AL VIA LA MERITOCRAZIA PER GLI INSEGNANTI?

ATTENZIONE: QUESTO ARTICOLO NON E’ AGGIORNATO. POTETE LEGGERE LE ULTIME NOVITA’ (NOVEMBRE 2010) CLICCANDO QUI

Riporto la sintesi dell’articolo apparso oggi, 13 maggio, su Il Messaggero di Roma.

ROMA Gli stipendi degli insegnanti, per la prima volta, saranno legati al merito e alle funzioni. La busta paga non avrà più aumenti dovuti solo all’anzianità di servizio. Il salario dipenderà dal “livello” raggiunto dal docente: «iniziale, ordinario, esperto», cui corrisponderà un diverso riconoscimento economico e giuridico, che non implicherà differenze gerarchiche. Il ddl alla Camera prevede anche sbocchi di carriera e una rigorosa valutazione del servizio scolastico e dei risultati ottenuti. Verrà superato anche il meccanismo delle graduatorie, che ha prodotto precariato e cicliche sanatorie. Con il rafforzamento dell’autonomia, inoltre, agli istituti verrà data la possibilità di scegliere i docenti. Contrari i sindacati.

L’articolo è in verità ben più ampio. Lo potete leggere per intero qui

E’ interessante anche perché riporta il confronto con gli stipendi degli insegnanti in altri Stati della UE. Purtroppo non ho il tempo di commentare, ma lo farò al più presto. Del resto sugli aumenti degli stipendi dei prof ho già espresso la mia opinione nel post “Cara Gelmini, quei soldi in più non li voglio più”. Lì ho davvero detto tutto quello che penso e non so se la Gelmini o Tremonti mi faranno cambiare idea.

ARTICOLI CORRELATI: “Cara Gelmini, i soldi in più non li voglio più” e “I voti ai prof? Mah!

2 pensieri riguardo “AL VIA LA MERITOCRAZIA PER GLI INSEGNANTI?

  1. Non sono molto informata sulla sua posizione riguardo gli insegnanti ma so di certo che Daniela Melchiorre dei Liberal Democratici ha intrapreso una battaglia in difesa degli amministrativi scolastici.
    Vedi se ti interessa questo sito .

    "Mi piace"

  2. Grazie per la segnalazione. Non è mia abitudine affrontare gli argomenti dal punto di vista politico ma lascio il link per dimostrare la mia “apertura” e perché possa essere utile ai lettori.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...