25 agosto 2010

CALCIATRICE IRANIANA PERDE IL VELO IN CAMPO: SARÀ PUNITA?

Posted in attualità, donne, religione, sport tagged , , , , a 5:51 pm di marisamoles


Le donne iraniane possono giocare a calcio. Non solo, possono far parte di una squadra e partecipare alle competizioni sportive. Fin qui la buona notizia. La cattiva è che lo possono fare ma a condizione di giocare completamente coperte, ad eccezione delle mani e del volto, e con il velo in testa. Che succede, però, se durante un’azione una calciatrice iraniana perde il velo? Potrebbe essere punita, anche se l’evento è palesemente fortuito, e non si tratta di un cartellino giallo, purtroppo.

È successo ad una giovane giocatrice di calcio, durante le olimpiadi giovanili che si disputano a Singapore. Durante la partita che le iraniane stavano disputando per il terzo posto contro le giocatrici turche, Fatemeh Shirafkannejad è rimasta a capo scoperto e si è subito disperata, non certo per l’azione fallita. Anche le compagne di squadra non hanno nascosto la disperazione perché per una donna musulmana rimanere a capo scoperto, anche indipendentemente dalla loro volontà, costituisce un vero e proprio delitto, sanzionabile proprio come una qualsiasi trasgressione alla legge coranica.

Per il momento non si sa cosa aspetti la povera Fatemeth al ritorno in patria. Ma a giudicare dall’apprensione di tutte le compagne, subito accorse in suo aiuto per farle infilare nuovamente la cuffia, non s’intuisce nulla di buono.
La cosa curiosa, se vogliamo dir così, è che la squadra avversaria, la Turchia, è anch’essa composta da giocatrici seguaci di Allah, ma abbigliate all’occidentale: pantaloncini corti, maglietta a maniche corte e soprattutto il capo scoperto.
La federazione iraniana avrebbe, addirittura, voluto che le ragazze scendessero in campo con l’hijab, il tradizionale velo islamico. Ma di fronte al rifiuto della Fifa, si è arrivati al compromesso che ha costretto le giocatrici iraniane ad indossare una specie di cuffia che, però, si è rivelata poco pratica nei tiri di testa.

Di fronte a questa notizia non so se dire “povera Fatemeth” oppure indignarmi perché nel XXI secolo delle giovani donne con la passione del calcio debbano indossare il velo anche in campo. D’altra parte, sono consenzienti e quindi si godono la passione per uno sport che, tra l’altro, è assai poco femminile, pur con la cuffia in tesa. Ma almeno non si gridi allo scandalo, temendo chissà quale punizione terribile, per una cuffia ribelle.
Mi sarei aspettata di tutto ma non che l’integralismo approdi su un campo di calcio.

[fonte: Leggo.it; foto Reuters/Prakash tratta da Il Corriere]

Annunci

5 commenti »

  1. frz40 said,

    Le donne di quei Paesi vivono in situazioni assolutamente per noi incomprensibili.

    Situazioni che spesso si ripropongono anche quì da noi da parte degli immigrati.

    E’ di oggi questa notizia sul Gazzettino..it “Stende il bucato senza il velo
    islamico: il marito picchia lei e il figlio”! LINK

    C’è da augurarsi che le cose cambino in fretta, ma non sono molto ottimista.

    Auguri a Fatemeh, ma non vorrei essere nei suoi panni

    Mi piace

  2. Null’altro da aggiungere! – Bell’analisi, moderata ma corretta!

    Mi piace

  3. marisamoles said,

    @ frz

    Gli immigrati che molestano le donne meriterebbero una punizione esemplare … purtoppo, però, in Italia non sarebbero mai trattati come le donne “ree” nei loro Paesi. 😦

    @ Loretta

    Grazie per l’apprezzamento. Sei sempre molto carina. 🙂

    Mi piace

  4. Quarchedundepegi said,

    Qualche donna che si ribella c’è.
    Bisognerebbe poterle aiutare

    Mi piace

  5. marisamoles said,

    @ quarchedundepegi

    Anche se è vero che qualcuna si ribella, purtroppo succede che molte non lo facciano e non vogliano nemmeno essere aiutate.
    Le nuove generazioni sembra siano attratte dall’integralismo, anche se vissute in un ambiente aperto e “occidentale”.

    Ti consiglio un altro libro: Lettera a mia figlia che vuole portare il velo di Sophie Troubac e Leila Djitli. Bellissimo, molto toccante e istruttivo. Uno scontro fra madre e figlia, due generazioni in cui, al contrario di quanto avviene di solito, la più “moderna” è la più vecchia.

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Like @ Rolling Stone

Immagini, parole e pietre lanciate da Mauro Presini

Dottor Lupo Psicologo, Battipaglia Salerno

Consulenza Sostegno Diagnosi

Scaffali da leggere

Consigli di letture, recensioni e frasi tratte dai libri.

Willyco

in alto, senza parere

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof (precaria) di lettere.

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

Nonseinegato

Scuola, matematica... e altro

benvenut* su alerino.blog

pagina a traffico illimitato, con facoltà di polemica, di critica, di autocritica, di insulti...

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

PindaricaMente

C'è una misura in ogni cosa, tutto sta nel capirlo (Pindaro)

Il mestiere di scrivere

LA SCUOLA DI SCRITTURA CREATIVA ONLINE - LABORATORI DIDATTICI E SEMINARI IN TUTTA ITALIA

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

marialetiziablog

salviamolascuolaprimadisubito.com site

Chiara Patruno - Psicologa

Psicologa Dinamica e Clinica presso l’ Universita’ La Sapienza di Roma, Facolta’ Medicina e Psicologia

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

onesiphoros

[...] ἀλλ᾽ ὥσπερ ἄνθρωπος, φαμέν, ἐλεύθερος ὁ αὑτοῦ ἕνεκα καὶ μὴ ἄλλου ὤν, οὕτω καὶ αὐτὴν ὡς μόνην οὖσαν ἐλευθέραν τῶν ἐπιστημῶν: μόνη γὰρ αὕτη αὑτῆς ἕνεκέν ἐστιν. Aristot. Met. 1.982b, 25

Il ragazzo del '46

Settanta: mancano solo 984 anni al 3000.

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

i media-mondo: la mutazione nella connessione

Prove di pensiero di GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

unpodichimica

Non tutto ciò che luccica è oro, ma almeno contiene elettroni liberi G.D. Bernal

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

occhioallapenna

Buongiorno e leggerezza!

penna bianca

appunti di viaggio & scritti di fortuna

Pollicino Era un Grande

Psicologia e dintorni a cura della Dr.ssa Marzia Cikada (Torino e Torre Pellice)

la fine soltanto

un blog e un libro di emiliano dominici (per ingrandire la pagina premi ctrl +)

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

LE LUNE DI SIBILLA

"Due strade trovai nel bosco, io scelsi la meno battuta, per questo sono diverso"(R.Frost)

Il mondo di Ifigenia

Svegliati ogni mattina con un sogno da realizzare!

Il Blog di Raffaele Cozzolino

Pensieri, riflessioni, tecnologia, informatica

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Into The Wild

Happiness is real only when shared

roceresale

faccio buchi nel ghiaccio

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

A dieta...

...ma con una forte passione per il cibo e le rotondità!

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

Ma che Bontà

Le ricette di Cle

Ecce Clelia

Storie e pensieri di una mente non proprio sana, messi in una bottiglia e lasciati andare verso ignoti ed ignari lettori, naufragati su questo sito.

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: