13 dicembre 2013

LA BUONA NOTIZIA DEL VENERDÌ: NATA IN FRIULI LA BIBLIOTECA DEL LIBERO SCAMBIO

Posted in Friuli Venzia-Giulia, La buona notizia del venerdì, libri tagged , , , , , , , , a 7:40 pm di marisamoles

libera-libreria-di-bujaDopo una piccola pausa, riprendo a pubblicare le “buone notizie” perché, approssimandosi le feste natalizie, c’è bisogno di qualcosa di consolante. Quella di oggi arriva dalla mia regione, il Friuli – Venezia Giulia, e dimostra come il popolo friulano sia particolarmente intraprendente e specialmente i centri piccoli abbiano la capacità di fare proposte innovative che la vita anonima e asettica delle grandi città rende particolarmente difficili.

Si parla di libri, in particolare di una biblioteca un po’ speciale che si accontenta di un piccolo spazio ma richiede tanta buona volontà da parte della gente.
In America si chiama Street Library, vale a dire “Biblioteca di strada”. L’intraprendente signora che ne ha fondata una a Buja, piccolo centro del Friuli, l’ha denominata, con un’espressione certamente più poetica, “libera libreria di Buja”.

Gabriella Fabbro, dalla quale è partita l’iniziativa, ha fatto costruire una piccola cassetta di legno colorata dagli artigiani locali e l’ha collocata in prossimità della propria abitazione.
Ma vediamo come funziona questa particolare libreria: chiunque può prendere un libro collocato all’interno della cassetta, a patto che ne lasci un altro a disposizione dei lettori-passanti.

Negli USA, dove questo tipo di attività è ben avviata (ne è a capo una vera organizzazione che ha riconosciuto alla “biblioteca di strada” di Buja il titolo “Library of distinction”, proprio per la bellezza della cassetta realizzata in proprio, mentre negli Stati Uniti è fornita dall’organizzazione stessa), il motto è “take a Boook – return a book”. La signora Fabbro lo ha simpaticamente tradotto in friulano: “cjôl un libri = torne un libri” e pare che l’iniziativa funzioni alla grande: una cinquantina i titoli a disposizione, più altri pacchi che le sono stati recapitati a casa.

«Ho seguito tutti i movimenti dei volumi – dice Gabriella Fabbro – fin dall’inizio, ma ultimamente, visto il giro che si è creato, faccio un po’ fatica a continuare: oltre ai libri che ci sono nella cassetta, ne ho alcuni pacchi pieni a casa lasciati dalla gente. Oltre che da Buja, ho visto passare di qua persone di Tarcento, Fagagna, Cassacco: credo sarebbe bello che anche qualcun altro, magari nei paesi vicini, attivasse l’iniziativa, così sarebbe più semplice smaltire tutti i libri che arrivano».

Quindi, una proposta di allargare questa iniziativa ai paesi limitrofi e la richiesta di volontari che la aiutino a gestire il tutto. La signora Fabbro ha anche un sito qui su WordPress dove racconta, passo dopo passo, la storia della sua Street Library. C’è anche una pagina su Facebook: questo è il LINK.

[fonte della notizia: Messaggero Veneto; immagine dal sito della Libera Libreria di Buja]

ALTRE BUONE NOTIZIE:

L’ ADHD è una malattia fittizia di laurin42

LE MIE ALTRE BUONE NOTIZIE

Advertisements

8 commenti »

  1. Monique said,

    Splendida iniziativa, mi viene voglia di imitarla!

    Mi piace

  2. Valentina said,

    Sarebbe bella una cosa del genere, ma temo che qui (e non solo qui) si fregherebbero tutti i libri lasciando la cassetta vuota. 😦

    Mi piace

  3. marisamoles said,

    @ Monique

    Non so dove vivi ma se stai in una grande città temo sia un’impresa ardua. Magari in un quartiere di periferia dove si conoscono un po’ tutti.

    @ Valentina

    Io invece ho pensato che ci troverei l’immondizia. 😦 Certo che abbiamo un’alta considerazione del nostro prossimo. 🙄

    Mi piace

  4. Che idea simpatica! Però ho un dubbio: chi controlla che all’azione di prendere un libro corrisponda quella di lasciarne un altro? Temo che a lungo andare non sia un’idea che tenga… È vero che tra lettori bisognerebbe avere degli “ideali” condivisi, ma da quanto ho capito chiunque può mettere le mani lì, dentro quella casetta!

    Mi piace

  5. tachimio said,

    Queste sono iniziative che fanno onore a chi se le inventa . Spero solo che le persone che passeranno da quelle parti siano persone per bene. un bacio.Isabella

    Mi piace

  6. Sono convinto che in una situazione come questa i “furbetti” se ne staranno lontani o capiranno che solo coll’onestà ci può essere vero progresso.
    È un’iniziativa stupenda.
    Buona lettura a tutti.
    Quarc

    Mi piace

  7. laurin42 said,

    Altrochè buona notizia, buonissima per un’amante dei libri come me.
    Avevo segnalato queste iniziative nel mondo in un mio articolo di settembre, Book Crossing, ed era ora che arrivassero finalmente anche in Italia.
    Segnalo cmq gli scaffali della Coop per lo scambio di libri” se ami un libro lascialo qui”.
    L’edicola sotto casa ha già promosso una iniziativa del genere prima dell’estate. Voglio riproporla ora per le prossime feste. A Roma.
    Diventiamo noi il cambiamento che vogliamo nel mondo.
    Love
    L

    Mi piace

  8. marisamoles said,

    @ Scrutatrice

    Da quello che ho letto, la signora Fabbro tiene sotto controllo la situazione e timbra tutti i libri che passano dalla cassetta. E’ un lavoro impegnativo ma il centro è piccolo e, anche se ci sono visite dai paesi vicini, non credo ci siano particolari problemi di sparizioni o altro. Certo, in una grande città come Roma la cosa sarebbe più complicata ma se hai letto il commento di laurin42, ci possono essere delle alternative, per esempio affidare i libri che non si vogliono più tenere ad un edicolante e fare qualche scambio. Tutto è possibile, basta fidarsi del prossimo e un po’ di buona volontà.

    @ tachimio

    Cara Isabella, conoscendo i friulani posso garantire che sono persone per bene. Poi, come succede in ogni comunità, ci sono anche le eccezioni.
    Un abbraccio e buona serata.

    @ quarchedundepegi

    Trovo anch’io che l’iniziativa stupenda e confido nel fatto che i furbetti se ne stiano alla larga. Ricordo che tempo fa avevo letto un articolo su un quotidiano che raccontava di un palazzo (non ricordo in quale città) in cui, con la collaborazione di chi abitava lì, era nata la biblioteca di condominio. Questa è una buona idea, un po’ ristretta ma sempre apprezzabile. Un luogo adatto sarebbero le vecchie guardiole dei portinai che credo, almeno per la maggior parte, siano in disuso. Qui purtroppo non c’è altrimenti avrei sicuramente lanciato la proposta.
    Un saluto.

    @ laurin42

    Ecco perché la cosa non mi era del tutto nuova! Ora ricordo di aver letto il tuo post.
    Non sapevo dello scaffale alla coop, almeno qui non mi sembra ci sia, però ammetto di frequentare poco quel supermercato.
    L’idea dell’edicola sotto casa è interessante.
    Ciao, Laura e grazie per essere sempre così attenta alle mie buone notizie. Un bacione.

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Like@Rolling Stone

Mauro Presini

Dottor Lupo Psicologo, Battipaglia Salerno

Consulenza Sostegno Diagnosi

Scaffali da leggere

Consigli di letture, recensioni e frasi tratte dai libri.

Willyco

in alto, senza parere

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof (precaria) di lettere.

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

Nonseinegato

Scuola, matematica... e altro

Non vado a scuola ma all'asilo

Pagina a traffico illimitato, con facoltà di polemica, di insulti...

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

PindaricaMente

C'è una misura in ogni cosa, tutto sta nel capirlo (Pindaro)

Il mestiere di scrivere

LA SCUOLA DI SCRITTURA CREATIVA ONLINE - LABORATORI DIDATTICI E SEMINARI IN TUTTA ITALIA

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

marialetiziablog

salviamolascuolaprimadisubito.com site

Chiara Patruno - Psicologa

Psicologa Dinamica e Clinica presso l’ Universita’ La Sapienza di Roma, Facolta’ Medicina e Psicologia

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

onesiphoros

[...] ἀλλ᾽ ὥσπερ ἄνθρωπος, φαμέν, ἐλεύθερος ὁ αὑτοῦ ἕνεκα καὶ μὴ ἄλλου ὤν, οὕτω καὶ αὐτὴν ὡς μόνην οὖσαν ἐλευθέραν τῶν ἐπιστημῶν: μόνη γὰρ αὕτη αὑτῆς ἕνεκέν ἐστιν. Aristot. Met. 1.982b, 25

Il ragazzo del '46

Settanta: mancano solo 984 anni al 3000.

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

i media-mondo: la mutazione nella connessione

Prove di pensiero di GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

unpodichimica

Non tutto ciò che luccica è oro, ma almeno contiene elettroni liberi G.D. Bernal

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

occhioallapenna

Buongiorno e leggerezza!

penna bianca

appunti di viaggio & scritti di fortuna

Pollicino Era un Grande

Psicologia e dintorni a cura della Dr.ssa Marzia Cikada (Torino e Torre Pellice)

la fine soltanto

un blog e un libro di emiliano dominici (per ingrandire la pagina premi ctrl +)

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

LE LUNE DI SIBILLA

"Due strade trovai nel bosco, io scelsi la meno battuta, per questo sono diverso"(R.Frost)

Il Blog di Raffaele Cozzolino

Pensieri, riflessioni, tecnologia, informatica

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Into The Wild

Happiness is real only when shared

roceresale

faccio buchi nel ghiaccio

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

A dieta...

...ma con una forte passione per il cibo e le rotondità!

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

Ma che Bontà

Le ricette di Cle

Ecce Clelia

Storie e pensieri di una mente non proprio sana, messi in una bottiglia e lasciati andare verso ignoti ed ignari lettori, naufragati su questo sito.

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

espress451

"In ogni cosa c'è un'incrinatura. Lì entra la luce" - Leonard Cohen

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: