19 settembre 2011

LA FINANZIARIA NON CANCELLA TUTTI I PATRONI: SAN GENNARO SALVO PER MIRACOLO

Posted in politica, religione, tradizioni popolari tagged , , , , , , , , , , , a 12:50 pm di marisamoles

La manovra finanziaria di Ferragosto, come si sa, ha stabilito che le festività religiose non tutelate dal Concordato, quindi tutte quelle relative ai santi patroni eccetto Pietro e Paolo (29 giugno), protettori della capitale, debbano essere accorpate alla domenica successiva (ne ho parlato QUI).
La decisione è stata accolta fin da subito con molto malumore, soprattutto da parte dei cattolici che si sono visti togliere una festa molto significativa. Ma si sono sollevate proteste anche da parte di chi, cattolico o no, ritiene discriminante mantenere la festa dei patroni di Roma a scapito degli altri santi. Senza contare che in alcune città d’Italia la festività del santo patrono è legata a tradizioni alle quali la cittadinanza non intende rinunciare.

Oggi è il 19 settembre e a Napoli si festeggia San Gennaro. Questo santo per i napoletani è un santo speciale, soprattutto perché ogni anno i fedeli aspettano con trepidazione il Miracolo: la liquefazione del sangue del vescovo e martire, custodito in un ampolla nella cattedrale cittadina. Un rito che si ripete da secoli (secondo la tradizione, il sangue di san Gennaro si sarebbe sciolto per la prima volta ai tempi di Costantino I, nel IV secolo) da cui dipende anche la sorte futura della popolazione. Pare, infatti, che dalla riuscita o meno del Miracolo dipenda la buona o la cattiva sorte dei napoletani per i successivi dodici mesi.

Alla fine, nella manovra approvata dal Senato ai primi di settembre si stabilisce che le feste religiose saranno accorpate alla domenica, per quanto riguarda gli effetti civili, solo a partire dal prossimo anno.
Si salvano, quindi, non solo San Gennaro ma anche San Francesco (4 ottobre) che, oltre a proteggere la cittadinanza di molti paesi e città è anche il patrono d’Italia, e Sant’Ambrogio (7 dicembre) la cui festa permette ai milanesi di riposarsi per due giorni, visto che l’8 si celebra l’Immacolata Concezione.

Per quest’anno, quindi, San Gennaro e tutti gli altri patroni sono salvi. Per il prossimo non resta che sperare in un miracolo ovvero in un ripensamento da parte dei politici. In fondo, in questi tempi di crisi, ci vorrebbe proprio una mano santa

Annunci

13 commenti »

  1. Marta said,

    Povero Gennaro e tutti gli altri santi.

    Mi piace

  2. marisamoles said,

    @ Marta

    Già, proprio in un momento in cui potrebbero darci una mano, noi li andiamo a sfrattare … 😦

    Mi piace

  3. Marta said,

    Praticamente sì.

    Mi piace

  4. Poveri Governanti che hanno impiegato un mucchio di tempo per far finta di far qualcosa di buono. Mi fanno pena… proprio tutti.
    Comunque vedrai che dall’anno prossimo saranno tutti “ripristinati”.!!!

    Mi piace

  5. Però certe feste sembrano proprio scelte strategicamente…Tipo quella di S. Ambrogio di cui – suppongo – tutti i milanesi sono molto felici!

    Mi piace

  6. marisamoles said,

    @ Quarchedundepegi

    Sì, ma poi diranno che questo è un governo che ascolta il suo popolo. 😦

    Mah, io non so quanto siano sentite queste feste. Quando abitavo a Trieste, il patrono San Giusto era molto “sentito” soprattutto perché cadendo il 3 novembre ed essendo allora giorni festivi sia il 1° novembre che il 2 e mi pare anche il 4, ci si faceva (ma pare che continuino a farlo) un bel ponte d’autunno. A Udine, invece, i Santi patroni sono Ermacora e Fortunato che si festeggiano il 12 luglio e non se li fila nessuno.

    Mi piace

  7. frz40 said,

    Personalmente sono favorevole a mantenere ferme tutte le feste della tradizione e a spostare al lunedì (come fanno negli SU, per evitare i ponti, pur allungando i weekends) quelle civili di più recente data.

    Lo scopo evidente era quello di far perdere meno giornate di lavoro ad un’economia che già boccheggia per conto suo, ed era negli intenti, credo, ma qualcuno, oltre a San Gennaro, non ha potuto far a meno di ‘salvare’ anche San 25 Aprile e San 1° Maggio.

    Mi piace

  8. Togliere le feste è una “finta”. Se le feste ci rimangono e negli altri giorni si lavora “veramente” l’economia non boccheggia.
    Forse, a certi livelli, bisognerebbe imparare a lavorare o, se si preferisce, imparare cosa vuol dire la parola “lavorare”.
    Ricordo ora che, dopo la caduta del Muro di Berlino, fui vicino a Freiburg in Breisgau in Germania a un Seminario. Chiesi a un medico quale sarebbe stata la politica dei tedeschi verso i cittadini della ex DDR. Mi rispose semplicemente:”Dovranno imparare a lavorare”.

    Mi piace

  9. marisamoles said,

    @ frz

    Ecco, io le abolirei tutte ma proprio tutte. Lascerei giusto Natale, Capodanno e Pasqua.

    @ Quarchedundepegi

    Io, onestamente, di economia m’intendo poco ma, visto che oggi i commercianti lavorano anche la domenica e in molti ambiti settori ci sono persone che lavorano anche nei giorni festivi (in pratica rimangono chiusi solo gli uffici pubblici, sia statali sia privati), non credo possa cambiare molto spostando le festività alla domenica. Ma il problema è un altro: come può risollevarsi l’economia con questa crisi? Possono anche lasciarci le feste e farci fare tutti i ponti che vogliono, ma alla fine chi si muove da casa lo fa solo in giornata o per raggiungere i parenti più o meno lontani. Non ci sono soldi, questo è chiaro.

    Non credo nemmeno che il problema sia “imparare a lavorare” (dovrebbero imparare prima di tutto i politici!) quanto lavorare per produrre cosa e per chi.

    Mi piace

  10. Quarchedundepegi said,

    I primi che devono imparare a lavorare sono proprio i Senatori e i Deputati. È sottinteso che devono lavorare per il bene della Repubblica.

    Mi piace

  11. marisamoles said,

    @ Quarchedundepegi

    Mah, a me sembra piuttosto che lavorino per il bene del proprio portafoglio. Senza contare che, come si sa (è di questi giorni il caso-Cicciolina), per un breve periodo di “lavoro”, hanno la pensione assicurata. 😦

    Mi piace

  12. pietrodn said,

    Tendo a precisare che la “liquefazione” del “sangue” di San Gennaro non è più un miracolo riconosciuto dalla Chiesa Cattolica. Vedi QUI

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Like @ Rolling Stone

parole, pensieri e pietre di Mauro Presini

Dottor Lupo Psicologo, Battipaglia Salerno

Consulenza Sostegno Diagnosi

Scaffali da leggere

Consigli di letture, recensioni e frasi tratte dai libri.

Willyco

in alto, senza parere

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof (precaria) di lettere.

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

Nonseinegato

Scuola, matematica... e altro

Non vado a scuola ma all'asilo

Pagina a traffico illimitato, con facoltà di polemica, di insulti...

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

PindaricaMente

C'è una misura in ogni cosa, tutto sta nel capirlo (Pindaro)

Il mestiere di scrivere

LA SCUOLA DI SCRITTURA CREATIVA ONLINE - LABORATORI DIDATTICI E SEMINARI IN TUTTA ITALIA

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

marialetiziablog

salviamolascuolaprimadisubito.com site

Chiara Patruno - Psicologa

Psicologa Dinamica e Clinica presso l’ Universita’ La Sapienza di Roma, Facolta’ Medicina e Psicologia

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

onesiphoros

[...] ἀλλ᾽ ὥσπερ ἄνθρωπος, φαμέν, ἐλεύθερος ὁ αὑτοῦ ἕνεκα καὶ μὴ ἄλλου ὤν, οὕτω καὶ αὐτὴν ὡς μόνην οὖσαν ἐλευθέραν τῶν ἐπιστημῶν: μόνη γὰρ αὕτη αὑτῆς ἕνεκέν ἐστιν. Aristot. Met. 1.982b, 25

Il ragazzo del '46

Settanta: mancano solo 984 anni al 3000.

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

i media-mondo: la mutazione nella connessione

Prove di pensiero di GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

unpodichimica

Non tutto ciò che luccica è oro, ma almeno contiene elettroni liberi G.D. Bernal

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

occhioallapenna

Buongiorno e leggerezza!

penna bianca

appunti di viaggio & scritti di fortuna

Pollicino Era un Grande

Psicologia e dintorni a cura della Dr.ssa Marzia Cikada (Torino e Torre Pellice)

la fine soltanto

un blog e un libro di emiliano dominici (per ingrandire la pagina premi ctrl +)

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

LE LUNE DI SIBILLA

"Due strade trovai nel bosco, io scelsi la meno battuta, per questo sono diverso"(R.Frost)

Il Blog di Raffaele Cozzolino

Pensieri, riflessioni, tecnologia, informatica

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Into The Wild

Happiness is real only when shared

roceresale

faccio buchi nel ghiaccio

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

A dieta...

...ma con una forte passione per il cibo e le rotondità!

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

Ma che Bontà

Le ricette di Cle

Ecce Clelia

Storie e pensieri di una mente non proprio sana, messi in una bottiglia e lasciati andare verso ignoti ed ignari lettori, naufragati su questo sito.

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

espress451

"In ogni cosa c'è un'incrinatura. Lì entra la luce" - Leonard Cohen

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: