20 marzo 2010

RAZ DEGAN LASCIA “BALLANDO CON LE STELLE” PER PROBLEMI ALLA SCHIENA. VINCE L’EDIZIONE 2010 VERONICA OLIVIER

Posted in Lorenzo Crespi, spettacolo, televisione tagged , , , , , , , , , , , a 10:28 pm di marisamoles

Mentre si sta svolgendo la finale di “Ballando con le stelle”, Raz Degan lascia la gara per seri problemi alla schiena. Alla Carlucci preme sottolineare che l’attore di origine israeliana è stato ricoverato in una clinica specializzata che cura gli sportivi, rimettendoli “in piedi” il più presto possibile. Ha dovuto sottoporsi a delle infiltrazioni direttamente nella colonna vertebrale per poter essere presente alla serata della finalissima.
Nonostante i dolori, Raz vuole ballare un paso doble con la sua maestra Samantha Togni; ma appena finita la sua esibizione informa di volersi ritirare. Fra le lacrime ringrazia tutti quelli che l’hanno sostenuto e si dichiara vincitore comunque per essere riuscito a riunire i suoi genitori, che non si vedevano da 37 anni, presenti in sala per assistere allo spettacolo.

Sinceramente dispiaciuti tutti, a cominciare da Milly Carlucci; anche i giurati si rammaricano e qualcuno osserva che il busto alla schiena gli ha permesso di mantenere una postura ottimale per il paso doble. Guillermo Mariotto, visibilmente commosso, donando a Raz la sua sciarpa arancione, esclama: “Ha vinto l’anima”, mentre più sarcastico Ivan Zazzaroni gli assegna il “premio della giuria” per non essersi mai lamentato dei voti assegnatigli.
Presente in sala anche la compagna di Degan, la soubrette italiana Paola Barale, che accoglie la notizia del ritiro con le lacrime agli occhi.

La coppia Degan-Togni viene, quindi, rimpiazzata dall’ultimo escluso dalla competizione la scorsa settimana: Stefano Masciolini con la sua mestra Alessandra Mason. I due sono evidentemente fuori allenamento e la maestra porta ancora una vistosa fasciatura ad un piede, causa un’infrazione ad un dito che si era procurata qualche settimana fa. Ma, come dice anche la presidente della giuria Carolyn Smith, anche con una gamba rotta, si va in pista.
La gara continua: ora che il principale rivale dell’invidioso nonché ritirato Lorenzo Crespi è out, che mai potrà succedere a Ron Moss? Il vincitore annunciato da Crespi, che aveva addirittura accusato gli autori di averlo “fatto fuori” perché, se avesse continuato la gara, avrebbe oscurato Moss che invece doveva vincere, ce la farà o dovrà lasciare lo scettro a qualcun altro?

Raz Degan non è il solo acciaccato in questa finalissima che sembra una gara a chi sta più male: Barbara De Rossi, infatti, si lamenta per una costola rotta ma stoicamente decide di continuare a ballare. Nelle performance appare un tantino rigida e il suo sorriso sembra alquanto stentato, tuttavia se la cava egregiamente fino al termine della gara: nell’ultima sfida per l’assegnazione del terzo posto stravince sulla più giovane e scattante Benedetta Valanzano. Con il trofeo in mano, raggiante ma comunque sofferente, Barbara può finalmente ammettere di aver passato la serata con l’impressione di avere una spada conficcata nel fianco (o qualcosa del genere). Brava comunque e soprattutto ammiratissima: in tutte le puntate i giurati hanno speso parole di encomio nei confronti dell’attrice quarantanovenne che, oltre ad aver conquistato tutti con la sua grazia e signorilità, è stata particolarmente lodata per il suo impegno che l’ha portata, nell’arco dei tre mesi e grazie alle otto ore di sala prove al giorno, a dimagrire in modo notevole. Un esempio per tutte le donne che, avvicinandosi ai cinquant’anni, si lasciano un po’ andare. La De Rossi, entusiasta per questa esperienza, ha dichiarato che non smetterà di ballare perché è una cura per il corpo e lo spirito.

Un momento particolarmente intenso della puntata vede protagonista la bella e brava Natalia Titova, rimasta senza ballerino dopo il ritiro di Lorenzo Crespi. Un ospite meraviglioso le fa da cavaliere in due balli: l’étoile Giuseppe Picone, trascina Natalia in due balli che rappresentano la fusione tra ballo classico e danza latina. Una meraviglia!
Anche quando i ballerini professionisti scendono in pista ballando fra di loro, lo spettacolo è entusiasmante. Guardarli volteggiare, intenti in mille acrobazie e prese, fa comprendere quale abisso ci sia tra i veri ballerini e i vip in gara. Certo, l’impegno delle “stelle” è da premiare, ma per essere definiti ballerini ci vorrebbero anni e anni di allenamento.

Arriviamo alla fase finale della serata: lo scontro tra Ron Moss, famosissimo attore americano interprete della fortunata nonché infinita soap opera Beautiful, dato per vincitore da tutti, o quasi, e la sconosciuta ai più Veronica Olivier. Il televoto, a sorpresa, premia la giovanissima attrice in coppia con il suo maestro Raimondo Todaro. La ventenne Veronica Olivier, scelta da Federico Moccia per il suo film Amore 14, ha sbaragliato gli altri concorrenti ammessi alla finale, con la sua freschezza e l’indubbia bravura. Ma Ron Moss merita i complimenti se non altro per aver affrontato, a 57 anni, una vera e propria maratona di ballo, fino alle ultime battute. E se qualcuno ha da ridire sull’esoso compenso di 900 mila euro, per me se li è sudati proprio tutti.

Che dire infine di Raimondo Todaro? Il giovane ballerino (ha solo ventitrè anni!) è alla sua quinta edizione di “Ballando con le stelle”. Nel 2005, al suo debutto, vince in coppia con la Miss Italia 2004 Cristina Chiabotto; nel 2006 partecipa nuovamente e porta alla vittoria anche la campionessa di salto in lungo Fiona May; quella attuale è la sua terza vittoria nell’arco di cinque edizioni.
A parte l’indubbia bravura (nonostante la giovanissima età, è stato diciotto volte campione italiano in varie categorie e specialità), non sarà anche la sua bellezza ad attirare l’attenzione delle ragazze che votano più lui che le “stelle”? Il dubbio è lecito e poi quest’anno la sua presunta storia d’amore con la sua allieva ballerina ha alimentato il gossip per tre mesi. Sono giovani e carini, hanno tutta la vita davanti, amore o non amore, la coppa di “Ballando” rimarrà sempre nei loro cuori e nella memoria del pubblico affezionato alla trasmissione.

[foto di Veronica Olivier da chronica.it]

Annunci

5 commenti »

  1. maria said,

    il mio parere era far vincere la de Rossi perche alla sua età non era facile ballare in quel modo ,rispetto alla vincitrice che e giovanissima.

    Mi piace

  2. marisamoles said,

    @ Maria

    Sono completamente d’accordo!

    Mi piace

  3. jessica said,

    secondo me il vero vincitore è raz perchè è l’unico ha non essersi mai lamentato della giuria ma non solo è il più bell uomo che abbia mai visto . raz sei davvero speciale non ti dimenticherò mai spero di riuscire un giorno a incontrarti.la tua fan piu grande jessica

    Mi piace

  4. jessica said,

    sono ancora io perchè quello che ho da dirti non è solo questo.ti devo dire anche che ti auguro il meglio possibile perchè te lo meriti davvero. sei il mio vincitore.ti amo.jessica

    Mi piace

  5. marisamoles said,

    @ Jessica

    Se vuoi vedere l’ultima esibizione di Raz sabato sera (un paso doble) e l’addio al programma, CLICCA QUA.

    Comunque sono d’accordo cone te: Raz è bellissimo ed è stato bravo, oltre che coraggioso, ad andare fino in fondo. Mica come qualcun altro … 🙂

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Like @ Rolling Stone

parole, pensieri e pietre di Mauro Presini

Dottor Lupo Psicologo, Battipaglia Salerno

Consulenza Sostegno Diagnosi

Scaffali da leggere

Consigli di letture, recensioni e frasi tratte dai libri.

Willyco

in alto, senza parere

Macaronea

Considerazioni sparse di una prof (precaria) di lettere.

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

viaggioperviandantipazienti

My life in books. The books of my life

Nonseinegato

Scuola, matematica... e altro

Non vado a scuola ma all'asilo

Pagina a traffico illimitato, con facoltà di polemica, di insulti...

Marirò

"L'esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque"

PindaricaMente

C'è una misura in ogni cosa, tutto sta nel capirlo (Pindaro)

Il mestiere di scrivere

LA SCUOLA DI SCRITTURA CREATIVA ONLINE - LABORATORI DIDATTICI E SEMINARI IN TUTTA ITALIA

dodicirighe

...di più equivale a straparlare.

marialetiziablog

salviamolascuolaprimadisubito.com site

Chiara Patruno - Psicologa

Psicologa Dinamica e Clinica presso l’ Universita’ La Sapienza di Roma, Facolta’ Medicina e Psicologia

Le Parole Segrete dei Libri

Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima.

onesiphoros

[...] ἀλλ᾽ ὥσπερ ἄνθρωπος, φαμέν, ἐλεύθερος ὁ αὑτοῦ ἕνεκα καὶ μὴ ἄλλου ὤν, οὕτω καὶ αὐτὴν ὡς μόνην οὖσαν ἐλευθέραν τῶν ἐπιστημῶν: μόνη γὰρ αὕτη αὑτῆς ἕνεκέν ἐστιν. Aristot. Met. 1.982b, 25

Il ragazzo del '46

Settanta: mancano solo 984 anni al 3000.

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

i media-mondo: la mutazione nella connessione

Prove di pensiero di GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

Psicologia per Famiglia

Miglioriamo le relazioni in famiglia, nella coppia, con i figli.

Studia Humanitatis - παιδεία

«Oὕτως ἀταλαίπωρος τοῖς πολλοῖς ἡ ζήτησις τῆς ἀληθείας, καὶ ἐπὶ τὰ ἑτοῖμα μᾶλλον τρέπονται.» «Così poco faticosa è per i più la ricerca della verità, e a tal punto i più si volgono di preferenza verso ciò che è più a portata di mano». (Tucidide, Storie, I 20, 3)

unpodichimica

Non tutto ciò che luccica è oro, ma almeno contiene elettroni liberi G.D. Bernal

scuolafinita

Un insegnante decente (CON IL DOTTOR DI MATTEO)

occhioallapenna

Buongiorno e leggerezza!

penna bianca

appunti di viaggio & scritti di fortuna

Pollicino Era un Grande

Psicologia e dintorni a cura della Dr.ssa Marzia Cikada (Torino e Torre Pellice)

la fine soltanto

un blog e un libro di emiliano dominici (per ingrandire la pagina premi ctrl +)

ACCENDI LA VITA

Pensieri, parole and every day life

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

Laurin42

puoi tutto quello che vuoi ( whatever you want you can)

LE LUNE DI SIBILLA

"Due strade trovai nel bosco, io scelsi la meno battuta, per questo sono diverso"(R.Frost)

Il Blog di Raffaele Cozzolino

Pensieri, riflessioni, tecnologia, informatica

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Into The Wild

Happiness is real only when shared

roceresale

faccio buchi nel ghiaccio

Alius et Idem

No sabía qué ponerme y me puse feliz.

A dieta...

...ma con una forte passione per il cibo e le rotondità!

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

Ma che Bontà

Le ricette di Cle

Ecce Clelia

Storie e pensieri di una mente non proprio sana, messi in una bottiglia e lasciati andare verso ignoti ed ignari lettori, naufragati su questo sito.

OHMYBLOG | PAOLOSTELLA

just an other actor's blog

espress451

"In ogni cosa c'è un'incrinatura. Lì entra la luce" - Leonard Cohen

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: