

    A Cuneo c’è un campeggio, ma è riservato esclusivamente ai cuneesi. Ne avevo parlato anni fa, quando ancora scrivevo sul blog http://www.raffaelecozzolino.it/campeggio-che-passione/
    I miei vicini di pianerottolo, hanno chiuso casa due mesi fa e si sono trasferiti nella roulotte del campeggio, ad un chilometro da casa. A me pare una cosa buffa, ma de gustibus….
    Ciao, un abbraccio

    Mi piace

  4. Monique said,

    Romantico e divertente, ma in tutta sincerità non credo che da noi funzionerebbe.

    Mi piace

  5. Diemme said,

    Decisamente una bella idea, se lo organizzassero anche qui un pensierino ce lo farei (anche se non sono propriamente una campeggiatrice… 😉 ).

    Mi piace

  6. marisamoles said,

    @ Scrutatrice

    Credo, comunque, che ci sarebbe un servizio d’ordine, ovviamente fatto da volontari.

    @ Raffaele

    Avevo letto il post e anche commentato. Certo, campeggiare per tutta l’estate a due passi da casa per me è una cosa assurda. Ma un’esperienza di qualche giorno mi piacerebbe. Qui abbiamo un parco enorme che si presterebbe all’uopo. Lo proporrò al sindaco. 😉
    Perché non scrivi più?

    Un abbraccio e buon mare … sempre che il tempo lo permetta.

    @ Monique

    Come ho detto a Raffaele, per qualche giorno potrebbe essere una bella esperienza.

    @ Diemme

    Anch’io non sono una campeggiatrice, mi piacciono le comodità, ma un “sacrificio” per qualche giorno lo farei. Conosco gente che va per campeggi e ha stretto molte amicizie in ogni parte d’Europa, proprio perché lo spirito è diverso rispetto a una normale vacanza in hotel.

    Mi piace

  7. Raffaele said,

    @Marisa
    Ho smesso per stanchezza, poi sono subentrati altri problemi, ora scrivo brevi post di max 20 righe su FB rivolti ad una ristretta cerchia di “amicizie”. Ma il Blog un pò mi manca, non è detto che prima o poi ritorni… Vedo però con piacere che le amiche di Blog non mi hanno dimenticato… 🙂
    ciao, un abbraccio

    Mi piace

  8. marisamoles said,

    @ Raffaele

    Come sai non ho l’account su Fb altrimenti mi piacerebbe far parte della ristretta cerchia. 😉
    Il blog a volte è faticoso, lo ammetto. Non sempre ho voglia di scrivere. Se non lo faccio mi sento in colpa, se invece mi costringo a scrivere mi detesto. Poi dipende dai periodi, l’ultimo anno è stato decisamente pesante e ne ha risentito il blog ma non solo.
    Dimenticarti? Stai scherzando? 🙂

    Mi piace

  9. Da camperista.. mi piace! Perché non è vero che la vita en plein air sia necessariamente scomoda, è solo più essenziale… e forse più vera!
    Un abbraccio!
    Tatiana

    Mi piace

  10. marisamoles said,

    @ cucinaincontroluce

    Io non ho esperienza di campeggio ma molte volte sono andata a trovare i miei cognati che, quando avevano i figli piccoli, si stabilivano in un campeggio durante l’estate o al mare o in montagna, preferibilmente in Austria. Proprio in occasione di queste visite mi sono resa conto di quanto sia più facile stringere delle amicizie o semplicemente fare delle belle conoscenze in un camping piuttosto che in un albergo. Poi è anche vero che dipende molto dal carattere delle persone e io non sono poi così tanto socievole, ho sempre l’impressione che la gente mi “sopporti” invece di godere della mia compagnia. 😦 Ecco, forse un’esperienza così mi farebbe bene.
    Quand’ero piccola andavo tutte le domeniche con i miei al campeggio Mare Pineta di Sistiana dove degli zii avevano la roulotte stanziale. Mi divertivo ma onestamente non capivo che significato avesse trasferirsi per tutta l’estate a pochi chilometri da casa. Certo era comodo perché mio zio, che non aveva tre mesi di ferie, poteva andare al lavoro e tornare al campeggio quotidianamente.
    La vita è più essenziale, questo è vero. Forse avremmo bisogno di avere meno ma di godercelo fino in fondo. 🙂

    Ciao, Tatiana. Un abbraccio

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Like @ Rolling Stone

Immagini, parole e pietre lanciate da Mauro Presini

Dottor Lupo Psicologo, Battipaglia Salerno

Consulenza Sostegno Diagnosi

Scaffali da leggere

Consigli di letture, recensioni e frasi tratte dai libri.

Willyco

in alto, senza parere

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof (precaria) di lettere.

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

Nonseinegato

Scuola, matematica... e altro

benvenut* su alerino.blog

pagina a traffico illimitato, con facoltà di polemica, di critica, di autocritica, di insulti...

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

PindaricaMente

C'è una misura in ogni cosa, tutto sta nel capirlo (Pindaro)

Il mestiere di scrivere

LA SCUOLA DI SCRITTURA CREATIVA ONLINE - LABORATORI DIDATTICI E SEMINARI IN TUTTA ITALIA

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

marialetiziablog

salviamolascuolaprimadisubito.com site

Chiara Patruno - Psicologa

Psicologa Dinamica e Clinica presso l’ Universita’ La Sapienza di Roma, Facolta’ Medicina e Psicologia

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

onesiphoros

[...] ἀλλ᾽ ὥσπερ ἄνθρωπος, φαμέν, ἐλεύθερος ὁ αὑτοῦ ἕνεκα καὶ μὴ ἄλλου ὤν, οὕτω καὶ αὐτὴν ὡς μόνην οὖσαν ἐλευθέραν τῶν ἐπιστημῶν: μόνη γὰρ αὕτη αὑτῆς ἕνεκέν ἐστιν. Aristot. Met. 1.982b, 25

Il ragazzo del '46

Settanta: mancano solo 984 anni al 3000.

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

i media-mondo: la mutazione nella connessione

Prove di pensiero di GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

unpodichimica

Non tutto ciò che luccica è oro, ma almeno contiene elettroni liberi G.D. Bernal

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

occhioallapenna

Buongiorno e leggerezza!

penna bianca

appunti di viaggio & scritti di fortuna

Pollicino Era un Grande

Psicologia e dintorni a cura della Dr.ssa Marzia Cikada (Torino e Torre Pellice)

la fine soltanto

un blog e un libro di emiliano dominici (per ingrandire la pagina premi ctrl +)

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

LE LUNE DI SIBILLA

"Due strade trovai nel bosco, io scelsi la meno battuta, per questo sono diverso"(R.Frost)

Il mondo di Ifigenia

Svegliati ogni mattina con un sogno da realizzare!

Il Blog di Raffaele Cozzolino

Pensieri, riflessioni, tecnologia, informatica

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Into The Wild

Happiness is real only when shared

roceresale

faccio buchi nel ghiaccio

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

A dieta...

...ma con una forte passione per il cibo e le rotondità!

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

Ma che Bontà

Le ricette di Cle

Ecce Clelia

Storie e pensieri di una mente non proprio sana, messi in una bottiglia e lasciati andare verso ignoti ed ignari lettori, naufragati su questo sito.

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: