5 novembre 2012

LA SCUOLA UCCIDE … QUANDO NON CE L’HAI

Posted in cronaca, scuola tagged , , , , , , a 5:23 pm di marisamoles

Aveva 48 anni, insegnava Storia dell’Arte ma era precario. Quest’anno scolastico per lui non c’era nessuna cattedra, nonostante la passione per la sua professione, la dedizione e l’impegno che l’aveva portato a conseguire, solo poche settimane fa, la laurea specialistica.
Il 22 ottobre aveva scritto sul proprio profilo Facebook: “Oggi dovrei essere gioioso perché ho conseguito la laurea specialistica ma sono triste perché il ministro profumo ci sta distruggendo il futuro….. siamo precari a vita ammettendo di essere fortunati..”.

Sposato, due figlie da mantenere, una cattedra che non c’era. Troppo da sopportare.
Carmine Cerbera si è tolto la vita venerdì 2 novembre nella sua casa a Casandrino, in provincia di Napoli.

Alla sua famiglia le più sentite condoglianze.
R.I.P.

[LINK della fonte da cui è tratta anche l’immagine]

Annunci

17 commenti »

  1. Diemme said,

    Sono sconvolta, ma non ci penso solo da ora: chi attinge e ha attinto a piene mani dal pubblico erario per i suoi sollazzi, non è un ladro, è un assassino.

    Mi piace

  2. marisamoles said,

    Hai ragione. Tagliando i posti, inoltre, il precariato ne risente particolarmente. Facile dire, come fanno in molti, che ci sono troppi precari, che cerchino altri lavori. A parte che se uno si sceglie un determinato lavoro è perché ha piacere di farlo, non è che ora ci sia tanta scelta …

    Ho un collega, sposato, che ha accettato una supplenza di due mesi, dico “due”, perché rimasto senza posto. Viene da Potenza e con lo stipendio si paga a mala pena le spese di vitto, alloggio e trasporti, spese che nessuno ovviamente gli rifonde. Lui dice che qui siamo fortunati. Comincio a crederlo.

    Mi piace

  3. Trutzy said,

    Ciao, spero di non fare la stessa fine! Spero che “Il blog della felicità” mi aiuti a sopportare la vita da precaria della scuola!

    Mi piace

  4. Alberto said,

    Ditemi che sono un cinico, ma, prima di pensare a suicidarsi, si potrebbe pensare a emigrare ! Ripristinare cioè un’ atavica tradizione italiana (mai del tutto abbandonata…) specie se si è di Potenza , o di Napoli e provinica. Certo un diploma di contabilità o di elettrotecnico è molto più utile di una laurea in lettere, ma… non si sa mai ! . Internet poi aiuta, uno dei tanti esempi.
    Non dimenticare che un buon pizzaiolo (arte estremamente difficile) in Francia, in Svizzera, o alle Bahamas, trova subito un impiego dove guadagna quattro volte di più di un professore.
    Anche perché, se continua cosi’, gli italiani, che credevano di essere allo stesso livello (economico-sociale intendo…) dei britannici o degli svizzeri, si ritroveranno a quello dei serbi, dei romeni o dei turchi (sono pessimista ?)

    Mi piace

  5. Suicide as a last resort… is it more courageous to live..or to take ones life.
    This drama is not new. Who will provide for his family?

    Mi piace

  6. marisamoles said,

    @ Trutzy

    Quando ti leggo, ho sempre l’impressione che tu riesca ad affrontare anche le situazioni più difficili con il sorriso e la giusta dose di ottimismo. E poi, come dice 3theperfectnumber, ci vuole più coraggio a vivere che a morire, A me sembri una persona coraggiosa. 🙂

    @ Alberto

    Olià. ben tornato!
    No, non sei cinico e nemmeno pessimista, non più di me, almeno. Ma il discorso che fai va bene per i giovani non per i quarantenni (anche i cinquantenni …. ne so qualcosa) che di punto in bianco si trovano senza lavoro. L’importante è reagire e non lasciarsi sopraffare dalla delusione. Ricordiamo che la Costituzione italiana dice che la nostra è una repubblica fondata sul lavoro. Il lavoro è, dunque, un diritto anche se non sempre lo è realizzare i propri sogni.

    @ 3theperfectnumber

    I don’t know who will provide for his family. However I think the family should be a deterrent. I’m really touched by this event, but I think that suicide is a selfish act.

    Mi piace

  7. Monique said,

    Come dice Alberto, prima del suicidio si possono vagliare altre opzioni, anche perchè suicidandosi non ha fatto proprio un gran favore alla sua famiglia, anzi, ha aggiunto altre grane…
    In ogni caso, è vero che la situazione è triste e capisco che i livelli di sopportazione raggiungono il minimo storico, mi chiedo che altro debba accadere perchè apriamo gli occhi.

    Mi piace

  8. espress451 said,

    Tristezza, impotenza e smarrimento per un gesto estremo. Rabbia e indignazione per dei governanti che oltre ai soldi hanno rubato i sogni.
    A presto, Ester.

    Mi piace

  9. marisamoles said,

    @ Monique

    Secondo me abbiamo già aperto gli occhi ma, almeno per il momento, possiamo fare poco, oltre ad indignarci.

    @ Ester

    Hai ragione. Non c’è più nulla da sognare, tranne una vincita al Superenalotto. A dire il vero, stanno prolificando, almeno qui, le sale giochi tipo casinò. La gente non sa più cosa fare e gioca, senza pensare che può diventare un vizio con conseguenze catastrofiche. Poi c’è il boom dei negozi “ComproOro”: la gente o prima vende l’oro e poi va a giocare, oppure si gioca tutto e per vivere poi va a vendere l’oro. 😦

    Mi piace

  10. laGattaGennara said,

    ci ho pensato molto. è chiaro che dietro a un suicidio c’è un mondo buio, troppo buio per essere compreso o solo inserito in una motivazione. però sono d’accordo con diemme, sulla responsabilità del potere e del voto.

    Mi piace

  11. marisamoles said,

    @ LaGattaGennara

    Effettivamente se la situazione è degenerata fino a questo punto, è anche colpa dei politici. Tuttavia noi, che abbiamo permesso loro di fare il bello e il cattivo tempo, abbiamo una buona dose di responsabilità.

    Mi piace

  12. Credo di aver scritto qualcosa a riguardo. Certi “precariati”, anche se legittimi, sono immorali se non addirittura amorali.
    La disperazione è una cosa terribile.
    Una Nazione sedicente civile non dovrebbe spingere alla disperazione un onesto cittadino.
    Ma i nostri politici hanno una coscienza?

    Mi piace

  13. marisamoles said,

    @ Quarchedundepegi

    Credo tu ti sia già posto la domanda. La risposta è no. Se la Fornero ha avuto il coraggio di replicare ai malati di Sla, che temevano i tagli dei finanziamenti: “Anche la vita da ministro è dura”, ne deduco che non solo non hanno coscienza ma nemmeno un po’ di cervello.

    Mi piace

  14. Certamente la Fornero può avere le sue colpe; però a Roma sono in tanti… e sempre tutti sorridenti.
    Non hanno capito che, anche se la ghigliottina è in disuso, possono arrivare a rischiare grosso?
    Ciao.

    Mi piace

  15. marisamoles said,

    @ Quarchedundepegi

    Secondo me non rischiano molto, personalmente. Certo è che il malumore c’è e c’è poco da sorridere. Poi a me dà un fastidio tremendo che Monti se ne vada in giro per il mondo a spese nostre. Non può star fermo e trattare le questioni diplomatiche via telefono o skype?

    Ciao e buona serata.

    Mi piace

  16. Alberto said,

    E gli idraulici si suicidano ?

    Qui tutto va male, la disoccupazione aumenta, le aziende chiudono, le tasse non ne parliamo. E – anche – sono tre settimane che aspetto che l’ idraulico venga a cambiarmi il water.
    Per invogliarlo, ho riunito tutta una serie di problemi idraulici che necessitano un intervento da sei mesi… niente da fare ! Eppure è gentile (e ovviamente bravo e buon rapporto qualità prezzo, altrimenti non aspetterei). A diciassette anni si è arruolato volontario sottufficiale nella Marina Militare, ruolo… idraulici (imbarcati su una nave sono a quanto pare utili…).
    A trentasette anni ha dato le dimissioni ed è partito con una buona pensione (i periodi in zona d’operazioni di un militare valgono il doppio per la pensione).
    Assomiglia vagamente a James Bond (versione Sean Connery) e ne ha l’atteggiamento (passato militare…) furgoncino superattrezzato nuovo fiammante, lo cambia ogni 2 anni (e qualsiasi altra auto abbia per uso « privato » sono sicuro che non potrei mai permettermela).
    Bè almeno , visto che non si suiciderà mai, prima o poi il water me lo cambierà.
    Suonano alla porta, vado, che sia lui ?

    Mi piace

  17. marisamoles said,

    @ Alberto

    Secondo me è più facile che si suicidi chi ha bisogno urgente di un idraulico e non lo trova nell’arco di tre mesi. 😦

    Però, il tuo idraulico … se non fosse così lontano, ti chiederei di presentarmelo. Effettivamente non ne ho bisogno ma mi sembra un buon partito. 😉

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Like @ Rolling Stone

Immagini, parole e pietre lanciate da Mauro Presini

Dottor Lupo Psicologo, Battipaglia Salerno

Consulenza Sostegno Diagnosi

Scaffali da leggere

Consigli di letture, recensioni e frasi tratte dai libri.

Willyco

in alto, senza parere

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof (precaria) di lettere.

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

Nonseinegato

Scuola, matematica... e altro

benvenut* su alerino.blog

pagina a traffico illimitato, con facoltà di polemica, di critica, di autocritica, di insulti...

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

PindaricaMente

C'è una misura in ogni cosa, tutto sta nel capirlo (Pindaro)

Il mestiere di scrivere

LA SCUOLA DI SCRITTURA CREATIVA ONLINE - LABORATORI DIDATTICI E SEMINARI IN TUTTA ITALIA

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

marialetiziablog

salviamolascuolaprimadisubito.com site

Chiara Patruno - Psicologa

Psicologa Dinamica e Clinica presso l’ Universita’ La Sapienza di Roma, Facolta’ Medicina e Psicologia

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

onesiphoros

[...] ἀλλ᾽ ὥσπερ ἄνθρωπος, φαμέν, ἐλεύθερος ὁ αὑτοῦ ἕνεκα καὶ μὴ ἄλλου ὤν, οὕτω καὶ αὐτὴν ὡς μόνην οὖσαν ἐλευθέραν τῶν ἐπιστημῶν: μόνη γὰρ αὕτη αὑτῆς ἕνεκέν ἐστιν. Aristot. Met. 1.982b, 25

Il ragazzo del '46

Settanta: mancano solo 984 anni al 3000.

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

i media-mondo: la mutazione nella connessione

Prove di pensiero di GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

unpodichimica

Non tutto ciò che luccica è oro, ma almeno contiene elettroni liberi G.D. Bernal

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

occhioallapenna

Buongiorno e leggerezza!

penna bianca

appunti di viaggio & scritti di fortuna

Pollicino Era un Grande

Psicologia e dintorni a cura della Dr.ssa Marzia Cikada (Torino e Torre Pellice)

la fine soltanto

un blog e un libro di emiliano dominici (per ingrandire la pagina premi ctrl +)

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

LE LUNE DI SIBILLA

"Due strade trovai nel bosco, io scelsi la meno battuta, per questo sono diverso"(R.Frost)

Il mondo di Ifigenia

Svegliati ogni mattina con un sogno da realizzare!

Il Blog di Raffaele Cozzolino

Pensieri, riflessioni, tecnologia, informatica

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Into The Wild

Happiness is real only when shared

roceresale

faccio buchi nel ghiaccio

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

A dieta...

...ma con una forte passione per il cibo e le rotondità!

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

Ma che Bontà

Le ricette di Cle

Ecce Clelia

Storie e pensieri di una mente non proprio sana, messi in una bottiglia e lasciati andare verso ignoti ed ignari lettori, naufragati su questo sito.

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: