15 luglio 2014

QUELLA SAGGIA DELLA MIA ERBORISTA

Posted in affari miei, amicizia, donne tagged , , , , , , , a 4:52 pm di marisamoles

amiche invidioseOggi parlavo con la mia erborista di fiducia (che è un po’ anche psicologa) della conclusione dell’anno scolastico (da lunedì sono ufficialmente in ferie!), non troppo felice, ahimè.
Le raccontavo delle incomprensioni con una mia collega (ne avevo parlato QUI) e dicevo che ‘sta cosa mi rode perché non riesco a capire perché abbia preso di mira proprio me che le ho sempre dimostrato la mia amicizia.

Lei, con aria serafica (com’è sua abitudine), ha detto: “Lei è una bella donna, in più è stimata e amata dai suoi studenti. Non sono cose da poco, possono suscitare invidia e l’invidia, si sa, è una brutta bestia”.

Le sue parole mi hanno fatto riflettere molto. Sulla strada verso casa ho ripensato alle mie amicizie, alcune delle quali finite per delle semplici incomprensioni. Poi l’orgoglio ci ha messo lo zampino e ha fatto calare definitivamente il sipario, come una bella commedia che non può durare in eterno.

Ho ripensato alle mie amiche e ho capito che, effettivamente, dovevano avere il complesso d’inferiorità. Certamente non incoraggiato da me che non mi sono mai vista bella, nemmeno quando lo ero davvero (almeno, guardando le vecchie fotografie me ne sono resa conto). Se erano single, come si dice ora, uscivano con me solo se eravamo da sole. Quando c’era qualche maschio nei paraggi, sembrava che me li mangiassi tutti io e che non lasciassi per loro nemmeno un pezzetto. Oggi sorrido perché non ho mai pensato di poter attirare così tanto l’attenzione dell’altro sesso.

Una mia amica ha rotto con me quando si è messa assieme a un mio ex. Ci sono voluti anni perché ricominciassimo a parlare e io non le ho mai rinfacciato nulla, a dire il vero che lei stesse con un mio ex non me ne importava nulla, altrimenti non sarebbe stato ex. O no?

Un’altra amica ha iniziato a staccarsi da me quando ha trovato il moroso. Per anni ho pensato che fosse troppo impegnata con lui per avere il tempo di uscire con me. Ora mi viene il dubbio che avesse paura che mi mangiassi anche lui … che nemmeno mi piaceva, tra parentesi.

Passati gli anni, le rotture con le amiche sono state causate da altri motivi, più o meno giustificabili, non certo perché temessero che uscire con me sarebbe stato un potenziale rischio per il loro matrimonio. D’altronde io sono sposata da quasi 29 anni, sicché…

Effettivamente, fra amiche l’invidia o la gelosia possono essere dei motivi plausibili di rottura e, ora che ci penso, le uniche amicizie che ho mantenuto per più tempo sono quelle che mi legano all’altro sesso. Anche se, non lo posso negare, avere amici maschi in gioventù ha comportato altri rischi, ovvero che alla fine non si accontentassero della sola amicizia. Vabbè, sono cose che capitano.

Attualmente ho poche amiche a cui tengo veramente e che ritengo sincere e disinteressate. Ma le parole dell’erborista, tornando a casa, mi hanno fatto riflettere.
Una, ad esempio, non si fa vedere in giro con me se non è appena uscita dal parrucchiere. Non l’ho capito subito, eh, io sono un po’ tonta. Ho sempre pensato che, abitando fuori città, le sole volte in cui è disponibile a bere un caffè in centro sono quelle in cui esce dal parrucchiere perché si trova già in centro. Forse, però, seguendo il ragionamento dell’erborista, può essere che non voglia sfigurare visto che io sono una che non va nemmeno a fare la spesa se non è truccata o se ha un capello fuori posto.

Un’altra amica ha, dopo lunga ricerca, trovato l’uomo della sua vita. Me l’ha fatto conoscere la scorsa settimana, abbiamo bevuto un caffè assieme e ho avuto l’impressione che, mentre lei sembrava sprizzare amore da tutti i pori, lui fosse più interessato alla mia scollatura che ai mie discorsi e non se la filasse per nulla. Ça va sans dire, non l’ho più vista né sentita da quel dì. Avrò perso un’altra amica?

Eppure io, pur ammettendo di non avere mai avuto amiche degne della fascia di Miss Italia (del resto nemmeno io son degna!), ho sempre trascurato l’aspetto fisico prediligendo quello che una persona ha da dire e come lo dice. E poi, trattandosi di amiche, per me la cosa più importante è che la persona sia sincera e fedele.

Un mio ex aveva una ragazza davvero bellissima. Avevamo riallacciato i rapporti, di amicizia naturalmente, da poco e io andavo in giro a dire a tutti “sapessi quanto è bella F. sapessi quanto stanno bene assieme, entrambi biondi con gli occhi azzurri, splendidi!”. Ecco, io nelle amicizie non ho mai provato né il senso di superiorità né quello di inferiorità. Ho sempre dato il giusto peso alle doti di ognuno, fisiche o intellettuali che fossero. L’invidia? Non so che cosa sia, non riesco a provarla. Tutt’al più provo ammirazione, il che è diverso.

Insomma, che abbia un po’ ragione la mia saggia erborista?
Ritengo che prendere di mira qualcuno solo per invidia sia una cosa assurda oltreché sciocca. Ma mi rendo conto che effettivamente si tratta di un sentimento che non si può governare, una volta che ce l’hai.

P.S. Approfitto per avvertire tutti quelli che leggono che per alcuni giorni, a partire da domani, non sarò connessa. A presto! emoticon baci

[immagine da questo sito]

Annunci

14 commenti »

  1. Diemme said,

    Purtroppo l’invidia esiste, e le persone che la subiscono pagano un conto che può sembrare salato. In realtà l’invidia opera una selezione naturale, prova provata, te l’assicuro! Ti ritroverai accanto persone che non hanno complessi d’inferiorità, che apprezzano le tue doti anziché desiderare che tu scompaia inghiottita nel nulla, persone che guardano oltre, che sono di più, più serene, più rilassate, più in gamba!

    Mi piace

  2. marisamoles said,

    @ Diemme

    Io tutta ‘sta fiducia non ce l’ho, però. 😦

    Mi piace

  3. laurin42 said,

    Questo Premio dovrà essere assegnato a coloro che si distinguono per la sincerità e la coerenza, a coloro che non si nascondono dietro una maschera di perbenismo, a coloro che ti dicono quello che pensano senza fingere amicizia o sentimenti di stima che in realtà non provano. 
    Premio Sincerità e Coerenza!
    Per te ! Love L

    Liked by 1 persona

  4. Rebecca Antolini said,

    sai cosa ti dico anche io ho poche ma sincere amiche esattamente 3 con cui mi posso fidare quasi 100 x 100…

    cara abbi un bel tempo di ferie…ti abbraccio Pif

    Mi piace

  5. frz40 said,

    Eva contro Eva… Nulla di nuovo sotto il sole.

    Mi piace

  6. Trutzy said,

    Beata te che sei così sexy! Io ho molte amiche che mi vogliono bene e mi aiutano nel momento del bisogno ,….. significa che faccio schifo?

    Liked by 1 persona

  7. Valentina said,

    L’invidia esiste eccome!
    Sai, proprio ieri pensavo a quanto non mi siano mai piaciute troppo le amicizie tra donne. Ho sempre avuto una certa difficoltà, a parte un’unica eccezione (la mia migliore amica la conosco da vent’anni), ad entrare in confidenza con altre ragazze. C’è sempre competizione, e non trovo mai confronto.

    Mi piace

  8. 'povna said,

    Ma… vista così non è un po’ troppo contro-storia?! Spero di non avere mai, nei confronti dei miei rapporti relazionali, tutti questi retro-pensieri, altrimenti, che fatica! Anche perché le persone raramente, specie nella vita quotidiana, sono guidate, almeno nella mia esperienza, da Una Sola Grande Motivazione (che, per di più, dovrebbe riguardare proprio noi).

    Mi piace

  9. marisamoles said,

    @ lauirn42

    Grazie, Laura, per il premio graditissimo! Da questo post traspare, credo, la sincerità. Sulla coerenza, ogni tanto nutro dei dubbi ma ce la metto tutta. 😉

    Un abbraccio.

    @ Rebecca Antolini

    Grazie, cara Rebecca. Auguro una buona estate anche a te.

    @ frz

    Be’, ma non è sempre colpa mia. 😉

    @ Trutzy

    ahahaha mi hai fatto proprio ridere! Tu sei bellissima e hai delle buone amiche. Io non sono stata tanto fortunata nelle amicizie. L’unica amica che davvero mi leggeva dentro, non ha mai provato invidie né gelosie e non ha mia indossato maschere purtroppo non c’è più. Nel cuore, sempre.

    Un abbraccio e buona estate.

    @ Valentina

    Mi consoli e, una volta ancora, abbiamo qualcosa in comune. 🙂

    @ ‘povna

    Vabbè, ma io ho voluto anche un po’ scherzare! Non nego che quei pensieri mi siano venuti in mente, ma non credo che esista, effettivamente, una sola grande motivazione per la fine di un’amicizia. E certamente non do per scontato che la rottura sia sempre da attribuire agli altri. In più, le incomprensioni con la collega da cui ha avuto inizio questa riflessione, mi hanno insegnato ciò di cui ero già convinta: mai pensare che sul luogo di lavoro si possano coltivare amicizie sincere e disinteressate. In questo caso, però, devo ammettere che io non alcuna responsabilità.

    Buone vacanze!

    Mi piace

  10. 'povna said,

    Beh, non a caso il proverbio dice che se il lavoro è invenzione di dio, il collega è invenzione del demonio… 😉
    Io sarò a scuola, pur non tutti i giorni, fino al 13 agosto circa, causa commissione tosta. Nel mezzo però vacanzeggio volentieri! Buone vacanze a te.

    Mi piace

  11. maryonn said,

    Ammetto di essere un po’ orsa, soprattutto perché mi stufo facilmente delle amicizie. Per questo non ne ho molte. Per cui non mi sono mai chiesta se le mie amiche fossero invidiose di me, anche se ho messo nel conto la possibilità.
    Però ho subito per anni l’invidia di mia cugina, che ad un certo punto ho smesso di frequentare.
    L’invidia esiste per il semplice motivo che ognuno di noi ha qualcosa che l’altro non ha: la bellezza, la gioventù, la saggezza, qualche capacità.
    Devo dire di aver provato vera invidia una sola volta nella mia vita, quando ho saputo che una mia ex collega era incinta della seconda figlia. Io e mio marito avevamo deciso di rimanere solo con una, quella volta ho capito che invece desideravo un altro figlio. Era come se non ne potessi avere ancora, e non era vero. Era come un ordine che avevo dato a me stessa, per cui quell’invidia mi fece capire che dovevo cambiare qualcosa nella mia vita. Infatti qualche tempo dopo “per sbaglio” rimasi incinta della mia seconda, che ho sempre considerato il mio regalo speciale.
    Considero quindi l’invidia positiva se usata bene, negativa se serve solo a star male.

    Mi piace

  12. Trutzy said,

    Ciao, ti ho conferito un premio

    Mi piace

  13. Marco said,

    Marisa la femme fatale!!!! 😀

    Mi piace

  14. marisamoles said,

    @ maryonn

    Grazie mille per questa bella testimonianza. Quando hai parlato della gravidanza della tua a amica, a me è venuta in mente la mia più grande amica (cui ho accennato nella replica a Trutzy). Lei e il marito avevano deciso di non avere figli. Lui aveva 18 anni più di lei e a quei tempi non era così di gran moda fare figli tardi. Quando io ho partorito il mio primogenito lei mi annunciò la sua gravidanza e infatti la sua bellissima figlia è nata sei mesi dopo. Nonostante la grande confidenza che c’era tra noi non ho mai chiesto come mai avessero cambiato idea. Ho intuito comunque che la gravidanza non fosse proprio pianificata da entrambi … non credo che lei avesse provato invidia nel venire a conoscenza dell’arrivo del mio primogenito (del resto, non puoi provare invidia nei confronti di ciò che non desideri), forse le ho fatto inconsciamente coraggio e lei, com’era solita fare in tutte le circostanze, si è buttata. 🙂

    @ Trutzy

    Grazie! Sei molto carina e gentile a pensare a me. 😉

    @ Marco

    Mah, io femme fatale non mi sono mai sentita, anzi. Tuttora sono abbastanza timida e in certe circostanze vorrei potermi nascondere, essere invisibile. Quand’ero ragazza, poi, ero timidissima e piena di complessi, primo fra tutti proprio quello di non piacere agli altri. Ora me ne rendo davvero conto ma allora non mi chiedevo come mai fossi così … complicata.

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Like @ Rolling Stone

parole, pensieri e pietre di Mauro Presini

Dottor Lupo Psicologo, Battipaglia Salerno

Consulenza Sostegno Diagnosi

Scaffali da leggere

Consigli di letture, recensioni e frasi tratte dai libri.

Willyco

in alto, senza parere

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof (precaria) di lettere.

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

Nonseinegato

Scuola, matematica... e altro

Non vado a scuola ma all'asilo

Pagina a traffico illimitato, con facoltà di polemica, di insulti...

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

PindaricaMente

C'è una misura in ogni cosa, tutto sta nel capirlo (Pindaro)

Il mestiere di scrivere

LA SCUOLA DI SCRITTURA CREATIVA ONLINE - LABORATORI DIDATTICI E SEMINARI IN TUTTA ITALIA

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

marialetiziablog

salviamolascuolaprimadisubito.com site

Chiara Patruno - Psicologa

Psicologa Dinamica e Clinica presso l’ Universita’ La Sapienza di Roma, Facolta’ Medicina e Psicologia

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

onesiphoros

[...] ἀλλ᾽ ὥσπερ ἄνθρωπος, φαμέν, ἐλεύθερος ὁ αὑτοῦ ἕνεκα καὶ μὴ ἄλλου ὤν, οὕτω καὶ αὐτὴν ὡς μόνην οὖσαν ἐλευθέραν τῶν ἐπιστημῶν: μόνη γὰρ αὕτη αὑτῆς ἕνεκέν ἐστιν. Aristot. Met. 1.982b, 25

Il ragazzo del '46

Settanta: mancano solo 984 anni al 3000.

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

i media-mondo: la mutazione nella connessione

Prove di pensiero di GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

unpodichimica

Non tutto ciò che luccica è oro, ma almeno contiene elettroni liberi G.D. Bernal

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

occhioallapenna

Buongiorno e leggerezza!

penna bianca

appunti di viaggio & scritti di fortuna

Pollicino Era un Grande

Psicologia e dintorni a cura della Dr.ssa Marzia Cikada (Torino e Torre Pellice)

la fine soltanto

un blog e un libro di emiliano dominici (per ingrandire la pagina premi ctrl +)

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

LE LUNE DI SIBILLA

"Due strade trovai nel bosco, io scelsi la meno battuta, per questo sono diverso"(R.Frost)

Il Blog di Raffaele Cozzolino

Pensieri, riflessioni, tecnologia, informatica

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Into The Wild

Happiness is real only when shared

roceresale

faccio buchi nel ghiaccio

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

A dieta...

...ma con una forte passione per il cibo e le rotondità!

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

Ma che Bontà

Le ricette di Cle

Ecce Clelia

Storie e pensieri di una mente non proprio sana, messi in una bottiglia e lasciati andare verso ignoti ed ignari lettori, naufragati su questo sito.

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

espress451

"In ogni cosa c'è un'incrinatura. Lì entra la luce" - Leonard Cohen

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: