1 giugno 2012

ESODATI: LA FORNERO HA SBAGLIATO I CONTI … E ANCHE L’ITALIANO

Posted in donne, lingua, politica tagged , , , , , , a 6:19 pm di marisamoles

I conti non sono il suo forte ma nemmeno l’italiano. L’uso del congiuntivo, questo sconosciuto! Anche il ministro Fornero c’è caduta.

Finalmente ha ammesso che sugli esodati i conti sono stati fatti male. Il ministro del Lavoro l’ha detto a Focus Economia su Radio 24. Se la “registrazione” delle sue parole è corretta, Elsa Fornero non si è espressa rispettando le regole della lingua italiana. Avrebbe, infatti, affermato: «Non ho mai pensato che i professori non sbagliano mai. Ma per me sarebbe difficile non essere ‘professorale’ visto che lo sono stata per trent’anni e più. Questa è la mia natura, la mia professione e la cosa che amo».

Signora Fornero, amerà pure la sua professione ma non ama il congiuntivo, a quanto pare.
Be’, è in buona compagnia. Però poi non faccia la lezioncina sull’ignoranza degli studenti italiani.

[fonte Il Corriere]

Annunci

20 commenti »

  1. icittadiniprimaditutto said,

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

    Mi piace

  2. RAFFAELE IDDA said,

    Non sono un professore di grammatica italiana, mi vanto di saper usare il congiuntivo come molti della mia terra, ma credo che l’ERRORE grammaticale attribuito a Elsa Fornero sia …..alquanto discutibile.

    Mi piace

  3. marisamoles said,

    Dal punto di vista grammaticale è un errore. Che poi, nel linguaggio di tutti i giorni, si possa anche utilizzare l’indicativo è un altro discorso. Ma da un ministro della Repubblica ci si aspetterebbe un linguaggio formale, almeno in certe situazioni.

    Mi piace

  4. Raffaele said,

    Supponente e presuntuosa. Ecco come appare in ogni sua uscita pubblica madama Fornero. Il congiuntivo errato non è un problema, magari lo fosse, invece i danni sostanziali che la sua azione di governo ha comportato nei confronti della vita e dei diritti di milioni di persone, questo si che è un problema. La ricorderemo in futuro come la meteora più nefasta che abbia mai attraversato la storia istituzionale di questa pseudo-democrazia.
    Ciao, un abbraccio

    Mi piace

  5. Diemme said,

    Oramai talmente non si usa più che suona persino male. Io tante volte, mentre scrivo, vorrei farti uno squillo… leggo e rileggo, la testa mi dice che ci va il congiuntivo, ma l’orecchio oramai è per l’indicativo.

    Cercherò di farci attenzione (discorso generale, intendiamoci, non sono la Fornero sotto mentite spoglie 😆 )

    Mi piace

  6. marisamoles said,

    @ Diemme

    Tu squilla quando vuoi però, per onestà, devo ammettere che anch’io “scivolo” nell’indicativo proprio perché siamo disabituati al congiuntivo e ci sembra che “suoni” male.

    Non ci crederai ma quando spiego l’infinitiva latina, il problema grosso è far capire ai ragazzi quando nella traduzione dell’oggettiva italiana devono usare l’indicativo e quando il congiuntivo. Una fatica enorme!
    Però studiare il latino migliora l’italiano: basti pensare alla consecutio temporum e a quanti sbagli si commettano (potrebbe andarci anche l’indicativo qui 😉 ) in italiano proprio perché la nostra lingua ha subito una vera e propria deturpazione grazie al trasferimento del linguaggio parlato nello scritto. E’ ovvio che quando vado dal fruttivendolo mi adeguo al contesto e all’uso che in quel momento devo fare della lingua (per chiedere un chilo di mele non ci vuole poi molto!) ma quando è necessario un linguaggio formale è bene adeguarsi. A maggior ragione se si fanno dichiarazioni pubbliche.

    @ Raffaele

    «La ricorderemo in futuro come la meteora più nefasta che abbia mai attraversato la storia istituzionale di questa pseudo-democrazia.»

    E’ incredibile come sia riuscita a battere persino l’odiatissima Gelmini. 😉

    Mi piace

  7. geleselibero said,

    Seduti sulla sponda del fiume ad aspettare il cadavere del nemico ce ne sono molti. Eccolo il corpo moribondo trafitto da un congiuntivo.
    io non credo che la Fornero sia più nefasta della Gelmini.
    E’ l’unica, in questa assurda esperienza politica Italiana, che non riesco a giudicare negativamente. E dire che, dopo quelle lacrime, avrei voluto vederla boccheggiare moribonda sotto un cumulo di letame.

    Mi piace

  8. marisamoles said,

    @ geleselibero

    Tu dopo le lacrime, io ancora adesso. 🙂

    Mi piace

  9. geleselibero said,

    marisamoles, è giusto che ognuno abbia le proprie opinioni. Io le riconosco coraggio, intraprendenza, classe, eleganza e anche buone idee. Io la salverei. Soprattutto dopo l’ultima iniziativa sui dipendenti pubblici, data troppo frettolosamente dai suoi detrattori, alle masse affamate del sangue dei regnanti. Almeno si poteva leggere quello che c’è scritto. La gogna acritica non fa per me

    Mi piace

  10. marisamoles said,

    @ geleselibero

    Considerando che sono un bel po’ d’anni che lavoro e nel frattempo ho cresciuto due figli, con il disagio di fare anche la pendolare per un po’, che ho un’età tale che, se fosse rimasta in vigore la normativa vecchia, avrei avuto di fronte ancora nove anni circa di lavoro, mentre adesso ho la prospettiva di continuare a stare in cattedra (sono un’insegnante e non è facile mantenere la mente lucida, tenere ritmi insostenibili di correzione compiti, ad esempio le 24 ore nel week end passato, e che il divario d’età si fa sentire sempre più con gli allievi) fino al 2027 … nel frattempo probabilmente diventerò nonna e non mi potrò godere i nipotini nell’età più bella, mentre per i miei genitori gli anni passano e, anche se mi auguro che godano ancora per molto tempo di buona salute, potrebbero aver bisogno di me ma con il mio lavoro dovrei pagare una badante perché non avrei tempo …. ecco, considerando tutto questo a me la Fornero sta proprio sulle palle. Detto papale papale.

    Se poi questa è gogna acritica, mi dispiace.

    Mi piace

  11. Diemme said,

    In effetti, è inaccettabile avere all’improvviso allungato i tempi della pensione per chi ha sempre lavorato, mentre chi è passato un giorno per il parlamento continua a prendere oltre tremila euro di pensione al mese: parassita! (Dico tremila perché sto parlando proprio di chi li sta percependo per essere stato UN SOLO GIORNO in Parlamento).

    Mi piace

  12. geleselibero said,

    la gonga acritica l’ho connessa all’ultima iniziativa sul licenziamento dei dipendenti pubblici.
    Sui tempi e i modi di pensionamento possiamo disuctere. E sono d’accordo che sia tutto da rivoluzionare.
    Ma è colpa della Fornero? siamo sicuri?
    @ diemme. Ecco, questo è un vero problema, che le disparità con chi fa il politico di professione siano clamorose. Anche qui però non so quanto possa givare far fuori la Fornero!

    Mi piace

  13. marisamoles said,

    @ geleselibero

    Sul licenziamento degli statali non l’ho criticata, ho fatto solo dell’ironia.

    Mi piace

  14. geleselibero said,

    infatti non ho detto che la gogna è stata opera tua

    Mi piace

  15. marisamoles said,

    @ geleselibero

    Questo l’avevo capito, comunque. 😉

    Mi piace

  16. geleselibero said,

    però non si capiva che avessi capito!

    Mi piace

  17. marisamoles said,

    Bene. Ora ci siamo capiti. 🙂

    Mi piace

  18. geleselibero said,

    ma siamo andati fuori tema rispetto al topic. E ora gli altri rischiano di non capire

    Mi piace

  19. marisamoles said,

    Credo che ormai questa discussione sia seguita da pochi. L’importante è capirsi tra noi due.

    Mi piace

  20. geleselibero said,

    ok, ho capito!

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Like @ Rolling Stone

parole, pensieri e pietre di Mauro Presini

Dottor Lupo Psicologo, Battipaglia Salerno

Consulenza Sostegno Diagnosi

Scaffali da leggere

Consigli di letture, recensioni e frasi tratte dai libri.

Willyco

in alto, senza parere

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof (precaria) di lettere.

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

Nonseinegato

Scuola, matematica... e altro

Non vado a scuola ma all'asilo

Pagina a traffico illimitato, con facoltà di polemica, di insulti...

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

PindaricaMente

C'è una misura in ogni cosa, tutto sta nel capirlo (Pindaro)

Il mestiere di scrivere

LA SCUOLA DI SCRITTURA CREATIVA ONLINE - LABORATORI DIDATTICI E SEMINARI IN TUTTA ITALIA

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

marialetiziablog

salviamolascuolaprimadisubito.com site

Chiara Patruno - Psicologa

Psicologa Dinamica e Clinica presso l’ Universita’ La Sapienza di Roma, Facolta’ Medicina e Psicologia

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

onesiphoros

[...] ἀλλ᾽ ὥσπερ ἄνθρωπος, φαμέν, ἐλεύθερος ὁ αὑτοῦ ἕνεκα καὶ μὴ ἄλλου ὤν, οὕτω καὶ αὐτὴν ὡς μόνην οὖσαν ἐλευθέραν τῶν ἐπιστημῶν: μόνη γὰρ αὕτη αὑτῆς ἕνεκέν ἐστιν. Aristot. Met. 1.982b, 25

Il ragazzo del '46

Settanta: mancano solo 984 anni al 3000.

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

i media-mondo: la mutazione nella connessione

Prove di pensiero di GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

unpodichimica

Non tutto ciò che luccica è oro, ma almeno contiene elettroni liberi G.D. Bernal

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

occhioallapenna

Buongiorno e leggerezza!

penna bianca

appunti di viaggio & scritti di fortuna

Pollicino Era un Grande

Psicologia e dintorni a cura della Dr.ssa Marzia Cikada (Torino e Torre Pellice)

la fine soltanto

un blog e un libro di emiliano dominici (per ingrandire la pagina premi ctrl +)

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

LE LUNE DI SIBILLA

"Due strade trovai nel bosco, io scelsi la meno battuta, per questo sono diverso"(R.Frost)

Il Blog di Raffaele Cozzolino

Pensieri, riflessioni, tecnologia, informatica

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Into The Wild

Happiness is real only when shared

roceresale

faccio buchi nel ghiaccio

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

A dieta...

...ma con una forte passione per il cibo e le rotondità!

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

Ma che Bontà

Le ricette di Cle

Ecce Clelia

Storie e pensieri di una mente non proprio sana, messi in una bottiglia e lasciati andare verso ignoti ed ignari lettori, naufragati su questo sito.

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

espress451

"In ogni cosa c'è un'incrinatura. Lì entra la luce" - Leonard Cohen

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: