SANREMO SEMPRE PIÙ FIGLIO DI “AMICI”


Il 22 febbraio dello scorso anno ho scritto un post in cui esternavo la mia contrarietà nei confronti di una vittoria, quella di Marco Carta, che sembrava pilotata da una serie di fattori prettamente televisivi: il fatto che il cantante, già vincitore di “Amici”, sia stato inserito nella gara dei big, pur senza avere l’esperienza musicale dei tanti artisti che vantavano un curriculum di tutto rispetto, che provenisse da un talent show programmato su una rete “nemica”, Canale 5, che sul palco ci sia stata, guarda caso, la sua madrina, Maria De Filippi, e che la vittoria sia stata sancita dal televoto, in maggior parte appannaggio delle giovanissime. Riflessioni, le mie, sicuramente condivise da tanti che, come me, hanno vissuto gran parte della storia del Festival di Sanremo.
Mentre Marco vinceva, un altro talento di “Amici”, Valerio Scanu, si stava facendo notare, non solo per le doti canore, ma anche per il comportamento non proprio esemplare che stava tenendo nella trasmissione Mediaset. Esattamente quello che era successo a Marco Carta nel suo percorso “scolastico” nel talent di Maria. Ero talmente contrariata da quella vittoria, ma forse intimamente rassegnata nel constatare una inevitabile contaminazione del festival più amato dagli Italiani con i talent show, che avevo concluso il post con questa frase: “Per il prossimo anno mi aspetto qualcuno di loro [i partecipanti ad “Amici”] sul palco dell’Ariston … magari non Valerio, per favore“.

Come dire: le ultime parole famose! Eppure qualcosa è cambiato in questi dodici mesi: si è discusso molto, in questi giorni, e si continua a discutere a giochi conclusi, sul fatto che ormai i nuovi talenti sono quelli che escono dai programmi televisivi (oltre ad “Amici”, anche XFactor, da cui proviene Marco Mengoni, arrivato terzo), e sul potere del televoto da casa che può davvero stravolgere qualsiasi previsione. Mentre lo scorso anno mi indignavo, ora accetto la vittoria di Valerio Scanu perché sono entrata nella nuova logica che governa il mondo della musica: i dischi si vendono sempre meno e le case discografiche investono proprio nei concorrenti talentuosi dei programmi televisivi, seguiti da milioni di spettatori, disposti a spendere dei soldi per mandare gli sms o votare attraverso il telefono fisso per i loro beniamini. Nella rassegnazione più totale a questo dato di fatto, accolgo, quindi, benevolmente la vittoria di Valerio che ha cantato una canzone bellissima, “Per tutte le volte che …”, di cui è autore Pierdavide Carone, attuale concorrente di “Amici 9”. Non nascondo, tuttavia, che questo improvviso favore nei confronti di Valerio, che durante il talent non avevo mai apprezzato, è dovuto anche al fatto che Carone mi piace molto. Se poi aggiungo che la canzone, in un primo momento considerata una noia mortale, mi ha conquistata ascoltando il duetto in cui, sul palco dell’Ariston, si sono esibiti lo Scanu insieme ad Alessandra Amoroso, un’artista che amo molto, ex “amica” di Maria lei stessa, devo dedurre che a favorire la vittoria di Valerio è stata una combinazione di fatti, tutti riconducibili al talent show di Maria De Filippi.

Qualcuno sostiene che il sistema di votazione andrebbe cambiato. Anch’io ritengo che il televoto sia un’arma pericolosa per molti artisti i cui fan non hanno grande confidenza con gli sms, ma è un affare talmente grosso che a nessuno converrebbe abolirlo. Certo è che, facendo i conti, milioni di voti significano anche milioni di euro che in parte vanno ai gestori telefonici e in parte agli organizzatori degli eventi, senza contare che l’Iva va allo Stato.
Nel caso di Valerio, ai voti dei suoi fan vanno aggiunti quelli dei fan di Pierdavide e forse anche quelli dei fan di Alessandra Amoroso. “Amici”, quindi, si è trasformato in una grande famiglia in cui la cooperazione favorisce, a seconda dei casi, l’uno o l’altro componente. Una famiglia in grado di sconfiggere gli avversari a suon di televoti.
Non resta che chiedersi: la canzone di Scanu sarà davvero la più ascoltata tra quelle che hanno partecipato al festival?

Annunci

19 thoughts on “SANREMO SEMPRE PIÙ FIGLIO DI “AMICI”

  1. Questi che criticano il televoto, proprio non li capisco.

    Per anni si é detto:”sì, ha vinto Sanremo, ma non ha venduto un disco”

    Vero: chi votava non era quello che comprava.

    Adesso che chi vota è quello che compra nonva bene.

    Sveglia!!!! E come ho detto sul mio blog: Bravi a Valerio e ad “Amici”!!!

    Mi piace

  2. Scusa Marisa, ma che comportamento scandaloso avrebbe avuto Valerio lo scorso anno? E ‘sempre stato educato, ha sempre lavorato, chiamavano sempre lui per tutte le esibizioni in quanto spesso l’unico in grado di farle, sempre a lui le prove proibitive ecc…
    Quanto a votare Pierdavide non ci penso proprio…
    Anzi io lo avrei proprio sbattuto fuori visto il suo comportamento e nemmeno accenna a un pentimento.
    E’ un grande presuntuoso maleducato, e il presunto amore per Grazia non giustifica in alcun modo le sue parole.
    Valerio avrebbe vinto anche con un’altra canzone, anzi forse di più visto che è stato doppiamente criticato per aver partecipato con una canzone scritta da un ragazzo di Amici.
    Di certo Pierdavide ci ha guadagnato più di Valerio, che ha sì vinto e ne sono felicissima, ma a prezzo di molte critiche, anche grazie alla canzone dai più giudicata una lagna, anche se a me dopo ripetuti ascolti comincia a piacermi.

    Mi piace

  3. @ occhiaperti

    Io ho scritto “comportamento non proprio esemplare” il che non significa “scandaloso”. Comunque mi riferivo alle polemiche che c’erano state tra lui e alcuni insegnanti (ieri Garrison gli ha chiesto pubblicamente scusa, mentre altri hanno fatto finta di niente; approvo l’atteggiamento dei secondi: acqua passata, meglio non tornarci su). Anch’io vorrei chiudere qui l’argomento: quello che avevo da dire l’ho scritto nei commenti al post su “Pioggia e fuoco” che tu hai certamente letto (è li che ci siamo “incontrate”, no?)

    A me piace Pierdavide, mi piacciono le sue canzoni e ho apprezzato, anche se non subito, “Per tutte le volte che”. Il suo comportamento nell’ultima settimana e quello tenuto ieri in trasmissione mi ha delusa. Non voglio giustifcarlo, ma almeno tentare di capire come mai un ragazzo che è sempre stato mite ed educato ha avuto questa esplosione. Anch’io credo che Grazia c’entri poco, ma la tensione che deve aver accumulato durante la settimana seguendo il festival dev’essere stata parecchia. Alla prima occasione è sbottato: può capitare. Poi è certamente un ragazzo orgoglioso, il che non aiuta in situazioni come queste. Ma il “perdono” concesso dalla Celentano dice tutto: è un episodio, anche lei ha capito quello che ho capito io, mettiamoci una pietra sopra.

    Dubito, comunque, che Valerio avrebbe vinto anche con un’altra canzone. E, credimi, non è solo una mia opinione.
    Sul mio blog, nell’ultima settimana, sono arrivate centinaia di lettori che, sui motori di ricerca, hanno digitato “Pierdavide” o “Carone”, e solo dopo il suo nome compariva quello di Valerio. Ieri sera, durante l’esibizione dello Scanu ad Amici, nello stesso istante più di 100 persone hanno letto il post che ho scritto su Pierdavide.
    Ovviamente ognuno è libero di crederci o no.

    Mi piace

  4. Pingback: SANREMO 2010: SULLA STAMPA INFURIANO LE POLEMICHE SUL TELEVOTO « Marisa Moles’s Weblog

  5. Queste polemiche sul televoto mi fanno ridere…
    Fanno gli scandalizzati, ma sono stati chiamati proprio per quello per impinguare le tasche della RAI. Non si aspettavano quei risultati lo scorso anno, ma visti i voti arrivati per Marco Carta, hanno voluto bissare quest’anno e così vai coi ragazzi provenienti dai talent show.
    Prima intascano i soldi e poi imbastiscono le polemiche, ma che coraggio..
    Nessuno però ha fatto notare che nonostante sia stato insieme a Noemi l’unico ad esibirsi dal vivo, non si è perso d’animo quando è mancato l’audio (volutamente?) e lui su richiesta di Pippo si è esibito a cappella, quanti sarebbero stati in grado? Specie dopo il bel trattamento che gli era stato riservato?

    Mi piace

  6. @ occhiaperti

    La polemica si riferisce al secondo posto del trio patriottico: ma ti rendi conto che Valerio ha vinto per due soli punti percentuali? Nessuno, almeno da quanto ho letto, si è accanito contro Valerio; anche l’orchestra era indignata dall’esclusione di Malika e dall’ammissione nella rosa dei tre finalisti di Pupo e il principe.

    Comunque, da quanto ho letto anche sul sito delle zie, non sempre è facile televotare. Il sistema andrebbe comunque rivisto.

    Mi piace

  7. @ Marisa, @occhiaperti

    A proposito di Pierdavide, ti confermo quel che ho scritto stamattina sul mio blog.

    Non è giustificabile, E’ un gran presuntuoso e si è montato la testa.

    Per la settimana lo si potrebbe anche capire, ma per ieri sera NO. O meglio si puà capire che e ha umiltà zero. Sarebbe stata proprio un’umiliazione chiedere scusa? Mi spiace: non mi è piaciuto. E ha ragione Jurman quando dice “se fosse successo in Accademia…” Quì ad AMICI è molto peggio che in Accademia e sta tranquilla che in Accademia non sarebbe successo.

    Mi piace

  8. Ma sì Marisa, meno male che ha avuto i due voti in più, ma le polemiche però ci sono quasi più per lui e per i prodotti dei talent, se sono RAI però non si capisce perché siano considerati più bravi.
    Io ho visto che Tony che ha vinto Sanremo giovani, dopo aver partecipato ad X Factor, sempre in ballottaggio e sempre salvato dalla Maionchi, ha stonato tutte le volte, l’emozione per il palcoscenico ci sta, ma io l’ho visto live, e stona immancabilmente, mentre nessuno ha fatto notare quando Valerio sia davvero bravo. Che importa se il successo è in parte dovuto ad Amici?
    L’importante è che lui questo successo se lo meriti.

    Mi piace

  9. @ frz

    Io sinceramente non capisco la reazione di Jurman considerando come si sono comportati in passato i suoi pupilli, Carta e Scanu. Per una volta che succede a Pierdavide, che non si è mai comportato male, non è il caso di fare tragedie o di parlare di accademie. L’ho sempre detto: “amici” è uno spettacolo, non una scuola. E poi mi pare che il comportamento degli “insegnanti” di quest’anno non sia stato esemplare, nel vero senso della parola: se quello è il modello, non stupiamoci del comportamento di Carone. Anche a me non è piaciuto il suo atteggiamento orgoglioso, ma mi pare che fosse rivolto ad una che è tutto fuorché umile. E tu lo sai che a me la Celentano piace, nel senso che non lo dico per partito preso.

    Mi piace

  10. Marisa, non sono d’accordo con te, fammi un esempio di quando Valerio si sia comportato in modo vergognoso come Pierdavide, scusami ma non sei per niente obiettiva, concordo con Franz.
    Ieri è stato ancora più imperdonabile che durante la settimana.
    Marco Carta stesso non si è mai comportato in quel modo, nonostante fosse stato oggetto di persecuzione da Grazia e dalla stessa Platinette.
    Tu parli così per mera antipatia, verso Jurman, Valerio e Marco, altrimenti non lo diresti.
    Altrimenti fammi un esempio di una sola volta in cui Valerio sia stato così maleducato. Con Garrison aveva detto che era noioso come le sue coreografie, ma lui quante gliene aveva dette? Voti davvero ridicoli, lo aveva accusato di avere il carisma di un sasso e si è visto che dei due si è dovuto scusare con l’altro.
    A Grazia Di Michele aveva dato della buffona, quando dopo aver dato come prova estemporanea la canzone Tammurriata, per far risaltare Napolitano rispetto a lui, per far vedere che non fosse di parte aveva pensato bene di affidare a quest’ultimo quel capolavoro di canzone di No potho reposare, ma che fa? Non la affida ad entrambi in modo che Valerio potesse far valere la sua superiorità, no, la assegna solo a Napolitano. Un buffona a denti stretti ci stava eccome e Valerio per questo è stato cazziato e ripreso in diretta, e lui si è scusato. Naturalmente in diretta non è stata sbugiardata la Di Michele che aveva negato di non essere stata sempre d’accordo per l’assegnazione della maglietta ad Alessandra. Valerio che ha una memoria da elefante, gliel’aveva fatot notare e lei gli aveva dato del bugiardo.
    Gli rvm durante la settimana avevano dato poi ragione a Valerio, ma non ha mai avuto di avere la soddisfazione che lo facessero notare in diretta…
    Pierdavide invece è stato maleducato pesante e recidivo, per sostenere quella ragazzetta che poi lo sapevate che aveva partecipato ai provini di Uomini e donne????

    Mi piace

  11. Cara occhiaperti,

    avevo detto che non volevo ritornare sulle vecchie polemiche. Ma perché, mi chiedo, quando una persona che non amava Valerio, anzi lo detestava proprio, dimostra di averlo apprezzato al festival e di aver condiviso con voi fan un bel momento, si vanno a tirar fuori vecchie storie che non fanno altro che renderlo antipatico nuovamente? Questa vostra ostinazione a volerlo difendere sempre, giustificare ad ogni costo mi dà sinceramente fastidio.
    Gli esempi che riporti sono più che eloquenti: che altro c’è da dire? Perché fare il paragone con Pierdavide per un unico scivolone per quanto grave?
    Io sono sincera, nel post ho spiegato perché ho cambiato idea su Valerio, dicendo che ha contribuito molto il fatto che la sua canzone sia stata scritta da Pierdavide che, come cantautore, trovo originale e piacevole. Ma questo non significa che lo giustifichi per quello che ha detto o fatto. Ho cercato di capire il perché di questa sua reazione e se l’ha capito anche la Celentano, perché non lo volete capire tu e frz? E meno male che sono io quella poco obiettiva!

    Quanto alla “ragazzetta”, per me può aver fatto anche i provini per il Mulin Rouge … che c’entra questo con il fatto che Pier la voglia difendere? Non sei stata mai innamorata? E comunque non credo che sia tutto questo grande amore; bisogna considerare che quando si è rinchiusi per mesi, senza sentire la vicinanza dei propri cari, alcune relazioni si ingigantiscono. Se sono rose fioriranno. 🙂

    Mi piace

  12. @ frz

    Perché, poi, si sarebbe montato la testa? Pierdavide è ancora un concorrente, potrebbe essere eliminato anche domani (si fa per dire), il merito della vittoria, almeno per chi è fan accanito di “Amici”, andrà comunque tuttto a Valerio … l’unico vantaggio che potrà trarre da questa situazione sono i diritti d’autore. Ma poi, la sua strada la dovrà cercare, trovare, percorrere … e non è detto che abbia il successo ottenuto dai suoi “illustri” predecessori.

    Hai letto quest’altro mio post? Mi dispiace, ma uno che rimane impietrito a sentirsi nominare dal palco di Sanremo, uno che dice “Quando mi nominano divento stupido”, uno che chiede a Maria di non cantare il pezzo di Valerio e che reagisce come ha reagito, in modo così goffo e impacciato, di fronte alla richiesta di Platinette (in diretta, davanti a tutti), mi dispiace ma non è per nulla presuntuoso e non si è affatto montato la testa.

    Ha sbagliato a non scusarsi pubblicamente con la Celentano, ma ha anche detto che lo farà in separata sede, proprio per non spettacolarizzare una situazione che lui considera privata, anche se sa che ci sono le telecamere ovunque. Proprio per questo avrebbe potuto evitare di dire quello che ha detto, ben sapendo che ne avrebbe pagato le conseguenze. Perché non sei capace di apprezzare la sua onestà e trasparenza? Perché è più comodo trovare i difetti che elencare i pregi.

    Mi piace

  13. Si vede che dire in diretta: “sì ero teso, me ne dispiace e me ne scuso” gli faceva schifo, Ha ritenuto più nobile dire “se lo farò, caso mai, lo farò in privato, ma non so se non lo rifarò”

    Il signorino.!

    Il mio “si è montato la testa” è solo un tentativo di dargli una giustificazione. Se non se l’è montata (non da ieri, ma da molto prima) ed è propro fatto così, è peggio ancora, Povero tenero coniglietto goffo e impacciato, ma incapace di riconoscere che ha detto una cazzata.

    Al punto di dire spettacolarmente “eccomi quà” pronto al sacrificio. Povero martire !!! Frangar non flectar !!!

    Con tutto questo non ha mica ucciso nessuno; solo che tenerezza proprio non me ne fà.

    E poi è molto più facile essere eroi con una buona scusa (“son mesi che lei, il cerbero, fa piangere il mio amore”) che essere umili e saper dire “anch’io ho sbagliato, ho commeso un errore”. In Italia pare che lo si sappia (dovrei dire sapesse?) fare solo per la brillantina Linetti. 🙂

    Mi piace

  14. Bella Immortal! benefica
    Fede (*) ai trïonfi avvezza!
    Scrivi ancor questo, allegrati;
    ché più superba altezza
    al disonor del Gòlgota
    giammai non si chinò. (in privato, sì, però)

    (*) nel novello dio Carone, evidentemente

    Mi piace

  15. @ frz

    Se ho la testa dura io, tu ce l’hai anche più dura. Comunque, come dice occhiaperti, sono punti di vista e, saggiamente, la finisce lì. Tu continui e allora vado avanti anch’io.

    Siccome non capisco da dove venga tutta questa improvvisa antipatia per Carone, sono andata a leggere alcuni tuoi vecchi post.

    Il 20 dicembre 2009, nel post Qualche commento e un pronostico per il serale, scrivi:

    Buono, sin ora, è stato il livello di “amicizia” ed educazione dei i ragazzi con intemperanze e scene poco edificanti solo da parte di Enrico. Son nati anche un paio di flirt. Bene. Qualche battuta di troppo, ma nei limiti dell’accettabile, anche da parte di Arianna, Emma, Borana e Valeria. [Non viene nominato Pierdavide fra i meno educati; nello stesso post tra i cantanti che ritenevi tranquilli per la salvezza hai inserito Pierdavide, giudicandolo, quindi, valente]

    Il 15 gennaio, nel post Ecco i 14 del serale: chi farà più strada? , ritrai così Carone:

    Pier Davide Carone, ( * * * / o o o ) 21 anni, cantautore , è nato a Roma. Vive a Palagianello (Taranto) Voluto da G. De Michele. Bravo e interessante. Farà strada . Estroso

    Siccome non riesco a pensare che un episodio singolo possa aver rovesciato così drasticamente il tuo giudizio su Pierdavide, sono portata a pensare che improvvisamente ti sei ricordato che è un allievo di Grazia Di Michele, cosa che, tra l’altro, io non ho mai considerato esprimendo i miei giudizi su Pierdavide.

    Ora, però, visto che i compiti da correggere incombono, chiudo la polemica. Scusami se non prendo nemmeno in considerazione i versi citati: credo che Manzoni non meritasse di esser scomodato per uno come Carone.
    Quanto al detto latino, credo che fosse più adatta la versione italiana che ne rovescia il significato. Grazie, comunque, per aver pensato che il latino mi facesse piacere. 🙂

    Mi piace

  16. E chi ti ha detto che mi è diventato antipatico?

    Anche oggi ne ho parlato bene nel mio blog. Bello il pezzo di Sanremo, bravo come cantautore, meno come cantante quando esce dal suo guscio, Molto meno bravo però nella querelle con la Celentano. “Sua Altezza Pierdavide” non ha voluto abbassarsi a chiedere scusa e ha fatto male; soprattutto non ha capito che aveva torto marcio. Peccato. Per lui.

    Ma lo confermo. Estroso. Farà strada.

    Un bacio. E sii comprensiva con quei compiti. Così come lo sei con Pierdavide. 🙂

    Mi piace

  17. @ frz e occhiaperti

    Alla fine Pierdavide si è scusato con la Celentano. Dal modo in cui parla e dalla comprensione che l’insegnante, mai così tenera nei confronti degli studenti, dimostra nei suoi confronti sono sempre più convinta che nel vostro giudizio siate completamente fuori strada.

    Guardate il VIDEO.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...