28 dicembre 2011

SIAMO TUTTI FRATELLI … O FORSE NO

Posted in Natale, religione tagged , , , , , , a 9:21 pm di marisamoles

Ennesima rissa tra preti nella Basilica della Natività a Betlemme (Cisgiordania). Ennesima perché pare che accada frequententemente di assistere a scene degne di un film western, con tanto di scazzottate che poco si addicono all’abito sacro che i protagonisti indossano e al luogo che non è proprio simile ad un saloon.

Il motivo del contendere, questa volta, è una questione di “territorialità”. Ovvero, i preti greco-ortodossi e armeni, protagonisti della rissa, non si sono trovati d’accordo sulla suddivisione delle aeree della Basilica che dovevano essere pulite in vista della celebrazione del Natale (per gli ortodossi, il 7 gennaio).

La Basilica, che risale al VI secolo e, secondo la tradizione, sorge nel luogo in cui era situata la capanna dove nacque Gesù, è co-gestita dai religiosi cattolici romani, greco-ortodossi e armeni. Accade spesso che preti e monaci litighino sulle rispettive competenze.

Ma non eravamo tutti fratelli?

Be’, anche Caino e Abele lo erano

Annunci

5 commenti »

  1. Diemme said,

    C’è poco da ridere. Io mi trovavo giusto in Israele, non ricordo più se a Nazareth o Betlemme o giù di lì, con un’amica cattolicissima che, essendo la notte di Natale, voleva assolutamente andare a messa.

    Ora, capirai che in Israele non è che le chiese si trovino ad ogni angolo come qui, e cominciammo a cercare. Trovata una chiesa, ci impedirono di entrare perché “chiesa polacca riservata ai polacchi”: una chiesa riservata? Una chiesa che impedisce a un credente di entrare a pregare la notte di Natale?

    Insomma, mi infuriai e ci discussi.. beh, non sapendo il polacco, ci discussi nell’unica lingua in cui riuscii a farlo: in latino!!!

    Mi piace

  2. icittadiniprimaditutto said,

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

    Mi piace

  3. marisamoles said,

    Cara Diemme,

    non serve sottolineare quanto il “siamo tutti fratelli”, propagandato da tutte le religioni, sia una grande ipocrisia.
    Il tuo racconto ne è la conferma. Purtroppo l’intolleranza contraddistingue la convivenza tra popoli appartenenti a diverse religioni e la Terra Santa è proprio il luogo in cui sembra che Caino abbia prolificato meglio, ahimè.

    A proposito di “chiesa riservata”, mi è venuto in mente un fatto che riguarda mio figlio e la sua Prima Comunione.
    Io lo accompagnavo alla Messa delle 11 e 30 perché l’orario era più comodo per me. Ma quella “riservata” ai bambini del catechismo si celebrava alle 9 e 30. Ebbene, la catechista, con cui non ho mai avuto un rapporto idilliaco nei quattro (e sottolineo quattro!) anni di catechismo in preparazione della Prima Comunione, mi accusò, senza avere alcuna prova, di non portare il bambino a Messa. Le spiegai, quindi, che lo portavo a quella delle 11 e 30 perché l’orario era più comodo e lei prima mise in dubbio il fatto che alla Messa ci andassi e poi, in seguito alle mie proteste, disse che quella non era la Messa riservata ai bambini del catechismo. A quelle parole sorrisi e le feci presente che io posso andare a pregare il mio Dio anche in una sinagoga o in una moschea, se voglio, figuriamoci portare il figlio a Messa dove e quando voleva lei. Inutile dire che mio figlio frequentò gli ultimi mesi di catechismo in un’altra parrocchia, anche perché nella mia lo avrebbero obbligato a perdere (nel vero senso della parola) due ore alla settimana anziché una. Naturalmente fui accusata di non essere una buona madre perché allontanavo così mio figlio dalla sua parrocchia. 😦

    Mi piace

  4. lilipi said,

    @marisa
    Quello che è successo( e non per la prima volta) a Betlemme è vergognoso. Il Cristianesimo ha come precetto fondamentale” Ama il prossimo tuo come te stesso”(cosa dificile ma non impossibile).Un passo del Vangelo racconta che Gesù scacciò i mercanti dal tempio dicendo:”Sta scritto :La casa mia sarà chiamata casa d’orazione;ma voi l’avete fatta spelonca di ladri”.Cosa direbbe davanti a questi religiosi? Penso che i loro capi dovrebbero “trasferirli d’ufficio, per incompatibilità ambientale” e impedire che comportamenti simili si ripetano, perchè sono occasione di scandalo. Purtroppo negli anni(come dimostra anche il tuo racconto) spesso si è dimenticato il messaggio di Gesù e hanno prevalso formalismo e fariseismo. E questo certo non avvicina la gente alla religione.
    Spero che tu sia a buon punto con la correzione dei compiti(croce e non delizia degli insegnanti di lettere)e ti faccio i migliori auguri per il nuovo anno.

    Mi piace

  5. marisamoles said,

    @ lilipi

    Hai proprio ragione: quei religiosi dovrebbero essere trasferiti per incompatibilità ambientale!
    Anch’io quando ho letto la notizia ho pensato all’episodio di Gesù al tempio. Certo non avrebbe apprezzato la lotta a suon di scope e spazzoloni.

    Io sono agli ARRESTI DOMICILIARI, prigioniera dei pacchi di compiti da correggere. I carcerati stanno decisamente meglio, almeno hanno diritto ad un’ora di aria al giorno e non devono impegnarsi intellettualmente per nove ore quasi di fila! Io oggi non mi sono mossa da casa … ho la testa che mi scoppia.

    Contraccambio gli auguri per un felice 2012.
    A presto.

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Like @ Rolling Stone

parole, pensieri e pietre di Mauro Presini

Dottor Lupo Psicologo, Battipaglia Salerno

Consulenza Sostegno Diagnosi

Scaffali da leggere

Consigli di letture, recensioni e frasi tratte dai libri.

Willyco

in alto, senza parere

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof (precaria) di lettere.

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

Nonseinegato

Scuola, matematica... e altro

Non vado a scuola ma all'asilo

Pagina a traffico illimitato, con facoltà di polemica, di insulti...

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

PindaricaMente

C'è una misura in ogni cosa, tutto sta nel capirlo (Pindaro)

Il mestiere di scrivere

LA SCUOLA DI SCRITTURA CREATIVA ONLINE - LABORATORI DIDATTICI E SEMINARI IN TUTTA ITALIA

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

marialetiziablog

salviamolascuolaprimadisubito.com site

Chiara Patruno - Psicologa

Psicologa Dinamica e Clinica presso l’ Universita’ La Sapienza di Roma, Facolta’ Medicina e Psicologia

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

onesiphoros

[...] ἀλλ᾽ ὥσπερ ἄνθρωπος, φαμέν, ἐλεύθερος ὁ αὑτοῦ ἕνεκα καὶ μὴ ἄλλου ὤν, οὕτω καὶ αὐτὴν ὡς μόνην οὖσαν ἐλευθέραν τῶν ἐπιστημῶν: μόνη γὰρ αὕτη αὑτῆς ἕνεκέν ἐστιν. Aristot. Met. 1.982b, 25

Il ragazzo del '46

Settanta: mancano solo 984 anni al 3000.

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

i media-mondo: la mutazione nella connessione

Prove di pensiero di GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

unpodichimica

Non tutto ciò che luccica è oro, ma almeno contiene elettroni liberi G.D. Bernal

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

occhioallapenna

Buongiorno e leggerezza!

penna bianca

appunti di viaggio & scritti di fortuna

Pollicino Era un Grande

Psicologia e dintorni a cura della Dr.ssa Marzia Cikada (Torino e Torre Pellice)

la fine soltanto

un blog e un libro di emiliano dominici (per ingrandire la pagina premi ctrl +)

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

LE LUNE DI SIBILLA

"Due strade trovai nel bosco, io scelsi la meno battuta, per questo sono diverso"(R.Frost)

Il Blog di Raffaele Cozzolino

Pensieri, riflessioni, tecnologia, informatica

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Into The Wild

Happiness is real only when shared

roceresale

faccio buchi nel ghiaccio

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

A dieta...

...ma con una forte passione per il cibo e le rotondità!

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

Ma che Bontà

Le ricette di Cle

Ecce Clelia

Storie e pensieri di una mente non proprio sana, messi in una bottiglia e lasciati andare verso ignoti ed ignari lettori, naufragati su questo sito.

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

espress451

"In ogni cosa c'è un'incrinatura. Lì entra la luce" - Leonard Cohen

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: