CENTRO ESTETICO CON KINDERHEIM … TRUCCO GRATIS PER LE BAMBINE


Si sa: muoversi con i bambini, specie se piccoli, è sempre un’impresa. Si va a fare la spesa, si corre in farmacia a dieci minuti dalla chiusura per il latte in polvere o si fa un salto nella merceria sotto casa (se c’è!) perché l’ultimo paio di collant si è smagliato. Al di là di questo, le mamme che non hanno grandi aiuti in famiglia rinunciano a qualsiasi optional: caffè con le amiche, shopping, parrucchiera, estetista …

Ormai le famiglie puntano sui centri commerciali perché solitamente si trovano anche i kinderheim: gratuitamente o spendendo una modica cifra si possono “parcheggiare” i bambini per tutto il tempo che occorre. Delle baby sitter (si spera esperte e qualificate ma ho i miei dubbi) sono a disposizione delle mamme anche quando hanno voglia di farsi una piega o la ceretta urge. Tanto, nei centri commerciali si trova di tutto: tintoria con servizio sartoria dove fanno il fondo ai pantaloni in mezzora, calzolaio che rifà i tacchi in quindici minuti, ci sono addirittura i centri medici per fare una visita specialistica o le analisi cliniche.

La notizia che ho letto, però, non riguarda un centro commerciale ma un salone di bellezza di Treviso che offre alle bambine dai 2 ai 12 anni trucchi, smalti e maschere per il viso, con prodotti naturali come lo yogurt o specificatamente pensati per i bambini, dunque atossici e inodori e risciacquabili semplicemente con acqua. Il tutto gratuitamente con il solo intento di far godere alle mamme un’oretta o più di tranquillità.

La titolare del centro estetico situato nel cuore della città veneta, Loredana Lagonigro, spiega: “L’idea me l’hanno fatta venire le mie clienti, che numerose mi raccontano quanto le loro figlie, già a due o tre anni, chiedano di poter mettere lo smalto per emulare le mamme. Quindi abbiamo pensato a questo nuovo servizio, anche se rigorosamente in forma di gioco”.

Naturalmente questo speciale kinderheim ha un nome appropriato: Little Lola’s. Vale a dire … Lolita.

Le associazioni dei genitori hanno già levato un coro di proteste per un’iniziativa che giudicano diseducativa. Io sono completamente d’accordo. Che si metta a disposizione un servizio di baby sitting per le mamme che vogliono godersi un trattamento di bellezza in santa pace può anche essere un’idea. Ma che si soddisfi il desiderio delle piccole di emulare la mamma, non mi pare il caso. Una volta ci si limitava ad indossare gli abiti e le scarpe con il tacco per sentirsi grandi, ora si chiedono i trucchi. A me sembra pazzesco.

Se a 2 anni hanno già queste velleità, non stupiamoci che a sedici ne dimostrino trenta come una certa Ruby …

[notizia e foto da Affaritaliani]