19 giugno 2011

LE ALBICOCCHE E IL SAPORE DELLA MARMELLATA

Posted in affari miei, famiglia, figli tagged , , , , a 2:04 pm di marisamoles

Io non se se capita anche a voi di comperare della frutta che sa di plastica o di cartone. A me sempre più spesso e pure ad un costo esorbitante.

Dopo essermi nutrita di pere, mele e banane per tutto l’inverno, attendevo con ansia l’arrivo della frutta di stagione. Che delusione! Le fragole le ho mangiate una decina di volte: o erano bianchicce e insapori o ne ho buttato via mezzo cestino perché, dopo un solo giorno passato in frigorifero, erano mezze marce. Le ciliegie hanno dei prezzi proibitivi, ne ho mangiate poche ma comunque non erano cattive. Le pesche o sono verdi e dure come il marmo o sono ammaccate e piene di macchie marroncine tanto che, tolte quelle, del frutto rimane ben poco da assaporare.

Ieri ho comprato delle albicocche. Quelle che avevo mangiato in precedenza erano giallicce e sapevano, appunto, di plastica. Quelle di ieri, invece, erano deliziose, sapevano proprio di albicocca. Tant’è che mi è uscita spontanea una esclamazione: “Oh, finalmente un’albicocca che ha il sapore della marmellata di albicocche!“.

Alzo lo sguardo e vedo mio figlio Matteo, unico commensale in quel momento oltre a me, che corruga la fronte e mi guarda perplesso. Poi mi fa: “Volevi dire che la marmellata ha il sapore delle albicocche …”, poco convinto perché era evidente che stessi mangiando un frutto non la marmellata. Ed io, per fugare ogni dubbio: “No, no, volevo proprio dire quello. Finora il sapore dell’albicocca l’ho sentito solo mangiando la marmellata“.

Deve aver pensato che sono pazza … o forse solo molto stanca. Ma io ero convinta di quel che dicevo e lo sono tuttora. E’ grave ❓

Annunci

9 commenti »

  1. Preferisco di gran lunga la frutta estiva rispetto a quella invernale e devo dire che fino ad oggi non sono stata delusa. Le albicocche, il mio frutto preferito, le ho trovate sempre molto saporite e succose; per le ciliegie, che sono venerate da tutta la mia famiglia ma che dopo un pò, a me personalmente, “stufano”, dipende: ne abbiamo prese di buonissime, grandi, scure, non moribide e saporite, ma ne abbiamo comprate anche di insipide. Infine sulle pesche ti dò ragione: ancora non ho mangiato una pesca degna di questo nome. O sono dure, o sanno di medicinale (non so, a me danno quest’impressione!). Quando arrivano le vere pesche? Ora che vado in Spagna, spero di trovarne qualcuna buona…La mia amica me le ha raccomandate! 🙂

    Mi piace

  2. Raffaele said,

    Cara Marisa la tua affermazione e’ vera, ma solo xche’ nelle marmellate aggiungono i gusti, proprio perché la frutta gusto non ne ha più. Io sono cresciuto in campagna ed all’eta di 13 anni andavo gia’ a raccoglere frutta x guadagnare qualcosa. Ricordo benissimo che gusto avevano le albicocche, le pesche, le fragole. Ora anche quelle biologiche, quelle provenienti da coltivazioni sane, non hanno gusto. Non so cosa sia successo, ma ti assicuro che anche le albicocche di mio papa’ che ha ancora 5 o 6 piante non sono più buone voce una volta. Poi la frutta in vendita nei supermercati, l’hanno raccolta verde, l’hanno cosparsa di agenti chimici x farla durare e poi viene sbattuta senza riguardo nei cassoni, ammaccandosi, così che quando la porti a casa il giorno dopo e’ marcia.
    Ciao

    Mi piace

  3. marisamoles said,

    @ Scrutatrice

    A me le ciliegie non stufano per niente e, sulla base di quante ne mangio e ne vorrei ancora mangiare, posso confermare la veridicità del detto: “una tira l’altra”. Peccato, però, che di buone ne abbia mangiate poche.
    Io qualche volta preferisco le pesche sciroppate, almeno sono morbide e sanno di pesca. 🙂

    Attenta con la frutta in Spagna: là usano degli anticriptogamici che in Italia sono vietati perché nocivi. Anche se poi la frutta la importiamo … un bel mistero!

    Buon viaggio e aspetto un reportage al tuo ritorno.

    @ Raffaele

    La frutta in vendita nei supermercati o è acerba o è troppo matura. Ma quando una mia amica mi fa assaggiare la sua frutta e i prodotti del suo orto, capisco la differenza. Strano, invece, che tu noti meno gusto nelle albicocche di tuo papà. Io, che mi nutro quasi esclusivamente di frutta e verdura, confesso che quasi piango quando vado a fare la spesa, per il prezzo e la scarsa qualità. Comunque, le albicocche di ieri (ne avevo acquistato un chilo) sono già mezze da buttare. 😦 Una volta davo la colpa al frigorifero ma ora che ne ho uno nuovo e supertecnologico (con differenze di temperatura a seconda dei prodotti da conservare) devo proprio constatare che frutta e verdura del supermercato (ma anche quella che l’ortolano vende a prezzi esagerati), biologica o meno, non valgono proprio i soldi che ci fanno spendere.

    Ciao.

    Mi piace

  4. @ Marisa

    La legge “una tira l’altra” delle ciliegie è vera per tutti a casa mia, tranne che per me. Non è che non mi piacciano, ma, come ho detto, dopo un pò le ritengo stucchevoli. Però le ho mangiate di veramente buone.
    Le pesche sciroppate, invece, non mi piacciono per niente; preferisco una pesca noce in cui amo anche la buccia 🙂

    Per quanto riguarda la Spagna, credevo che, importando gran parte della frutta da lì, questa fosse di qualità. Il fatto degli anticriptogamici non lo sapevo; ti ringrazio quindi di avermi informata…magari accompagno la nonna di questa mia amica a fare la spesa per dare un’occhiata alla frutta che sceglie! 😉

    Mi piace

  5. frz40 said,

    E un pollo che sappia di pollo? Bah!

    Mi piace

  6. marisamoles said,

    @ frz

    Guarda, noi qui siamo fortunati. La campagna non manca e i polli sono ancora ruspanti e saporiti. 🙂

    Mi piace

  7. Raffaele said,

    Devo fare una puntualizzazione a quanto detto sopra.
    Oggi mio padre mi ha portato una cassetta di albicocche appena raccolte da un’altra delle sue poche piante e devo dire che sono proprio deliziose !!!!!!!!!!
    Slurp Slurp 🙂
    Si vede che quelle della settimana scorsa erano una cattiva eccezione.
    Ciao

    Mi piace

  8. Raffaele said,

    @frz
    Una volta l’anno mi portano 2 polli che alleva un contadino in montagna. Perchè io quelli del supermercato non riesco proprio a mangiarli, trovo che sanno di medicinali, ma questi invece… non riesci neppure a staccare la carne dalle ossa tanto sono ruspanti e genuini e sanno di pollo vero !!!
    Ciao

    Mi piace

  9. marisamoles said,

    @ Raffaele

    Buon per te: le albicocche che ha comprato oggi mio marito non sanno di niente.

    I polli, invece, e tutta la carne in generale non sono male. I prezzi, però, sono esagerati … 😦

    Ciao e buona serata!

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Like @ Rolling Stone

Immagini, parole e pietre lanciate da Mauro Presini

Dottor Lupo Psicologo, Battipaglia Salerno

Consulenza Sostegno Diagnosi

Scaffali da leggere

Consigli di letture, recensioni e frasi tratte dai libri.

Willyco

in alto, senza parere

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof (precaria) di lettere.

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

Nonseinegato

Scuola, matematica... e altro

benvenut* su alerino.blog

pagina a traffico illimitato, con facoltà di polemica, di critica, di autocritica, di insulti...

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

PindaricaMente

C'è una misura in ogni cosa, tutto sta nel capirlo (Pindaro)

Il mestiere di scrivere

LA SCUOLA DI SCRITTURA CREATIVA ONLINE - LABORATORI DIDATTICI E SEMINARI IN TUTTA ITALIA

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

marialetiziablog

salviamolascuolaprimadisubito.com site

Chiara Patruno - Psicologa

Psicologa Dinamica e Clinica presso l’ Universita’ La Sapienza di Roma, Facolta’ Medicina e Psicologia

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

onesiphoros

[...] ἀλλ᾽ ὥσπερ ἄνθρωπος, φαμέν, ἐλεύθερος ὁ αὑτοῦ ἕνεκα καὶ μὴ ἄλλου ὤν, οὕτω καὶ αὐτὴν ὡς μόνην οὖσαν ἐλευθέραν τῶν ἐπιστημῶν: μόνη γὰρ αὕτη αὑτῆς ἕνεκέν ἐστιν. Aristot. Met. 1.982b, 25

Il ragazzo del '46

Settanta: mancano solo 984 anni al 3000.

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

i media-mondo: la mutazione nella connessione

Prove di pensiero di GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

unpodichimica

Non tutto ciò che luccica è oro, ma almeno contiene elettroni liberi G.D. Bernal

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

occhioallapenna

Buongiorno e leggerezza!

penna bianca

appunti di viaggio & scritti di fortuna

Pollicino Era un Grande

Psicologia e dintorni a cura della Dr.ssa Marzia Cikada (Torino e Torre Pellice)

la fine soltanto

un blog e un libro di emiliano dominici (per ingrandire la pagina premi ctrl +)

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

LE LUNE DI SIBILLA

"Due strade trovai nel bosco, io scelsi la meno battuta, per questo sono diverso"(R.Frost)

Il mondo di Ifigenia

Svegliati ogni mattina con un sogno da realizzare!

Il Blog di Raffaele Cozzolino

Pensieri, riflessioni, tecnologia, informatica

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Into The Wild

Happiness is real only when shared

roceresale

faccio buchi nel ghiaccio

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

A dieta...

...ma con una forte passione per il cibo e le rotondità!

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

Ma che Bontà

Le ricette di Cle

Ecce Clelia

Storie e pensieri di una mente non proprio sana, messi in una bottiglia e lasciati andare verso ignoti ed ignari lettori, naufragati su questo sito.

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: