25 giugno 2014

Perché sono felice che l’Italia abbia perso

Posted in sport tagged , , , , , , , a 2:09 pm di marisamoles

Un post che avrei voluto scrivere io … a parte l’uso dell’aggettivo “italiota” che sinceramente detesto.

D I S . A M B . I G U A N D O

Sconfitta dell'Italia 2014

Ebbene sì, quando ieri la squadra italiana ha incassato il goal della sconfitta, ho tirato un respirone di sollievo. Fiuuu. E perché mai? Perché sono una snob? Perché sono donna? Ma va là.

View original post 299 altre parole

Annunci

7 commenti »

  1. Monique said,

    Io, invece, l’ho trovato terribile, intriso di un’aggressività gratuita e non giustificata. E lo dico da persona cui non piace il calcio e non lo segue. Certo che nel calcio a questi livelli ci sono aspetti poco puliti, ma mi sembra che ci sia ben altro per cui indignarsi con questa foga e che, invece, passa sotto silenzio o diventa qualcosa cui ci si abitua. Inoltre, credo si possa guardare la cosa anche da un altro punto di vista e, senza scomodare la politica o l’economia, accorgersi che, tutto sommato, si può sorridere e intenerirsi del trovarsi uniti a gioire innocentemente per una vittoria della propria nazionale.

    Liked by 1 persona

  2. Sarà così strano che sono felice anch’io? 😉

    Mi piace

  3. marisamoles said,

    @ Monique

    L’articolo della dott.ssa Cosenza è chiaramente provocatorio. Non trovo il tono particolarmente aggressivo, certo il suo piglio è deciso ma trasmette un pensiero abbastanza comune. Ti faccio un esempio: ieri sera ai tg si è parlato per mezzora della sconfitta della nazionale (e per fortuna ha perso …), anticipando notizie ben più serie come l’ennesimo bambino ucciso sulle strisce da un pirata della strada e l’aggravarsi delle condizioni di Ciro Esposito che infatti è morto stamattina.
    Onestamente quando penso che il mio lavoro viene messo in discussione perché non viene valutato in alcun modo e che il mio stipendio, pur misero, non mi viene assegnato in base ai meriti certificati, e poi vedo dei calciatori sbruffoni profumatamente pagati fare quella figura in campo, allora permettimi di incazzarmi un po’.
    Come dice la Cosenza, la nazionale di calcio è lo specchio dell’Italia, incapace di farsi valere, di dimostrare le potenzialità, un’Italia di pochi ricconi che guarda con sufficienza la stragrande maggioranza di persone che tirano a campare. Un’Italia che scarica la colpa su altri (l’arbitraggio, il morso …) pur di non ammettere le proprie responsabilità. Questo quadro non è forse quello dei politici che legiferano e ci governano?

    @ Scrutatrice

    A me non sembra … Grazie per la solidarietà. 😉

    Mi piace

  4. Monique said,

    Arrabbiarsi è lecito, dare la colpa a Balotelli & co. che non si è pagati abbastanza o che non c’è lavoro mi sembra fuori luogo. Il calcio diventa lo specchio dell’Italia nel momento in cui lo si investe di responsabilità che non gli competono, lo si prende a modello del governo e dei problemi del paese quando non ne ha le pretese. Forse bisognerebbe imparare a tenere le cose separate e dare a Cesare quel che è di Cesare. E, magari, provare a rilassarsi e, da tifosi, vedere le cose per quello che sono e godersi una semplice partita. In fondo, preferisco sapere che milioni di italiani sono riuniti per la partita, che non riuniti a fumare uno spinello o riuniti per andare a prostitute.
    E, da ultimo, mi chiedo (e me lo chiedo da persona che, ribadisco, non conosce e non segue il calcio) se le società sportive di altri paesi sono poi questo cristallino esempio di onestà e mi chiedo se le loro splendenti nazionali siano allora lo specchio di un governo che funzioni…perchè se penso alla qualità di vita in Brasile, in Colombia, in Uruguay…

    Mi piace

  5. frz40 said,

    @Marisa e@ Monique
    Non condivido quasi nulla di quel post. Non lo commento perché non è tuo e dovrei ripeterne il contenuto. Lo trovo pieno di luoghi comuni che non possono avere un valore nemmeno come temi provocatori.
    In ogni caso non vedo di che essere “felice”.
    Condivido al 100% il commento di Monique e non la tua risposta. IN particolare il discorso dei “profumatamente pagati” e “dello specchio dell’Italia”

    Mi piace

  6. maryonn said,

    Non ho seguito la partita e quando ho visto che l’Italia aveva perso ho sorriso. Quel post l’avrei scritto io ma con molta più spocchia, anche se non lo sono di carattere ( a parte qualche volta quando sono indignata). Perché detesto il calcio, detesto vedere dei ragazzetti correre dietro una palla e venir pagati profumatamente, detesto che il mondo vada in questo modo.

    Liked by 1 persona

  7. marisamoles said,

    @ Monique

    Io non ho dato la colpa a Ballotelli e co se siamo pagati poco, ho semplicemente detto che mentre il nostro lavoro è sempre messo in discussione, quello dei calciatori mai perché se le cose vanno male è sempre colpa degli altri.
    Non confondere il tifo con il calcio giocato. Io non sono tifosa anche se seguo la nazionale ai mondiali e agli europei, ma ritengo che lo sport in generale sia un potente strumento di aggregazione, anche se non sono poi così convinta che seguire o praticare uno sport allontani dalle cattive abitudini. Quel giovane che qualche settimana fa ha sterminato la sua famiglia era un pallavolista … drogato.
    Non conosco le altre realtà ma mi sembra illogico che le squadre italiane reclutino tanti stranieri (strapagati ugualmente) per poi ritrovarci con delle mezze cartucce italiane in queste occasioni.

    @ frz

    Se l’avessi scritto io probabilmente non avrei usato l’aggettivo “felice”, piuttosto avrei scritto “non mi dispiace”. Per il resto, abbiamo già avuto modo di discutere sull’argomento e non mi stupisco che tu non sia d’accordo con me.

    @ maryonn

    So che il tuo commento non piacerà a frz ma a me piace moltissimo! 🙂

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Like @ Rolling Stone

Immagini, parole e pietre lanciate da Mauro Presini

Dottor Lupo Psicologo, Battipaglia Salerno

Consulenza Sostegno Diagnosi

Scaffali da leggere

Consigli di letture, recensioni e frasi tratte dai libri.

Willyco

in alto, senza parere

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof (precaria) di lettere.

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

Nonseinegato

Scuola, matematica... e altro

benvenut* su alerino.blog

pagina a traffico illimitato, con facoltà di polemica, di critica, di autocritica, di insulti...

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

PindaricaMente

C'è una misura in ogni cosa, tutto sta nel capirlo (Pindaro)

Il mestiere di scrivere

LA SCUOLA DI SCRITTURA CREATIVA ONLINE - LABORATORI DIDATTICI E SEMINARI IN TUTTA ITALIA

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

marialetiziablog

salviamolascuolaprimadisubito.com site

Chiara Patruno - Psicologa

Psicologa Dinamica e Clinica presso l’ Universita’ La Sapienza di Roma, Facolta’ Medicina e Psicologia

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

onesiphoros

[...] ἀλλ᾽ ὥσπερ ἄνθρωπος, φαμέν, ἐλεύθερος ὁ αὑτοῦ ἕνεκα καὶ μὴ ἄλλου ὤν, οὕτω καὶ αὐτὴν ὡς μόνην οὖσαν ἐλευθέραν τῶν ἐπιστημῶν: μόνη γὰρ αὕτη αὑτῆς ἕνεκέν ἐστιν. Aristot. Met. 1.982b, 25

Il ragazzo del '46

Settanta: mancano solo 984 anni al 3000.

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

i media-mondo: la mutazione nella connessione

Prove di pensiero di GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

unpodichimica

Non tutto ciò che luccica è oro, ma almeno contiene elettroni liberi G.D. Bernal

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

occhioallapenna

Buongiorno e leggerezza!

penna bianca

appunti di viaggio & scritti di fortuna

Pollicino Era un Grande

Psicologia e dintorni a cura della Dr.ssa Marzia Cikada (Torino e Torre Pellice)

la fine soltanto

un blog e un libro di emiliano dominici (per ingrandire la pagina premi ctrl +)

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

LE LUNE DI SIBILLA

"Due strade trovai nel bosco, io scelsi la meno battuta, per questo sono diverso"(R.Frost)

Il mondo di Ifigenia

Svegliati ogni mattina con un sogno da realizzare!

Il Blog di Raffaele Cozzolino

Pensieri, riflessioni, tecnologia, informatica

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Into The Wild

Happiness is real only when shared

roceresale

faccio buchi nel ghiaccio

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

A dieta...

...ma con una forte passione per il cibo e le rotondità!

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

Ma che Bontà

Le ricette di Cle

Ecce Clelia

Storie e pensieri di una mente non proprio sana, messi in una bottiglia e lasciati andare verso ignoti ed ignari lettori, naufragati su questo sito.

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: