UNA POESIA PER LA MAMMA

con mamma nonna a firenze
Mamma! Mammina mia!

Sei bella come una stella,

sei la più buona, sorridi sempre

e il tuo sorriso va nei miei occhi.

Hai una voce dolce che io sempre sento.

Io ti amo molto mamma

e non ti lascerò mai!

Questa poesia devo averla scritta quand’ero in prima o seconda elementare. L’ho riscoperta di recente grazie a mia mamma che ha ritrovato, nel tipico scatolone dei ricordi, un mio vecchio quaderno con la raccolta di poesie che amavo scrivere da bimba.

Vabbè, non è che sia un capolavoro poetico, ma almeno ci provavo. Poi devo aver smesso quando, raggiunta l’età della ragione, ho capito di non avere talento con i versi. Però da ragazzina scrivevo canzoni, accompagnandomi con la chitarra.

La fotografia sotto il titolo ritrae le femmine di casa Moles: mia mamma, la nonna ed io, con gli immancabili capelli corti e con il caschetto da fare invidia a Caterina Caselli. Sarà per quello che ho il broncio?

Siccome, però, mia mamma era bellissima davvero, e lo è tuttora, ma nella fotografia (scattata in occasione di un viaggio a Firenze) non è venuta bene, ne posto un’altra qua sotto che rende maggiormente merito alla sua bellezza.

mamma firenze

Ed ora, anche se la domenica della Mamma sta passando in fretta (e inosservata, almeno a casa mia … i figli latitano!), faccio gli AUGURI A TUTTE LE MAMME, TUTTE BELLISSIME, BUONISSIME, SORRIDENTI E CON LA VOCE DOLCE!

10 pensieri riguardo “UNA POESIA PER LA MAMMA

  1. In quella foto, bellissima proprio no. C’ho il broncio. Ma ti pare una pettinatura da bimba? Uffa, ‘sta storia che per nove anni ho subito i capelli corti prima di poterli far crescere proprio non mi va giù. 👿

    Grazie, comunque. I complimenti sono sempre ben accetti … specie se per tutto il pomeriggio mi sono arrivate solo “mazzate”. 😆

    "Mi piace"

  2. Ma dai, le mazzate mica erano dirette a te, sono un cecchino, ho colpito solo la sigaretta, scientificamente, chirurgicamente (a proposito, te ne ho appena data un’altra 😆 ).

    Comunque i complimenti erano alla Marisa donna, avevo in mente la foto che pubblicasti insieme alla tua amica scomparsa: sei veramente uno splendore!

    "Mi piace"

  3. Che bella mamma che hai, Marisa
    La tua poesia intenerisce il cuore
    Eri e lo sei tuttora graziosa e bella

    Tra tante poesie dedicate alla mamma, una su tutte mi ha sempre
    presa e commossa: “La Madre” di Ungaretti

    Auguroni a te e alla tua mamma
    Bacioni
    Mistral

    "Mi piace"

  4. @ Diemme

    Sono passati così tanti anni da quella foto … insomma, ora non sono poi così splendida. Però ti ringrazio e anche per non aver voluto colpire me ma solo la sigaretta. (a questo punto gli altri lettori mi perdonino, non staranno capendo nulla!)

    @ laurin42

    Ma grazie! Che bel pensiero. Effettivamente io per mia mamma ero la consolazione ai dispiaceri che le procurava mio fratello più grande. Spiace dirlo ma è così.

    Un abbraccio.

    @ Mistral

    Davanti ad una poetessa come te arrossisco per la poesiola scritta tanti anni fa. 😳

    “La madre” di Ungaretti è splendida ma è bella anche questa di E. De Amicis che ho dedicato alle mamme qualche anno fa.

    Grazie per gli auguri.
    Un bacione.

    "Mi piace"

  5. Incredibile, mi sembra di leggere la mia storia! Nemmeno io sono molto portata per i versi, però da piccola scrivevo filastrocche! Tuttora devo dire che mi diletto con le rime… Ma giusto quando devo inviare degli auguri un po’ diversi dal solito.
    In quanto alle foto, nella prima tua mamma indossa gli occhiali quindi è normale che il suo volto sia oscurato. Però nella seconda rivela davvero un bel faccino! Oltre ad un fisico niente male 😉

    "Mi piace"

  6. @ Scrutatrice

    Io sono sempre interpellata quando qualcuno deve scrivere i biglietti di auguri. Il bello p che io proprio non li so scrivere, mi viene l’orticaria al solo pensiero. Io scriverei “auguri” e basta, tanto la maggior parte delle volte non è sentito ciò che si scrive.
    Ma i tuoi biglietti di certo saranno sinceri. 🙂

    Sì, mia mamma ha sempre avuto un bel fisico. è magra, anche se non troppo alta. Io ho preso da mio papà, sempre in lotta con la bilancia. 😦

    @ Quarchedundepegi

    Non ricordo cosa ci fosse nella borsetta però ricordo che era rossa e fu motivo di contesa con una bimba arrogante e capricciosa che incontrai in Sicilia, dai parenti della nonna. Ne ho parlato in questo post che hai letto tempo fa.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...