11 Mag 2010

LUCIANO DE CRESCENZO HA SCRITTO “ULISSE ERA UN FICO” … E IO SCRIVO A LUI

Posted in Letteratura Italiana, libri, Pagine d'Epica tagged , , , , , , , a 5:37 pm di marisamoles

Luciano De Crescenzo è da sempre uno dei miei scrittori preferiti. Ho letto quasi tutti i suoi libri (dico “quasi” perché, onestamente, i tomi sulla filosofia greca non li ho affrontati: ebbene sì, la filosofia, in generale, non è mai stata una delle mie materie preferite al liceo!), ho seguito anni fa le divertenti ma istruttive “lezioni televisive” sulla mitologia antica, ho visto i suoi film … insomma, lui è il mio mito. E amando io la scrittura (credo si sia capito, vista anche la prolissità di molti miei post!), come Dante considerava Virgilio il suo maestro, per me De Crescenzo è il mio Virgilio.

Anni fa sono rimasta folgorata da uno dei suoi libri: Le donne sono diverse e sulla scia di quell’entusiasmo mi sono cimentata a scrivere una sorta di “risposta” a quel libro, cogliendo l’invito che De Crescenzo faceva ad un’ipotetica scrittrice: spero di essere letto da qualche brava scrittrice e di poter leggere a mia volta un libro intitolato Gli uomini sono diversi.

Il problema non è stato scrivere quel libro, ma pubblicarlo. O meglio, fare qualcosa per vederlo pubblicato. Certo, non mi sono adoperata molto e, in questi casi, non è che la montagna vada da Maometto. Ho tentato, comunque, di mettermi in contatto con De Crescenzo ma inutilmente. Non disponendo del suo indirizzo, ho inviato una lettera alla sua casa editrice, la Mondadori: nessuna risposta.

Sono passati ormai più di cinque anni ed ora, venendo a sapere della pubblicazione del suo nuovo libro, Ulisse era un fico, mi sono detta: vedi mai che magari mi legga sul blog? Almeno qualcuno in vece sua, se non lui di persona. Così ho deciso di pubblicare qui alcune parti di quella lettera che per anni è rimasta nel cassetto … ovvero, tra i file del mio computer.

Udine, 5 novembre 2004

Egregio dott. De Crescenzo,

Lei non mi conosce, ma io sono una Sua affezionata ammiratrice, avendo letto molti dei Suoi libri. Il motivo per cui Le scrivo è molto semplice: vorrei chiederLe il Suo parere su una “cosetta” che ho scritto e che forse Le potrebbe interessare. L’uso del condizionale è d’obbligo, naturalmente, anche perché per carattere sono una che non si fa mai troppe illusioni.

[…]
L’idea di scrivere questo libro mi è nata dopo aver letto il Suo Le donne sono diverse. Ricorda la frase finale? Naturalmente quando ho iniziato a scrivere, l’ho fatto per puro divertimento, ma poi leggendo e rileggendo, correggendo, un ritocco qua una ritocco là, ho pensato che mi piaceva, e allora perché non provare a contattare il mitico De Crescenzo?
Ci ho rimuginato su per mesi e ho sempre saputo che la cosa non sarebbe stata facile. Non è che ho pensato subito a Lei per pura megalomania, ma so che il mondo dell’editoria è precluso a molti “aspiranti scrittori” che non vengono ascoltati perché non sono nessuno. D’altra parte, mentre si pubblicano delle cose davvero indecenti o alquanto frivole (vedi i “libri” dei comici di Zelig che vanno a ruba o le barzellette di Totti – ma almeno lui fa beneficenza), molti sconosciuti, seppur con buone attitudini e qualità, aspettano invano che qualcuno si degni di leggere i “manoscritti” che diligentemente continuano a spedire a destra e a manca.
Ora, il problema è anche un altro: io sono un po’ pigra, ovvero mi do da fare tantissimo quando mi assumo un impegno e tutte le volte che ho un obiettivo da raggiungere, altrimenti prima di fare un solo passo avanti passano mesi, se non anni. Generalmente devo avere una spinta, qualcuno che mi dica “Dai, forza, tenta che ce la fai! Dai che sei brava” e cose del genere, che servono ad aumentare il mio livello di autostima alquanto basso. Ecco, finora una vera propria spinta non l’ho avuta … almeno fino a qualche giorno fa.
Sapendo che le case editrici non danno l’indirizzo degli scrittori a degli sconosciuti, non mi ero fatta troppe illusioni di riuscire a contattarLa per vie dirette. Avevo, comunque, escluso la possibilità di spedire il “manoscritto” in giro per l’Italia e avevo scartato l’ipotesi di rivolgermi alle case editrici locali. Non è un fatto di presunzione, ma ritengo che forse questa potrebbe essere un’opportunità unica ed è inutile sprecarla. Inoltre, ho potuto osservare da vicino come lavorano i piccoli editori; un caro amico ha pubblicato un romanzo dopo due anni d’attesa, la stampa del libro si è conclusa a giugno, la presentazione (affidata a me) continua a slittare di mese in mese, l’opera non è ancora uscita in libreria (nonostante le assicurazioni dell’editore), visto che ho fatto il giro delle librerie di Udine e nessuno ne sa niente. Non mi pare il caso di tentare con editori-lumache. Infine, nonostante qualcuno si sia offerto di sovvenzionare la pubblicazione a “mie” spese, ho declinato l’offerta, non per orgoglio (si sa a quanto ammonta lo stipendio di un’insegnante!), ma per il motivo di cui sopra.
Dopo aver tentato invano di ottenere il Suo indirizzo, mi sono rivolta a Luca Goldoni
[…] Sinceramente non nutrivo molte speranze ma, inaspettatamente, dopo appena un mese di attesa, il signor Goldoni mi ha telefonato a casa! Sono rimasta piacevolmente sorpresa, perché non mi aspettavo che mi chiamasse, soprattutto non la domenica mattina! Si vede che anche lui svolge il suo lavoro con passione e non guarda il calendario: se c’è da lavorare, si lavora! (io correggo i compiti quasi sempre durante il week-end, con somma disapprovazione di mio marito; dopo vent’anni si è pure abituato, anche se non rinuncia a brontolare)
Ecco che giungeva inattesa, la domenica mattina del 31 ottobre, quella spinta che inconsciamente stavo aspettando. Il signor Goldoni mi ha riferito che nonostante vi conosciate da decenni, non siete in contatto, salvo rare occasioni come l’uscita delle rispettive opere, e inoltre ha sottolineato che non possiede il Suo indirizzo privato (chiaramente non mi ero illusa che me lo desse). Mi ha consigliato, quindi, di contattarLa tramite la Mondatori; avevo, in effetti, pensato a questa soluzione ma c’è sempre il rischio che la posta non Le arrivi, o che giunga in “altre mani”. Insomma, non nascondo la mia diffidenza. D’altronde, ho forse delle alternative? No, quindi accolgo il consiglio del Suo amico Goldoni, soprattutto dopo aver accolto il suo apprezzamento nei confronti del “saggio” del mio lavoro che gli ho inviato e dopo aver sentito dalla sua viva voce una frase che ho impressa nella memoria: “Accolga la sfida di De Crescenzo”. Gliel’ho fatta ripetere due volte, così per sicurezza!
Eccomi qua, dunque, a chiederLe un parere, se avrà la bontà di offrirmelo.
[…]
Spero che Lei voglia o possa accogliere la mia richiesta e la ringrazio anticipatamente per l’attenzione che mi vorrà rivolgere (sempre che la missiva sia giunta proprio nelle Sue mani – sa, la diffidenza prende sempre il sopravvento). Per me è già una grande cosa aver trovato il coraggio di mettermi in contatto con due dei miei scrittori preferiti (l’asserzione è assolutamente sincera, non dubiti) e di aver avuto l’onore di comunicare telefonicamente con Luca Goldoni. Ora non mi resta che attendere un Suo riscontro; non è necessario sia positivo, anche un “lascia perdere”, sincero ed affettuoso, mi va bene. Il mio sogno sarebbe quello di pubblicare questa mia opera con la Sua introduzione … ma è, appunto, solo un sogno.

Cordiali saluti
Marisa Moles

Le pagine del mio “libro” pubblicate finora su questo blog possono essere lette cliccando QUI.

11 commenti »

  1. […] LUCIANO DE CRESCENZO HA SCRITTO “ULISSE ERA UN FICO” … E IO SCRIVO A LUI « Marisa Moles&… […]

    "Mi piace"

  2. Carmen Marciante said,

    Carissimo Luciano, ti chiamo per nome perchè tu sei uno di noi! Ti ammiro da sempre, sia come scrittore che come uomo.
    A Dicembre è uscito il mio romanzo COINCIDENZA, molti mi dicono che la mia scrittura (tutta partenopea) s’ispira molto al tuo modo di scrivere. Per me è un onore!
    Il mio più grande successo sarebbe farti avere la copia del mio libro.
    Complimenti sei un grande uomo!
    con affetto
    Carmen Marciante

    "Mi piace"

  3. marisamoles said,

    @ Carmen Marciante

    De Crescenzo a me non ha mai risposto. Spero tu sia più fortunata e … complimenti per il libro! 🙂

    "Mi piace"

  4. Carmen Marciante said,

    @ Marisa
    Sono convinta che non risponderà mai neanche a me, che ci vogliamo fare? E’ più facile scrivere un libro che farsi spazio in questa giungla chiamata editoria ….
    grazie per i complimenti …. tu cosa hai scritto?

    "Mi piace"

  5. marisamoles said,

    @ Carmen Marciante

    Come spiego nel post, non ho fatto quasi nulla per pubblicare il mio libro, a parte scrivere a Luca Goldoni (come detto nella parte della lettera riportata sullo sfondo azzurro) e a De Crescenzo, presso la Mondadori. Goldoni, molto carino, mi ha telefonato a casa (roba da non credere!) e mi ha incoraggiata a continuare a scrivere, ma De Crescenzo non l’ho mai sentito.

    Il libro che ho scritto è pubblicato in parte su questo blog. Se vuoi leggere le pagine pubblicate, clicca su questo LINK.

    "Mi piace"

  6. Alfredo stella said,

    Carissimo ingegnere,
    Le scrivo dal Centro di riabilitazione neuromotoria L’Oasi di Castel Campagnano in provincia di Caserta. Sono il sociologo che coordina le attività di terapia occupazionale dei diversamente abili ospiti della struttura. Tra i laboratori attivati, abbiamo quello di giornalismo, dal quale è nato il periodico ‘InformaL’Oasi’ che quest’anno ha compiuto i suoi 11 anni di vita. Tra le rubriche in esso sviluppate, c’è quella dell’intervista, destinata a personaggi della cultura, del teatro, del cinema.. Sarebbe volontà dei nostri ragazzi, farLe un’intervista (a domicilio) per poterLe chiedere del suo trascorso di scrittore e di attore e dei suoi nuovi progetti da pubblicare nella nostra rivista
    Consapevoli della richiesta più che velleitaria, ci auguriamo di ricerere una risposta in merito.
    dal centro L’Oasi Le inviamo affettuossissimi saluti e auguri di buon Natale e felice 2012

    indirizzo e-mail: centro.oasi@legamail.it

    "Mi piace"

  7. Michel Quartarone said,

    Anch’io vorrei scrivere a De Crescenzo. Dal Vecchio e dal Nuovo Testamento abbiamo conosciuto Dio, il suo infinito amore ed il sacrificio perfetto del suo unico Figlio per la nostra salvezza. La Rivelazione è compiuta ed al riguardo null’altro dobbiamo attenderci, ma la Chiesa finalmente concorda sulla possibilità che la scienza possa migliorare la nostra conoscenza di Dio. Ciò è importante. Ad esempio, dal primo intervento di Dio nella storia a noi nota dell’universo, il gran botto del “Big Bang”, possiamo dedurre che la sua indole è essenzialmente napoletana.

    "Mi piace"

  8. marisamoles said,

    @ Michel Quartarone

    Non ho capito cosa c’entri il contenuto del commento con De Crescenzo comunque auguri. A me non ha mai risposto … 😦

    "Mi piace"

  9. Buon mattino Marisa, non ti leggo sovente, ma ti leggo con piacere.
    Tornando a De Crescenzo ,non ho mai capito la sua professione:
    Ingegnere, Flosofo, Scrittore , Attore, etcc…
    Forse per questo, non ti ha mai risposto…troppo impegnato a “decidersi” (scherzo, ovviamente, ma anche no)
    Buon weekend
    Un abbraccio
    Mistral

    "Mi piace"

  10. marisamoles said,

    @ Mistral

    De Crescenzo è certamente una persona poliedrica, stravagante e molto colta. Sicuramente molti impegnata per occuparsi di me. Ma non è detta l’ultima parola … 😉

    Buon we anche a te.

    Baci

    "Mi piace"

  11. maria pia said,

    avete tt ragione

    "Mi piace"


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

ANNA SCRIGNI

Storie di Viaggi e di Città

Scelti per voi

Selezione di post che hanno attirato la mia attenzione scelti per voi dalla blogsfera

wwayne

Just another WordPress.com site

Diario di Madre

Con note a margine di Figlia

Scrutatrice di Universi

Happiness is real only when shared.

Dottor Lupo Psicologo-Psicoterapeuta. Battipaglia (SA)

Psicologo Clinico, Terapeuta EMDR di livello II, Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale, Terapia Metacognitiva Interpersonale.

Scaffali da leggere

Consigli di letture, recensioni e frasi tratte dai libri.

Willyco

in alto, senza parere

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof di lettere.

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

oןısɐ,ןןɐ ɐɯ ɐןonɔs ɐ opɐʌ uou

pagina a traffico illimitato, con facoltà di polemica, di critica, di autocritica, di insulti, di ritrattazioni, di sciocchezze e sciocchezzai, di scuola e scuole, buone e cattive, di temi originali e copiati, di studenti curiosi e indifferenti, autodidatti e eterodidatti, di nonni geniali e zie ancora giovani (e vogliose), di bandiere al vento e mutande stese, di cani morti e gatti affamati (e assetati)

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

PindaricaMente

C'è una misura in ogni cosa, tutto sta nel capirlo (Pindaro)

Il mestiere di scrivere

CORSI DI SCRITTURA CREATIVA, ATTUALITA' EDITORIALE, DIDATTICA E STRUMENTI PER LA SCRITTURA

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

marialetiziablog

salviamolascuolaprimadisubito.com site

Studio di Psicoterapia Dr.ssa Chiara Patruno

Psicologa - Psicoterapeuta - Criminologa - Dottore di Ricerca Università Sapienza

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

onesiphoros

[...] ἀλλ᾽ ὥσπερ ἄνθρωπος, φαμέν, ἐλεύθερος ὁ αὑτοῦ ἕνεκα καὶ μὴ ἄλλου ὤν, οὕτω καὶ αὐτὴν ὡς μόνην οὖσαν ἐλευθέραν τῶν ἐπιστημῶν: μόνη γὰρ αὕτη αὑτῆς ἕνεκέν ἐστιν. Aristot. Met. 1.982b, 25

Il ragazzo del '46

Settanta: mancano solo 984 anni al 3000.

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

la mutazione nella connessione

Prove di pensiero di GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

unpodichimica

Non tutto ciò che luccica è oro, ma almeno contiene elettroni liberi G.D. Bernal

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

la fine soltanto

un blog e un libro di emiliano dominici (per ingrandire la pagina premi ctrl +)

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

LE LUNE DI SIBILLA

"Due strade trovai nel bosco, io scelsi la meno battuta, per questo sono diverso"(R.Frost)

Il mondo di Ifigenia

Svegliati ogni mattina con un sogno da realizzare!

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Into The Wild

Happiness is real only when shared

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

A dieta...

...ma con una forte passione per il cibo e le rotondità!

Le Ricette di Cle

Ricette collaudate per ogni occasione

Messaggi in Bottiglia

Il diario di Cle

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

espress451

"In ogni cosa c'è un'incrinatura. Lì entra la luce" - Leonard Cohen

La Torre di Babele

Il blog di Pino Scaccia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: