I GENITORI SI SEPARANO? LA CASA VA ALLA FIGLIA DI QUATTRO ANNI

Una coppia di conviventi, con una bimba di quattro anni, non trovano un accordo sulla custodia della figlia ed il giudice decide per loro: la piccola rimarrà nella casa di proprietà dove i due genitori, supportati eventualmente da parenti, abiteranno con lei a settimane alterne. La sentenza arriva dal Tribunale dei Minori di Trieste ed è un caso unico nell’ambito della giurisprudenza italiana.

L’affidamento alternato – così si chiama – non è di per sé una novità. Solitamente, però, i genitori a turno prendono con sé la prole, stabilendo i tempi in cui essa debba stare con mamma e quelli in cui sia il papà a doversi prendere cura dei figli. Succede, ad esempio, che la mamma si occupi dei figli per il periodo scolastico e il papà durante tutta l’estate. Quello che, almeno come decisione presa da un giudice, è davvero nuovo è il fatto che l’appartamento in cui la bambina in questione viveva con entrambi i genitori “rimanga a lei” e che siano mamma e papà a traslocare ogni lunedì mattina, assumendosi l’onere delle spese settimanali e di quelle straordinarie, di comune accordo.

Favorevole alla disposizione del giudice, ancora provvisoria, una psicologa che, dalle pagine del quotidiano triestino, Il Piccolo, dichiara che in questo modo si garantisce più stabilità alla bimba.
La dottoressa Maddalena Berlino, psicologa e psicoterapeuta, spiega: Visto che la madre e il padre non sono riusciti a trovare un accordo che tenga conto prioritariamente delle esigenze della piccola, il giudice ha disposto regole che terranno i problemi dei genitori fuori da casa e consentiranno alla figlia di mantenere lo stesso tetto e gli stessi spazi. In questo modo, si evita che il bambino diventi una sorta di pacco che ogni fine settimana viene trasferito nella casa di uno o dell’altro genitore assieme allo lo zainetto pieno di giochi, ai quaderni e al pigiamino.

Non tutti però concordano: lo psicoterapeuta Mauro Cauzer si chiede come verrà spiegata questa anomale situazione alla piccola. La sua giovanissima età, secondo Cauzer, non le permetterà di comprendere appieno questo strano trasloco settimanale, mentre con dei ragazzini più grandi la situazione sarebbe stata gestibile, per loro sarebbe stato più semplice comprendere questa alternanza tra padre e madre.

Per me questo provvedimento non è una novità: un’analoga decisione era stata presa, infatti, da una coppia di conoscenti che avevano stabilito, di comune accordo, di trasferirsi a turno settimanalmente nella casa in cui avevano trascorso gli anni del matrimonio, in modo che le bambine non soffrissero ancora di più lasciando le “amate quattro mura” e vedendosi sballottate di qua e di là, dovendo seguire i propri genitori nella casa dell’uno e dell’altra. Non solo: la coppia prese in affitto un unico appartamento in cui ciascuno viveva nella settimana in cui non aveva l’affidamento delle figlie. La situazione fu portata avanti in modo civile per alcuni anni finché mamma e figlie traslocarono in un altro appartamento.

Partendo dal presupposto che la cosa ottimale sia non separarsi, specialmente avendo bambini così piccoli, penso che, nel caso in cui sia necessaria una separazione, lasciare i figli nella casa in cui hanno sempre vissuto e alternarsi nel prendersi cura di loro, benché comporti evidentemente un grande sacrificio per entrambi, sia la cosa migliore da fare. Soprattutto un grande esempio di civiltà. Certo, non dovrebbe essere un giudice a stabilirlo …

[immagine da questo sito]

CHARLOTTE CASIRAGHI: UNA PRINCIPESSA BELLISSIMA PER GUCCI


Credo sia la principessa più bella del mondo occidentale: Charlotte Casiraghi, venticinque anni, la figlia secondogenita che la principessa Carolina di Monaco ebbe dallo sfortunato matrimonio con Stefano Casiraghi (morto tragicamente nel 1990), è stata scelta dalla maison Gucci quale testimonial per il novantesimo compleanno.

Appassionata di equitazione, la bella Charlotte ha anche partecipato ad alcune gare di salto ad ostacoli. Proprio per questa sua passione, Frida Giannini, direttore creativo della prestigiosa maison italiana l’ha scelta per un servizio fotografico in una scuderia dove la principessa monegasca (quarta in linea di successione al trono di Monaco) posa accanto ad uno splendido purosangue. Gli scatti sono opera di Peter Lindbergh e la campagna pubblicitaria, al via oggi, sarà su tutti i giornali e cartelloni pubblicitari d’Italia.

Alcune delle foto sono visibili a questo LINK. Potete guardare anche il VIDEO pubblicato oggi su Il Corriere.

Sebbene non tenga particolarmente alla Festa della Donna, mi è sembrato carino rendere omaggio a questa donna bellissima che di certo fa sognare molti uomini ma è gradita anche a molte donne, non solo per la sua bellezza ma anche per la sua eleganza e, nonostante tutto, la sua semplicità.