3 febbraio 2012

UN PO’ DI FAME? LO SPOT TE LA FA PASSARE

Posted in pubblicità tagged , , , , a 4:59 pm di marisamoles

Sarà che sono a dieta, sarà che lo snack pubblicizzato nello spot non mi è mai piaciuto particolarmente, sarà che i protagonisti (il campione di atletica Andrew Howe e l’attrice Elena Cucci) mi stanno parecchio antipatici, sarà pure che la titolare della latteria gli porta la spesa a casa mentre nella realtà un simile servizio ce lo sogniamo (per dire il vero, sogniamo anche le latterie di un tempo), sarà …

… boh, non so perché ma questo spot non lo sopporto. Mi fa quasi rimpiangere la ragazza del “Mi vuoi tutta cicca e brufoli?”, per non parlare della signora snob, di giallo vestita, che non aveva fame ma solo “voglia di qualcosa di buono”, cui viene incontro con solerzia incredibile il buon Ambrogio, autista assai sensibile. Va be’, il prodotto era un altro ma l’azienda la medesima. Quello spot però mi piaceva.

Insomma, vedendo questa pubblicità a me la fame passa (sempre nell’ipotesi improbabile che ce l’abbia … il mio stomaco si è ormai abituato anche a quella e non reclama più il cibo proibito). E a voi?

Annunci

9 commenti »

  1. Sarà che il Kinder Bueno è troppo buono per lasciarsi influenzare da una discutibile pubblicità… 😉

    Mi piace

  2. Stelio said,

    Diciamo che mi dà già abbastanza fastidio sentir pronunciare il vocabolo “fame” da quei due manichini dal sorriso sciocco. A costo di apparire pedante, andrei cauto nell’utilizzo scanzonato di una parola che altrove (ma non troppo) è una sicura promessa di sofferenza e di morte. Confesso, sono abbastanza suscettibile, mi danno il prurito anche altri termini di uso comune, ambaradan, attimino, midia, ecc.
    Ma qui stiamo parlando di cibo, o almeno di una cosa spacciata come tale.
    Anche in questo caso mi confesso un integralista, e non solamente perché preferisco i cibi integrali, ma anche per le mie preferenze verso gli ingredienti grezzi, riconoscibili. Mentre sto scrivendo, in pentola si sta cuocendo a fuoco lento una minestra di fagioli cannellini con la pancetta affumicata, e nel forno si sta indorando il pane, sentissi i profumi… La mia cena sarà frugalissima, ma calda, e soprattutto “domestica” e non industriale o esotica, e così pure per uno spuntino preferisco una frittatina con i porri, qualche fetta di prosciutto crudo, e roba simile.
    Invece quella “roba” là, è fabbricata con sostanze che conosciamo solo per sentito dire. Un piccolo esempio: vaniglia e vanillina sono due cose differenti. La vaniglia è lo stecco nero e nervoso che ormai pochi hanno il piacere di incontrare. La vanillina (naturalmente presente nella vaniglia) invece può essere più economicamente ricavata dal trattamento del guaiacolo con la formaldeide, o anche dai residui catramosi delle cartiere, e questa sostanza chimica industriale “contamina” il 90% dei dolci da banco.
    Che altro dire, a me quello stupido spot non fa passare l’appetito, perché gli aromi che normalmente girano per la casa sono invincibili e irresistibili. Diciamo che mi danno un pò il voltastomaco, come del resto la m… spalmabile alla nocciola o i 4 c… in padella.
    Del resto non siamo noi due il target di quello spot, come non lo sono trasmissioni televisive altrettanto artefatte e sapide, mode effimere quanto insulse, modelli consistenti e credibili quanto un ectoplasma, voglie e capricci inculcati subliminalmente.
    Siamo fuori dal gioco, passè, specie in estinzione. Facciamocene una ragione, vivremo meglio.
    🙂

    Mi piace

  3. laurin42 said,

    Sarà che una barretta sicuramente ipercalorica sia adatta ad una supposta dieta. Meglio un rochè…o un pocket coffee…
    Tanto pourparler!
    Love
    L

    Mi piace

  4. icittadiniprimaditutto said,

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

    Mi piace

  5. frz40 said,

    A parte la prima della serie, quella dell’aeroporto, la pubblicità del Kinder con questi due è stata, in effetti, abbastanza deludente.

    Peraltro, in questo momento, di spot orribili ne stanno andando in onda un bel numero.

    Colpa della depressione?

    Mi piace

  6. lilipi said,

    “De gustibus non disputandum est”;però anche a me certi prodotti danno l’idea di poco genuino e di ingrassante

    Mi piace

  7. marisamoles said,

    @ Scrutatrice

    Golosona! 😉

    @ Stelio

    Complimenti per la preparazione in ambito alimentare! E poi sembra che tu sia un casalingo perfetto anche se … hai nominato degli ingredienti (cannellini e pancetta) che per me sono off limit. 😦
    Felice di appartenere alla “specie in estinzione” e di condividere questa condizione con te. 😉

    @ Laurin42

    Anch’io preferisco le alternative, specie la prima. Ma, ahimè, almeno fino ai primi di aprile ogni trasgressione è vietata. Mangiane uno per me, ti prego.

    @ frz

    Non so se sia colpa della depressione ma, almeno a me, la depressione certi spot la fanno proprio venire. 😦

    @ lilipi

    Soprattutto ingrassante … secondo me, tutto ciò che è bello a vedere (parlo del cibo, naturalmente) è particolarmente pericoloso per la linea. In questo periodo non posso nemmeno guardare esposti in vetrina i crostoli (chiacchiere, cenci, frappe … non so come li chiami tu) senza temere che il mio livello di colesterolo sia alzi solo alla vista.

    Mi piace

  8. espress451 said,

    A parte che, come ben sai, questi sono per me tutti cibi off limits perché con glutine, ma anch’io trovo lo spot poco naturale. Possibile che Andrew debba “indirizzare” negli acquisti la ragazza trattandola come incapace di intendere e volere? Mah…
    A presto, Es.

    Mi piace

  9. marisamoles said,

    @ Ester

    Me lo chiedo anch’io. Per fortuna che la realtà è tutt’altra cosa. Diciamo che quando si arriva alla cassa del supermercato non c’è Andrew che tenga: qualche snack, se non proprio quello, finisce nel carrello.
    Anche se non lo puoi mangiare, non ti perdi niente. Molto meglio una sana fetta di torta (magari con farina di riso, per te!) fatta in casa.

    A presto.

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Like @ Rolling Stone

Immagini, parole e pietre lanciate da Mauro Presini

Dottor Lupo Psicologo, Battipaglia Salerno

Consulenza Sostegno Diagnosi

Scaffali da leggere

Consigli di letture, recensioni e frasi tratte dai libri.

Willyco

in alto, senza parere

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof (precaria) di lettere.

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

Nonseinegato

Scuola, matematica... e altro

benvenut* su alerino.blog

pagina a traffico illimitato, con facoltà di polemica, di critica, di autocritica, di insulti...

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

PindaricaMente

C'è una misura in ogni cosa, tutto sta nel capirlo (Pindaro)

Il mestiere di scrivere

LA SCUOLA DI SCRITTURA CREATIVA ONLINE - LABORATORI DIDATTICI E SEMINARI IN TUTTA ITALIA

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

marialetiziablog

salviamolascuolaprimadisubito.com site

Chiara Patruno - Psicologa

Psicologa Dinamica e Clinica presso l’ Universita’ La Sapienza di Roma, Facolta’ Medicina e Psicologia

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

onesiphoros

[...] ἀλλ᾽ ὥσπερ ἄνθρωπος, φαμέν, ἐλεύθερος ὁ αὑτοῦ ἕνεκα καὶ μὴ ἄλλου ὤν, οὕτω καὶ αὐτὴν ὡς μόνην οὖσαν ἐλευθέραν τῶν ἐπιστημῶν: μόνη γὰρ αὕτη αὑτῆς ἕνεκέν ἐστιν. Aristot. Met. 1.982b, 25

Il ragazzo del '46

Settanta: mancano solo 984 anni al 3000.

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

i media-mondo: la mutazione nella connessione

Prove di pensiero di GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

unpodichimica

Non tutto ciò che luccica è oro, ma almeno contiene elettroni liberi G.D. Bernal

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

occhioallapenna

Buongiorno e leggerezza!

penna bianca

appunti di viaggio & scritti di fortuna

Pollicino Era un Grande

Psicologia e dintorni a cura della Dr.ssa Marzia Cikada (Torino e Torre Pellice)

la fine soltanto

un blog e un libro di emiliano dominici (per ingrandire la pagina premi ctrl +)

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

LE LUNE DI SIBILLA

"Due strade trovai nel bosco, io scelsi la meno battuta, per questo sono diverso"(R.Frost)

Il mondo di Ifigenia

Svegliati ogni mattina con un sogno da realizzare!

Il Blog di Raffaele Cozzolino

Pensieri, riflessioni, tecnologia, informatica

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Into The Wild

Happiness is real only when shared

roceresale

faccio buchi nel ghiaccio

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

A dieta...

...ma con una forte passione per il cibo e le rotondità!

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

Ma che Bontà

Le ricette di Cle

Ecce Clelia

Storie e pensieri di una mente non proprio sana, messi in una bottiglia e lasciati andare verso ignoti ed ignari lettori, naufragati su questo sito.

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: