NON COMMENTO MA … I LIKE


Cari lettori e webamici,

è un momento di grande lavoro per me. Le giornate corrono veloci e invece di riuscire a togliermi di mezzo qualche pacco di compiti, finisce che nel frattempo sulla scrivania si accumulino altri pacchi. 😦
In più, le riunioni pomeridiane non agevolano certo il lavoro di correzione.

Quando riesco a scrivere qualcosa, lo faccio in fretta e non come vorrei. Alla fine, mi pare cosa assai sensata non scrivere nulla.
Faccio i salti mortali tra un blog e l’altro dei miei amici, leggo in fretta gli articoli ultimogeniti (mi piace un sacco quest’espressione adottata dall’amica Diemme!), ma non sempre riesco a commentare come mi piacerebbe fare.

Per fortuna WordPress ha inventato il “pulsante” Like. Quindi, non commento ma … I like. E’ un modo per far capire ai miei blogamici che magari in una briciola di tempo riesco comunque a passare da loro.

Ai lettori non blogger chiedo scusa. Verranno momenti migliori … come disse una mia amica, riponendo in un cassetto i fermagli, dopo essersi fatta tagliare i capelli cortissimi. 🙂

14 pensieri riguardo “NON COMMENTO MA … I LIKE

  1. Eh già, è un periodo bello denso questo. Noi almeno facciamo trimestre e pentamestre, quindi prima di dicembre dobbiamo aver concluso con interrogazioni e compiti in classe: è una verifica dietro l’altra infatti! Immagino il lavoro che spetta ai prof e capisco che deve essere dura affrontare pacchi e pacchi di compiti. Vabbe’ ma nel lavoro non ci sono solo soddisfazioni (sempre che gli studenti ne diano qualcuna…)
    Detto questo, ora non posso che cliccare il magico bottone “Like” 😉

    "Mi piace"

  2. Ho visto il tuo “passaggio” sul mio “treno”, cara Marisa. Quando parli di pacchi di compiti mi sento meno naufraga di carta da decifrare… Per non parlare delle riunioni al pomeriggio: ho chiesto al custode del liceo se mi affitta un posto letto!
    A presto, Es.

    "Mi piace"

  3. Care amiche,

    grazie mille per la vostra comprensione e ancor più per la solidarietà.

    Fa piacere che tra insegnanti ci si capisca ma anche di più quando gli studenti (Veronica) sanno mettersi nei panni di noi docenti … o almeno tentano. 😉

    Buona serata.

    "Mi piace"

  4. Quanto ti capisco Marisa, conosco quei periodi di lavoro intenso e tempo libero zero. Siccome il tuo Blog è sempre interessante ed i post che scrivi sono curati ed esaustivi, piuttosto che scrivere di fretta non farlo. Perchè poi ne saresti insoddisfatta e ciò ti porterebbe a provare sentimenti negativi verso questa tua bella “creatura”.
    Ciao, un bacione
    Raf

    "Mi piace"

  5. Reblogged this on Marisa Moles's Weblog and commented:

    Il post è del novembre 2011. Nulla è cambiato, da allora. Solo che quest’anno abbiamo deciso (dico, noi docenti al collegio) di far terminare il quadrimestre il 19 gennaio anziché prima di Natale. Pensavo fosse un vantaggio, in realtà sono stata sommersa dai compiti a dicembre e lo sono anche ora. Il fatto è che quattro classi e cinque materie con scritto e orale (tre Italiano e due Latino) fanno la differenza. Mi chiedo come passassi il tempo fino a qualche anno fa, quando noi di Lettere avevamo al massimo due classi. 😯
    Al contenuto del post aggiungo le scuse rivolte a chi nel frattempo ha commentato senza ricevere risposta. Pazientate, vi prego. Arriverò, prima o poi arriverò.
    Un abbraccio a tutti.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...