5 agosto 2012

MA CAPITANO TUTTE A ME?

Posted in affari miei, vacanze tagged , , , , , , , , a 12:06 pm di marisamoles

Dopo l’impatto scioccante con la e-mail di un ormai ex webfriend, in cui mi rimproverava aspramente di non aver risposto tempestivamente ad una sua precedente, dandomi dell’ingrata, un altro edificante episodio ha vivacizzato la settimana che sta per terminare.
Questa volta non si tratta di e-mail ma di una telefonata.

Premessa: avevo deciso di andare al mare venerdì in giornata. Mi tratteneva un po’ questo caldo insopportabile e temevo che nemmeno in spiaggia si potesse godere di un po’ di fresco. Visto che, tra l’altro, quando vado al mare non prendo mai l’ombrellone ma il lettino in riva e praticamente non sto mai all’ombra (so che non dovrei … ma mi spalmo la crema protezione 20 ogni ora!).
Guardo le previsioni su Internet, un sito infallibile, e vedo che per tutta la giornata è prevista una brezza abbastanza sostenuta. Evvai! dico esultante. Però non mi fido e penso all’amica di mamma. Lei per me è una semplice conoscente, nel senso che non la frequento e mi limito a brevi conversazioni sotto l’ombrellone. Lei ha una casa al mare quindi decido di telefonarle per chiederle se in questi giorni si sta bene in spiaggia o si muore dal caldo anche là. Aspetto le nove meno dieci di sera e la chiamo a casa.

Come d’abitudine, anche se effettivamente non sempre è necessario (l’amica di mamma vive da sola quindi se risponde la telefono dev’essere lei per forza), appena sento una voce dall’altro capo del filo, prima ancora di presentarmi, chiedo “Buona sera, è la signora …?“. Lei (perché è lei, al 100%), seccata risponde “No, non sono la signora …!” e butta giù la cornetta. Rimango come un’imbecille e fisso la mia cornetta quasi fosse incredula quanto me e volesse condividere il mio stato d’animo di assoluta desolazione.

Telefono a mia madre e racconto l’accaduto. “vabbè, dice, lo sai com’è fatta. Avrà pensato che fosse una del call center, capita anche a me …. no, non butto mai giù la cornetta ma dico che non m’interessa e taglio corto”. Ok, replico, ma io non ho avuto modo di presentarmi, avesse aspettato qualche secondo ….”. Mamma dice che bisogna portar pazienza, che la sua amica è un po’ rinco. Belle amiche! penso senza commentare.

Venerdì vado al mare comunque. “Chemmefrega, penso, se non mi ha dato ragguagli sul tempo. Mi fido di Internet”. Effettivamente la giornata è stupenda: soffia un venticello gradevolissimo, non si suda quasi, l’acqua è stranamente pulita … l’amica di mamma è sotto l’ombrellone e faccio finta di nulla. “Mi vedrà e verrà lei se vuole”. Passa la mattinata, passa un bella fetta del pomeriggio, è quasi ora di tornare a casa. L’amica di mamma è sempre sotto il suo ombrellone, non mi ha vista, o ha fatto finta di non vedermi, in ogni caso decido che non è da persone educate andare via senza salutarla. Ma perché, mi chiedo, devo essere così educata, IO?

Mi avvicino alla tipa (come dicono i miei figli), saluto e inizia la solita breve conversazione. “Si sta bene, davvero una giornata splendida …” e così via. Non le dico che ho telefonato la sera precedente e, prima di congedarmi, mi fa:

Peccato che tu abbia preso il lettino, la mia amica, quella con cui condivido l’ombrellone, non c’è per tutta la settimana”.

Non si preoccupi, io sto bene sul bagnasciuga …”

“Ma la prossima volta avvisami, no? Mi telefoni la sera prima così ti dico se è libero il lettino oppure no …”

“?????”

Advertisements

19 commenti »

  1. Raffaele said,

    Ma non l’hai visto il film ” il postino suona sempre due volte?” potevi richiamarla la sera prima…. 🙂 :). :). Ciaooo

    Mi piace

  2. marisamoles said,

    Caro Raffaele,

    non son mica una postina io! 🙂
    Non le ho ritelefonato perché avrei dovuto fare qualche esercizio di velocità con il cronometro per poter essere sicura di riuscire a presentarmi prima che mi risbattesse il telefono in faccia. Con questo caldo, troppo impegnativo.

    Ciao e buona domenica.

    Mi piace

  3. Ciao Marisa. Anche se può apparire strano, dalle parti mie, c’è gente che risponde come l’amica di tua madre (ammesso che fosse lei al telefono) anche se la domanda gliela fai “di presenza” e non per telefono. E devo riconoscere che ho capito che ci sono situazioni in cui a volte è prudente fare così, se non riconosci l’interlocutore.
    Buon proseguimento di estate.

    Mi piace

  4. Beh, mi sa che tua madre ha decisamente ragione…

    Mi piace

  5. marisamoles said,

    @ Sergio Fenizia

    Era sicuramente lei al telefono perché vive da sola e conosco bene la sua voce … la distinguo perfettamente in tutta la spiaggia!

    Detto questo, so che le telefonate dai call center sono alquanto odiose e che talvolta, specie le persone di una certa età, sono diffidenti e prudenti, giustamente. Ma per educazione, almeno, non si butta giù il telefono; magari si dice, come spesso faccio io (nonostante mio marito sia iscritto al registro delle opposizioni quelle telefonate arrivano ugualmente), “qualsiasi cosa sia, non mi interessa”. Punto.

    Grazie. Anche a te buon proseguimento.

    @ Scrutatrice

    Le mamme hanno sempre ragione! 😉

    Mi piace

  6. Diemme said,

    Beh, a riprova che era in buona fede… guarda Marisa, quelli dei call center davvero portano all’esasperazione; giorni fa ne ho giusto sbranato uno che al mio ribadire, di fronte alla sua petulanza “Forse non ha capito, le ho detto che sto correndo all’ospedale!” mi ha risposto: “Non si preoccupi, sono solo cinque minuti”.

    Credo che il suo silenzio davanti alla mia reazione sia segno che forse qualcosa ho smosso… forse cambierà mestiere! 👿

    Insomma, il “Non sono io” di fronte a una voce sconosciuta e formale che chiede della signora Tal dei Tali, io lo giustifico….

    Mi piace

  7. marisamoles said,

    @ Diemme

    Ciò non toglie che io mi sia sentita una perfetta imbecille …. soprattutto in spiaggia, il giorno successivo, dopo la breve conversazione sotto l’ombrellone. 🙄

    Mi piace

  8. Diemme said,

    Io gliel’avrei detto… 😉

    Mi piace

  9. marisamoles said,

    Siccome sono buona, malgrado le apparenze ( 😉 ), non gliel’ho detto per non farla rimanere male.

    Mi piace

  10. lilipi said,

    Io penso che la signora non abbia riconosciuta la tua voce al telefono e abbia pensato ad una telefonata di disturbo. Comunque è sempre meglio iniziare dicendo:”Sono …”.Anche a me dà fastidio che chi telefoni non si presenti(anche se non sono sgarbata neanche con chi sbaglia numero)

    Mi piace

  11. Marisa, credo che abbbiamo capito tutti che sei molto buona, diplomatica, altruista, ma troppo è troppo…io gliel’avrei detto,

    Mi piace

  12. marisamoles said,

    @ lilipi

    Ma io mi presento sempre anche se prima chiedo conferma che la persona che mi risponde sia quella che cerco. Lo faccio anche con mia mamma e so perfettamente che è lei. E’ solo un veloce “Mamma” con tono leggermente interrogativo ,,, viceversa se chiamo sul cellulare, che è personale, non ho bisogno di preamboli anche perché solitamente se il numero è in rubrica si sa chi chiama.

    Ad ogni modo, non si butta giù il telefono a quel modo. Anch’io non lo faccio nemmeno se sbagliano numero e mi disturbano durante la pennichella (mezzora ma devo farla!). Comunque mia mamma mi ha detto che una volta le ha buttato giù il telefono dicendo “la signora non c’è” semplicemente perché non aveva voglia di parlarle. E’ una tipa un po’ strana, effettivamente. Un po’ rinco, anche.

    @ 3theperfectnumber

    Vabbè, la prossima volta che la vedo glielo dirò. Passato un po’ di tempo, la farà restare meno male … sempre che non sia del tutto insensibile. Comincio a pensarlo …

    Mi piace

  13. Ciao Marisa , ho il sospetto che la cara amichetta della tua mamma
    è una Arpia Paracula.
    Un abbraccio
    Mistral

    Mi piace

  14. laGattaGennara said,

    mah, magari quella sera era la terza o quarta telefonata che riceveva, mah, sì ha ragione tua mamma. sto pensando al mare, a un lettino direttamente in acqua…mmmmh. ma solo protezione 20? io brucerei…

    Mi piace

  15. marisamoles said,

    @ Mistral

    Guarda, mi hai letto nel pensiero!
    Ti abbraccio anch’io e a presto.

    @ laGattaGennara

    Mah, magari … forse è stata la telefonata sbagliata nel momento sbagliato!

    Solo 20? Ma io sto prendendo sole da fine aprile … 20 è anche troppo, visto che sono già bella scura. Raramente mi scotto, solo un leggero arrossamento e il giorno dopo la pelle è già nera. Sono decisamente fortunata per essere bionda con gli occhi azzurri … o forse sono le mie origini siculo-napoletane che mi hanno procurato questa pellaccia! 🙂

    Mi piace

  16. Trutzy said,

    Ciao, che personaggio l’amica di tua madre!!!

    Mi piace

  17. marisamoles said,

    Ciao Trutzy!
    Sembra che mia madre abbia una predilezione per le amiche, diciamo così, stravaganti.

    Mi piace

  18. Diemme said,

    Almeno non si annoia!

    Mi piace

  19. marisamoles said,

    Su questo non ci sono dubbi! 🙂

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Like@Rolling Stone

Mauro Presini

Dottor Lupo Psicologo, Battipaglia Salerno

Consulenza Sostegno Diagnosi

Scaffali da leggere

Consigli di letture, recensioni e frasi tratte dai libri.

Willyco

in alto, senza parere

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof (precaria) di lettere.

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

Nonseinegato

Scuola, matematica... e altro

Non vado a scuola ma all'asilo

Pagina a traffico illimitato, con facoltà di polemica, di insulti...

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

PindaricaMente

C'è una misura in ogni cosa, tutto sta nel capirlo (Pindaro)

Il mestiere di scrivere

LA SCUOLA DI SCRITTURA CREATIVA ONLINE - LABORATORI DIDATTICI E SEMINARI IN TUTTA ITALIA

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

marialetiziablog

salviamolascuolaprimadisubito.com site

Chiara Patruno - Psicologa

Psicologa Dinamica e Clinica presso l’ Universita’ La Sapienza di Roma, Facolta’ Medicina e Psicologia

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

onesiphoros

[...] ἀλλ᾽ ὥσπερ ἄνθρωπος, φαμέν, ἐλεύθερος ὁ αὑτοῦ ἕνεκα καὶ μὴ ἄλλου ὤν, οὕτω καὶ αὐτὴν ὡς μόνην οὖσαν ἐλευθέραν τῶν ἐπιστημῶν: μόνη γὰρ αὕτη αὑτῆς ἕνεκέν ἐστιν. Aristot. Met. 1.982b, 25

Il ragazzo del '46

Settanta: mancano solo 984 anni al 3000.

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

i media-mondo: la mutazione nella connessione

Prove di pensiero di GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

unpodichimica

Non tutto ciò che luccica è oro, ma almeno contiene elettroni liberi G.D. Bernal

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

occhioallapenna

Buongiorno e leggerezza!

penna bianca

appunti di viaggio & scritti di fortuna

Pollicino Era un Grande

Psicologia e dintorni a cura della Dr.ssa Marzia Cikada (Torino e Torre Pellice)

la fine soltanto

un blog e un libro di emiliano dominici (per ingrandire la pagina premi ctrl +)

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

LE LUNE DI SIBILLA

"Due strade trovai nel bosco, io scelsi la meno battuta, per questo sono diverso"(R.Frost)

Il Blog di Raffaele Cozzolino

Pensieri, riflessioni, tecnologia, informatica

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Into The Wild

Happiness is real only when shared

roceresale

faccio buchi nel ghiaccio

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

A dieta...

...ma con una forte passione per il cibo e le rotondità!

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

Ma che Bontà

Le ricette di Cle

Ecce Clelia

Storie e pensieri di una mente non proprio sana, messi in una bottiglia e lasciati andare verso ignoti ed ignari lettori, naufragati su questo sito.

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

espress451

"In ogni cosa c'è un'incrinatura. Lì entra la luce" - Leonard Cohen

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: