CASO SCOTTI: RISO AMARO

renzi scotti
Il dott. Scotti, non quello del riso ma quello della tv (che poi, parlando di spot, sono la stessa cosa), ha inoltrato un’insolita richiesta al presidente del Consiglio Matteo Renzi: toglimi il vitalizio. Semplice apparentemente: uno che è stato parlamentare per 5 anni e che di mestiere fa il conduttore tv, non ha bisogno di quei soldi, non li vuole. Ma rinunciare non si può.

«Troveremo il modo di accontentarlo, – assicura Renzi – ma è il segnale di una persona che si rende conto che anche il piccolo contributo personale è giusto».

Gerry Scotti è una persona onesta e potrebbe costituire un buon esempio per tutti quelli che non hanno bisogno di vitalizi e pensioni d’oro, visto che con il loro patrimonio potrebbero garantire il futuro ad almeno un paio di generazioni.

E’ possibile che non si possa accogliere una richiesta del genere? Per risollevare le sorti economiche dell’Italia basterebbe un gesto così semplice condivisibile da molti: non li voglio questi soldi, riprenditeli.
Lo Stato che è così avaro nel dare e tanto sollecito nel ricevere, dai poveri diavoli che non riescono a pagare le tasse anche perché dello Stato sono creditori, non potrebbe essere altrettanto sollecito nel riprendersi quei soldi che persone oneste e altruiste come Gerry Scotti non vogliono?

Questa storia fa sorridere. E’ un riso amaro, però.

[fonte: Il Corriere; immagine da questo sito]

AGGIORNAMENTO DEL POST, 16 MARZO 2014

Invito chi mi segue e i lettori di passaggio a leggere questo interessante (e spiritoso, come nello stile del critico) contributo di Aldo Grasso per il Corriere.it.

Tra le altre cose spiega che il vitalizio cui ha diritto Gerry Scotti non è al momento percepito dal conduttore televisivo ma lo sarà al compimento del 65° anno di età (ora di anni ne ha 57), come previsto dalla Legge.
Ciò si è venuto a sapere dallo scambio di cinguettii avvenuto tra Scotti e il premier Renzi. A tale proposito, Grasso chiosa:

«Una precisazione dovuta: rinuncio ad un vitalizio previsto solo al compimento dei 65 anni, quindi tra 8. A tutt’oggi non ho percepito nulla». E poi ancora: «Grazie a tutti. È solo un piccolo gesto di fronte ai sacrifici di tanti». Pare che Matteo Santo Subito gli abbia risposto: «È la tua risposta definitiva? L’accendiamo?». 🙂

8 pensieri riguardo “CASO SCOTTI: RISO AMARO

  1. Secondo me Gerry Scotti sbaglia. Se portasse avanti una battaglia per togliere il vitalizio a tutti, ben farebbe e ben credibile sarebbe, visto che ci rimetterebbe del proprio. Così invece, magari lo tolgono solo a lui, che potrebbe per esempio darlo in beneficenza e farne un uso migliore di quanto farà lo Stato riprendendoselo.

    "Mi piace"

  2. Storia incredibile ….una mia carissima amica che vive in GB riceve una pensione di reversibilità dal INPS ITALIA, lei vedova di marito italiano. Più volte lei ha richiesto all’INPS che NON DESIDERA RICEVERE questa piccola pensione perchè vanno tutte in tasse, (lei ha gia una buona pensione inglese) NON è possibile, io mi sono informata per conto suo…Mi dicono che non è POSSIBILE. SONO 20 anni che lei fa ricorsi anche attraverso uffici in GB, nulla da fare, le tocca pagare tasse esorbitanti a causa della pensione italiana perchè sfora il suo redditto inglese.

    "Mi piace"

  3. @ Diemme

    Io sono del parere, invece, che questo gesto possa costituire un precedente. Se Renzi trova davvero il modo di modificare la normativa, togliendo i vitalizi a chi ha operato in politica anche solo per una legislatura, non si tratterà di gesti spontanei e solidali.
    Permettimi di fare un’osservazione a proposito di beneficenza: credo che lo Stato sia il più bisognoso di beneficenza. Solo così potrà poi aiutare chi ha bisogno.

    @3theperfectnumber

    Cara Rita,
    l’Italia è un bel paese, come dicono, ma in quanto a logica a livello burocratico scarseggia assai. 😦

    @ Scrutatrice

    Forse complicandoci la vita, lo Stato fa in modo che possiamo apprezzare anche le piccole grane quotidiane. 🙂

    @ quarchedundepegi

    Io non me ne vergogno. Sono altri quelli che devono vergognarsi!

    Un abbraccio e buona domenica.

    "Mi piace"

  4. Sono anche disposta a credere che non l’ abbia fatto per aumentare l’ audience. Comunque e’ un gesto da prendere sul serio e da promuovere come esempio. Suggerirei di bypassare la burocrazia devolvendo il vitalizio ad una organizzazione umanitaria seria.
    Medici senza frontiere ad esempio.
    Bella notizia!
    Love
    L

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...