15 dicembre 2010

IMPARARE NUOVE PAROLE? BASTANO 14 MINUTI. GLI STUDENTI SONO AVVISATI

Posted in adolescenti, cultura, latino, lingua, scuola tagged , , , , , , , , , a 9:13 pm di marisamoles


Repetita iuvant, dicevano i Romani. E io lo ripeto spesso ai miei allievi che dicono di non riuscire ad imparare a memoria le regole e il lessico … della lingua dei Romani. Poi, se vogliamo, sembrano solo delle scuse, visto che la memoria dei quindicenni non fa cilecca.

Se non vogliono credere a me, ora devono per forza dar fiducia alle parole di alcuni ricercatori di Cambridge secondo i quali, quando si studia una nuova lingua, per imparare una parola sconosciuta basta ripeterla 160 volte. Tempo richiesto? Solo quattrodici minuti, il tempo impiegato dal cervello per non distinguere più i nuovi vocaboli dai vecchi.

Lo studio è stato pubblicato dal Journal of Neuroscience: sono stati esaminati 16 volontari, di cui sono stati registrati i segnali cerebrali mentre ascoltavano parole familiari. Dopodiché, è stato fatto ascoltare loro più volte un termine inventato per l’occasione. Uno degli autori della ricerca, Yury Shtyrov, spiega: «All’inizio il cervello doveva fare un duro lavoro per riconoscerlo. Dopo 160 ripetizioni, effettuate in 14 minuti, le nuove tracce della memoria erano indistinguibili dalle altre. Questo suggerisce che per praticare una nuova lingua basta ascoltarla».

Io aggiungo un’osservazione: basta ascoltare l’insegnante. Ora, però, visto che i miei allievi frequentano il liceo scientifico e sono bravi in matematica, consiglierei loro di farsi due conti: ho spesso ripetuto che al termine del biennio dovrebbero – il condizionale è d’obbligo – conoscere almeno 1600 vocaboli latini; considerando che chi mi ha ascoltata probabilmente di vocaboli ne conosce già un bel po’, quanto tempo dovranno impiegare per imparare a memoria quelli che rimangono?

Ora so che qualcuno borbotterà e, a denti stretti, dirà: perché non l’ho ascoltata prima?

P.S. I consigli sono per gli studenti del biennio. Quelli del triennio sono senza speranza. 🙂

[fonte: Il Corriere]

Annunci

17 commenti »

  1. Marta said,

    Ti ringrazio per la fiducia. Ahah

    Mi piace

  2. Raffaele said,

    Hai perfettamente ragione Marisa, una domanda mi sorge spontanea, i tuoi allievi seguono il tuo bel Blog o caxxeggiano solo su FB?

    Mi piace

  3. marisamoles said,

    @ Marta

    Ci sono sempre le eccezioni! 😉

    @ Raf

    Mah, qualcuno segue … silenziosamente. Qualcuno, da quel che so, non è un grande appassionato di FB, per fortuna. 🙂

    Mi piace

  4. Quarchedundepegi said,

    Si voglia scusare la mia ignoranza.
    Cosa significa FB? Anche se è una sigla, e non una parola, dopo la vostra risposta, dovrò ripeterla 160 volte?… o, dato che ho superato abbondantemente l’età del triennio, non c’è proprio più niente da fare?
    Ringrazio per la benevolenza.

    Mi piace

  5. marisamoles said,

    @ Quarchedundepegi

    🙂 🙂 🙂
    La sigla FB sta per Facebook. Non credo tu debba ripeterla 160 volte per memorizzarla, visto che ormai fa parte del linguaggio quotidiano.

    Dai, che la tua memoria è migliore di quella degli studenti del triennio … almeno per quanto riguarda il lessico latino!

    Mi piace

  6. Quarchedundepegi said,

    Che ignoranza da far paura. Cercherò di non guardarmi nello specchio altrimenti mi viene un infarto.
    Comunque sia grazie per l’informazione. Ma lo sai che ancora non ho capito come funziona FB (!!!)? In fondo in fondo non mi interessa.
    Non è come quello che cade da cavallo e dice che voleva scendere!

    Mi piace

  7. marisamoles said,

    @ Quarchedundepegi

    Attento agli specchi, eh!
    Guarda che nemmeno io so come funziona Facebook, non ho l’account e nemmeno lo voglio avere. Odio FB! 😛

    Mi piace

  8. Quarchedundepegi said,

    Ho scritto:”Cercherò di non guardarmi nello specchio altrimenti mi viene un infarto”.
    Cara Professoressa, avrei dovuto scrivere “mi verrebbe”. Bisogna sempre rileggere. Chiedo venia.
    Grazie per Facebook.
    Hai già letto la mia ultima fatica?

    Mi piace

  9. marisamoles said,

    @ quarchedundepegi

    In ogni caso, cerca di star lontano dagli specchi … per mantenerti in buona salute! 🙂

    Non ho letto ancora la tua ultima fatica (ma lo farò presto), per ora debbo sobbarcarmi la fatica di correggere i compiti dei miei allievi … mentre loro, probabilmente, si perdono dietro a FB. 😦

    Mi piace

  10. Marta said,

    Mi sento più sollevata!

    Mi piace

  11. Giorgio said,

    @marisa
    per rispondere alla tua domanda: “…conoscere almeno 1600 vocaboli latini; considerando che chi mi ha ascoltata probabilmente di vocaboli ne conosce già un bel po’, quanto tempo dovranno impiegare per imparare a memoria quelli che rimangono?”.
    Bisognerebbe sapere quanti vocaboli per quante ore alla stessa persona ripeti per almeno 160 volte durante le tue lezioni 🙂
    Non sapendolo, si può fare solo un calcolo generale: un quarto d’ora per ogni vocabolo moltiplicato per 1.600 vocabili fa 400 ore.
    Vorrebbe dire, su di un biennio, circa un’ora al giorno per i circa 220 giorni “lavorativi” degli studenti (365gg -52 domeniche-52 sabati- 22 di ferie-20 di altre festività varie, notare che le ferie estive le ho ridotte ad un mese).
    E questo solo per il latino! E poi, l’inglese?, la seconda lingua straniera?, l’italiano? 🙂 🙂 🙂 e non stiamo considerando tutte le regole grammaticali e il tempo necessario a leggere testi, problemi e compiti vari per casa. Infine, un po’ di tempo per le altre materie lo vogliamo lasciare?
    Certo che l’attenzione durante le lezioni è essenziale, anche per sfruttare adeguatamente le ore di scuola, non considerate in quanto sopra, oltre a passare un po’ meno tempo su FB, su SMS, su videoconsumo in generale.
    Ma, lasciamelo dire, che faticaccia!!! Non li invidio proprio, questi studenti!
    Un cari saluto

    Mi piace

  12. marisamoles said,

    @ Giorgio

    Intanto bentornato! 🙂 Poi, grazie per aver fatto tu il conto perché ci avrei rinunciato.
    In effetti un’ora al giorno è tanto, però a scuola incontriamo tanti vocaboli, ogni giorno, che almeno un migliaio dovrebbero saperne senza tanti sforzi. Certo, ci sono anche le regole ma per il latino, così come per tutte le lingue, la conoscenza del lessico è fondamentale a livello di comprensione globale del testo. Questo gli allievi non capiscono, specie quando, durante il compito, non vedono l’ora che passino i venti minuti iniziali, tempo in cui non possono usare il dizionario. Non si sforzano nemmeno di capire quello che devono tradurre e per questo hanno tante difficoltà nel latino.

    Basterebbe ascoltare gli insegnanti … altro che ricercatori di Cambridge! 🙂

    Ciao!

    Mi piace

  13. Giorgio said,

    @marisa
    D’accordo con te sui ricercatori di Cambridge.
    In effetti tutto il mio chiaccherare voleva sottolineare proprio la poco utilità pratica della ricerca in questione.
    400 ore solo per memorizzare 1600 vocaboli ripetendoli o sentendoli ripetere, in maniera avulsa da qualsiasi contesto culturale (basilare per imparare una lingua straniera) diventa solo, forse, un dato statistico.
    Per fortuna che i ricercatori di Cambridge se li pagano gli inglesi!

    Mi piace

  14. Giorgio said,

    A proposito di ricerche svolte nel mondo, non so se lo conoscete già, vi segnalo questo sul Premio IgNobel.

    Leggendo non si sa bene se ridere o piangere!

    Mi piace

  15. marisamoles said,

    @ Giorgio

    Oggi un mio allievo mi ha fatto notare che il tempo impiegato per memorizzare i vocaboli dev’essere raddoppiato visto che devono imparare anche i significati; non solo, dato che molti vocaboli latini hanno più significati, il tempo potrebbe essere triplicato, quadruplicato, quintuplicato … 😦

    Meglio lasciar perdere le ricerche.

    Quanto ai Premi IgNobel, ne ho due che andrebbero bene al caso mio:
    1. Economia: Gauri Nanda del MIT (USA), per aver inventato una sveglia che corre via e si nasconde ripetutamente, assicurando così che le persone si alzino effettivamente dal letto, teoricamente aumentando le ore produttive di lavoro. Se scopro dove si può acquistare questa sveglia, la regalo al mio primogenito.
    2. Pace: Howard Stapleton (Galles), per avere inventato un’apparecchiatura che emette suoni fastidiosi per gli adolescenti, ma non udibili dalle persone adulte. Se è in vendita quest’apparecchiatura, la regalo al mio secondogenito così mi vendico per la musica a tutto volume (inascoltabile per le mie orecchie) che devo sorbirmi mentre correggo i compiti.

    🙂 🙂 🙂

    Mi piace

  16. alex said,

    Volendo essere un po’ più precisi visto che si tratta non di 15 ma di 14 minuti le ore per imparare 1600 vocaboli sono 373 e non 400.

    Infatti se moltiplichiamo 373 per 60 minuti e lo dividiamo per 14 abbiamo circa 1600.

    A parte questa doverosa precisazione che su numeri così grandi non è di poco conto, penso che l’osservazione più corretta l’abbia fatta lo studente che ha posto il problema non solo dei vocaboli ma anche dei rispettivi significati.

    Dobbiamo però considerare l’uso che si fa di questa tecnica, sicuramente non per tutte le parole ma solo per quelle più difficili da memorizzare per le altre si possono usare anche le associazioni ad immagini mentali od emozionali.

    Trovo impensabile che uno studente cerchi di memorizzare HOME in inglese usando questa tecnica o MENS,VINO,ROSA .. in latino, solo con queste tre parole abbiamo già tolto 42 minuti e come questa c’è ne sono tante altre.

    Mi piace

  17. marisamoles said,

    @ alex

    Non sono molto amica dei numeri, mi fido.

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Scelti per voi

Selezione di post che hanno attirato la mia attenzione scelti per voi dalla blogsfera

wwayne

Just another WordPress.com site

Diario di Madre

Con note a margine di Figlia

Scrutatrice di Universi

Happiness is real only when shared.

Like @ Rolling Stone

Immagini, parole e pietre lanciate da Mauro Presini

Dottor Lupo Psicologo-Psicoterapeuta. Battipaglia (SA)

Psicologo Clinico, Terapeuta EMDR di livello II, Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale, Terapia Metacognitiva Interpersonale.

Scaffali da leggere

Consigli di letture, recensioni e frasi tratte dai libri.

Willyco

in alto, senza parere

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof di lettere.

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

oןısɐ,ןןɐ ɐɯ ɐןonɔs ɐ opɐʌ uou

pagina a traffico illimitato, con facoltà di polemica, di critica, di autocritica, di insulti, di ritrattazioni, di sciocchezze e sciocchezzai, di scuola e scuole, buone e cattive, di temi originali e copiati, di studenti curiosi e indifferenti, autodidatti e eterodidatti, di nonni geniali e zie ancora giovani (e vogliose), di bandiere al vento e mutande stese, di cani morti e gatti affamati (e assetati)

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

PindaricaMente

C'è una misura in ogni cosa, tutto sta nel capirlo (Pindaro)

Il mestiere di scrivere

CORSI DI SCRITTURA CREATIVA, ATTUALITA' EDITORIALE, DIDATTICA E STRUMENTI PER LA SCRITTURA

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

marialetiziablog

salviamolascuolaprimadisubito.com site

Studio di Psicoterapia Dr.ssa Chiara Patruno

Psicologa - Psicoterapeuta - Criminologa - Dottore di Ricerca Università Sapienza

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

onesiphoros

[...] ἀλλ᾽ ὥσπερ ἄνθρωπος, φαμέν, ἐλεύθερος ὁ αὑτοῦ ἕνεκα καὶ μὴ ἄλλου ὤν, οὕτω καὶ αὐτὴν ὡς μόνην οὖσαν ἐλευθέραν τῶν ἐπιστημῶν: μόνη γὰρ αὕτη αὑτῆς ἕνεκέν ἐστιν. Aristot. Met. 1.982b, 25

Il ragazzo del '46

Settanta: mancano solo 984 anni al 3000.

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

la mutazione nella connessione

Prove di pensiero di GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

unpodichimica

Non tutto ciò che luccica è oro, ma almeno contiene elettroni liberi G.D. Bernal

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

la fine soltanto

un blog e un libro di emiliano dominici (per ingrandire la pagina premi ctrl +)

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

LE LUNE DI SIBILLA

"Due strade trovai nel bosco, io scelsi la meno battuta, per questo sono diverso"(R.Frost)

Il mondo di Ifigenia

Svegliati ogni mattina con un sogno da realizzare!

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Into The Wild

Happiness is real only when shared

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

A dieta...

...ma con una forte passione per il cibo e le rotondità!

Le Ricette di Cle

Ricette collaudate per ogni occasione

Messaggi in Bottiglia

Il diario di Cle

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

espress451

"In ogni cosa c'è un'incrinatura. Lì entra la luce" - Leonard Cohen

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: