LA FICTION “TIBERIO MITRI: IL CAMPIONE E LA MISS” FINALMENTE IN ONDA


Saranno trasmesse lunedì 26 e martedì 27 settembre le due puntate della fiction, prodotta dalla Rai, “Tiberio Mitri: il campione e la miss“, ispirata alla vera storia del pugile triestino e della bellissima miss Italia 1948 Fulvia Franco.

La miniserie doveva andare in onda in primavera ma venne bloccata da questioni legate sollevate dagli eredi della coppia triestina. Dopo l’ok della magistratura, potremo vedere, quindi, su Rai 1 in prima serata la fiction interpretata da Luca Argentero e Martina Stella.

Per la trama e la vicenda raccontata nelle due puntate rimando alla lettura del precedente post QUI.
QUI, invece, potete vedere la video-intervista ai protagonisti realizzata da Daniela Lanni per La Stampa.

10 pensieri riguardo “LA FICTION “TIBERIO MITRI: IL CAMPIONE E LA MISS” FINALMENTE IN ONDA

  1. L’ho vista. Forse avrebbe potuto essere meglio. Trattandosi di una storia che ha fatto abbastanza parte di noi, ciò che mi ha colpito di più è come due personaggi così “unici” abbiano potuto arrivare a distruggersi.

    "Mi piace"

  2. @ Quarchedundepegi

    Anche secondo me poteva essere meglio, a partire dalla scelta del cast. Un torinese (Argentero) e una romana (Stella) a far la parte di triestini, davvero una scelta poco azzeccata. Senza nulla togliere alla bravura di Argentero che nel ruolo di Mitri se l’è cavata abbastanza, forse meglio nella seconda puntata che nella prima. E poi ammiro il coraggio: come lui stesso ha detto s’è preso un sacco di botte, non tanto sul set quanto negli allenamenti intensivi cui si è sottoposto per entrare nella parte. La Stella a me non piace, in generale, e non mi è piaciuta nella fiction: ne è uscita una Fulvia Franco un po’ superficiale e volgarotta. Ci credo che gli eredi hanno tentato di bloccare la messa in onda della fiction. Non so quanta verità ci sia stata nella serie, anche perché mentre Mitri ha lasciato una sua autobiografia, sulla moglie ci sono solo testimonianze indirette.

    In particolare mi hanno colpito due battute. Una, quando le va male il provino a Hollywood e al telefono con la madre dice (più o meno): “Che ci resto a fare qui [In America]: se avesse vinto, sarei stata almeno la moglie di un campione e una parte la trovavo”. L’altra, quando il bambino in carrozzina piange e lei chiede alla madre perché pianga così tanto; la madre risponde (più o meno): “Ti credo, pensava di essere il figlio di una diva del cinema e invece è il figlio di una cassiera”. Ecco, io non so se questo genere di battute siano realmente esistite. Secondo me non mettono nella giusta luce il personaggio.

    Il successo, specie se arriva a delle persone che vivono in una città piccola come Trieste, quasi ai confini con la realtà, può veramente distruggere le persone. E’ accaduto alla celebre coppia ma continua a d accadere, specie se si “fanno i soldi”, anche adesso alla gente comune. Ricordo ai tempi del commercio con la Jugoslavia quanti ambulanti, che sono diventati ricchissimi, sono poi andati in rovina perché hanno sperperato un patrimonio in lussi, donne, alcol e casinò.

    Scusami se sono stata prolissa ma avevo intenzione di fare un aggiornamento del post con il mio commento e ho approfittato per farlo nella replica al tuo sempre graditissimo commento.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...