19 dicembre 2011

NON VIAGGIATE CON RYANAIR, SE POTETE

Posted in affari miei, viaggi tagged , , , , , , , a 6:23 pm di marisamoles

Come anticipato nel precedente post, vi descrivo la mia disavventura all’aeroporto di London Stansted, al ritorno dal viaggio a Cambridge.

Sono partita dall’aeroporto del Friuli – Venezia Giulia (Ronchi del legionari) domenica 11 dicembre. Essendo un viaggio di studio organizzato dalla scuola in cui insegno, non ho scelto io né l’aeroporto (che, comunque, rimane il più comodo perché vicino a casa) né il vettore.
Ho superato il check-in e il controllo all’imbarco con un bagaglio a mano di circa 6 chili (il massimo consentito è di 10 chili) che avevo già portato in un precedente viaggio a Londra volando con la stessa compagnia, la Ryanair. Per questo non ho avuto esitazioni a portarlo. Al momento del controllo all’imbarco, l’addetta non mi ha nemmeno chiesto di provare ad infilare il borsone nell’apposito “gabbiotto”, mentre ad una mia collega ha fatto un sacco di storie per uno zaino (bello grande, simile a quelli che si portano in montagna per scalare) che, tuttavia, dopo innumerevoli tentativi, ha superato il test.

Al ritorno, domenica 18 dicembre, all’aeroporto di Stansted prima del check-in ho controllato il peso dei bagagli (a pagamento!): 12 chili il trolley da imbarcare (su un massimo di 15) e 6 chili e 400 grammi il borsone. Per sicurezza ho provato ad infilare nel “gabbiotto” il bagaglio a mano e, seppur con una certa difficoltà, dovuta anche al fatto che sul fondo avevo messo la cartellina con il materiale del corso (solo fogli A4, niente di speciale) che all’andata non avevo, e due libri (che all’andata erano posizionati allo stesso modo), è entrato. Ero tranquilla.

Prima dell’imbarco nella zona dei Free shop, per spendere le poche sterline rimaste, ho acquistato una scatola di biscotti Short Bread (peso 175 grammi!). Nella fretta ho infilato nel borsone la scatola e il portafoglio (Ryanair non ti lascia nemmeno portare una borsetta, oltre al bagaglio a mano, per tenere a mano portafoglio e documenti!) forse senza fare attenzione agli “spigoli”; fatto sta che al momento del controllo prima dell’imbarco il borsone non è entrato nel “gabbiotto” al primo tentativo e stavo cercando di sistemarlo alla meglio, spostando a tatto la scatola di biscotti e il portafoglio più un’altra bustina che dovevo tenere a mano in quanto contenente dei farmaci che avrei potuto aver bisogno di assumere durante il volo, quando l’addetta mi ha bloccato e, nonostante le mie proteste, mi ha sottratto il borsone e invitato a spostarmi a lato dove una sua collega stava applicando ad altri sventurati (che forse, però, avevano un bagaglio a mano eccedente il peso, mentre il mio era ben al di sotto del massimo consentito) le targhette del “gate bag”, chiedendo ben 40 sterline (più o meno 48 euro!) per il bagaglio aggiuntivo in stiva. Ad una ragazza che mi seguiva nella “fila degli sventurati” hanno addirittura rotto il cellulare togliendole dalle mani a forza il bagaglio che non aveva superato il test.

Mi sono semplicemente sentita vittima di un’ingiustizia (oltre che di un vero e proprio atto di violenza!), in primo luogo perché avevo scelto di portare con me quel borsone perché già sperimentato come bagaglio a mano, in secondo luogo perché il peso era di ben 3 chili e 600 grammi inferiore al massimo consentito, e in terzo luogo perché non mi è stato possibile spiegare che l’impaccio era dovuto a qualche oggetto che era stato infilato male nel borsone di tela non rigido e che bastava aprire la cerniera a lampo e spostare ciò che impediva l’inserimento del bagaglio nel “gabbiotto”. La mia protesta sul peso notevolmente inferiore al massimo consentito non è stata presa in considerazione così come la mia richiesta di estrarre i libri che, da regolamento, possono essere portati a mano (ad un mio collega era stato, infatti, consentito di togliere i libri e il notebook, per eccesso di peso, nel viaggio precedente e sempre nello stesso aeroporto).

Lascio immaginare come ho fatto il viaggio di ritorno. Già non mi piace volare, figuriamoci nello stato d’animo in cui mi trovavo! Ringrazio lo sconosciuto viaggiatore che mi sedeva a fianco e che si è sorbito per due ore le mie continue lamentele. Infatti, più ci pensavo e più mi incazzavo. La cosa è davvero incredibile e lui, il mio compagno di viaggio, si è trovato in tutto e per tutto d’accordo con me.

Scesa a Ronchi dei legionari ho inutilmente cercato qualche responsabile della Ryanair ed un addetto del locale aeroporto, cui ho spiegato le mie vicissitudini, mi ha detto che la compagnia irlandese applica tariffe basse per poi accanirsi sui viaggiatori che regolarmente vengono spennati al momento dell’imbarco con il supplemento per il bagaglio a mano. Sarebbe una loro precisa tattica commerciale ma a me sembra piuttosto un furto legalizzato. L’ho pure spiegato all’addetta al “Gate bag” a Stansted, anche se, preda della rabbia e della concitazione, ho scambiato la parola “furto” con “ladro”. Tanto mi ha capito perfettamente, così come ha ben compreso una mia poco cortese invettiva, dicendo “I understand Italian”. Le ho risposto: “Mi fa piacere!”.

Alla fine, l’addetto dell’aeroporto di Ronchi mi ha consigliato di non fare nulla e di dire addio per sempre alle mie 40 sterline. Io, però, più ci penso e più mi viene nervoso perché, come ho già detto, non ho avuto in precedenza alcun problema né a Ronchi né a Stansted con lo stesso borsone. E’ mai possibile che debba “pagare” (in tutti i sensi) per una colpa che non ho? E soprattutto, è mai possibile pagare una scatola di biscotti Short bread (che ai miei figli neanche piacciono!) ben 48 euro?

Quindi, faccio un appello: NON VOLATE CON RYANAIR, SE POTETE!

Annunci

110 commenti »

  1. Carissima….mi permetto di dire che gli inglesi sono STR—–ZI, mi permetto dato che conosco bene tutte le loro sfaccettature. nel bene e .nel meno male!!..in aereoporto sopratutto. Viaggio regolarmente RYAN AIR, sono attentissima perchè conosco la specie! Hai ragione, mi sarei infuriata come una vipera ankio, una cosa simile capitò anche a me sempre a Stansted tanti anni fa, io non mi fermerei, una letterina di sfogo ci vuole, anche se non riavrai le 40 sterline.
    Purtroppo……amano poco gli Italiani, ogni occasione è buona per sfogare la loro antipatia.
    Il motto che il cliente ha sempre ragione non sempre vale.

    Mi piace

  2. quarchedundepegi said,

    Cara Marisa,
    Non te la devi prendere così! Lo so è il principio quello che conta, ma, in fin dei conti sei arrivata bene a destinazione, hai ritrovato i tuoi familiari e, durante il viaggio, hai avuto la fortuna di avere un individuo che ha accettato di “sorbire” le tue lamentele.
    In fondo in fondo cosa sono 40 sterline!
    Non rovinarti il fegato e pensa che hai fatto felice l’addetta di Londra.

    Mi piace

  3. quarchedundepegi said,

    Ho dimenticato:
    BENTORNATA!

    Mi piace

  4. Elisabetta said,

    Prof se gli shortbread non piacciono ai suoi figli mi sacrificherò volentieri 😀
    Cooomunque sono curiosa dell’ “invettiva” ahahahah Grande prof!

    Mi piace

  5. Io ci ho viaggiato solo una volta e proprio su Stansted. Ti dirò, non ho avuto alcun problema. Anzi, ci hanno anche offerto degli stuzzichini a bordo! Sto però parlando diverso tempo fa, ormai circa sette anni fa. So infatti che adesso le cose sono molto cambiate e qualunque persona senta scopro qualche lamentela o rimprovero.
    Dal 2005 non ho mai più preso la Ryanair e credo che, alla luce di questi fatti, ma più la sceglierò come compagnia aerea.

    Mi piace

  6. marisamoles said,

    @ 3theperfectnumber

    Che gli Inglesi siano str***i non è vero fino in fondo. A Cambridge ho trovato ovunque (nel college, nei negozi, pub o semplicemente per strada, chiedendo informazioni) delle persone gentilissime e disponibilissime. Sarei, invece, dell’idea che la Ryanair istruisca i suoi dipendenti perché si comportino da veri str***i! Anche all’aeroporto di Ronchi, l’addetta al controllo è stata sgradevole nei confronti della mia collega, pur attendendo pazientemente che infilasse il suo zaino nel “gabbiotto”. Però, appena la collega si è allontanata scocciata, raccontando agli altri quello che era successo, l’addetta le si è avvicinata per chiedere se stava parlando male di lei. La collega le ha risposto che lei certamente non era così importante da essere al centro dei suoi discorsi. 🙂

    La letterina la scriverò, non dubitare.

    @ quarchedundepegi

    40 sterline buttate al vento non sono proprio una cosa da niente, specialmente in questo periodo. Che sia arrivata a destinazione e abbia potuto abbracciare i miei figli che mi sono mancati tantissimo è certamente la cosa più importante. Ma subire l’arroganza e la maleducazione di certe persone è davvero una violenza che può far stare molto male. Come diresti tu, una sofferenza gratuita.
    Grazie per il “bentornata”!

    @ Elisabetta

    Si vede che non conosci i miei figli! Loro sono onnivori, nel senso che mangiano di tutto, anche quello che non gradiscono. Solo il più grande non mangia il pomodoro, ma i biscotti, pur definendoli “salati”, li ha mangiati, eccome! 🙂
    L’invettiva? Be’, il “vaffa” è ormai internazionale. Non serviva nemmeno che mi dicesse che capisce l’italiano.

    @ Scrutatrice

    Sei stata davvero fortunata: ora gli “stuzzichini a bordo” si pagano e anche salati … più degli Short Bread! Non darei a Ryanair un euro di più di quelli che chiedono per il biglietto. Non ti dico dopo aver elargito in modo ingiusto le 40 sterline … 😦

    Mi piace

  7. icittadiniprimaditutto said,

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

    Mi piace

  8. Diemme said,

    Anche i miei familiari odiano volare con Ryanair. La storia del bagaglio a mano oramai è una favola, e della loro scortesia mi è stato riferito da più parti.

    Vorrei proprio sapere qual è la loro strategia di marketing: low-cost non basta.

    Mi piace

  9. marisamoles said,

    @ Diemme

    Come ho spiegato, per noi è comodo il volo diretto da Ronchi: da qui in venti minuti sei all’aeroporto e in due ore a Londra. Peccato che ti obblighino ad arrivare un’ora e mezza prima …
    Da Londra, poi, siamo partiti in ritardo di più di 20 minuti. Inspiegabilmente hanno iniziato le operazioni di imbarco (l’aereo questa volta era pienissimo) solo dieci minuti prima dell’orario di partenza e nonostante tutto hanno rotto le palle a un bel po’ di gente per il bagaglio a mano. Proprio quando ti aspetti che vadano velocemente per non partire in ritardo …

    Non so quale sia la strategia. Ho interpellato via e-mail un “vecchio” lettore che lavora a Malpensa e lui mi ha spiegato, come supponevo, che i voli low-cost cercano di partire carichi (ma il volo di andata era semidesterto) offrendoti tariffe stracciate e puntando sugli extra (numero di bagagli, eccedenza peso, voucher per l’imbarco prioritario, servizio a bordo di cibo/bevande, ecc). In questo modo, il prezzo nudo e crudo, al quale vanno poi aggiunte altre spese, risulta sicuramente fuorviante per chi cerca di risparmiare il più possibile sul costo del biglietto aereo. Un po’ come la vendita di automobili: il modello base ha un costo apparentemente accessibile, ma quando si comincia ad aggiungere optionals…

    Rimane il fatto che la cortesia e la disponibilità sono optional che Ryanair non applica. 😦

    Mi piace

  10. Aldo said,

    Io ho viaggiato molte volte con Ryanair e devo dire che non ho mai avuto problemi. Il bagaglio a mano ha delle misure massime che ne fanno una vera e propria valigia. Poi tanti si sentono in diritto di andare oltre e portare dentro quello che gli pare, a volte con arroganza. Quanto agli optional, devo dire che molti abituali come il sottoscritto, sono esperti per non spendere nulla di più, se non una piccola bibita da 3,5 euro. Ho già fatto 3 viaggi alle Canarie con max 52 euro A/R, e ne ho prenotato un altro per gennaio da 39 A/R.

    Mi piace

  11. marisamoles said,

    @ Aldo

    Mi fa piacere che qualcuno si trovi bene con Ryanair. Quello che forse non hai capito è che io non avevo una valigia ma un borsone (tipo quelli da palestra) che rientra nelle misure ma che, non essendo rigido, può creare dei problemi se qualche oggetto (nel mio caso una scatola di biscotti e il portafoglio, presumibilmente) non è stato infilato bene. Ho scritto nel post quanto scrupolosamente io abbia fatto la scelta di portare proprio quel borsone in quanto già collaudato in altri viaggi con lo stesso vettore. Semplicemente domenica avevano voglia di far cassa, anche a costo di partire con notevole ritardo. Questo, specialmente per gli Inglesi, non è affatto un comportamento corretto. L’arroganza, poi, è addirittura disdicevole.

    Grazie per la tua testimonianza e buon viaggio! 🙂

    Mi piace

  12. Stefano said,

    Credo non si debba generalizzare. Io ho viaggiato molto con ryanair e non ho mai avuto alcun problema, nè quelli lamentati, nè altri. Le restrizioni sui bagagli sono ovvie, con prezzi tanto bassi.

    Ricordo che ryanair è stata la prima compagnia europea low cost, e praticamente da sola ha messo in ginocchio anche grandi compagnie, proponendo per prima biglietti a prezzi favolosi.

    A ryanair va grande merito se oggi voliamo a costi tanto bassi, sia con ryanair che con altre compagnie low cost.

    Oggigiorno anche io preferisco altre compagnie, perchè ryanair opera su aeroporti solitamente molto distanti dalle grandi città nelle quali sono normalmente diretto. Ma non dimentico i primi anni in cui c’era solo ryanair a prezzi bassissimi rispetto alle altre compagnie aeree.

    C’ è stata anche una campagna mediatica contro le compagnie low cost da parte di improbabili giornalisti (pur iscritti all’albo) ricchi e famosi. Vorrei vederli col mio stipendio, penso che anche loro sceglierebbero il prezzo minore, con una qualità leggermente inferiore.

    Sulla sicurezza non sono documentato, quindi non mi pronuncio. Però con ryanair sono sempre arrivato in orario e senza problemi, così come con altre compagnie low cost.

    Mi piace

  13. marisamoles said,

    @ Stefano

    Certo che le restrizioni sui bagagli sono ovvie con prezzi tanto bassi. Infatti, il mio bagaglio a mano pesava solo 6 chili e 400 e rientrava nei parametri imposti dalla compagnia. Mi spiace ripetermi ma forse non sono stata chiara: non solo sono stata trattata male, ma mi è stata imposta una tassa di 40 sterline in modo totalmente ingiusto.
    Tu dici che ti sei sempre trovato bene con Ryanair ma io ho sentito lamentele da più parti. (leggi QUI, per esempio, il commento di Sandro … ha dell’incredibile!)
    Capisco essere fiscali (e ti assicuro che se fossi stata dalla parte del torto non avrei fiatato … il fatto è che non sono mai, in casi come questi, dalla parte del torto perché sono precisa, scrupolosa e rispettosa dei regolamenti) ma negli ultimi tempi si stanno accanendo sui viaggiatori proprio perché ormai di voli low cost se ne trovano tanti, la Ryanair non ha più l’esclusiva.
    Sei sempre arrivato in orario? Beato te! Noi siamo partiti dall’Italia con mezzora di ritardo e abbiamo recuperato in volo una decina di minuti. Al ritorno siamo partiti con più di venti minuti di ritardo e non abbiamo recuperato un bel niente in volo.

    Grazie del commento e a presto.

    Mi piace

  14. Ho riletto tutti commenti……davvero sconcertante particolarmente quello di Sandro, sono anni che viaggio Ryan air, solo una volta per eccesso di peso vero pagai ancora in lire. Sarà che sono inglese che non mi tartassano? aggiungo, ora che mi viene in mente, luglio scorso rientrando da Stansted con la mia amica Bosniaca….lei mi anticipò “vedrai che mi toglieranno anche le mutande, non importa il mio passaporto e cittadinaza Italiana,ma importa il mio cognome”!! fù così, un piccolo trolley di 5 kg, lo svuotarono completamente, controllarono i bottoni di jeans, tutto ….io insieme a lei non mi degnarono nemmeno di uno sguardo.Indossavo una giacca di pelle, nada …. qualcosa non quadra. ……Io non ho lamentele, ho sempre viaggiato in orario, quest’anno per due volte siamo arrivati in anticipo sia l’andata che il ritorno, fra settimana.Luglio e Settembre.
    Forse L’italiano in viaggio non si fa amare, così ci rimettono anche i non colpevoli. Spero che tu non abbia cambiato idea a scrivere, gli inglesi sono i primi a scrivere “a letter of complaint!” .

    Mi piace

  15. Subaru12 said,

    Se prendevi un’altra compagnia magari che partiva da un aereoporto più lontano, avresti speso forse più di 48 euro per raggiungere l’aereoparto e sicuramente piu di ryanair di biglietto.

    Ryanair ha una presenza davvero capillare negli aereoporti italiani grazie al suo modello di bussiness e inoltre è la piu economica di qualsiasi altra.

    La tipa che ti ha fatto pagare i 48 euro non è una lavoratrice di ryanair ma semplicemente una adetta all’handling dell’aereoporto un tantino ottusa che applica il regolamento alla cieca…. ma perchè prendersela con una compagnia che ci fa volare a pochissimo rispetto agli altri…. dovrebbe lamentarsi della società di handling aereoportuale di stansted.

    Mi piace

  16. marisamoles said,

    @ 3theperfectnumber

    Io onestamente non capisco perché mai gli Italiani all’estero si facciano amare poco … sarò un’Italiana anomala! 😉

    @ Subaru12

    Come ho spiegato all’inizio del post, non ho scelto io né l’aeroporto né la compagnia. Detto questo, non condivido il tuo ragionamento: anche se avrei speso di più con un’altra compagnia, perché mai devo pagare una tassa ingiusta? e perché mai la maggior parte degli altri passeggeri, con bagagli a mano ben più grandi del mio, hanno potuto godere dello stesso servizio senza spendere le 40 sterline?

    Io non posso sapere se la responsabilità sia della società di handling (quale vantaggio, in questo caso, ne trerrebbe dal vessare gli utenti?) oppure della Ryanair che, presumibilmente, dà precise istruzioni al personale dell’aeroporto addetto ai controlli.
    Vorrà dire che, non ottenendo risposta dalla compagnia, presenterò “a letter of complaint” (come fanno di solito anche gli Inglesi, a detta dell’amica 3theperfectnumber) alla società di handling di Stansted.

    Mi piace

  17. Aldo said,

    Non voglio entrare nel dettaglio del fatto avvenuto. La maleducazione è trasversale e colpisce di certo anche gli addetti ai controlli. Vorrei segnalare il fatto che il bagaglio a mano è diventato un problema. Il posto nelle cappelliere è limitato, e sarà capitato anche a voi di vedere tutto pieno e dovere elemosinare un posticino magari 14 posti più avanti o il caso di vedere la hostess che manda fuori (in stiva) tre o quattro trolley perche non c’è più posto. A questo punto saltano all’occhio trolley enormi, decisamente fuori misura che probabilmente sono scappati ai controlli. A volte si fa fatica a chiudere lo sportello e meno di non mettere il trolley di traverso, così va ad occupare il posto di due. Morale : la mania di portarsi tutto in cabina è un vizio che va calmierato e fa benissimo Ryanair ad essere molto severa. Se si parte col trolley di misura, ormai è diventato uno standard il 55x40x20, non ci sono problemi di nessun genere. Io spesso eccedo i 10 Kg anche se di poco. Quando verrò controllato pagherò senza fiatare anche se fosse solo per 3 etti. Il problema è grave in particolare quando l’aereo è pieno. Ci sarà crisi nelle cappelliere e quindi sono necessari controlli accurati, proprio quando la fila di passeggeri è lunga al massimo e il tempo stringe.Non credo che la compagnia lo faccia apposta per arrotondare il guadagno, secondo me preferirebbe avere passeggeri ordinati e in perfetta regola e far scorrere il flusso velocemente.

    Mi piace

  18. marisamoles said,

    @ Aldo

    Non vorrei continuare con le mie lamentele ma in un certo senso mi costringi.
    Sono arrivata per ultima o quasi sull’aereo e a stento ho trovato posto. Però nella cappelliera sopra la mia fila c’era il posto per il mio bagaglio a mano e tieni conto che, essendo inverno, tutti i passeggeri, o quasi, vi avevano riposto anche i piumini.

    Il mio bagaglio a mano pesava, lo ripeto, solo 6 chili e 400 grammi e non “anche solo 300 grammi in più” dei dieci kg consentiti. Altrimenti anch’io avrei pagato le 40 sterline senza fiatare.
    Io sono una passeggera ordinata e in perfetta regola. Altrimenti non starei qui a ripetere di continuo quanto io mi senta offesa per la vessazione e l’ingiustizia subite.

    Mi piace

  19. Diemme said,

    Facci sapere se scriverai alla Ryanair, cosa secondo me doverosa: magari perdono una cliente per la colpa personale di una dipendente, e questo non sarebbe giusto.

    E’ vero che la compagnia è responsabile del comportamento dei suoi dipendenti (e infatti ti dovrebbe risarcire), ma è vero pure che questo comportamento deve essere messa in condizioni di conoscerlo!

    Mi piace

  20. marisamoles said,

    Cara Diemme,
    purtroppo ora posso solo scrivere una lettera di protesta ma non sperare in un risarcimento. Non posso, infatti, dimostare nulla riguardo al bagaglio a mano che non ha superato il test. Proprio per questo, appena uscita dalla zona “protetta”, mi sono precipitata alla ricerca di un responsabile della Ryanair che, però, non c’era. E per questo mi sono rivolta tempestivamente al responsabile dell’aeroporto che si è limitato a dire che “a occhio” il borsone era fuori misura. Allora non mi spiego come mai a Stansted era entrato nel “gabbiotto” posizionato davanti al check-in. Avrei voluto fare il test davanti all’addetto ma nell’aeeroporto del Friuli-Venezia Giulia non c’è alcun “gabbiotto” a disposizione nella zona check-in. Avrei dovuto recarmi nella zona in cui controllano il bagaglio prima dell’imbarco ma non ho potuto farlo in quanto l’accesso è consentito solo a chi ha la carta d’imbarco. Come vedi, ho agito sapendo bene quel che dovevo fare, non sono una sprovveduta.

    L’unica cosa che potrei sperare è che la scuola, cui ho consegnato le carte d’imbarco (su quella del ritorno è applicata la copia del tagliando della “multa”), mi rifonda, sempre che sia rimasto qualche spicciolo dai fondi ottenuti per il progetto. Ne dubito fortemente e poi è probabile che credano più a Ryanair che a me. 😦

    Mi piace

  21. lilipi said,

    Anch’io ho sentito parlare male di Ryanair(mi pare in TV) e penso che tu debba protestare; io l’ho fatto una volta per iscritto in una stazione essendo stata multata e anche costretta a scendere da un treno cuccette su cui ero salita per errore: non ho ottenuto rimborsi, ma almeno mi sono sfogata! Io penso che la legge vada rispettata, ma un minimo di cortesia non guasterebbe; i prezzi bassi non autorizzano la maleducazione!

    Mi piace

  22. marisamoles said,

    @ lilipi

    «i prezzi bassi non autorizzano la maleducazione». Hai interpretato perfettamente il mio pensiero. Proprio questo mi sto sforzando di dire da giorni.

    Grazie. Ti auguro di passare delle buone feste.

    Mi piace

  23. Teardrop said,

    Ciao, torno con piacere sul tuo blog dopo tanti mesi di assenza 🙂
    Che dire, io ho viaggiato qualche volta con Ryanair ma, essendo ben informato sulla compagnia in questione ho controllato tutto rispettando il regolamento alla lettera, non ho avuto problemi.
    Tuttavia voglio raccontarti di ciò che è successo a me nel volo per tornare in patria, per la precisione Milano-Olbia.
    Mi presento puntuale al check-in, consegno la prenotazione ed il documento d’identità e qui che avviene il misfatto… nella prenotazione online avevo sbagliato a cliccare il giorno e mi ero presentato con 24 ore di anticipo. Panico, volevo fare una sorpresa ai miei tornando il giorno prima ed invece sarebbe saltato tutto. Mortificato chiedo “all’omino” del check-in se è possibile partire ugualmente e… sorpresa dopo 5 minuti arriva una responsabile ed il volo è magicamente spostato senza spendere un centesimo in più!
    Ho dimenticato 2 particolari: nessuno si è curato di pesare e misurare il mio trolley che funge da bagaglio a mano e la compagnia non era certo Ryanair 😀

    Mi piace

  24. marisamoles said,

    @ Teardrop

    Ciao e bentornato!
    A quanto leggo, a te è andata più che bene. Che fortunato!

    Buone feste. 🙂

    Mi piace

  25. Elisa said,

    Buongiorno a tutti i viaggiatori Ryanair
    sono partita dall’aeroporto di Bergamo destinazione Lanzarote e,ligia al dovere peso/dimensione, ho superato a pieni “voti” il check-in alla partenza. Premetto che ho volato con le stesse valigie, una come bagaglio a mano RIGIDA…RIPETO RIGIDA e l’altra con la spesa di 25 euro , ha avuto l’enorme piacere di viaggiare nella stiva della Ryanair.
    Al rientro stesso imbarco… ma …udite udite il mio trolley non ha superato lo sguardo,l’arroganza,la maleducazione,la prepotenza di una
    s….. che non mi ha fatto passare il trolley ed ho dovuto pagare 40 euro.
    Ho un unico pensiero:è vero, a Natale si mangia un pò di più, si abbonda con i dolci,si fa meno attività fisica… il mio trolley è stato una vittima delle festività perché i fianchi si sono allargati e…all’hostess non è proprio piaciuto!!!!
    Questo è un messaggio per tutti quelli che partono per Lanzarote:fate attenzione perché all’aeroporto non avete la possibilità di verificare la dimensione della Vs, valigia se non all’imbarco e poi, a mio avviso ,le dimensioni della “MALEDETTA MACCHINA DELLA VERITA’,non sono giuste perché questo disagio l’ho già constato altre volte sempre allo stesso aeroporto.Ho l’impressione che l’imbarco Ryanair di un bagaglio a mano sia esattamente come la visita da un dietologo….
    Non descriverò tutto quello che ho detto e,pensato alla mia partenza ma vi dico che dalla fretta non mi hanno fatto ritirare il maglione e sono partita con 24 gradi ed atterrata a Bergamo con – 5 gradi e sono rimasta più di 30 minuti al freddo.
    Se la Ryanair applica tariffa basse SONO FATTI LORO, a noi non deve interessare…come italiani abbiamo già i nostri problemi.
    Quindi la prossima volta parto con un centimetro e verifico anzi CONSIGLIO A TUTTI IN PARTENZA CON RYANAIR PORTATEVI UN CENTIMETRO MA QUELLI DA SARTA IN STOFFA OK?
    Buon viaggio e mi auguro che la Ryanair si accorga che gli italiani non sono proprio un popolo di scemi!!!!!

    Mi piace

  26. marisamoles said,

    @ Elisa

    Grazie per la tua testimonianza che conferma la maleducazione del personale della Ryanair.
    Hai detto bene: «Se la Ryanair applica tariffa basse SONO FATTI LORO, a noi non deve interessare …», ovvero non devono accanirsi sui viaggiatori, anche quelli “innocenti”, solo per far cassa.
    C’è poi un’altra cosa da osservare: nei paesi della UE la “multa” è di 40 euro, mentre in U.K. la cifra è di 40 sterline (48 euro). Perché questa discriminazione?

    Mi piace

  27. Aldo said,

    Elisa non ti scomodare col centimetro, l’ ho giò fatto io. Le misure 55×40 sono rispettate bene, Lo spessore, 20 centimetri, consente il passaggio di 21,8 cm. Il trespolo metallico è uguale in tutti gli aeroporti.

    Mi piace

  28. Ciao Elisa, mi è successa una cosa simile ieri all’aereoprto di Dublino per un borsa più piccola del trolley regolamentare che però, ahimè, era troppo piena e non entrava nel gabbiotto per via di proporzioni diverse… La cosa che mi lascia schifato è che ho pagato 50 euro alla tipa e non ho neanche una ricevuta… potrebbe esserseli intascati direttamente lei… questo fa veramente schifo! a te hanno dato qualche ricevuta?

    Mi piace

  29. marisamoles said,

    @ Emanuele Madini

    Non so se Elisa ti risponderà (è passato tanto tempo dalla pubblicazione del post) però ti posso dire cosa hanno rilasciato a me.
    La carta d’imbarco non l’ho più (il mio era un viaggio a costo 0, ovvero ha pagato la scuola che mi ha ritirato tutta la documentazione) però sul bagaglio a mano (che poi è finito in stiva!) hanno applicato una etichetta con data, numero di volo, destinazione, numero del gate bag e le mie generalità. Se ricordo bene, un’etichetta simile è stata applicata sulla carta d’imbarco. Credo che abbia valore di ricevuta.

    Spero per te che il prossimo volo sia …. meno costoso. 😉

    Mi piace

  30. marisamoles said,

    Ecco l’ultima:

    Una mamma inglese non ha stampato le carte di imbarco e ha dovuto pagare ben 300 euro! LINK

    Mi piace

  31. Diemme said,

    Mi è stato riferito, anche se mia figlia grazie al cielo viaggiava British Airways. Noi in famiglia evitiamo tutti RyanAir come la peste.

    Ho letto la risposta della compagnia: accettate le condizioni? E’ una linea di difesa? Io ritengo immorale chiedere 60 euro per la stampa di un foglietto. Ok, va bene pagare per un’omissione, ma secondo me per una cosa del genere un euro o due a carta bastano e avanzano!

    Mi piace

  32. marisamoles said,

    @ Diemme

    Basta leggere i commenti all’articolo del Corriere per capire la considerazione di cui gode la compagnia low cost.
    Ci sono commenti piuttosto accesi eppure, chissà perché, il mio che rimandava a questo post tramite link non è stato pubblicato. 🙄

    Mi piace

  33. Diemme said,

    Credo che non pubblichino mai i commenti con link, soprattutto se al proprio blog; forse se rimandano a qualche articolo “pubblico”, di giornale, sì (anche se non saprei dirti con esattezza), ma quando rimandano ai propri credo sia proprio una regola che li censurino.

    Mi piace

  34. marisamoles said,

    Altre volte l’hanno fatto anche se non con il link attivo. Si vede che hanno ritenuto “scomodo” il mio post.
    Ad ogni modo, non mi sono nemmeno presa la briga di protestare. Altre volte l’ho fatto. Pare che la censura sia di casa al Corriere, non ho ben capito i criteri, però.

    Mi piace

  35. Aldo said,

    La mamma inglese è arrivata all’ aereo all’ultimo minuto senza i biglietti. Cosa capita se si sale sul FrecciaRossa senza biglietti ? Cosa capita se si sale sull’autobus senza biglietti ? Qui da me si pagano 70 euro a testa per un biglietto da 1,5 euro. Non importa il fatto che tu li abbia pagati e lasciati a casa. Il controllore non può risolvere in fretta questi problemi con 150 passeggeri da imbarcare. Se avete del livore verso Ryanair esprimetelo più apertamente senza trovare vie traverse.

    Mi piace

  36. Aldo said,

    Emanuele aveva una borsa più grande del dovuto. Non importa se il volume determinato con il calcolo integrale era minore di quelli del trolley (sempre calcolato con il calcolo integrale). Anche una pertica lunga tre metri potrebbe avere volume minore, ma alla fine deve stare dentro al loculo predisposto e non ci sta. Qui siamo di fronte più che alla pignoleria di Ryanair , all’ arroganza del passeggero, che dopo aver pagato (magari pochissimo) ritiene di avere ragione secondo il principio che “il cliente ha sempre ragione”.

    Mi piace

  37. Diemme said,

    Aldo, qui se uno ha un abbonamento nominativo e lo lascia a casa, la multa che elevano viene annullata. Non capisco poi perché le altre compagnie il biglietto lo ristampano e basta e solo la Ryanair fa tutte queste storie. In tutti i casi esposti poi non mi sembra si tratti di cliente arrogante, ma di cliente con umane difficoltà, minime e facilmente superabili, che incrocia persone che sembrano – a mio parere – totalmente prive di buon senso, che ne ledono persino la dignità.

    Comunque leggendo il suo commento mi è venuta in mente una barzelletta ambientata in Sudafrica: un bianco con un fuoristrada investe tre pedoni negri. Al processo il giudice chiede all’automobilista: “E a che velocità andavano i tre negri?”. Ecco sì, la signora viaggiava senza biglietto, Emanuele aveva una borsa più grande del dovuto, e i tre negri viaggiavano a velocità eccessiva.

    Mi piace

  38. marisamoles said,

    @ Aldo

    Condivido le osservazioni di Diemme. Aggiungo che la signora in questione aveva prenotato il volo on line e l’aveva pagato. Si era dimenticata solo di stampare le carte d’imbarco cosa che poteva implicare una spesa materiale di qualche centesimo. Ora, siamo o non siamo nell’era delle comunicazioni in tempo reale? Direi di sì. Le situazioni menzionate sono assai diverse: se uno dimentica di acquistare un biglietto dell’autobus o del treno viene giustamente multato perché non ha provveduto all’acquisto; se scorda di portare con sé l’abbonamento, non c’è modo di verificare in tempo reale se il tale sia o non sia titolare di un abbonamento valido. Ma Ryan Air può, in tempo reale, sapere se un volo è stato prenotato e pagato. Una svista del genere, ovvero non aver stampato le carte d’imbarco, non implica che non abbia pagato il volo. Insisto con il dire che la compagnia aerea in questione vuole solo far cassa.

    Quanto ai costi, a me non pare che i prezzi Ryan Air siano proprio stracciati, almeno non dall’aeroporto a me più vicino. Se volessi partire domani e tornare mercoledì, pagherei 178 euro. Insomma, nulla a che vedere con le offerte che vedo in giro del tipo 50 euro andata e ritorno.

    In ogni caso, che io paghi tanto o molto e, soprattutto, se sono dalla parte della ragione (il mio bagaglio era entrato perfettamente nel gabbiotto al check in, quindi se non è entrato in quello del gate è perché qualcosa infilata male nella fretta ostacolava il passaggio), pretendo di essere trattata con rispetto e cortesia. Di solito, se sono dalla parte del torto, mi scuso e pago senza fiatare.

    Mi piace

  39. marisamoles said,

    Una passeggera del volo Ryanair in partenza da Valencia, in Spagna, è stata cacciata dall’aereo, con intervento della polizia, perché aveva un bagaglio a mano di troppo: un libro, oltre a un tubo portadocumenti, che non entravano nella borsa. È successo il 31 ottobre e la scena, ripresa con il telefonino da un altro passeggero, sta facendo il giro del web, causando diverse polemiche contro la compagnia low cost che non è nuova alle critiche per la sua inflessibile policy. Ryanair risponde: «Violate le regole di sicurezza dell’aeroporto e molestato l’equipaggio». (RCD – Corriere Tv)

    LINK E VIDEO

    Guardate il video, merita. Una vergogna. Non ho parole.

    Mi piace

  40. Diemme said,

    Non ho parole. Io mi ricordo una volta un tizio che disse: io con quei testa di – beeeeeep! – non ci viaggio per nessun motivo: allora non ne capivo la ragion, oggi sì.

    Personalmente, preferisco pagare un biglietto 400 euro con una compagnia di bandiera che 80 con loro. Almeno, nel primo caso , sono quasi certa di fare il viaggio aereo da essere umano, interagendo con persone normalmente ragionevoli!

    Mi piace

  41. giuseppe said,

    Magari qualcuno mi può aiutare! quest’anno io e la mia compagna abbiamo prenotato tramite agezia un viaggio per malta, ma, al presentarsi al check in non risultava un bagaglio pagato, quindi abbiamo sborsato altro denaro. al rientro abbiamo rivisto la documentazione e ineffetti avevamo pagato per due bagagli….a chi devo richiedere i miei soldini…alla agenzia, o alla ryanair?

    Mi piace

  42. marisamoles said,

    @ giuseppe

    Onestamente non so che cosa rispondere. Presumo che se la documentazione rilasciata dall’agenzia era in regola, l’esposto vada fatto alla Ryanair. Nel dubbio, io chiederei consiglio a qualche associazione di consumatori.

    Mi piace

  43. marisamoles said,

    Denuncia choc dei piloti Ryan Air:

    «Gli aerei volano regolarmente con meno carburante di quanto sarebbe necessario per mettere i piloti sotto pressione, abituarli a volare con meno riserva e quindi far risparmiare carburante». (LINK)

    😯

    Mi piace

  44. marisamoles said,

    Atterraggio di emergenza a Genova per un volo Ryanair Valencia-Milano:

    «Il volo FR4632 (Valencia – Milano), del 23 gennaio, è stato dirottato a Genova dopo che una spia indicatrice ha segnalato un possibile problema di depressurizzazione in cabina». E ancora:«In linea con le procedure operative standard – prosegue la nota – il comandante ha dispiegato le maschere per l’ossigeno ed ha avviato una discesa di emergenza controllata ad una altitudine non pressurizzata, prima di atterrare normalmente a Genova alle 09.50 circa (ora locale).»

    LINK

    Mi piace

  45. Diemme said,

    Appena me l’hanno detto ho pensato a te, poi leggo il tuo pronto intervento: in questo sei come me, meglio averti per amica che per nemica! 😆

    Mi piace

  46. marisamoles said,

    Credo che segnalare tutte le inefficienze della Ryanair, senza offendere nessuno ma attenendosi ai fatti (fidandosi di quello che dicono i giornali), non sia cosa dannosa per alcuno. Voglio solo evitare di scrivere un post ogni volta che succede qualcosa, quindi aggiorno questo di volta in volta. Comunque è vero: io non dimentico. 😆

    Mi piace

  47. Diemme said,

    Fai bene, e mi sa che tra un po’ pure io mi scatenerò contro una certa società…

    Per quanto riguarda Ryanair, io ci ho viaggiato solo un paio di volte (e la seconda volta il pilota è stato a parer mio discutibile), ma chiunque io senta ne dice un gran male. Sapranno quello che fanno? Come dice una mia collega a proposito d’altro, “Noi queste grandi strategie non siamo in grado di capirle”. 😉

    Mi piace

  48. marisamoles said,

    PISA – Un Boeing 737-800 della Raynair, con a bordo cento passeggeri e quattro membri dell’equipaggio, è stato bloccato alle 12.45 per uno sversamento di carburante mentre stava raggiungendo la pista di decollo. Il volo Sr3746 sarebbe dovuto partire per Charleroi in Belgio. (fonte: Il Corriere)

    Mi piace

  49. Diemme said,

    Noi siamo sempre amiche, vero? Prometto solennemente che non ti farò arrabbiare mai 😉

    Mi piace

  50. marisamoles said,

    E ne dubiti? Comunque con le amiche cerco sempre il chiarimento e non sono vendicativa. 🙂
    In ogni caso, la mia non è vendetta è solo informazione. 😉

    Mi piace

  51. Diemme said,

    Anche quando io ne dico peste e corna sui miei nemici è solo informazione, non mi sono mai inventata niente. Come si chiama quel movimento di donne, nato mi pare a Londra, che informa le altre donne sulle “caratteristiche” dei loro ex? Mi pare “Don’t date my ex” 😉

    Mi piace

  52. Diemme said,

    Il tam tam a quanto pare funziona… tutti i clienti che si lamentano, che evitano di volarci e lo sconsigliano agli altri non potevano che produrre questo risultato.

    Mi piace

  53. marisamoles said,

    Be’, un po’ se le vanno a cercare …

    Mi piace

  54. Francy said,

    Se può esserti d conforto, mi è capitata la stessa cosa in aereoporto a Lanzarote… All’andata c hanno provato ma poi mi hanno lasciata andare in quanto la valigia rientrava nelle misure ed entrava all’interno del loro misuratore…. ( una valigia rigida dalle misure standard ,comprata appositamente prima della partenza) …al rientro in Italia la valigia è rientrata nel loro misuratore, il peso era giusto… Ma la hostess ha ribadito k nn andava bene in quanto avevo esercitato un pò di forza per inserirlo (una valigia rigida k nn s deforma nemmeno)… E così molto sgarbatamente m hanno tolto dalle mani la mia valigia dicendomi k se nn volevo pagare subito 60 euro x la stiva o restavo cn la valigia e l’aereo lo perdevo o perdevo la valigia…. Io questa la definisco MAFIA!!!

    Mi piace

  55. Diemme said,

    Sono inconcepibili, degni di una dittatura… brrrrrr!

    Mi piace

  56. Stessa disavventura è capitata a me, mini trolley imbarcato come bagaglio a mano senza problemi ad Orio al serio e costato al ritorno da Barcellona Llobregat la bellezza di euro 60, per colpa di un emerita testa di c***o di controllore di imbarco, veramente un emerito st***zo che nonostante le mie rimostranze sul fatto che all’andata non c’erano stati problemi, mi rispondeva che dovevo pagare doppio, cioè anche per l’andata…..gli ho messo in mano i 60 euro augurandogli di spendere le stesse in medicine!!!!!! NON VOLATE RYANAIR, GLI AEREI SONO SEMPRE STRACARICHI E QUESTO AUMENTA LA SOGLIA DI PERICOLO!!!!!!!!!!!!!!

    Mi piace

  57. Diemme said,

    Prevaricazioni inaccettabili: io ho preferito pagare il viaggio trenta euro di più, con un’altra compagnia low cost, e ho avuto diritto al gratuitamente a un bagaglio in stiva, fino a 23 kg, e a quello a mano hanno appena dato un’occhiata, lasciandomi la borsa (di Mary Poppins) e un altro borsello.

    Oddio, l’aereo al ritorno non mi pareva l’ultimo modello, ma il pilota era eccezionale!

    Mi piace

  58. Antonio said,

    beh io lavoro per Ryanair e hanno fatto più che bene, la prossima volta rispetta le regole che son scritte sul sito quando acquisti il biglietto e vedrai che non avrai problemi.trasportiamo oltre 81 milioni di passeggeri all’anno e gli unici che si lamentano sono sempre gli italiani che ovviamente cercano di fare le cose all’italiana…. all’estero le regole si rispettano!

    PS X il signor Graziano Buca… Gli aerei sono stracarichi e questo aumenta la soglia di pericolo…. COME SI VEDE CHE SEI UN IGNORANTE… CI SONO PESI MASSIMI PER CARICARE UN AEREO E SE DISTRIBUITI BENE E NOTIFICATI SUL PIANO DI CARICO NON C’è ALCUN PERICOLO.

    MA PURTROPPO L’ITALIA E PIENA DI IGNORANTI COME LEI QUINDI….

    Mi piace

  59. marisamoles said,

    @ Antonio

    Pubblico il Suo commento nonostante sia offensivo e riporti un indirizzo e-mail fasullo (bel coraggio, eh!).
    Forse non ha letto bene il mio post: io ho rispettato le regole, il mio borsone all’aeroporto di Ronchi dei Legionari, nel volo di andata, è perfettamente entrato nel gabbiotto e lo stesso è avvenuto al check in nell’aeroporto di Stantead. Il peso era poco più di 6 kg dunque mi pare che le regole siano state più che rispettate. Avevo pure viaggiato un’altra volta con lo stesso borsone e sempre con il medesimo vettore.
    E’ inutile difendere il personale di Londra che, tra l’altro, non dipende da Ryanair ma evidentemente ha delle precise disposizioni dalla compagnia. L’arroganza non ha giustificazioni. Mai. Nemmeno la Sua.

    Distinti saluti.
    Marisa Moles

    Mi piace

  60. Diemme said,

    E infatti, cara Marisa, la prima cosa che ho pensato leggendo il commento del sedicente Antonio è che è una dimostrazione ulteriore del comportamento lamentato del personale Ryanair (diretto o indiretto, come hai precisato).

    Mi piace

  61. @Antonio,
    Non seguo questo articolo dell’amica Marisa dato che viaggio in aereo… quasi niente.
    Ho letto per caso la sua risposta Signor Antonio. Se lei vuol difendere la Compagnia Aerea per cui lavora dovrebbe comperarsi un vocabolario e andare alle voci EDUCAZIONE e RISPETTO e impararle… e utilizzarle nei suoi rapporti col prossimo.
    Da come lei ha scritto ha involontariamente dato ragione a Marisa. Infatti mi sembra che bisognerebbe andare anche alla voce ONESTÀ.
    Ciao Marisa.
    Quarc

    Mi piace

  62. marisamoles said,

    @ Diemme

    E’ la scuola Ryanair, evidentemente.

    @ Quarchedundepegi

    Grazie per l’intervento.
    Un abbraccio.

    Mi piace

  63. flavia said,

    UL SITO DI RYANAIR MI E’ STATO VENDUTO UN SERVIZIO DI TRANSFER DALL’AEROPORTO EL PRAT A BARCELLONA COSTOSISSIMO (70 € INVECE DEL COSTO NORMALE DI UN TAXI, CIRCA 20 €). IL SERVIZIO SI CHIAMA “TRANSFERAMIGO”. NON UTILIZZATELO!! ARRIVATA ALL’AEROPORTO NON HO TROVATO NESSUNO AD ACCOGLIERMI E HO DOVUTO PRENDERE UN TAXI. I 70 € NON MI SONO MAI STATI RIMBORSATI E RYANAIR SI E’ RIFIUTATA DI SOLLECITARE IL RIMBORSO DA PARTE DELLA SOCIETA’ PARNTNER.

    Mi piace

  64. vincenzo said,

    Il mio unico commento è che hanno perso altri due clienti!
    Sono arrivato davanti alla hostes per il check in, che per altro era già stato fatto online e lei doveva solo imbarcare la valigia, ma il mio “ritardo” di 2 minuti ha visto solo la “gentile” lavoratrice dirmi che ormai aveva chiuso la lista.
    Due minuti!
    Io capisco il ritardo che non e’ scusabile, ma lei era ancora li, ed erano passati solo due minuti, e il voloi sarebbe partito “solamente” 30 minuti dopo, quindi a causa mia non avrei apportato nessun ritardo al volo stesso, ma no, lei se ne e’ andata lasciandoci li, e a terra.
    Come se non bastasse abbiamo dovuto sborsare 230 euro per altri due biglietti per lo stesso giorno, senza avere nemmeno 1 euro di sconto dalla stessa compagnia!

    Mi piace

  65. Ligita said,

    Il 3 ottobre mi è capitato una cosa penso anche peggiore. Ho partorito quasi tre mesi fa e sono andata a Dublino per fare vedere il bimbo a mia mamma che abita in Irlanda del nord! Una volta arrivata a Bergamo, entro e faccio check in x la valigia semi vuota, chiedo se va bene avere una borsa sul passeggino con la pappa e pampers, mi dicono di si… Mi dirigo verso la aereo e al metal detector mi dicono che non posso portare mellin ( la pappa del bimbo), gli spiego che cos’è e con difficoltà mi lasciano. Una volta dentro vado al bar vicino mio gate x scaldare il latte e loro mi dicono- non lo facciamo. Prendo il te caldo x infilare la botiglietta dentro la .. Arrivata l’ora di imbarcare , mi metto in fila ben 40 min prima eper salire con bimbo prima possibile e trovare un posto comodo, ma mi guardano il passeggino e dicono- la borsa deve pagare 60 euro, gli spiego che prima mi hanno detto che non fa niente, che ho imbarcato la valigia semivuota , non gli interessa. Intanto bimbo comincia a piangere ma io devo stare gli ad aspettare tutti che passano. Pago 60 euro e vado. Guardo il bus, torno dentro e chiedo aiuto con passeggino ma mi risposino- autobus e la!!!! Va be con bimbo in mano chiedo aiuto ad altri passeggeri, salgo sul bus con bimbo in mano, le due borse sulla spalla e temendo passeggino con una mano. Una volta scesa dal bus, chiedo cosa fare con passeggino e mi fanno aspettare di nuovo. Poi lo prendono io salgo sulla aereo, gli uno mi chiede documenti e gli dico- sono in questa tasca del borsone , ma mi risponde- me li passa allora. Ma dico- ho le borse, il bimbo, la sua pappa fredda e quel STRONZO non può prendere documenti? Meno male che dietro c’era una signora ad aiutarmi. Va be già arrabbiata mi siedo, mi piantano la cintura del bimbo e la hostess se ne va. La leggo come posso( non si capisce come si fa) e quando torna , chiedo- scusi , e giusto così? E lei mi risponde- ora sono occupata.
    Una volta arrivati piove , scendo dalla aereo e trovo mio passeggino piantato sotto acqua, completamente bagnato … E così con bimbo sulle mani, le borse e passeggino bagnato mi dirigo verso uscita, una volta a casa vedo che mio bel passeggino (comprato a 600 euro due mesi prima) e rotto in due posti- il manico e il cappuccio del passeggino.
    Devo tornare in Italia tra tre giorni ma già ora non so cosa aspettarmi…

    Mi piace

  66. Diemme said,

    Cara Ligita, non vorrei infierire, ma già viaggiare con Ryanair abbiamo visto che comporta, farlo con passeggino, neonato e borse rasenta il suicidio! 😯

    Mi piace

  67. marisamoles said,

    @ Ligita

    Non ho parole e spero che il viaggio di ritorno sia più confortevole. Però, attenta: la Ryanair presuppone che, in certi casi come il tuo, venga letto il regolamento con estrema precisione. Io non so quali siano le regole per quanto riguarda il trasporto neonati ma so che ci sono e sono parecchio precise.

    @ Diemme

    Eppure ogni volta che ho volato con Ryanair ho visto molte famiglie con bambini piccoli e passeggini appresso e non ho sentito lamentele. Credo che dipenda dal personale. Forse in questo periodo, con l’aria che tira, anche le hostess e gli steward sono parecchio nervosi. 🙂 D’altra parte, se il malumore è comprensibile, è anche vero che la gentilezza rimane una prerogativa per chi fa questo lavoro.
    Quello che, però, rimane inconcepibile è che, come si suol dire, la mano destra non sappia quel che fa la sinistra. Però questo succede in quasi tutti gli ambienti. 😦

    Mi piace

  68. marisamoles said,

    Buone notizie per i viaggiatori che, nonostante tutto, hanno deciso di dare fiducia a Ryanair. Dopo il crollo degli utili e le lamentele degli utenti, la compagnia low cost irlandese ha annunciato i cambiamenti in arrivo con un comunicato stampa.

    Ne anticipo alcuni.

    i passeggeri potranno trasportare un secondo piccolo bagaglio a mano (borsetta da donna o sacchetto con acquisti in aeroporto). Ridotte anche le tariffe per il bagaglio “acquistato” in aeroporto: da sessanta a trenta euro al desk di consegna del bagaglio e da sessanta a cinquanta euro al gate d’imbarco.

    – niente più annunci e proposte di vendita comunicate sull’aereo ogni 5 minuti. O almeno non sui voli che decolleranno prima delle 8 del mattino e dopo le 9 di sera.

    – abbattimento dei costi di ri-emissione della carta d’imbarco: una delle critiche più feroci da parte dei passeggeri contro Ryanair, era infatti che si dovessero pagare 70 euro per stampare il biglietto in aeroporto. Non sarà più così: chi avrà effettuato il check in ma dimenticherà la carta di imbarco a casa, pagherà 15 euro. Al contrario i clienti che ometteranno di effettuare il check-in online continueranno a pagare la tassa di 70 euro».

    LINK

    Mi piace

  69. Diemme said,

    Beh, qualche risultato l’eco delle proteste l’ha ottenuto!

    Mi piace

  70. Sollievo…ogni tanto una buona notizia!

    Mi piace

  71. marisamoles said,

    «Un fulmine colpisce il volo Londra-Ronchi
    L’aereo, appena decollato, costretto a rientrare. Dopo tre ore è ripartito ma una decina di friulani è voluta scendere.»

    Non è successo niente – a parte il ritorno all’aeroporto di Stansted dopo il decollo, la permanenza dei viaggiatori all’interno dell’aereo per ben tre ore, il ritardo di parecchie ore con cui i passeggeri sono arrivati all’aeroporto di Trieste – ma di cambiare l’aereo non se n’è parlato. Figuriamoci.

    Fonte: Messaggero Veneto.

    Mi piace

  72. marisamoles said,

    Grandi novità in Ryanair. Si può portare un secondo bagaglio a mano gratuitamente … e dire che io non ne ho potuto portare nemmeno uno GRATUITAMENTE. 😦

    Mi piace

  73. Diemme said,

    Tante proteste sono servite, o solo il tonfo degli incassi?

    Mi piace

  74. marisamoles said,

    Propendo per la seconda. 😦

    Mi piace

  75. Diemme said,

    Mica per essere maligne, ma anch’io propendo per la seconda ipotesi: sono stati arroganti fino a che il mercato gliel’ha permesso.

    Mi piace

  76. Gabriele said,

    concordo con i vari treed, ma inoltre vorrei aggiungere una grande critica contro Ryanair, prenoto circa due mesi prima un volo A/R per Roma Ciampino un paio di giorni prima della partenza ho avuto dei problemi pertanto non potevo più fare il viaggio cerco di modificare la data e mi obbligano a pagare 75 € per la conversione quindi rinuncio a tutto, passato il giorno del volo chiedo il rimborso e mi viene detto che rimborsano solo le tasse governative e comunque dopo un pagamento di 15 € non capisco per cosa, a questo punto dico ha ragione Marisa non volate con Ryanair società di ladri

    Mi piace

  77. marisamoles said,

    @ Gabriele

    Grazie per la tua testimonianza … sperando che la prossima volta vada meglio, magari con un’altra compagnia. 😉

    Mi piace

  78. 6 gennaio 2015 volo Ryanair Valencia Roma delle 18:50. Siamo una famiglia di sette persone, tre pensionati, un adulto madre di tre bambini di 14 12 e 4 anni, tutti con bagaglio a mano più un bagaglio in stiva. Alla consegna del bagaglio in stiva e già con la carta di imbarco un’assistente di terra ci invita ad etichettare il bagaglio a mano perché probabilmente non entrerà in cabina cosa che io rifiuto. Ci rechiamo immediatamente al controllo bagli e qui scopriamo che Valencia è uno dei primi aeroporti che non accetta apparecchiature elettroniche nel bagaglio a mano ma nessuno ci aveva avvisato e quindi siamo stati rimandati indietro per svuotare tutto, da notare che nel frattempo il bambino di 4 anni era passato ma la madre era stata fatta tornare indietro lasciando il bambino da solo ho chiesto quindi al responsabile della sicurezza se la Ryanair fosse stata avvisata di questa procedura che mi rispondeva di si. passato questo primo ostacolo ci siamo immediatamente recati al gate e siamo i primi della fila non priority. Arriva l’assistente a cui avevo impedito di etichettare il nostro bagaglio a mano e che ci riconosce benissimo, stacca una cinta divisoria la mette alle nostre spalle e ci inviti a passare in coda perché dove siamo disturbiamo l’imbarco mi rifiuto di aderire alla sua richiesta e faccio passare al di là della cinta i miei familiari con il benestare di coloro che erano in fila dietro a noi ma con le lamentele della assistente di terra che alla fine non ha potuto dire nulla. Attendiamo il passaggio di tutta la fila priority e contiamo quanti sono (non arrivano a 90) a questo punto l’altra assistente che controlla la carta di imbarco invita le madri con bambini a farsi avanti , lo fa anche mia nuora con i tre bambini, viene immediatamente fermata e accusata di essersi indebitamente inserita nella fila priority e quindi invitata a portarsi in fondo alla coda chiedo spiegazioni ma l’unica cosa che le assistenti sanno dire è che dobbiamo passare in coda a tutta la fila, rispondo che di li non mi muovo e pretendo che venga chiamata la sicurezza. La assistente continua a ripetere che dobbiamo toglierci di lì chiedo nuovamente che venga chiamata la sicurezza certo di non essere in torto ma sicuro che quanto era accaduto era solo frutto di una presa di posizione delle assistente non so se a titolo personale o per politica della Ryanair, fatto sta che finalmente riusciamo a salire sull’aereo. Volo tranquillo senza problemi ed in orario.
    Considerazioni: cinque giorni meravigliosi a Valencia rovinati dal comportamento di chi invece dovrebbe assisterci. Domanda: ma gli aeroporti che ospitano questa compagnia sanno che molti passeggeri non torneranno più dopo esperienze come questa?
    P.S. Passo sempre diverso tempo a studiare le regole della compagnia ma scopro sempre che qualche novità che rovina tutto la inventano sempre.

    Liked by 1 persona

  79. marisamoles said,

    @ Augusto Porciani

    La ringrazio per la Sua testimonianza, a conferma della scortesia e dell’atteggiamento influenzato da pregiuzi del personale a terra della compagnia irlandese. Ovviamente ci saranno anche delle eccezioni ma pare che la regola sia questa. Quanto alla Sua domanda, non saprei risponderLe. Evidentemente alla Ryanair sono consapevoli del rischio di perdere clienti ma sanno che possono guadagnarne comunque altri con i prezzi competitivi (che poi lo sono meno di un tempo).
    Una cosa non capisco: Lei scrive “un’assistente di terra ci invita ad etichettare il bagaglio a mano perché probabilmente non entrerà in cabina”, senza nemmeno provare ad inserire il bagaglio nell’apposito gabbiotto? Mi sembra strano e comunque approvo la Sua presa di posizione e la coerenza adottata nel comportamento in tutto l’evolversi della situazione. Certamente Lei ha un carattere di ferro!

    Liked by 1 persona

  80. Diemme said,

    Capisco sempre di più la gente che mi dice “Ryanair? Manco morto! Costa di meno? Preferisco saltare i pasti!”.

    Io non ho avuto una brutta esperienza (ci ho viaggiato credo una sola volta), ma TUTTI quelli che ho sentito mi hanno decisamente condizionato, ne ho trovato solo uno che ci viaggia e ci si trova bene, ma a questo punto è l’eccezione che conferma la regola! Devo aggiungere che questo è uno che si sposta da una sua casa a un’altra, e si sposterà di fatto con il monospalla con portafogli, documenti e chiavi di casa (probabilmente poco più).

    Liked by 1 persona

  81. giorgio said,

    Salve,volo con ryanair da ormai 10 anni,oltre ad aver provato altre compagnie (alitalia,panorama,meridianafly,iberia),e non ho mai avuto alcun problema.
    Beh certo,il servizio offerto rispetto ad altre compagnie con cui ho volato è inferiore,e capita di vedere scene dove le perfide assistenti litigano con i clienti,ma proprio per questo motivo ho sempre cercato di essere scrupoloso nel preparare bene tutte le cose senza mai avere problemi. Questo è anche un po’ fastidioso a dire il vero,perchè ti impone di avere un’attenzione superiore,ma personalmente sono disposto a fare questo sforzo per risparmiare.
    Non mi vergogno di dire che senza l’esistenza di ryanair,per quello che guadagno,non mi sarei potuto permettere alcuni viaggi e mi sarei perso alcune delle esperienze più belle della mia vita. Ad esempio quest’anno ryanair ha un po’ diminuito penali e restrizioni,ma ha aumentato i prezzi,e per le mie esigenze era infinitamente meglio prima.
    Con questo non voglio dire che lei non abbia subito un sopruso,solo dare un punto di vista differente. Saluti.

    Mi piace

  82. marisamoles said,

    @ Giorgio

    Bello accogliere una voce fuori dal coro. Grazie mille per la sua testimonianza.

    Mi piace

  83. Paolo said,

    Sono di Bergamo , e per forza di cose sovente volo Ryanair, considerato che l’aeroporto di Orio al Serio e’ monopolio di questa “magnifica” compagnia aerea. Mi è capitato una volta su volo Meridiana , di avere come vicino di sedile un pilota della concorrenza , il quale mi ha detto che Ryanair , su Bergamo , prende la percentuale sui caffè’ consumati nei bar dell’aeroporto e sui parcheggi auto.
    Se fosse vero, bello schifo!!!!!!

    Mi piace

  84. marisamoles said,

    @ Paolo

    Hai detto bene: se fosse vero. Personalmente nutro dei dubbi, specie perché la voce proviene dalla concorrenza.

    Mi piace

  85. Diemme said,

    Forse per “concorrenza” Paolo si riferisce proprio a Ryanair, visto che il volo su cui si trovavano era Meridiana.

    Mi piace

  86. marisamoles said,

    @ Diemme

    Sì, hai ragione. In questo periodo la mia testa non funziona al meglio, purtroppo. 😦

    Liked by 1 persona

  87. Diemme said,

    A chi lo dici, è proprio un periodaccio!

    Mi piace

  88. marisamoles said,

    E’ una storia a lieto fine, fortunatamente, ma questa notizia non si può commentare …

    Ryanair nega volo a bimbo malato che doveva subire doppio trapianto
    Il piccolo, 10 anni, con i genitori doveva andare dalle Canarie a Madrid con urgenza.
    La compagnia: «Arrivati tardi, due ore prima della partenza la biglietteria chiude» articolo del Corriere.it

    Mi piace

  89. Diemme said,

    Magari selezionano il proprio personale al Cottolengo, non potrebbe essere? Un essere umano con normali facoltà cognitive una cosa del genere non potrebbe averla mai fatta!

    Mi piace

  90. marisamoles said,

    @ Diemme

    Credo, piuttosto, che il personale debba obbedire a disposizioni troppo rigide. Personalmente non potrei mai lavorare in questo modo ma mi rendo anche conto che, data la situazione a livello occupazionale, uno cerchi di tenersi stretto il lavoro che ha, a costo di operare in modo opposto a quello che suggerirebbe la coscienza. Secondo me la compagnia dovrebbe cambiare politica e venire maggiormente incontro alle problematiche, specie quelle a carattere d-urgenza, della propria clientela. Insomma, maggiore elasticita non guasterebbe.

    Mi piace

  91. Diemme said,

    Marisa, non sono completamente d’accordo, nel senso che tutto quello che tu dici è vero, ma sono i casi in cui un dipendente con un minimo di buon senso si fa parte diligente e si rivolge al superiore, al superiore del superiore, al superiore del superiore del superiore, e cerca di sbloccare la questione, non si ferma a un “Non si può, le regole sono queste”!.

    Mi piace

  92. marisamoles said,

    @ Diemme

    E hai ragione pure tu! Da quel che so – anche se credo dipenda dagli aeroporti – il personale di terra della compagnia aerea irlandese non dipende direttamente da Ryanair e ci sono molti problemi a trovare dei responsabili in loco. Io, ad esempio, all’aeroporto del FVG non ne ho trovati, non ho potuto protestare per quello che mi era accaduto. Certo, in casi come quello descritto nell’articolo il personale poteva fare un giro di telefonate ma alla fine non sappiamo quello che è realmente successo, sai che le cronache dei giornali non sempre sono esaurienti e del tutto veritiere.

    Mi piace

  93. marilena said,

    Salve, fra tre giorni volerò per la prima volta con la ryanair e ho dei dubbi sulle dimensioni delle valigie/borsoni.
    Vorrei portare un borsone che misura in lunghezza 40cm, larghezza 50 cm, profondità 20 cm. Leggendo sul sito della ryanair dice 50 cm in lungh, 40 cm in larghez e 20 profondità. Mi chiedevo se il mio borsone va bene anche se le misure sono al contrario e se posso al momento della misurazione metterlo di lungo così da risultare idoneo. spero di essermi spiegata bene, ti ringrazio in anticipo

    Mi piace

  94. Diemme said,

    @ marilena

    Sta scherzando, vero? Comunque, dipende tutto se il caffè lo prende nella tazzina col manico a destra oppure a sinistra. Spero di essermi spiegata anch’io. 😯

    Mi piace

  95. ERICA said,

    ERICA MILANO BRUXELLES. MAI PIU’ RYANAIR SE LA CONOSCI LA EVITI…40 EURO DI BAGAGLIO SEGNALATO PAGATI A PARTE- MIA FIGLIA SI TRASFERIVA A BRUXELLES-PER DUE VALIGE—SENZA CONTARE CHE UNA HOSTESS HA VISTO CHE ERAVAMO IN TRE SENZA CHECK IN PER UN PROBLEMA CERTIFICATO AL COMPUTER E CI HA MANDATO IN TEMPI DIVERSI DALLA SUA COLLEGA A VERSARE BEN 45 EURO A TESTA.LA RISPOSTA? RYAN AIR E’ PARTICOLARE…SI NELLA SCHIFEZZA SI DICO IO, PERSONALE CON LA TERZA ELEMENTARE, SUPERFICIALE E MALEDUCATO.AL RITORNO SONO STATA FATTA SCENDERE DALLA SCALETTA DAVANTI, MI SONO IMBARCATA LI’ PERCHE’ PIOVEVA, E SONO STATA FATTA SALIRE DALLA CODA PIU’ VICINO AL MIO POSTO. SAPETE CHE VI DICO? SE LA CONOSCI RYAN AIR LA EVITI CON QS ESBORSI PIU’ IL TRASFE DA ORIO A MILANO LA PROSSIMA VOLTA VIAGGIO CON VOLO DI LINEA .LA MIA AZIENDA HA GIA’ RITIRATO IL PARERE FAVOREVOLE. IO HO GIRATO IL MONDO PER BEN DUE VOLTE, MAI MA MAI UN SERVIZIO COSI’ SCHIFOSO.INESISTENTE A BORDO E PULIZIA…ZERO….

    Mi piace

  96. marisamoles said,

    @ ERICA

    Il problema è sempre quello: il risparmio è più apparente che reale. E poi ci sono molte restrizioni (ad esempio il peso del bagaglio), guai se sbagli (anche involontariamente), la paghi cara. Naturalmente ci sono le persone fortunate a cui va tutto bene, che viaggiano regolarmente senza intoppi. Forse è solo questione di fortuna. 🙂

    Mi piace

  97. Diemme said,

    L’affidarsi alla fortuna non mi pare un gran criterio! 😉

    Liked by 1 persona

  98. marisamoles said,

    @ Diemme

    Certamente, ma ci sono persone particolarmente fortunate che viaggiano da anni con Ryan Air senza problemi. Non si affidano>/em> alla fortuna, sono semplicemente fortunate. 🙂

    Mi piace

  99. Diemme said,

    Gastone…

    Mi piace

  100. marisamoles said,

    Effettivamente ho pensato a lui…

    Liked by 1 persona

  101. Giuseppe L said,

    Che poi non ho ben capito, se al gate devi pagare il supplemento hanno appresso la macchinetta per strisciare la carta di credito? Per quanto mi riguarda io viaggio sempre con pochi contanti, quindi mi chiedevo come facessero a “estorcerti” il supplemento visto che io il POS al gate non l’ho mai visto e di certo non è obbligatorio viaggiare con i contanti appresso.

    Mi piace

  102. marisamoles said,

    @ Giuseppe L

    Io ho pagato con la carta di credito al gate. Ne deduco che non sia così inusuale.

    Liked by 1 persona

  103. Paolo said,

    Italiani…
    Ma lo volete capire che se c’è una regola va rispettata?
    Il bagaglio entra nel box? Bene! Non entra? Male, paghi!
    Non sono gli Inglesi stronzi, siete voi che non rispettate le regole. Ma vi immaginate se 200 persone si mettono a sistemare il bagaglio davanti alla Hostess quanto tempo ci si impiega a imbarcare tutti? Io abito in Inghilterra, sono Italiano, volo moltissimo con Ryanair e vi garantisco che. I. problemi li hanno solo gli Italiani e non per razzismo. Ogni. volta sento sempre storie diverse, sempre una scusa.
    Le regole sono regole e se venite in Inghilterra le regole le dovete rispettare, altrimenti penserete che gli Inglesi sono stronzi, solo perchè vi chiedono di rispettare le regole.

    Mi piace

  104. marisamoles said,

    @ Paolo

    In primo luogo, almeno per quel che mi riguarda, non ho mai detto che gli Inglesi sono str***i, casomai insensibili e maleducati. Comunque non ho mai generalizzato, mi sono espressa esclusivamente commentando questa situazione, dato che io adoro gli Inglesi e l’Inghilterra. L’unica che ne ha parlato male, se si vuol dir così, è la mia lettrice inglese (3theperfectnumber), forse troppo obiettiva. O forse perché, essendo inglese ma vivendo da 30 anni in Italia, sa perfettamente che gli Inglesi hanno dei forti pregiudizi su di noi.
    In secondo luogo, io ho rispettato le regole: il mio bagaglio era al di sotto del peso limite e al check-in era perfettamente entrato nel “gabbiotto”.
    In terzo luogo, come giudichi chi, senza darti la possibilità di spiegare, ti strappa dalle mani il borsone (e alla mia vicina addirittura ha rotto il telefonino)? Io lo giudico maleducato.
    Se ti trovi bene con Ryan air, felice per te. Non permetterti però di giudicare chi ha subito un’ingiustizia e non mettere in bocca a gli altri cose che non hanno detto.

    Liked by 1 persona

  105. Diemme said,

    Mi sei piaciuta… 😉

    Mi piace

  106. marisamoles said,

    @ Diemme

    Grazie!

    Mi piace

  107. Antonella said,

    Io volo sempre con Ryanair..non ho mai avuto problemi..oltre al bagaglio a mano si p u ò portate la borsetta …

    Mi piace

  108. marisamoles said,

    @ Antonella

    Mi fa piacere per te. La borsetta si può portare, oltre al bagaglio a mano, solo da poco tempo.

    Liked by 1 persona


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Like @ Rolling Stone

Immagini, parole e pietre lanciate da Mauro Presini

Dottor Lupo Psicologo, Battipaglia Salerno

Consulenza Sostegno Diagnosi

Scaffali da leggere

Consigli di letture, recensioni e frasi tratte dai libri.

Willyco

in alto, senza parere

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof (precaria) di lettere.

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

Nonseinegato

Scuola, matematica... e altro

benvenut* su alerino.blog

pagina a traffico illimitato, con facoltà di polemica, di critica, di autocritica, di insulti...

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

PindaricaMente

C'è una misura in ogni cosa, tutto sta nel capirlo (Pindaro)

Il mestiere di scrivere

LA SCUOLA DI SCRITTURA CREATIVA ONLINE - LABORATORI DIDATTICI E SEMINARI IN TUTTA ITALIA

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

marialetiziablog

salviamolascuolaprimadisubito.com site

Chiara Patruno - Psicologa

Psicologa Dinamica e Clinica presso l’ Universita’ La Sapienza di Roma, Facolta’ Medicina e Psicologia

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

onesiphoros

[...] ἀλλ᾽ ὥσπερ ἄνθρωπος, φαμέν, ἐλεύθερος ὁ αὑτοῦ ἕνεκα καὶ μὴ ἄλλου ὤν, οὕτω καὶ αὐτὴν ὡς μόνην οὖσαν ἐλευθέραν τῶν ἐπιστημῶν: μόνη γὰρ αὕτη αὑτῆς ἕνεκέν ἐστιν. Aristot. Met. 1.982b, 25

Il ragazzo del '46

Settanta: mancano solo 984 anni al 3000.

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

i media-mondo: la mutazione nella connessione

Prove di pensiero di GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

unpodichimica

Non tutto ciò che luccica è oro, ma almeno contiene elettroni liberi G.D. Bernal

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

occhioallapenna

Buongiorno e leggerezza!

penna bianca

appunti di viaggio & scritti di fortuna

Pollicino Era un Grande

Psicologia e dintorni a cura della Dr.ssa Marzia Cikada (Torino e Torre Pellice)

la fine soltanto

un blog e un libro di emiliano dominici (per ingrandire la pagina premi ctrl +)

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

LE LUNE DI SIBILLA

"Due strade trovai nel bosco, io scelsi la meno battuta, per questo sono diverso"(R.Frost)

Il mondo di Ifigenia

Svegliati ogni mattina con un sogno da realizzare!

Il Blog di Raffaele Cozzolino

Pensieri, riflessioni, tecnologia, informatica

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Into The Wild

Happiness is real only when shared

roceresale

faccio buchi nel ghiaccio

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

A dieta...

...ma con una forte passione per il cibo e le rotondità!

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

Ma che Bontà

Le ricette di Cle

Ecce Clelia

Storie e pensieri di una mente non proprio sana, messi in una bottiglia e lasciati andare verso ignoti ed ignari lettori, naufragati su questo sito.

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: