DEI TRIESTINI FACCIAMO UN FALO’. PAROLA DEL LEGHISTA DORDOLO

Ecco, solo ieri ho scritto un post su questo consigliere friulano che, di fronte all’omicidio di una donna indiana in provincia di Piacenza, da parte del marito che ha poi gettato il corpo della sventurata nel fiume Po, ha commentato che in quel modo l’uomo aveva inquinato il fiume sacro alla Lega.

Inutile sottolineare che il razzismo di certi – e sottolineo certileghisti non si esprime solo nell’odio contro gli extacomunitari, o comunque stranieri, ma anche nei confronti dei loro vicini di casa.

Che altro dire?

Da triestina, vivendo da quasi 27 anni in Friuli, esprimo la mia indignazione. Nella speranza, tuttavia, che individui come Dordolo siano l’eccezione, all’interno del partito, e non la regola.

Speranza vana?

bollettino trieste

(dopo questo leggi ancheDordolo parte seconda: espulsione dalla lega e licenziamento dalla regione“, clicca qui)

I triestini? “Slavo triesticoli“, oppure più sobriamente “puzzolenti barcaioli“. La Triestina? Una società ingloriosa da estinguere con una sottoscrizione affinché sparisca per sempre, così per schiacciarli (sempre i triestini) sotto i piedi. Il tono, troppo raffinato anche per l’osteria numero venti, e i pensieri (?) hanno un autorevole autore: trattasi di un Consigliere comunale di Udine, anzi capogruppo della Lega Nord, il simpatico Luca Dordolo. Avete capito bene: un rappresentante delle istituzioni, che su facebook ha postato questo garbato appello a sottoscrivere una colletta per rilevare la società alabarda per poi estinguerla, “così – prosegue il Dordolo – dovranno partire da zero con un altro nome tipo SIAMOSLAVI o ZASTAVASEMACHINACHEVA“. Le citazioni usate dal nostro autore fanno trapelare un

View original post 229 altre parole

Annunci

8 thoughts on “DEI TRIESTINI FACCIAMO UN FALO’. PAROLA DEL LEGHISTA DORDOLO

  1. Il problema, ripeto, è che questo è consigliere comunale. Se questa stessa affermazione l’avesse fatta il “fruttarolo” porgendomi un mazzo di broccoli, chi se ne frega, si sa che la madre degli idioti è sempre incinta, ma quello che mi sconcerta è che queste possano essere figure rappresentative e normative,

    Mi piace

  2. Dio ci salvi dai poveri scemi… scusami per il termine Marisa… ma è veramente un insano poveretto che poveri noi è stato messo al posto sbagliato dalle persone sbagliate!!! Ma andasse a … (libera interpretazione!!!).

    Mi piace

  3. @ Maria Rita Tarantino

    In certe situazioni i termini non si possono controllare! Io cerco di trattenermi perché, come blogger, ho una responsabilità, ma nel privato …

    Dopo aver sentito la registrazione da La zanzara, a proposito dell’altra sparata fatta sull’indiano omicida, davvero non riesco a capire come si possa votare un individuo del genere.

    Mi piace

  4. E invece li votano, c’è persino gente del sud che vota la lega: l’immigrazione è un fenomeno incontrollato? E mica se la riprendono con un governo incapace e impotente, se la riprendono con quei poveri disgraziati che fuggono da fame, guerra, dittature, e li rimproverano di non sapersi organizzare quando arrivano qua (e già, non si sanno organizzare, al massimo sanno farsi sfruttare da qualche italiano cinico e privo di scrupoli).

    Ma sì, buttiamoli a fiume, nei loro, così i nostri non s’inquinano. Tra un po’, se continua così, saremo ridotti alla fame anche noi, e allora qualcuno, magari in Canada e negli Stati Uniti, potrebbe chiedere di buttarci nel Tevere, nell’Aniene, nell’Arno e nel Po, per non inquinare i loro di fiumi: la vita è una ruota.

    Mi piace

  5. @ Diemme

    Pare che tutti i colleghi di partito stiano prendendo le distanze da Dordolo. D’altra parte, dopo la vicenda “The family” se la stanno facendo sotto alla grande.

    Senti come si è scusato l’individuo: «In realtà non sono minimamente quello che un mio inqualificabile commento su Facebook ha invece fatto credere. Di tutto ciò me ne scuso profondamente con tutti coloro che si sono sentiti offesi dalle mie dichiarazioni aberranti».

    Però delle battute sui triestini quasi nessuno parla, eccettuato qualche commento in coda all’articolo sull’indiano nei quotidiani locali.
    Così conclude Il Piccolo, quotidiano di Trieste: «Ma nel presentare umili scuse, Dordolo si scorda completamente la parte relativa alle pesanti offese rivolte ai triestini, che così rimangono apparentemente confermate». (LINK)

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...