5 giugno 2011

VOGUE ITALIA “SCOPRE” LE MODELLE TAGLIA 46 … E OLTRE

Posted in donne, moda tagged , , , , a 5:39 pm di marisamoles


Nel numero di giugno di Vogue Italia, la cover, firmata da Steven Meisel, ha come protagoniste Tara Lynn, Candice Huffine e Robyn Lawley. Cos’hanno di speciale queste semisconosciute (almeno per la maggior parte di noi)? Be’, il servizio si intitola So Curvy!, e lascia ben poco alla fantasia, a dire il vero.

Modelle taglia 46 e oltre, oserei dire … non proprio taglie forti, ma quasi. Era ora! Il servizio fotografico, onestamente, non è il massimo e tende più a volgarizzare queste belle fanciulle in carne, piuttosto che valorizzarle. Ma tant’è … si chiama arte, dicono.

Tra le foto ho scelto quella meno volgare. Ma potete vedere le altre cliccando QUI.

Annunci

11 commenti »

  1. Hai ragione! La maggior parte delle foto è veramente volgare…
    Niente da dire sulla qualità delle immagini, ma il messaggio che trasmettono mi sembra discutibile. E’ positivo che posino anche taglie dalle 46 in su, ma il servizio pare voler dire che queste donne siano solo provocanti esteriormente e non abbiano alcunchè dentro, come dimostrano le espressioni dei loro volti quasi scioccati…
    Mi sono sempre chiesta perchè le modelle non mostrino mai un sorriso davanti alle macchine fotografiche: sarebbero senz’altro più spontanee!
    Ma forse i volti annoiati fanno più effetto…

    Mi piace

  2. marisamoles said,

    @ Scrutatrice

    Hai ragione: le modelle sono sempre imbronciate. Capisco quelle magre magre che sembra ce l’abbiano con la vita (nonostante i lauti compensi!) che le priva del piacere della buona tavola, ma queste …

    In ogni caso, se hai guardato anche il video con il back-stage, queste di Vogue hanno dei visi bellissimi. E poi, diciamolo, un po’ di peso in più rende più bello anche il volto, non scavato come le top model che tutti conoscono.

    Insomma, a parte il fatto che hanno la metà dei miei anni e le pose sono volgari, io mi sono consolata un po’. 🙂

    Mi piace

  3. frz40 said,

    Pose un po’ volgarotte a parte, ma com’è che a me piaccion tutte?

    🙂

    Mi piace

  4. marisamoles said,

    @ frz

    Non so com’è, ma non avevo dubbi! 😉

    Mi piace

  5. Quarchedundepegi said,

    Forse ci stiamo adeguando al gusto degli arabi?

    Mi piace

  6. marisamoles said,

    @ quarchedundepegi

    Mah, io preferisco pensare che stiamo tornando ai “nostri” anni Cinquanta, quando Sofia Loren e Silvana Mangano, con la loro pancetta, il seno prosperoso e i fianchi generosi (nonché la cellulite sulle cosce!) facevano furore.
    Per non parlare della divina Marylin … 🙂

    Mi piace

  7. Quarchedundepegi said,

    Speriamo che sia così. In fondo in fondo i gusti della donna stecchino erano dettati dall’industria della moda, non dal gusto degli uomini.

    Mi piace

  8. marisamoles said,

    Cari amici, mentre qui la discussione langue, sul sito di Vogue Italia va avanti con toni piuttosto accesi. C’è chi apprezza il fatto che Vogue abbia offerto la copertina alle curvy e chi, al contrario, sostiene che con tutto quel grasso, le fanciulle immortalate dovrebbero coprirsi. E poi, si dice, il mondo della moda è per le magre. Le altre, quelle più formose, sono solo invidiose e odiano le magre perché non potranno mai essere belle come loro.

    In particolare mi ha colpito una commentatrice che si firma M.B. e dice:

    «[…] W la taglia 38!! Dalla 42 in poi è tutto grasso..dimagrite ragazze mie..se fossi un uomo non mi ecciterei con tutto sto grasso..Meglio una bella pancia piatta che la “bonza” (pancia grassa) ,Meglio due gambe snelle e stecco che due “prosciutti” o “salsicciotti” Meglio un seno taglia 1°/2° che una 3°/4° (il seno perfetto è quello che sta in una coppa di champagne!!)..il grasso? tutta merda..!! Vedere ragazze che si abbuffano di dolci e di cibo,senza contegno e senza pudore..Mangiate sano,mangiate poco e mangiate tanta verdura! e miraccomando ragazze,attente alle KCAL! sono dappertutto..anche nel caffè! Magro è bello,magro è bello! Certo,non tutte le magre sono belle..ma le grasse belle non esistono

    Qualcuno le fa osservare che si sbaglia ma M.B. torna all’attacco e spiega:

    «[…] secondo me bisogna guardare quello che si mangia,se no poi si rischia diventare come quelle modelle (si possono definire tali?) delle foto sopra. Io (sono una modella) ce l’ho molto con queste campagne pubblicitarie..cazzo è? Tutto quel grasso che c’è a cosa serve? Gli abiti non donano a nessuna..qualuncque cosa fa peggiorare..se una è magra come un chiodo certi abiti al massimo la fanno sembrare un po’ formosa..ma se una è già formosa,la fanno sembrare obesa..ESSERE MAGRI E’ BELLO PERCHE’ HAI LIBERTA’ NELLA SCELTA DEGLI ABITI..OGNI COSA TI DONA E TI VA DI MISURA.. ripeto..MAGRO E’ BELLO.»

    Ecco: questo è quel che pensa una modella regular. E adesso ho capito che nel mondo della moda non solo ti dicono quello che puoi o non puoi mangiare ma anche ti fanno il lavaggio del cervello. Da qui all’anoressia il passo è breve, purtroppo.

    W LE FORME … e non lo dico solo perché non porto la taglia 38!

    Mi piace

  9. […] giorni fa ho dedicato un articolo alla cover di Vogue Italia di giugno, dedicata a tre modelle curvy … insomma, taglia 46, per […]

    Mi piace

  10. Raffaele said,

    @ Marisa
    Rientro anticipato x colpa del tempo… 😦
    Ciao

    Mi piace

  11. marisamoles said,

    @ Raffaele

    Mi dispiace. Sembra che questo giugno non prometta nulla di buono. Poi a luglio e agosto moriremo dal caldo. 😦

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Like @ Rolling Stone

parole, pensieri e pietre di Mauro Presini

Dottor Lupo Psicologo, Battipaglia Salerno

Consulenza Sostegno Diagnosi

Scaffali da leggere

Consigli di letture, recensioni e frasi tratte dai libri.

Willyco

in alto, senza parere

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof (precaria) di lettere.

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

Nonseinegato

Scuola, matematica... e altro

Non vado a scuola ma all'asilo

Pagina a traffico illimitato, con facoltà di polemica, di insulti...

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

PindaricaMente

C'è una misura in ogni cosa, tutto sta nel capirlo (Pindaro)

Il mestiere di scrivere

LA SCUOLA DI SCRITTURA CREATIVA ONLINE - LABORATORI DIDATTICI E SEMINARI IN TUTTA ITALIA

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

marialetiziablog

salviamolascuolaprimadisubito.com site

Chiara Patruno - Psicologa

Psicologa Dinamica e Clinica presso l’ Universita’ La Sapienza di Roma, Facolta’ Medicina e Psicologia

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

onesiphoros

[...] ἀλλ᾽ ὥσπερ ἄνθρωπος, φαμέν, ἐλεύθερος ὁ αὑτοῦ ἕνεκα καὶ μὴ ἄλλου ὤν, οὕτω καὶ αὐτὴν ὡς μόνην οὖσαν ἐλευθέραν τῶν ἐπιστημῶν: μόνη γὰρ αὕτη αὑτῆς ἕνεκέν ἐστιν. Aristot. Met. 1.982b, 25

Il ragazzo del '46

Settanta: mancano solo 984 anni al 3000.

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

i media-mondo: la mutazione nella connessione

Prove di pensiero di GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

unpodichimica

Non tutto ciò che luccica è oro, ma almeno contiene elettroni liberi G.D. Bernal

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

occhioallapenna

Buongiorno e leggerezza!

penna bianca

appunti di viaggio & scritti di fortuna

Pollicino Era un Grande

Psicologia e dintorni a cura della Dr.ssa Marzia Cikada (Torino e Torre Pellice)

la fine soltanto

un blog e un libro di emiliano dominici (per ingrandire la pagina premi ctrl +)

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

LE LUNE DI SIBILLA

"Due strade trovai nel bosco, io scelsi la meno battuta, per questo sono diverso"(R.Frost)

Il Blog di Raffaele Cozzolino

Pensieri, riflessioni, tecnologia, informatica

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Into The Wild

Happiness is real only when shared

roceresale

faccio buchi nel ghiaccio

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

A dieta...

...ma con una forte passione per il cibo e le rotondità!

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

Ma che Bontà

Le ricette di Cle

Ecce Clelia

Storie e pensieri di una mente non proprio sana, messi in una bottiglia e lasciati andare verso ignoti ed ignari lettori, naufragati su questo sito.

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

espress451

"In ogni cosa c'è un'incrinatura. Lì entra la luce" - Leonard Cohen

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: