12 ottobre 2011

VALENTINA MELA VERDE: 42 ANNI E NON LI DIMOSTRA

Posted in adolescenti, affari miei, bambini tagged , , , , , a 9:15 pm di marisamoles


Se il 12 ottobre è una data famosa in tutto il mondo per la scoperta dell’America da parte del nostro compatriota Cristoforo Colombo, a me ricorda l’infanzia. Eh, sì. Mi ricorda la nascita di un vero e proprio mito per me e per tutte le bimbe come me che, non avendo né internet né telefonini, passavano il tempo a fare quel che i bambini d’oggi hanno praticamente dimenticato: leggere.

Il 12 ottobre 1969, nel numero 41 del Corriere dei Piccoli, fa il suo debutto in una striscia settimanale Valentina Mela Verde, un vero e proprio cult nell’ambito del fumetto per ragazze.

Ricordo come fosse ieri l’arrivo del giorno della settimana (non ricordo, ahimè, quale fosse) in cui usciva il Corrierino (nei primi tempi, infatti, si chiamava così, con il diminutivo): quand’ero proprio piccina attendevo che mio fratello lo portasse a casa, poi ho iniziato ad andare da sola all’edicola. In assoluto le prime pagine che svogliavo ogni volta erano quelle che riportavano le avventure di questa ragazzina con una famiglia alquanto strampalata e un amore impossibile per l’amico del fratello Cesare: Gianluca. Me lo ricordo come fosse ieri.

Molte cose avevo in comune con Valentina: la tendenza ad essere romantica, a lasciarsi affascinare dai più grandi, con quel desiderio di crescere il più velocemente possibile. E poi i capelli corti che lei definiva “spinaci”, alludendo al fatto che fossero dritti dritti, proprio come i miei, solo che io li chiamavo “spighette”, con chiaro riferimento ai lacci delle scarpe. Io detestavo i capelli corti ma mia mamma mi obbligava a tagliarli regolarmente finché, quando fui più grandina, imposi la mia volontà e li feci crescere.

Ero talmente “persa” dietro Valentina e le sue storie, sognando il momento in cui anch’io mi sarei innamorata, che quando mio fratello portò a casa un suo amico, per caso Gianluca anche lui e per di più somigliantissimo al protagonista del fumetto, persi letteralmente la testa e mi convinsi che lui sarebbe stato l’uomo della mia vita.

Di tempo ne è passato davvero tanto. Con gli anni sono cresciuti anche i miei capelli e, incredibilmente, sono diventati biondi. Ora non sono più una bambina ma rileggendo le sue storie (almeno una parte di esse) grazie ad Internet, ho l’impressione di essere tornata una ragazzina con la testa piena di bellissimi sogni.

Ed ecco le prime pagine del fumetto apparso quarantadue anni fa su Il Corriere dei Piccoli. (clicca sull’immagine per ingrandirla)

[immagini da questo sito]

Annunci

9 commenti »

  1. Cle said,

    innanzi tutto auguri!
    ;D
    che bello questo fumetto, mi riporta davvero ad anni fa nello stile!
    Anche a me piace ogni tanto andare a spulciare le storie a fumetti che mi piaceva leggere da bambina, e come te, chiccà come, riesco a vivere gli stessi sogni e le stesse sensazioni che mi ispirtavano, ricordo con precisione il momento in cui quelle storie le avevo lette per la prima volta e mi tornano in mente gli stessi pensieri.
    Che cosa meravogliosa la memoria!!!

    Baci

    Mi piace

  2. Le prime letture non si dimenticano mai…

    Mi piace

  3. Diemme said,

    Oops! Io sono tua coetanea, e non ne avevo mai sentito parlare: o semplicemente non ricordo? Eppure il Corriere dei Piccoli, anche se non regolarmente, a casa mia di tanto in tanto di entrava!

    Mi piace

  4. marisamoles said,

    @ Diemme

    Si vede che non eri una romantica sognatrice come me. 🙂

    Mi piace

  5. Diemme said,

    Lo ero, lo ero… essere una romantica sognatrice è stata la mia croce e la mia rovina 🙄

    Mi piace

  6. marisamoles said,

    @ Cle

    Grazie!

    Sì, la memoria è una cosa meravigliosa e io spesso mi lascio cullare dai ricordi … anche se non sempre sono graditi. Ma la vita è anche questo.

    @ Scrutatrice

    Proprio vero …

    Mi piace

  7. marisamoles said,

    @ Diemme

    Be’, adesso non buttarti così giù. 😉

    Mi piace

  8. antonella said,

    ma come son capitata qui? che bello…si ricordo che cercava (credo di gianluca)un saluto in una cartolina anche sotto il francobollo….quanto mi piaceva…Grazie e ciao son Antonella…

    Mi piace

  9. marisamoles said,

    Ciao Antonella e benvenuta!

    Felice di aver risvegliato vecchi ricordi. Io andavo pazza per Valentina melaverde, nessun altro fumetto mi ha mai attratta allo stesso modo. Del resto, la maggior parte dei fumetti era prevalentemente indirizzata all’universo maschile. Per quei tempi Valentina rappresentava un unicum.

    Grazie per il tuo commento. Alla prossima … torna a trovarmi! 🙂

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Like @ Rolling Stone

Immagini, parole e pietre lanciate da Mauro Presini

Dottor Lupo Psicologo, Battipaglia Salerno

Consulenza Sostegno Diagnosi

Scaffali da leggere

Consigli di letture, recensioni e frasi tratte dai libri.

Willyco

in alto, senza parere

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof (precaria) di lettere.

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

Nonseinegato

Scuola, matematica... e altro

benvenut* su alerino.blog

pagina a traffico illimitato, con facoltà di polemica, di critica, di autocritica, di insulti...

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

PindaricaMente

C'è una misura in ogni cosa, tutto sta nel capirlo (Pindaro)

Il mestiere di scrivere

LA SCUOLA DI SCRITTURA CREATIVA ONLINE - LABORATORI DIDATTICI E SEMINARI IN TUTTA ITALIA

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

marialetiziablog

salviamolascuolaprimadisubito.com site

Chiara Patruno - Psicologa

Psicologa Dinamica e Clinica presso l’ Universita’ La Sapienza di Roma, Facolta’ Medicina e Psicologia

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

onesiphoros

[...] ἀλλ᾽ ὥσπερ ἄνθρωπος, φαμέν, ἐλεύθερος ὁ αὑτοῦ ἕνεκα καὶ μὴ ἄλλου ὤν, οὕτω καὶ αὐτὴν ὡς μόνην οὖσαν ἐλευθέραν τῶν ἐπιστημῶν: μόνη γὰρ αὕτη αὑτῆς ἕνεκέν ἐστιν. Aristot. Met. 1.982b, 25

Il ragazzo del '46

Settanta: mancano solo 984 anni al 3000.

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

i media-mondo: la mutazione nella connessione

Prove di pensiero di GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

unpodichimica

Non tutto ciò che luccica è oro, ma almeno contiene elettroni liberi G.D. Bernal

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

occhioallapenna

Buongiorno e leggerezza!

penna bianca

appunti di viaggio & scritti di fortuna

Pollicino Era un Grande

Psicologia e dintorni a cura della Dr.ssa Marzia Cikada (Torino e Torre Pellice)

la fine soltanto

un blog e un libro di emiliano dominici (per ingrandire la pagina premi ctrl +)

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

LE LUNE DI SIBILLA

"Due strade trovai nel bosco, io scelsi la meno battuta, per questo sono diverso"(R.Frost)

Il mondo di Ifigenia

Svegliati ogni mattina con un sogno da realizzare!

Il Blog di Raffaele Cozzolino

Pensieri, riflessioni, tecnologia, informatica

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Into The Wild

Happiness is real only when shared

roceresale

faccio buchi nel ghiaccio

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

A dieta...

...ma con una forte passione per il cibo e le rotondità!

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

Ma che Bontà

Le ricette di Cle

Ecce Clelia

Storie e pensieri di una mente non proprio sana, messi in una bottiglia e lasciati andare verso ignoti ed ignari lettori, naufragati su questo sito.

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: