14 marzo 2012

MALTRATTAVANO BAMBINI TRA I TRE E I CINQUE ANNI: MAESTRE SOSPESE

Posted in bambini, cronaca, donne, politica tagged , , , , , , , a 4:27 pm di marisamoles

Il fatto è accaduto a Martina Franca (Taranto): due maestre della scuola d’infanzia, di 51 e 60 anni, sono state sospese dal servizio in quanto maltrattavano sistematicamente i bambini loro affidati. Accertate le continue vessazioni, le due donne sono state sospese dal servizio in via cautelativa.

Gli inquirenti hanno stabilito che le vessazioni erano tali da compromettere l’equilibrio psichico dei piccoli. L’indagine è partita dalla denuncia fatta dai genitori di due bambini che non volevano più andare alla scuola materna. Sono state, quindi, installate delle telecamere che hanno messo in luce i maltrattamenti, consistiti soprattutto in schiaffi e strattoni. L’ipotesi di reato è quella di abuso dei mezzi di correzione e disciplina.

Sul fatto l’avv.Antonino Napoli, vice presidente dell’Osservatorio sui Diritti dei Minori, così si esprime: «Da anni l’ Osservatorio sui Diritti dei Minori chiede a gran voce che gli insegnanti siano assoggettati a periodici controlli di tenuta psico-emotiva e la nostra proposta viene sistematicamente bollata dai benpensanti di turno come provocatoria e offensiva, quand’invece si tratta di un’opportunità per ridimensionare il reiterarsi di episodi di sopraffazione a scuola nei confronti dei bambini, che ormai ha raggiunto vette considerevoli».

Concordo pienamente. Da insegnante capisco quanto possa essere usurante una professione che impone all’operatore il continuo contatto con bambini così piccoli, per molte ore al giorno e in gruppi a volte considerevoli. Chiunque abbia, o abbia avuto dei bambini piccoli, può confermarlo.
Fatti come questi impongono delle riflessioni serie anche sulla riforma pensionistica che costringe gli insegnanti a rimanere in servizio anche oltre i 65 anni di età. Una riforma che non tiene minimamente conto delle professioni usuranti – l’insegnamento lo è, anche se qualcuno pensa che sia un comodo impiego inframmezzato da tanti periodi di vacanza – e, in particolare, di quelle che impongono il contatto con bambini e adolescenti, fasce d’età molto delicate per quanto riguarda lo sviluppo psicofisico.

Senza nulla togliere ai bravi insegnanti che fanno il loro lavoro con dedizione e pazienza, senza mai perdere il controllo, credo che con il passare degli anni non solo il divario che si crea tra discente e docente sia enorme, ma riesce anche difficile avere riflessi pronti, per scongiurare incidenti, e polso fermo per poter mantenere la disciplina. Se consideriamo anche il fatto che in una scuola materna è necessario intrattenere i piccoli con giochi e attività spesso di carattere manuale, ai riflessi e al polso fermo si aggiunge la creatività e la capacità di resistenza che con l’avanzare dell’età possono diminuire. Ecco, quindi, che quelle belle creature fanno uscire completamente di testa.

Non giustifico i maltrattamenti di queste (e, purtroppo, di molte altre) maestre, ma comprendo bene che perdere il controllo, specialmente superati i 50 anni, è molto facile. E’ umano. La riforma delle pensioni, invece, è semplicemente disumana.

[notizia da Il Corriere del Mezzogiorno]

Annunci

9 commenti »

  1. Al di là di questo episodio di cronaca, sono anche io convinta che la riforma delle pensioni sottovaluti la necessità di un ricambio generazionale nell’esercizio di determinate professioni. L’insegnamento è forse la prima fra queste. Non metto in dubbio che ci siano insegnanti aggiornati, continuamente al passo con i tempi nonostante l’età, ma è lo stesso studente, secondo me, ad aver bisogno di una persona più “vicina” a lui con la quale rapportarsi e condividere parte della sua giornata. Ritengo che il dialogo tra scolaro e docente risulti più semplice e più aperto se il docente in questione è anagraficamente e psicologicamente prossimo al suo allievo (senza, ripeto, condannare i veterani dell’insegnamento che di esperienza ne hanno molta).

    Mi piace

  2. Sono pienamente, incondizionatamente d’accordo con te. Soprattutto chi è a contatto con i bambini dovrebbe essere controllato, assistito e sostituito al bisogno. E mandato in pensione quando non ce la fa più, prima che faccia danni.

    Mi piace

  3. lilipi said,

    Sono totalmente d’accordo con voi e anche con l’avvocato Napoli. E vorrei aggiungere che sarebbe bene limitare il numero degli alunni nelle classi,specie nella scuola materna, e almeno in essa inserire le telecamere, a tutela dei bambini ma anche delle maestre(contro eventuali “cacce alle streghe”)

    Mi piace

  4. marisamoles said,

    @ Scrutatrice

    Immaginavo tu fossi d’accordo. Insomma, anche per voi studenti non è bello trovarsi di fronte in cattedra delle prof rinco e poco pazienti. Noi prof rampanti ci sforziamo di sentirci vicine a voi (anche indossando i jeans strappati 😉 ) ma non sempre ci riusciamo, ahimè.

    @ PennelliRibelli

    Considerando che una volta gli insegnanti andavano in pensione anche prima dei 45 anni, credo che un’età ragionevole sarebbe 55. Ma vaglielo a dire alla Fornero. 😦

    @ lilipi

    Le telecamere in classe non le metteranno mai, credimi. Ma non per tutelare la privacy … perché sarebbero moltissimi i prof a voler evitare le figuracce. 😯 Ci sarebbe una specie di rivolta generale. Già c’è qualcuno che protesta per quelle collocate in prossimità degli ingressi, per motivi di sicurezza visto che da anni, per risparmiare, sono stati licenziati i custodi.

    Mi piace

  5. lilipi said,

    @marisa
    Io parlavo di telecamere(senza audio), e solo nella scuola materna. Con i tempi che corrono, se fossi docente di scuola materna io la chiederei proprio a mia tutela.

    Mi piace

  6. Già! Come disse tempo fa mio suocero, macellaio quasi settantenne, staccando un troncone dal gancio e trasportandolo sulle spalle: “ci toccherà morire in frigorifero!”

    Mi piace

  7. marisamoles said,

    @ lilipi

    Concordo. Nelle materne dovrebbe essere un obbligo di legge.

    Mi piace

  8. marisamoles said,

    @ PennelliRibelli

    Simpatico tuo suocero! 🙂

    Ma quant’è vera quella battuta. 😦

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Like @ Rolling Stone

Immagini, parole e pietre lanciate da Mauro Presini

Dottor Lupo Psicologo, Battipaglia Salerno

Consulenza Sostegno Diagnosi

Scaffali da leggere

Consigli di letture, recensioni e frasi tratte dai libri.

Willyco

in alto, senza parere

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof (precaria) di lettere.

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

Nonseinegato

Scuola, matematica... e altro

Non vado a scuola ma all'asilo

Pagina a traffico illimitato, con facoltà di polemica, di insulti...

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

PindaricaMente

C'è una misura in ogni cosa, tutto sta nel capirlo (Pindaro)

Il mestiere di scrivere

LA SCUOLA DI SCRITTURA CREATIVA ONLINE - LABORATORI DIDATTICI E SEMINARI IN TUTTA ITALIA

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

marialetiziablog

salviamolascuolaprimadisubito.com site

Chiara Patruno - Psicologa

Psicologa Dinamica e Clinica presso l’ Universita’ La Sapienza di Roma, Facolta’ Medicina e Psicologia

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

onesiphoros

[...] ἀλλ᾽ ὥσπερ ἄνθρωπος, φαμέν, ἐλεύθερος ὁ αὑτοῦ ἕνεκα καὶ μὴ ἄλλου ὤν, οὕτω καὶ αὐτὴν ὡς μόνην οὖσαν ἐλευθέραν τῶν ἐπιστημῶν: μόνη γὰρ αὕτη αὑτῆς ἕνεκέν ἐστιν. Aristot. Met. 1.982b, 25

Il ragazzo del '46

Settanta: mancano solo 984 anni al 3000.

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

i media-mondo: la mutazione nella connessione

Prove di pensiero di GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

unpodichimica

Non tutto ciò che luccica è oro, ma almeno contiene elettroni liberi G.D. Bernal

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

occhioallapenna

Buongiorno e leggerezza!

penna bianca

appunti di viaggio & scritti di fortuna

Pollicino Era un Grande

Psicologia e dintorni a cura della Dr.ssa Marzia Cikada (Torino e Torre Pellice)

la fine soltanto

un blog e un libro di emiliano dominici (per ingrandire la pagina premi ctrl +)

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

LE LUNE DI SIBILLA

"Due strade trovai nel bosco, io scelsi la meno battuta, per questo sono diverso"(R.Frost)

Il mondo di Ifigenia

Svegliati ogni mattina con un sogno da realizzare!

Il Blog di Raffaele Cozzolino

Pensieri, riflessioni, tecnologia, informatica

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Into The Wild

Happiness is real only when shared

roceresale

faccio buchi nel ghiaccio

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

A dieta...

...ma con una forte passione per il cibo e le rotondità!

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

Ma che Bontà

Le ricette di Cle

Ecce Clelia

Storie e pensieri di una mente non proprio sana, messi in una bottiglia e lasciati andare verso ignoti ed ignari lettori, naufragati su questo sito.

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: