23 giugno 2011

ESAME DI STATO 2011: COME SI CALCOLA IL VOTO FINALE

Posted in adolescenti, Esame di Stato, scuola, valutazione studenti tagged , , , , , a 4:15 pm di marisamoles

Così si calcola il voto finale dell’Esame di Stato:

Punteggi
– Credito scolastico 25 punti
– I prova scritta 15 punti
– II prova scritta 15 punti
– III prova scritta 15 punti
– Colloquio 30 punti
Totale 100 punti
Bonus* 5 punti

La sufficienza per ciascuna delle prove scritte è di 10 punti su 15.

Al colloquio l’esito sufficiente equivale a 20 punti (il massimo del punteggio del colloquio è 30 punti)

*Bonus max di 5 punti per coloro che riportano almeno 15 punti di Credito e 70 punti nelle prove d’esame

Nuovi criteri per attribuire la Lode. Dallo scorso anno occorre essere in possesso di tutti e tre requisiti:

– Punteggio massimo nelle tre prove scritte (45 punti), nel colloquio (30 punti) e di credito (25 punti) senza fruire del Bonus di 5 punti a disposizione della commissione.
– La media del 9 conseguita nell’arco del triennio.
– Deliberazioni per l’attribuzione dei massimi punteggi delle prove e del credito dell’ultimo anno assunte all’unanimità.

Sono 25 i punti assegnati al massimo ai crediti formativi, distribuiti secondo la seguente tabella in base ai voti conseguiti negli ultimi tre anni. Il voto in condotta viene conteggiato nella media, al contrario di quello di religione e/o altre materie correlate alternative.

Per quanto riguarda i privatisti, la disciplina è regolata dalla seguente tabella riassuntiva.

NOTA – M rappresenta la media dei voti conseguiti in sede di scrutinio finale di ciascun anno scolastico.

Fonte Ministero dell’Istruzione

Normativa sulla lode Art. 21, Ordinanza n.37, del 19 maggio 2014 : «La Commissione all’unanimità può motivatamente attribuire la lode a coloro che conseguono il punteggio massimo di 100 punti senza fruire della predetta integrazione del punteggio (il bonus), a condizione che: abbiano conseguito il credito scolastico massimo senza fruire della integrazione (una possibilità che il Consiglio di Classe ha per premiare l’impegno dello studente in particolari e motivati casi). Sempre relativamente ai candidati agli esami conclusivi del secondo ciclo di istruzione, a conclusione dell’anno scolastico 2013/2014, ai fini dell’attribuzione della lode, il credito scolastico annuale relativo al terzultimo, al penultimo e all’ultimo anno nonché il punteggio previsto per ogni prova d’esame devono essere stati attribuiti dal consiglio di classe o dalla commissione, secondo le rispettive competenze, nella misura massima all’unanimità (articolo 3, commi 1, 2 e 3 del decreto ministeriale 16 dicembre 2009, n. 99). Anche al fine di consentire l’effettuazione delle opportune verifiche da parte della commissione, si rammenta che, ai sensi del decreto ministeriale 16 dicembre 2009, n.99, articolo 3, comma 2, i candidati destinatari del punteggio massimo di credito scolastico (8 punti per la classe terza, 8 punti per la classe quarta e 9 punti per la classe quinta) devono avere comunque riportato, negli scrutini finali relativi alla classe terza, alla classe quarta e alla classe quinta, la media dei voti superiore a nove, con nessun voto inferiore a otto (ivi compresa la valutazione del comportamento)».

[post aggiornato in data 25 giugno 2014]

PER ALTRI DETTAGLI SULL’ESAME DI STATO II GRADO CLICCA QUI

Annunci

20 commenti »

  1. emiliano said,

    Alle scuole medie, invece, quest’anno il calcolo per il voto d’esame è peggiore degli altri anni: l’orale vale quanto uno qualsiasi degli scritti, e così pure l’ammissione. Quindi è determinato dalla somma dell’ammissione+scritto d’italiano+scritto di matematica+scritto d’inglese+scritto di seconda lingua straniera+invalsi+orale, il tutto diviso sette. Capirai che così è più facile fare ingiustizie. Perché se uno è ammesso col nove, fa un orale strepitoso ma gli scritti da 8, gli viene automaticamente 8. E non ti dico quanto sia difficile prendere 10. Questo, ovviamente, favorisce quegli studenti che nei tre anni hanno lavorato poco ma che fanno un bell’esame. Insomma, stiamo avendo delle belle gatte da pelare.
    Tra l’altro io oggi sono stato tutto il giorno a fare esami con la febbre addosso. Un incubo.
    Buoni conteggi a te.

    Mi piace

  2. Gianni said,

    In pratica per la lode serve una supercazzola 🙂

    Mi piace

  3. emiliano said,

    prematurata a destra…

    Mi piace

  4. marisamoles said,

    @ Gianni

    In effetti …

    @ Emiliano

    … per restare in tema. 🙂

    E per rinfrescarci la memoria …

    Mi piace

  5. marisamoles said,

    @ Emiliano

    C’è da scervellarsi, insomma. Per noi è molto più facile.

    Secondo me, l’ “invenzione” dei crediti è ottima perché così si evita di premiare chi ha battuto la fiacca per anni ma ha fatto un bell’esame e “punire” chi, invece, si è dato da fare durante il triennio ma non ha brillato nelle varie prove d’esame. Dovrebbero introdurre i crediti anche alle medie, secondo me.

    Io finisco venerdì, e tu?

    Mi piace

  6. emiliano said,

    oggi per me era l’ultimo giorno, ma considera che avevo tre classi, quindi oltre a dovermi correggere tre pacchi di compiti di inglese, aiutare a correggere gli invalsi (fino alle 20), ho fatto gli orali per otto giorni di seguito, spesso dalla mattina alle otto fino alla sera alle 19/20. Talvolta 17 bimbi al giorno. Un incubo.
    Dopodomani avrò il collegio docenti finale e poi sarò libero.
    Buona fine anche a te e soprattutto buon principio.

    Mi piace

  7. marisamoles said,

    @ Emiliano

    Sono ufficialmente in vacanza e corro al mare … ma solo per il week-end. 😦

    Buone vacanze anche a te. 🙂

    Mi piace

  8. calabrescia said,

    calabrescia.wordpress.com/2011/07/02/e-venuta-a-saperlo-mia-madre-di-alice-rosi/

    Mi piace

  9. Il calcolo del punteggio è una delle poche cose che ho capito dell’Esame di Stato…

    Mi piace

  10. marisamoles said,

    @ calabrescia

    Scusa ma il link non funziona. Magari me lo rimadi.

    Comunque ho fatto un salto sul tuo blog e l’ho trovato interessante. Commenterò appena posso il post sull’esame di maturità.

    Mi piace

  11. marisamoles said,

    @ Scrutatrice

    … è già qualcosa. C’è chi ha già fatto l’esame, orale e scritto, e non c’ha capito nulla. 😦

    Mi piace

  12. […] Per il momento non posso dire di più, in quanto nei quotidiani on line la notizia non è stata ancora diffusa. Aggiornerò il post non appena avrò notizie più dettagliate. Immagino che, come accaduto lo scorso anno, la notizia susciterà non poche polemiche, prime tra tutte quelle del ministro Gelmini che, cambiando l’attribuzione dei crediti (a regime dal prossimo anno scolastico), ha già fatto un passo avanti per evitare tanta generosità da parte dei commissari d’esame in servizio nel meridione. ARTICOLO CORRELATO: Esame di Stato 2011: come si calcola il voto finale […]

    Mi piace

  13. sissi said,

    Io non capisco perchè dev’essere così difficile prendere la lode. Se uno si deve ammazzare di studio allora se la possono pure tenere. Già avere 8 in tutte le materie è un’impresa, poi prendere il massimo in tutte le prove… vorrei ricordare che non si vive per studiare. Quasi quasi preferirei avere come voto d’uscita la media matematica dei voti in pagella, anche se c’è quel voto di ginnastica che la rovina.

    Mi piace

  14. marisamoles said,

    @ sissi

    Proprio ammazzarsi di studio direi di no, ma è fuori discussione che per prendere la lode si debba studiare molto … tutti gli anni, non solo l’ultimo e non solo per l’esame.

    Certo che non si vive per studiare (e, onestamente, non so se si debba studiare per vivere, considerato il numero di laureati a spasso ….). Ma migliorare in Ed. Fisica non dev’essere troppo impegnativo. 😉

    Buon studio, allora.

    Mi piace

  15. sandy said,

    @sissi

    anch’io ho la media rovinata da educazione fisica ahah

    Comunque chi se ne frega della lode! Non lo prenderò mai 15 in tutte le prove! Ma stiamo scherzando?

    Ma comunque secondo voi conta tanto questo voto per l’ammissione all’università? Quanto dovresti prendere per poter stare tranquillo? Io miro a confermare la mia media e basta, cioè, basta che non mi fanculizzino il lavoro di 5 anni poi sono felice 🙂

    Mi piace

  16. marisamoles said,

    @ sandy

    Per quanto ne so, il punteggio conta per ottenere gli sconti sulle tasse universitarie.

    Mi piace

  17. sandy said,

    Ah ok solo per quello! Grazie per avermi risposto!
    Speriamo… perchè ho sentio che nelle facoltà a numero chiuso conta tipo dal 40 al 60 % e su questa cosa non ci dormo la notte perchè se non entro non so che cosa fare per il prossimo anno… 😦

    Mi piace

  18. Federica said,

    io credo che nn ci sia abbastanza trasparenza..io ho preso 41 agli scritti avevo 22 di credito scolastico e non ho avuto bonus scolastico..avendo sostenuto un buon esame orale…

    Mi piace

  19. marisamoles said,

    @ Federica

    Non dici con quanto sei uscita ma, considerando che per ottenere il bonus il colloquio deve essere valutato 30, desumo che il tuo voto sia stato 93. Un bel punteggio comunque. Non c’è una regola precisa ma tendenzialmente si attribuisce il bonus quando mancano pochi punti per il 100 (ad esempio se uno ha 95 o di più). Tu comunque saresti arrivata a 98 che sembra più una beffa che altro.
    Ripeto, non c’è una regola precisa e l’attribuzione del bonus è a discrezione della commissione.

    Complimenti in ogni caso!

    Mi piace

  20. […] Esame di stato 2011: come si calcola il voto finale […]

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Like @ Rolling Stone

parole, pensieri e pietre di Mauro Presini

Dottor Lupo Psicologo, Battipaglia Salerno

Consulenza Sostegno Diagnosi

Scaffali da leggere

Consigli di letture, recensioni e frasi tratte dai libri.

Willyco

in alto, senza parere

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof (precaria) di lettere.

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

Nonseinegato

Scuola, matematica... e altro

Non vado a scuola ma all'asilo

Pagina a traffico illimitato, con facoltà di polemica, di insulti...

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

PindaricaMente

C'è una misura in ogni cosa, tutto sta nel capirlo (Pindaro)

Il mestiere di scrivere

LA SCUOLA DI SCRITTURA CREATIVA ONLINE - LABORATORI DIDATTICI E SEMINARI IN TUTTA ITALIA

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

marialetiziablog

salviamolascuolaprimadisubito.com site

Chiara Patruno - Psicologa

Psicologa Dinamica e Clinica presso l’ Universita’ La Sapienza di Roma, Facolta’ Medicina e Psicologia

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

onesiphoros

[...] ἀλλ᾽ ὥσπερ ἄνθρωπος, φαμέν, ἐλεύθερος ὁ αὑτοῦ ἕνεκα καὶ μὴ ἄλλου ὤν, οὕτω καὶ αὐτὴν ὡς μόνην οὖσαν ἐλευθέραν τῶν ἐπιστημῶν: μόνη γὰρ αὕτη αὑτῆς ἕνεκέν ἐστιν. Aristot. Met. 1.982b, 25

Il ragazzo del '46

Settanta: mancano solo 984 anni al 3000.

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

i media-mondo: la mutazione nella connessione

Prove di pensiero di GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

unpodichimica

Non tutto ciò che luccica è oro, ma almeno contiene elettroni liberi G.D. Bernal

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

occhioallapenna

Buongiorno e leggerezza!

penna bianca

appunti di viaggio & scritti di fortuna

Pollicino Era un Grande

Psicologia e dintorni a cura della Dr.ssa Marzia Cikada (Torino e Torre Pellice)

la fine soltanto

un blog e un libro di emiliano dominici (per ingrandire la pagina premi ctrl +)

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

LE LUNE DI SIBILLA

"Due strade trovai nel bosco, io scelsi la meno battuta, per questo sono diverso"(R.Frost)

Il Blog di Raffaele Cozzolino

Pensieri, riflessioni, tecnologia, informatica

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Into The Wild

Happiness is real only when shared

roceresale

faccio buchi nel ghiaccio

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

A dieta...

...ma con una forte passione per il cibo e le rotondità!

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

Ma che Bontà

Le ricette di Cle

Ecce Clelia

Storie e pensieri di una mente non proprio sana, messi in una bottiglia e lasciati andare verso ignoti ed ignari lettori, naufragati su questo sito.

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

espress451

"In ogni cosa c'è un'incrinatura. Lì entra la luce" - Leonard Cohen

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: