27 novembre 2012

FACEBOOK: IL “TETTA-DETECTOR” CENSURA UN GOMITO

Posted in cronaca, web tagged , , , , , , a 5:57 pm di marisamoles


I moderatori di facebook, novelli censori, entrano in azione ogniqualvolta qualcuno pubblichi sul suo account foto di donne a seno scoperto. Nulla da eccepire se il petto in mostra è quello di un aitante macho ma le donne no, a seno nudo non possono proprio trovare posto su FB. I moderatori di Palo Alto sono davvero intransigenti: rimuovono persino le fotografie che ritraggono dolci mamme mentre allattano al seno le loro creaturine. Capezzoli femminili, benché appannaggio esclusivo di un vorace poppante, messi al bando. Nel migliore dei casi si rischia la rimozione della/e immagine/i, nel peggiore anche la chiusura dell’account.

Proprio per testare la scarsa infallibilità di questo tipo di censura, i blogger di «Theories of the Deep Understanding of Things» hanno postato sulla pagina FB di una graziosa biondina un’innocente foto che la ritrae avvolta dalla schiuma in una vasca da bagno sui cui bordi appoggia un innocente gomito nudo. C’è da dire, per onestà, che lo sguardo della ragazza è parecchio ammiccante, tuttavia la foto, a ben guardarla, non è per nulla osé, sempre che non si voglia considerare particolarmente erotico un gomito.

L’obiettivo dei blogger menzionati è stato raggiunto nell’arco di qualche settimana: la fotografia innocente è stata rimossa perché contraria alla policy del social network.

Missione compiuta, dunque. Ma che figura per i tetta-detector!

[fonti: Il corriere e Giornalettismo da cui è tratta anche l’immagine]

Advertisements

21 commenti »

  1. Diemme said,

    Che figura! 😆

    Mi piace

  2. I gusti non si discutono e… le regole neppure.

    Mi piace

  3. Valentino said,

    Cara Marisa. Permettimi di dissentire. A dir la verità ero indeciso di commentare qui, per non sembrare uno di quei puritani esagerati che gridano ad ogni angolo di strada. Come sai, cerco di presentare il mio punto di vista, per quanto posso, più convincente.
    Ok. Mettiamo il caso che ti trovi a cercare qualcosa con uno dei tuoi figli su internet. Se come (generalmente) i siti Fb sono pubblici, potresti trovarti (al improvviso) su qualche foto di ragazza che si espone le sue tette. Sicuramente sarebbe un attimo di imbarazzo. Ovviamente, tuo figlio essendo già ad una età che li permette di capire e di passare subito ad un altro sito. Ma se ci fosse più piccolo?
    Quello che voglio dire io, Marisa, sta nel fatto che i siti pubblici, non debbano avere a che fare con tale “immagini”.
    Tu andresti in giro scoperta? No. Perché? Per il fatto di avere un certa pudicizia in pubblico. Allora perché su Fb, dove tutto è “pubblico” qualcuno debba far vedere le sue doti? Che differenza fa se una cammina a tette nude per strada, se nel Google possa essere “ammirata” con una semplice ricerca. Non è forse Google, Fb, Messenger o Twitter una metropoli? Pubblica? La carina signorina può avere tutte le sue doti esposti si vuole. Ma criptati. Cosi che non dovrà creare imbarazzi come nel caso esposto sopra.
    Poi, se si tratta della ragazza esposta sopra. 🙄
    Sai Marisa…. la schiuma…. il bagno…. il sorriso complice…. non porta con il pensiero al PIL o il grafico delle azioni in Borsa. E nemmeno al allattamento. 😉
    P.S. O forse si. Ma non del bambino. 😳

    Mi piace

  4. liù said,

    Che falsi puritani!! 😆

    Mi piace

  5. marisamoles said,

    @ Diemme

    Già …

    @ Quarchedundepegi

    Infatti, non discuto.

    @ Valentino

    Penso tu non abbia capito ciò che volevo dire. Innanzitutto odio FB, non ho l’account né lo vorrò mai. Fatta questa premessa, trovo giustissimo che ci siano delle censure, specie per quanto riguarda le foto, per i motivi che hai esposto tu stesso. Quello che a me sembra ridicolo è che dei moderatori, con il compito di controllare le immagini postate, si lascino ingannare da un gomito confondendolo con un seno. La ragazza ha un’espressione ammiccante, è vero, ma non la trovo disdicevole. I bambini e i ragazzi vedono cose ben peggiori in tv a tutte le ore del giorno.

    @ liù

    Più che altro necessitano di occhiali da presbite …

    Mi piace

  6. marisamoles said,

    Guardando la foto della ragazza (e pensando che effettivamente può trarre in inganno, se la si guarda con superficialità) mi è venuta in mente questa vecchia immagine

    Che ci vedete?

    Mi piace

  7. Diemme said,

    @Valentino: e infatti, il post non era contro la censura, ma sul fatto che abbiano censurato un gomito!!! Ammettiamo però che l’effetto ottico c’era tutto anche se, nel caso, si sarebbe trattato di tette gigantesche!

    Mi piace

  8. Diemme said,

    @Marisa: una giovane donna in tiro, con tanto di piuma sul cappello, o un’anziana donna con scialle nero… la collana della giovane è la bocca dell’anziana, la scollatura della giovane ne è il mento…

    Mi piace

  9. Cle said,

    Hahahahaha Stupendo un’illusione ottica impressionante!!! Forse hanno fatto bene a censurarla anche io non riesco a staccare gli occhi di dosso!!! Per che dire di tutte le pose ammiccanti di signorine in bikini??? Va beh…

    Mi piace

  10. marisamoles said,

    @ Diemme

    commento @ Valentino: appunto.
    Quanto alle tette gigantesche, nulla è al di fuori della portata di un chirurgo estetico.

    commento effetto ottico: che brava! Ma era vecchia, l’immagine, vista migliaia di volte. Eppure sai che ho difficoltà a mettere a fuoco la vecchia? Che sia freudiana?

    @ Cle

    Certo che ci sono foto peggiori che andrebbero censurate ma questa è proprio stata studiata per l’effetto ottico che crea.

    Ma che bella la Cle natalizia! 🙂

    Mi piace

  11. Franco said,

    Ho il …franco sospetto che la volgaritá, si trovi negli occhi di chi guarda… 🙂

    Mi piace

  12. Valentino said,

    Devo fare mea culpa. Anche io avevo visto un’altra cosa, e non dei gomiti. Che sia il mio “punto di vista” maschile 😳 ? E sulla seconda immagine…. dattemi del idiota ma non riesco a vedere “la vecchia”. Non riesco e basta. 🙄

    Mi piace

  13. Valentino said,

    Già… grazie @Franco.

    Mi piace

  14. marisamoles said,

    @ Franco

    Forse è anche così ma, almeno in questo caso, posso dire che avevo visto la foto sulla homepage del Corriere e, ignorando del tutto il contenuto dell’articolo, avevo visto proprio un seno, parecchio enorme. La fotografia, al di là di tutto, a me non sembra volgare.

    @ Valentino

    Allora meriti una tirata d’orecchie: avevo spiegato nel post l’errore dei moderatori, si vede che non hai letto con attenzione. ahiahiahi 👿

    Nell’immagine la vecchia, come ha spiegato benissimo Diemme, ha lo scialle nero (che corrisponde al cappotto della giovane), il naso è costituito dall’intero viso della giovane, la collana è la bocca e la scollatura il mento. L’intera capigliatura della giovane costituisce una sorta di frangia della vecchia, che le copre gli occhi.

    Provare per credere! 🙂

    Mi piace

  15. espress451 said,

    Ah, l’effetto ottico… Interessante la riflessione che muove il tuo post. Ricordo un esame di psicologia che verteva sul fenomeno. Tutto si gioca sugli elementi di contorno su cui facciamo inferenze, addivenendo a risultati affrettati. Del resto per molti l’abito fa il monaco…
    Un abbraccio, Ester.

    Mi piace

  16. frz40 said,

    Non ho mai capito e non capirò mai quella che definisco una vera e propria “fobia della tetta”.

    Di molte donne mi infastidisce molto di più la volgarità del linguaggio.

    Mi piace

  17. marisamoles said,

    @ Ester

    Se l’abito fa il monaco, sul fatto che la gentil donzella bionda in vasca da bagno non sia un monaco non v’è alcun dubbio. 🙂

    @ frz

    In che senso “fobia della tetta”?
    Io trovo che il seno scoperto, se bello e di una donna giovane (massimo trenta-trentacinque anni) e non rifatto sia un bel vedere. Io non ho mai usato il topless perché ho sempre avuto la fobia, questa sì, di far danni ad una parte delicata che, almeno nel mio caso, è a rischio.
    Quanto alla pubblicazione di fotografie a seno nudo su FB, sono d’accordo con la policy del social network, tuttavia ci dovrebbe essere un controllo più attento che non porti ad errori vistosi come questo.

    Mi piace

  18. frz40 said,

    Solo per precisare che quando parlo di “fobia delle tette” mi riferisco alle alzate di scudi di falsi puritani e indefesse femministe che vedono il male anche dove non c’è. Anche in un gomito, sul bordo di una vasca da bagno.

    Mi piace

  19. Franco said,

    Premetto che con quella mia frase:” La volgarità sta negli…”’ non volevo offendere e tacciare nessuno, in quanto sono un pittore figurativo, e fra centinaia di lavori che ho eseguito, mi è capitato di fare un paio di nudi integrali, proprio come i pittori antichi; bisogna dire che i nudi, più o meno espliciti sono stati eseguiti in tutte le epoche, sino ad oggi, e non mi pare che qualcuno di essi sia stato tacciato di volgarità. Si dirà che la pittura e un’arte, ma la fotografia?
    Forse bisogna tenere conto delle epoche, costumi, luoghi e quant’altro…
    P.S. La ragazza in foto ha un’aria divertita e appena appena complice, non ammiccante ed invitante… 🙂

    Mi piace

  20. marisamoles said,

    @ Franco

    Certo, il nudo nell’arte è sempre esistito e nessuno l’ha mai considerato volgare. Permettimi, però, di osservare che in fotografia, quantomeno nei famosi calendari “artistici”, le pose che vengono imposte alle modelle non costituiscono proprio “arte”. Non nel concetto classico del termine, almeno.

    Mi piace

  21. Franco said,

    LMarisa, uno dei pittori che piú amo, insieme ad un altro centinaio di sommi pittori, é Gustave Courbet… ovviamente non starò a dire il perchè, altrimenti andiamo fuori topic… 🙂 Fra tanti capolavori di “genere “, manco a dirlo, ha dipinto molti nudi, tra i quali “il sogno ” e “l’origine della vita”. Prima che lo giudichi, leggi la sua biografia, su wikipedia, perchè non ci sarò io al tuo fianco, a spiegarti la sua Pittura. 🙂 Davvero i calendari Pirelli e company, ti sembreranno poca cosa… 🙂
    Il trucco? Evidentemente il titolo e il messaggio che l’artista vuole dare alla sua opera, e si sa comunque quali messaggi danno le foto porno… che non hanno nulla a che fare con quelle erotiche , anche se palesemente “discinte “… lá mi trovi daccordo.
    Di piú non saprei dirti, perchè non sono un letterato, nè psicanalista, io so parlare solo attravesrso i colori…
    Franco

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Like@Rolling Stone

Mauro Presini

Dottor Lupo Psicologo, Battipaglia Salerno

Consulenza Sostegno Diagnosi

Scaffali da leggere

Consigli di letture, recensioni e frasi tratte dai libri.

Willyco

in alto, senza parere

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof (precaria) di lettere.

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

Nonseinegato

Scuola, matematica... e altro

Non vado a scuola ma all'asilo

Pagina a traffico illimitato, con facoltà di polemica, di insulti...

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

PindaricaMente

C'è una misura in ogni cosa, tutto sta nel capirlo (Pindaro)

Il mestiere di scrivere

LA SCUOLA DI SCRITTURA CREATIVA ONLINE - LABORATORI DIDATTICI E SEMINARI IN TUTTA ITALIA

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

marialetiziablog

salviamolascuolaprimadisubito.com site

Chiara Patruno - Psicologa

Psicologa Dinamica e Clinica presso l’ Universita’ La Sapienza di Roma, Facolta’ Medicina e Psicologia

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

onesiphoros

[...] ἀλλ᾽ ὥσπερ ἄνθρωπος, φαμέν, ἐλεύθερος ὁ αὑτοῦ ἕνεκα καὶ μὴ ἄλλου ὤν, οὕτω καὶ αὐτὴν ὡς μόνην οὖσαν ἐλευθέραν τῶν ἐπιστημῶν: μόνη γὰρ αὕτη αὑτῆς ἕνεκέν ἐστιν. Aristot. Met. 1.982b, 25

Il ragazzo del '46

Settanta: mancano solo 984 anni al 3000.

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

i media-mondo: la mutazione nella connessione

Prove di pensiero di GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

unpodichimica

Non tutto ciò che luccica è oro, ma almeno contiene elettroni liberi G.D. Bernal

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

occhioallapenna

Buongiorno e leggerezza!

penna bianca

appunti di viaggio & scritti di fortuna

Pollicino Era un Grande

Psicologia e dintorni a cura della Dr.ssa Marzia Cikada (Torino e Torre Pellice)

la fine soltanto

un blog e un libro di emiliano dominici (per ingrandire la pagina premi ctrl +)

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

LE LUNE DI SIBILLA

"Due strade trovai nel bosco, io scelsi la meno battuta, per questo sono diverso"(R.Frost)

Il Blog di Raffaele Cozzolino

Pensieri, riflessioni, tecnologia, informatica

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Into The Wild

Happiness is real only when shared

roceresale

faccio buchi nel ghiaccio

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

A dieta...

...ma con una forte passione per il cibo e le rotondità!

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

Ma che Bontà

Le ricette di Cle

Ecce Clelia

Storie e pensieri di una mente non proprio sana, messi in una bottiglia e lasciati andare verso ignoti ed ignari lettori, naufragati su questo sito.

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

espress451

"In ogni cosa c'è un'incrinatura. Lì entra la luce" - Leonard Cohen

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: