MESSA IN DUBBIO DALLE PAROLE DELLE SUORE DI LECCO LA TESTIMONIANZA DI MARINELLA CHIRICO SU ELUANA

Mi ero ripromessa di non scrivere più su Eluana. Sdegnata dal circo mediatico che si è venuto a creare sulla sua triste vicenda, avevo invocato il silenzio, quello stesso silenzio che con un filo di voce papà Beppino aveva implorato. Lui ora tace, non ha più la forza di parlare, rinuncia perfino ad assistere al funerale della figlia per sottrarsi all’assalto dei giornalisti. Nemmeno un po’ di rispetto per un uomo che soffre, per una famiglia trincerata nel suo dolore. Nemmeno i commenti cattivi si smorzano. Qualcuno ha ancora fiato per gridare il proprio disprezzo. Ancora malignità: su Beppino, sui medici che hanno accompagnato Eluana al traguardo finale di una vita già spenta da diciassette anni, sulla casa di riposo ove l’inaudito “assassinio” si è compiuto, sulla Procura di Udine che non ha saputo o voluto trovare qualche appiglio per fermare la “macchina di morte” allestita nella camera della donna, sui laici che difendono la legge e chiamano “giusta” la sentenza della Cassazione … Perfino un politico di riguardo, niente meno che il Presidente del Senato Alfano, ha provocatoriamente detto che “Eluana è morta di sentenza”. Non sa, Alfano, che al di là del tono polemico, ha affermato l’unica verità accettabile. Per quella sentenza papà Englaro si è battuto, fino allo stremo delle forze. Sì, una sentenza ha “condannato a morte Eluana”, se volete, ma un incidente diciassette anni fa l’aveva “condannata a vivere”.

Ieri ho pubblicato un articolo sulla testimonianza di Marinella Chirico, l’unica giornalista del TG3 Regionale che ha potuto vedere Eluana un giorno prima della sua fine. L’esperienza “devastante” della giornalista è stata raccontata con voce commossa, con uno sguardo triste che, per chi conosce Marinella e la vede quasi quotidianamente dietro alle telecamere del TG, non rientra nel suo aspetto naturale. È quasi sempre sorridente, Marinella Chirico, l’aspetto è sereno e lo sguardo è luminoso. L’aver visto Eluana ha completamente trasformato i tratti del suo viso.

Englaro aveva fermamente voluto che la giornalista vedesse Eluana per smentire, finalmente, le male voci, per porre un freno alle inaudite malignità che per giorni sono state dette sul suo conto. Eppure oggi c’è qualcuno che smentisce le parole di Marinella Chirico, che insinua il sospetto che tutto sia stato pilotato, che la testimonianza sia falsa, inventata.

Oggi sul quotidiano “Avvenire” è comparso un articolo che mette in dubbio la sincerità di Marinella. Il titolo è: «Deturpata? Era bella, sette giorni fa». Sembra che questo sia stato il commento delle suore di Lecco che a lungo hanno accudito Eluana. Secondo Suor Angela : «Non è possibile che Beppino abbia detto questo, forse si riferiva a questi ultimi giorni, dall’arrivo a Udine, ma come può essere cambiata così. […] Da qui è andata via che era bella del resto verranno pur fuori le cartelle cliniche, basterà andare a leggere l’ultimo bollettino di Defanti prima della partenza da Lecco. È scritta ogni cosa, qui in collaborazione con lui si seguiva un percorso ben preciso e dettagliato, risulterà tutto».

Ma poi la giornalista di “Avvenire” va oltre e insinua un altro sospetto, facendo finta di credere alle parole di Marinella. Verso la fine dell’articolo si legge: “A questo punto, però, di «ferocissimo e crudele» c’è solo un terribile sospetto: se davvero una settimana nella casa di riposo di Udine è bastata, come dice la Chirico, a fare di Eluana un corpo la cui vista era ‘devastante’, che cosa le hanno fatto? Come si distrugge in sette giorni un equilibrio stabile da quindici anni? Per Eluana ormai non c’è più nulla da fare, ma a chi di dovere ora almeno l’obbligo di far emergere tutta la verità. “

Già, la verità. Ma qual è la verità? A questo punto mi rammarico che Beppino Englaro non abbia voluto che le telecamere entrassero insieme a Marinella Chirico in quella camera e riprendessero il corpo immobile di Eluana. Nulla a che vedere, evidentemente, con la descrizione che sempre il quotidiano “Avvenire” pubblicò il 3 febbraio. “E intorno al suo corpo si davano da fare a turno quattro fisioterapisti: non stava mai ‘ferma’, Eluana, grazie a loro, e così braccia e gambe erano tornite, non avvizzite e magre, il viso era paffuto, la pelle morbida come un velluto. Ogni giorno le suore la spalmavano di creme e pettinavano i suoi capelli ancora nerissimi… anche Eluana come tutti noi quando era sera chiudeva i grandi occhi neri e si addormentava. Notte e giorno, veglia e sonno, senza confondersi mai, e al calare del buio anche il suo corpo chiedeva riposo alla fine di una giornata come tante. Un sonno tranquillo, senza incubi …”.

Ormai si è addormentata per sempre, Eluana. Forse la “verità” non interessa più a nessuno perché l’opinione pubblica sarà sempre divisa, ci sarà sempre chi griderà a gran voce che è stata “uccisa” e chi sussurrerà, per rispetto del dolore di chi è rimasto, che finalmente ha raggiunto la pace. Un sonno tranquillo, ora sì, senza incubi.

2 pensieri riguardo “MESSA IN DUBBIO DALLE PAROLE DELLE SUORE DI LECCO LA TESTIMONIANZA DI MARINELLA CHIRICO SU ELUANA

  1. Io sono molto vicina alla famiglia Englaro e papà Beppino è una persona straordinaria. Lo ringrazio per aver dato la possibilità alla giornalista Marienella Chirico di vedere sua figlia, così ho potuto avere conferma di quello che ho sempre pensato, ovvero che la povera Eluana per 17 è stata intrappolata in un meccanismo dettato dell’uomo che crede troppo in sè stesso ed è privo di ogni emozione, lo trovo disumano. Io lo dico sempre Eluana è stata “condannata a vivere”, non è potuta trapassare nell’aldilà e raggiungere il nostro Dio solo perchè purtroppo come si sta delineando nella nostra società il sopravvento della tecnica che ormai sovrata ogni cosa anche i nostri sentimenti e le nostre convinzioni. Il grande sforzo di papà Beppino è stato quello di farci riflettere sullo Stato di Diritto.
    Credo nel profondo del mio cuore che quanto accaduto ad Eluana ci deve fare pensare molto bene ed è arrivato il momento di mettere in discusisone quanto sta facendo la tecnica nel campo della medicina, perchè secondo il mio punto di vista salvare una vita, significa anche prospettargli un minimo di dignità… il malato deve vivere non sopravvivere… Ma veramento dove è la vera coscienza dell’uomo, non riesco a sopportare l’intrusione della tecnica che permette di far sopravvivere le persone in maniera completamente innaturale … Perchè non si accetta più la morte come la nascita? La morte è resurrezione ce lo dice la nostra fede Cristiana, se no a questo punto io ho una grande confuzione in testa bisogna avere fede oppure orami si vive solo la pura materia?
    Ultima considerazione, secondo me la parola o la frase “ammazzare” o “è stata ammazzata ” sentita e letta al riguardo su quanto accaduto ad Eluana è assurdo averle citate, perchè è troppo facile utilizzare parole forti per denigrare e fare effetto sull’opinone pubblica, troppo facile e anche qui dobbiamo molto riflettere…

    "Mi piace"

  2. Cara Magda,

    sono d’accordo con Lei. Su questa triste vicenda si è parlato tanto, troppo. Ma quello che sconvolge è il fatto che ognuno voglia avere ragione a tutti i costi, come se dicesse una Verità assoluta. Non solo, l’opinione pubblica è convinta che chi appoggia la decisione di Beppino Englaro è un ateo, un comunista o forse solo un agnostico. Mi fa piacere comprendere che anche un cristiano, come Lei, consideri il papà di Eluana una “persona straordinaria”. Purtroppo non è questo il parere più condiviso dai cristiani e dalla Chiesa.
    Se non l’ha fatto, La invito a leggere un altro articolo:

    https://marisamoles.wordpress.com/2009/02/04/le-accuse-di-crisafulli-a-papa-englaro/

    … sono interessanti i commenti più che il post stesso.

    Grazie. 🙂

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...