ROBBIE WILLIAMS SPOSO: OTTO CANI PER TESTIMONI


Che fosse un po’ pazzerello già lo sapevamo. Robbie è da vent’anni sulla cresta dell’onda … anche se talvolta ha anche rischiato di affogare, sopraffatto dal successo e dalla sua vita spericolata. Droga e alcol i suoi vizi, accanto, naturalmente, alle belle donne. Ricco da paura, una casa decisamente stravagante a Los Angeles, più chissà quante altre sparse in giro per il mondo. Lui Inglese doc con la passione per l’America e per gli eccessi. Un binomio perfetto.

Oltre al successo discografico (60 milioni di dischi venduti, tra album e singoli), sia quando ancora faceva parte della band dei Take That, con i quali è annunciata una reunion, sia, e soprattutto, da solista, la fama del rubacuori l’ha da sempre contraddistinto. Eppure più volte, in passato, ha confessato di sentirsi solo, di non essere affatto appagato dalle avventure fugaci, basate solo sul sesso: cercava l’amore ma non lo trovava.

Ma anche i sogni che paiono irrealizzbili si avverano: la splendida Ayda Field gli ha definitivamente rubato il cuore e con lei Robbie è convolato, come si dice, a giuste nozze sabato scorso. Una cerimonia blindata di cui riporta qualche notizia, e l’escusiva delle foto, il magazine Hello! (LINK). Le nozze si sono tenute nella dimora statunitense, quella di Los Angeles che, diciamo la verità, sarà pure splendida ma rivela un gusto per l’eccesso che spesso male si coniuga con l’eleganza. Ma da uno come Robbie non ci si può aspettare nulla di modesto e nemmeno il rispetto delle tradizioni. E le nozze potevano essere tradizionali? Certo che no. A chi mai verrebbe l’idea di arruolare otto cani come testimoni? Solo a lui, evidentemente.

Anche se non c’era affatto bisogno di spiegazioni, il cantante ha tenuto a precisare: ”Non volevo niente di convenzionale. L’unica cosa tradizionale erano i nostri impegni nuziali’.
Che dire? Auguriamogli che l’impegno appena preso duri per sempre … anche se per uno come lui la parola “sempre” forse non ha lo stesso significato che per i comuni mortali.

[foto da Hellomagazine]