20 ottobre 2011

PERCHÉ NON SCRIVO UN POST SULLA MORTE DI GHEDDAFI

Posted in cronaca tagged , , , , , a 5:03 pm di marisamoles

Principalmente perché mi ripeterei. Alla fine scriverei le cose già scritte in occasione della morte di Osama Bin Laden. Cambia il contesto ma l’epilogo della storia è sempre quello: uccidere Gheddafi anziché catturarlo, processarlo e stabilire la giusta punizione per le sue colpe non è stata, a parer mio, la soluzione migliore. Almeno se vogliamo considerare il vero senso del termine “giustizia”. Anche questa volta giustizia non è fatta.

Ma c’è un altro motivo per cui ho deciso di non scrivere un post sulla morte di Gheddafi: non sopporterei un altro acceso scambio di opinioni con l’affezionato lettore Luigi Bruschi.

Annunci

12 commenti »

  1. Pietro said,

    Secondo me hai ragione… La giustizia deve essere fatta nel modo giusto… chi può dire che non ci sia un suo successore? Almeno se avessero fatto il processo si renderebbe conto di quello che probabilmente le succederà.

    Mi piace

  2. marisamoles said,

    @ Pietro

    Mi conforta sapere che qualcuno condivida il mio pensiero. 😉

    Mi piace

  3. chiocciola said,

    Non ho letto (solo per questioni di tempo) il tuo precedente. Non mi piacciono le esecuzioni sommarie.

    Mi piace

  4. chiocciola said,

    Se qualcuno mi spiega da dove esce la “chiocciola”!
    Comunque hai capito chi è lo scrivente

    Mi piace

  5. marisamoles said,

    @ Quarchedundepegi (chiocciola ❓ )

    Anch’io la penso come te.

    Non so da dove esca la chiocciola, sinceramente. Spero che qualche lettore esperto sappia risolvere il mistero. 🙂

    Mi piace

  6. Il sistema si è aggiustato. La chiocciola, almeno per ora se ne è andata.
    Ciao.

    Mi piace

  7. AVAFX said,

    Non c’e’ dubbio che sia stata un’esecuzione. Ma anche lui ai suoi tempi e’ stato promotore di terrorismo e persecuzioni. Per cui ha fatto la fine di tutti i dittatori. Mussolini e’ stato impiccato in piena piazza a Milano, Stalin l’hanno ucciso, sono in Egitto adesso e’ in corso il processo contro Mubarak. Mentre in Tunisia e’ scappato via.
    Ah e Saddam Hussain? Si e’ vero e’ stato processato ed impiccato!
    Morale, alla fine tutti i dittatori vengono puniti.

    Mi piace

  8. AVAFX said,

    La fine di tutti i dittatori e la stessa.
    Mussolini e’ stato impiccato in piazza a Milano.
    Sadam Husseim impiccato seppure dopo un processo.
    Gheddafi e’ stata un’esecuzione, ma anche lui dopo un processo sarebbe finito impiccato.
    La fine di tutti i dittatori e’ la stessa.

    Mi piace

  9. marisamoles said,

    @ Qurchedundepegi

    Per ora … 🙂

    @ Avafx

    Rimane il fatto che non si può chiamare giustizia.

    Mi piace

  10. @AVAFX
    Mussolini non è stato impiccato a Milano. È stato ucciso sulla strada che da Dongio porta a Como. Fu, a quanto ci è dato sapere, un’esecuzione sommaria. Il cadavere fu poi portato a Milano e appeso per i piedi in Piazzale Loreto.

    Mi piace

  11. Eugenio said,

    L’aver tirato fuori Gheddafi dal buco in cui si nascondeva e avergli piantato una palla in fronte è stato un atto di giustizia nella accezione pura, ideale del termine. Si sarebbe dovuto, dicono alcuni, “processarlo e stabilire la giusta punizione per le sue colpe”. E chi avrebbe dovuto stabilire “la giusta punizione”? la Libia? la “comunità internazionale”? in Svizzera uno stupratore viene ad esempio “condannato” a frequentare uno workshop sul dominio dell’ aggressività, mentre negli Emirati Arabi lo stesso stupratore verrebbe mandato al patibolo…Quanto successo a Gheddafi ci deve far pensare alla lezione dei Greci: esiste una misura nelle cose, e chi la supera ne porta le gravi conseguenze, come nel coro dell’ Agamennone eschileo: “Che io non sia distruttore di popoli, la tracotanza si volge in sciagura per il prepotente”..Ma su queste cose mi puo’ capire soprattutto “l’affezionato lettore Luigi Bruschi”.

    P.S.: “Marisa Moles’s Weblog”? ma mi pare che in inglese il genitivo sassone delle parole che terminano in s si fa senza il ‘s. O no?

    Mi piace

  12. marisamoles said,

    @ Eugenio

    «L’aver tirato fuori Gheddafi dal buco in cui si nascondeva e avergli piantato una palla in fronte è stato un atto di giustizia nella accezione pura, ideale del termine».
    Sì, certo, nell’accezione pura del termine … infatti si dice “giustiziare” ma qualsiasi esecuzione sommaria al giorno d’oggi non è sinonimo di “giustizia” né accettabile moralmente.

    Non so se l’ “affezionato” lettore Luigi Bruschi possa concordare sulla lezione del Greci. Da parte mia, sono convinta che non sempre la lezione dei Greci sia da imitare, altrimenti dovremmo incominciare ad eliminare i bambini malformati o disabili …

    P.S. Non è una regola tassativa e comunque non sono io la responsabile. Mia nipote ha aperto il blog per me …

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Like @ Rolling Stone

Immagini, parole e pietre lanciate da Mauro Presini

Dottor Lupo Psicologo, Battipaglia Salerno

Consulenza Sostegno Diagnosi

Scaffali da leggere

Consigli di letture, recensioni e frasi tratte dai libri.

Willyco

in alto, senza parere

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof (precaria) di lettere.

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

Nonseinegato

Scuola, matematica... e altro

benvenut* su alerino.blog

pagina a traffico illimitato, con facoltà di polemica, di critica, di autocritica, di insulti...

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

PindaricaMente

C'è una misura in ogni cosa, tutto sta nel capirlo (Pindaro)

Il mestiere di scrivere

LA SCUOLA DI SCRITTURA CREATIVA ONLINE - LABORATORI DIDATTICI E SEMINARI IN TUTTA ITALIA

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

marialetiziablog

salviamolascuolaprimadisubito.com site

Chiara Patruno - Psicologa

Psicologa Dinamica e Clinica presso l’ Universita’ La Sapienza di Roma, Facolta’ Medicina e Psicologia

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

onesiphoros

[...] ἀλλ᾽ ὥσπερ ἄνθρωπος, φαμέν, ἐλεύθερος ὁ αὑτοῦ ἕνεκα καὶ μὴ ἄλλου ὤν, οὕτω καὶ αὐτὴν ὡς μόνην οὖσαν ἐλευθέραν τῶν ἐπιστημῶν: μόνη γὰρ αὕτη αὑτῆς ἕνεκέν ἐστιν. Aristot. Met. 1.982b, 25

Il ragazzo del '46

Settanta: mancano solo 984 anni al 3000.

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

i media-mondo: la mutazione nella connessione

Prove di pensiero di GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

unpodichimica

Non tutto ciò che luccica è oro, ma almeno contiene elettroni liberi G.D. Bernal

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

occhioallapenna

Buongiorno e leggerezza!

penna bianca

appunti di viaggio & scritti di fortuna

Pollicino Era un Grande

Psicologia e dintorni a cura della Dr.ssa Marzia Cikada (Torino e Torre Pellice)

la fine soltanto

un blog e un libro di emiliano dominici (per ingrandire la pagina premi ctrl +)

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

LE LUNE DI SIBILLA

"Due strade trovai nel bosco, io scelsi la meno battuta, per questo sono diverso"(R.Frost)

Il mondo di Ifigenia

Svegliati ogni mattina con un sogno da realizzare!

Il Blog di Raffaele Cozzolino

Pensieri, riflessioni, tecnologia, informatica

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Into The Wild

Happiness is real only when shared

roceresale

faccio buchi nel ghiaccio

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

A dieta...

...ma con una forte passione per il cibo e le rotondità!

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

Ma che Bontà

Le ricette di Cle

Ecce Clelia

Storie e pensieri di una mente non proprio sana, messi in una bottiglia e lasciati andare verso ignoti ed ignari lettori, naufragati su questo sito.

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: