RIFORMA UNIVERSITÀ BLOCCATA: GELMINI KO E BERSANI PROVOCA


Tempi duri per il ministro Mariastella Gelmini: dopo le proteste degli studenti universitari che hanno dato l’assalto, a colpi di uova, al senato, e stanno “occupando” ora il Colosseo, la Torre di Pisa e la Mole Antonelliana, un emendamento all’articolo 16 della Riforma Universitaria, di cui è primo firmatario Fabio Granata (Fli), è passato alla Camera con 261 no, 282 sì e tre astenuti. La stessa Gelmini, per errore, ha votato a favore. Roba da matti!

Che succederà adesso? Nonostante l’emendamento approvato non sia «particolarmente significativo», il ministro sostiene che «se saranno votati emendamenti il cui contenuto stravolge il senso della riforma, mi vedrei costretta a ritirarla».
Intanto Pier Luigi Bersani non si lascia scappare l’occasione per provocarla. «Gelmini ritiri subito il ddl e iniziamo a discutere come correggere alcune distorsioni di questa legge e come trovare risorse per sostenere diritto allo studio e alla ricerca. Il ministro mi dà dello studente ripetente», ha detto il segretario del PD, aggiungendo: «Domani metterò su internet il mio voto di laurea e di tutti gli esami sostenuti. Mi aspetto che Gelmini faccia altrettanto, compreso il giro turistico a Reggio Calabria», riferendosi all’esame di Stato per conseguire l’abilitazione come avvocato che il ministro bresciano svolse nel capoluogo calabrese.

Un appello giunge da Emma Marcegaglia, presidente di Confindustria, che chiede «a tutte le forze politiche di approvare nel più breve tempo possibile la riforma dell’università, pur se è perfettibile, perché introduce elementi importanti per una governance più efficiente e per una migliore valutazione del merito. Sarebbe veramente inaccettabile che per litigi interni cadesse».

Una delle poche osservazioni sagge che ho sentito negli ultimi tempi a proposito dell’istruzione e dell’università. Spero venga ascoltata.

[fonte della notizia e della foto: Il Corriere]

5 pensieri riguardo “RIFORMA UNIVERSITÀ BLOCCATA: GELMINI KO E BERSANI PROVOCA

  1. Io sono contraria ai tagli alla scuola, alla ricerca e all’università però favorevole alla diminuzione del nepotismo dei baroni del quale sono una testimone oculare. Non potrebbero eliminare il nepotismo senza diminuire i fondi???? Costa troppo togliere questo nepotismo!!!

    "Mi piace"

  2. Non potrebbero semplicemente togliere le famiglie che stanno all’università da 4 o 5 generazioni e fare dei concorsi meritocratici per sostituirli???

    "Mi piace"

  3. Vedremo Bersani com’era bravo…., dunque. Puoi immaginare come sono tutto eccitato; al mio paese un antico detto dice “J asu d’Cavour Je gniun ca i lauda, as laudu da lur.”
    Gli asini di Cavour non c’è nessuno che li loda, si lodano da soli.

    "Mi piace"

  4. @ Psycho-Trutzy

    Non ho approfondito la questione, so solo che, ancora una volta, l’istruzione è in balia dei politici, arma di ricatto fra schieramenti opposti. Così non si va avanti, si può solo andare indietro. 😦

    @ frz

    110 e lode, tutti 30 e 30 e lode, un solo 28 … in Latino! 😀

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...