SECONDO COMPLEANNO


Eccoci qua. Oggi il mio blog compie due anni. Dal 27 settembre 2008, data in cui ho aperto questo spazio (il perché l’ho spiegato qui), ne è passata di acqua sotto i ponti. Il blog è cresciuto ed io con lui. Sono cresciuti pure, nel numero, i visitatori e ciò mi rende enormemente felice perché mi rendo conto di essere utile, di scrivere non solo per il piacere di farlo. Mi entusiasma il pensiero di poter comunicare sapendo di informare, di far compagnia e di offrire lo spunto per una discussione.

Prendendo in prestito le 5 W del giornalismo, vorrei spiegare il significato che ha per me questo spazio:

Who? Chi è il blogger? Per me è una persona curiosa, socievole, aperta al mondo che la circonda, una persona che ha voglia di uscire allo scoperto per confrontarsi con altri che non conosce ma con cui ha piacere di intrattenersi (sempre che ci siano i commentatori, altrimenti il blogger è solo uno che fa monologhi)
Why? Perché tenere un blog? Perché, specie se si ha la passione per la scrittura, diventa uno dei mezzi d’espressione preferito. Ci si guarda attorno, si scelgono delle notizie o si parte dalla propria esperienza per riflettere su determinati argomenti che possono interessare gli altri, indipendentemente dalla professione che uno svolge.
When? Quando si scrive? Be’, questo dipende dal tempo che uno ha a disposizione ma soprattutto dalla capacità di organizzarsi. Io, fin da piccola, ho sempre fatto tante altre cose oltre che studiare. Al contrario di ciò che accade nelle famiglie moderne, dove i genitori si affannano per interessare i figli e stimolarli a provare mille attività –musica, lingue, sport …- i miei genitori ogni tanto mi chiedevano di smetterla di fare mille cose tutte insieme. Ma poi, vedendo che a scuola non avevo problemi, si sono arresi e mi hanno lasciato fare quelle che volevo. Scrivere, oggi, è solo una delle attività che svolgo con passione e che non sottrae tempo al lavoro e alla famiglia proprio perché so come organizzarmi.
What? Cosa si scrive su un blog? Per quanto mi riguarda, un po’ di tutto. A seconda dei momenti, mi va di riflettere sulla scuola, sui programmi televisivi, sulle notizie di cronaca, su argomenti più o meno seri su cui ho qualcosa da dire e che penso possano essere graditi ai miei lettori. A me piace il mondo a colori, il bianco e nero mi annoia mortalmente. Per questo, se scrivessi solo di scuola, mi sembrerebbe di vivere in bianco e nero. Il mio motto è “non si vive solo di scuola” e vale tanto per gli insegnanti quanto per gli allievi. Avere e coltivare altri interessi migliora il lavoro e lo studio.
Where? Dove si scrive? Be’ questo è un po’ difficile. La risposta più ovvia è: sul pc. Davanti c’è un monitor su cui scorre veloce la videoscrittura. Quando si pubblica un post la pagina si arricchisce di immagini, disegni o fotografie, e diventa più bella. Ma, volendo andare al di là della lettera, potrei dire che tantissime volte io scrivo nella mia mente, ovvero penso a quello che vorrei scrivere mentre svolgo altre attività che non implichino l’utilizzo della mente, altrimenti verrebbe fuori un bel casino. L’attività che stimola di più la mia creatività è lo stirare. I più bei post io li ho dapprima immaginati stirando e, cercando di non perderne memoria, trascritti successivamente. Un’operazione davvero complicata e che non mi riesce facilmente: quante volte, di fronte ad un post appena scritto, mi sono sorpresa a pensare “eppure, questo l’avevo scritto meglio nella mente!”.

Fatta questa premessa, rinnovo la tradizione iniziata lo scorso anno dando un po’ di numeri:

Ad oggi sono state visualizzate 304.016 pagine del blog

Il MESE in cui mi hanno letto di più: FEBBRAIO 2010 (42.119 visitatori)

Il numero totale dei commenti dell’ultimo anno: 1837 (una buona metà, comunque, sono costituiti dalla mie repliche!)

I POST PUBBLICATI NELL’ULTIMO ANNO: 293

La TOP TEN dei miei post (accanto al titolo il numero di visualizzazioni):

1. POLEMICHE A “BALLANDO CON LE STELLE”: LORENZO CRESPI VS RAZ DEGAN 13.181
2. LA MOGLIE DI COSSIGA
12.322
3. GELMINI: RIORDINO DEI LICEI (post pubblicato il 5 giugno 2009, con 2104 visualizzazioni al 27settembre 2009) 9.540
4. “VITA”: GIGI D’ALESSIO DEDICA UNA CANZONE AL FIGLIO ANDREA
8.972
5. LORENZO CRESPI A “BALLANDO CON LE STELLE”: LE POLEMICHE CONTINUANO MA POI RESTA IN GARA! 6.036
6. LORENZO CRESPI-SHOW A “BALLANDO CON LE STELLE”: POLEMICHE SENZA FINE, LASCIA LA GARA ED È ELIMINATO 5.801
7. A “DOMENICA 5” LA SANTANCHÈ REGALA LO STIPENDIO AD UNA DISOCCUPATA 4.979
8. TRA MOGLIE E MARITO … COSSIGA CI METTE IL GOSSIP
4.734
9. SANREMO 2010. VALERIO SCANU-PIERDAVIDE CARONE: UN BINOMIO NON PROPRIO AZZECCATO 4.557
10. UNA POESIA PER PASQUA: “GESU’” DI GIOVANNI PASCOLI
4.423

Riflettendo sulla “classifica”, si può notare che, nonostante io dedichi tanti post alla scuola e ai suoi problemi (molte volte si tratta proprio di articoli che chiamo “di servizio” perché aiutano i lettori interessati a muoversi meglio nella giungla delle leggi, decreti e circolari ministeriali), quelli più letti riguardano il mondo della televisione. Anch’io, come tutti, ho i miei programmi preferiti e seguo alcune trasmissioni che, proprio perché sono “leggere”, mi aiutano a distrarmi e a riposare la mente. Saranno banali, futili, disimpegnate, ma il fatto che io ne parli, nonostante la mia professione, sta a significare che anche noi insegnanti ci guardiamo un po’ attorno e cerchiamo di comprendere quel mondo che piace anche ai giovani con cui possiamo confrontarci. Questa capacità di immedesimazione, se vogliamo chiamarla così, ci fa sentire meno distanti e ci permette di rimanere “giovani” nonostante l’età anagrafica che avanza inesorabilmente.

Un’ultima osservazione sul numero di visite: più di 300mila è un numero enorme, specie se confrontato con i dati dello scorso anno. Allora avevo contato poco più di 45mila visualizzazioni, il che significa che in un solo anno più di 250mila click hanno aperto le mie pagine. Che dire? Sono felice, soprattutto perché so che, tra i tanti che passano di qua, ci sono degli amici che leggono puntualmente ciò che scrivo e a volte lasciano dei commenti. Questo fa del blog una specie di salotto virtuale (ringrazio il mio lettore Giorgio che mi ha suggerito questa bella immagine) in cui ci si incontra, senza prendere appuntamento, e si parla del più e del meno come in una grande famiglia.

Negli ultimi mesi si sono aggiunti alle mie amicizie virtuali dei nuovi arrivati: a loro un grazie di cuore. Ma un mio ringraziamento speciale va, senza che nessuno si offenda, a frz40 che da un anno e mezzo mi “sopporta” anche quando nei commenti non sono proprio d’accordo con lui!

Ciao a tutti e … al prossimo anno per un nuovo aggiornamento sui dati!

[l’immagine è tratta da questo sito]