26 giugno 2012

TORTA DI MELE LIGHT

Posted in dolci, ricette tagged , , , a 1:09 pm di marisamoles

Visto il gradimento ottenuto dai brownies per i miei studenti, mi lancio in un’altra ricetta, questa volta light. So che le attuali temperature scoraggiano l’uso del forno, però ora ho più tempo a disposizione per preparare le torte, pur facendomi la sauna ogni volta.

Io sono a dieta da gennaio. Ho dovuto eliminare i grassi, specie quelli di origine animale. All’inizio pensavo che non fosse proprio possibile preparare una torta di mele senza il burro. Volevo provare a sostituirlo con la margarina o con l’olio di semi, poi però mi sono inventata questa torta che è riuscita benissimo pur senza l’aggiunta di alcun condimento. L’esecuzione è facilissima e, se si dispone di un robot, è velocissima.

Ingredienti:

200 grammi di farina 00
100 grammi di farina Manitoba
150 grammi di zucchero (se si preferisce, si può usare quello grezzo di canna; in questo caso la dose dovrebbe essere 200 gr. A me, tuttavia, questa torta piace anche meno dolce)
3 uova intere
100 ml di latte parzialmente scremato
4 mele di media grandezza (io ho usato le fuji perché avevo quelle in abbondanza ma si possono usare anche di altre qualità)
50 grammi di uvetta
30 grammi di pinoli (se piacciono, non sono indispensabili)
1 bustina di lievito
1 bustina di vanillina
1 bicchierino di Marsala

Preparazione:

Sbucciare le mele, affettarle sottili (io uso la grattugia “quadrata”; in teoria andrebbero cosparse di succo di limone perché non anneriscano ma io non lo faccio quasi mai), aggiungere l’uvetta ed eventualmente i pinoli, irrorando il tutto con il Marsala. Accendere il forno e impostarlo sui 170 gradi (se non è ventilato anche 180 gradi). In una ciotola (se fate a mano, altrimenti nel contenitore del robot) montare i tuorli con lo zucchero, aggiungere quindi a cucchiaiate le due farine alternandole con il latte. Poi versare la bustina di vanillina e il lievito, nonché le mele tenute da parte. Per ultimi aggiungere gli albumi montati a neve fermissima con un pizzico di sale, avendo cura di mescolare dal basso verso l’alto per non smontarli. Versare il composto ottenuto in uno stampo tondo di 26 cm (io uso anche quello rettangolare di 30×22 cm circa), precedentemente imburrato e cosparso di pane grattugiato, cospargerlo con un po’ di zucchero (meglio se di canna) e metterlo nel forno per circa 45 minuti. È bene comunque controllare la cottura con uno stuzzicadenti. Lasciare la torta nel forno spento per cinque minuti prima di estrarla (lo faccio sempre, per qualsiasi torta).

Buon appetito!

[nell’immagine: Bimba con cesto di mele di Calidè, olio spatolato, 50×70, da questo sito]

Advertisements

9 commenti »

  1. Diemme said,

    No, per carità, niente margarina né olio di semi, poi ti spiegherà Sissi quanto siano dannosi! Piuttosto l’olio extravergine d’oliva, oppure lo yogurth (anche quello magrissimo, 0% di grassi).

    Considera che anche la frutta secca, opportunamente tritata, è un ottimo sostituto vegetale del burro, ma la margarina no, forbidden!

    PS: Sissi vieta rigorosamente anche la farina 00, a casa nostra oramai entra solo quella integrale, e devo ammettere che i dolci vengono molto più buoni.

    Buon appetito! 🙂

    Mi piace

  2. marisamoles said,

    L’olio di oliva ha un gusto troppo deciso per i dolci; si usa di solito quello di semi perché quasi insapore. Lo yogurt, quando ho inventato questa ricetta, non l’avevo nel frigorifero ma effettivamente rende i dolci morbidi e gustosi.
    La farina integrale la uso spesso per il pane ma nei dolci che ho provato non mi ha entusiasmato. Comunque, meglio una fetta di torta come questa che qualsiasi croissant del bar. 🙂

    Mi piace

  3. Luisa G. said,

    Anni fa facevo una torta che al posto del burro aveva l’olio d’oliva. Poi ci andava il succo di limone e, non so, forse sarà stata l’accoppiata, ma era ottima…all’epoca azzardavo mettendo pure un bel po di sambuca, ma solo quando la preparavo a Natale 😳

    Mi piace

  4. marisamoles said,

    @ Luisa

    Non escludo l’utilizzo dell’olio d’oliva (io non ho mai provato, comunque) ma il quel caso bisognerebbe scegliere una varietà delicata, insomma non lo stesso extravergine che metto nell’insalata, presumo. 🙂

    Mi piace

  5. Luisa G. said,

    Boh? noi abbiamo il nostro e non ti so dire se è più delicato rispetto ad altri. Ho provato un olio toscano e mi è sembrato ottimo, non sentivo differenze. Certo certi oliacci che rimangono incastrati in gola vanno usati per lubrificare le serrature e basta.

    Mi piace

  6. Diemme said,

    Sì, indubbiamente, i dolci ne richiedono uno più delicato, ma a me l’olio d’oliva piace comunque molto (ahimé, anche il burro!).

    Comunque mia figlia, nutrizionista per vocazione e con estrema convinzione, oramai m’ha messo a stecchetto però, vi dirò, una volta fatta la bocca ai suoi dolci (che di primo acchito lasciano un po’ perplessi), sono davvero molto più buoni degli altri!

    Peccato che io fuori casa non mi faccia mancare niente… (non diteglielo però! 😉 ).

    Mi piace

  7. marisamoles said,

    @ Luisa

    Io lo uso poco ma quel poco deve essere buono. Solo che ai miei piace quello robusto, dal gusto deciso. Per questo, forse, non lo trovo indicato per i dolci.

    @ Diemme

    Che meraviglia: avere qualcuno in casa che ti mette a stecchetto! Io, invece, devo preparare di tutto per i miei uomini senza praticamente poter mangiare nulla. 😦

    Passami qualche ricetta, allora.

    Mi piace

  8. Diemme said,

    Domani o dopodomani usciranno sul mio blog le sue istruzioni per la colazione: capirete tutti con che dittatrice che convivo, anche se lo fa per il mio bene!

    Io mi auguro che ce la faccia a passare i test di ammissione alla facoltà di medicina, la piccola è proprio portata… 🙂

    Mi piace

  9. marisamoles said,

    Aspetto istruzioni, allora. 😉

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Like@Rolling Stone

Mauro Presini

Dottor Lupo Psicologo, Battipaglia Salerno

Consulenza Sostegno Diagnosi

Scaffali da leggere

Consigli di letture, recensioni e frasi tratte dai libri.

Willyco

in alto, senza parere

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof (precaria) di lettere.

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

Nonseinegato

Scuola, matematica... e altro

Non vado a scuola ma all'asilo

Pagina a traffico illimitato, con facoltà di polemica, di insulti...

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

PindaricaMente

C'è una misura in ogni cosa, tutto sta nel capirlo (Pindaro)

Il mestiere di scrivere

LA SCUOLA DI SCRITTURA CREATIVA ONLINE - LABORATORI DIDATTICI E SEMINARI IN TUTTA ITALIA

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

marialetiziablog

salviamolascuolaprimadisubito.com site

Chiara Patruno - Psicologa

Psicologa Dinamica e Clinica presso l’ Universita’ La Sapienza di Roma, Facolta’ Medicina e Psicologia

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

onesiphoros

[...] ἀλλ᾽ ὥσπερ ἄνθρωπος, φαμέν, ἐλεύθερος ὁ αὑτοῦ ἕνεκα καὶ μὴ ἄλλου ὤν, οὕτω καὶ αὐτὴν ὡς μόνην οὖσαν ἐλευθέραν τῶν ἐπιστημῶν: μόνη γὰρ αὕτη αὑτῆς ἕνεκέν ἐστιν. Aristot. Met. 1.982b, 25

Il ragazzo del '46

Settanta: mancano solo 984 anni al 3000.

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

i media-mondo: la mutazione nella connessione

Prove di pensiero di GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

unpodichimica

Non tutto ciò che luccica è oro, ma almeno contiene elettroni liberi G.D. Bernal

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

occhioallapenna

Buongiorno e leggerezza!

penna bianca

appunti di viaggio & scritti di fortuna

Pollicino Era un Grande

Psicologia e dintorni a cura della Dr.ssa Marzia Cikada (Torino e Torre Pellice)

la fine soltanto

un blog e un libro di emiliano dominici (per ingrandire la pagina premi ctrl +)

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

LE LUNE DI SIBILLA

"Due strade trovai nel bosco, io scelsi la meno battuta, per questo sono diverso"(R.Frost)

Il Blog di Raffaele Cozzolino

Pensieri, riflessioni, tecnologia, informatica

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Into The Wild

Happiness is real only when shared

roceresale

faccio buchi nel ghiaccio

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

A dieta...

...ma con una forte passione per il cibo e le rotondità!

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

Ma che Bontà

Le ricette di Cle

Ecce Clelia

Storie e pensieri di una mente non proprio sana, messi in una bottiglia e lasciati andare verso ignoti ed ignari lettori, naufragati su questo sito.

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

espress451

"In ogni cosa c'è un'incrinatura. Lì entra la luce" - Leonard Cohen

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: